Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 2 giugno 2020

Luca Marinelli

Il Mattia de La solitudine dei numeri primi

35 anni, 22 Ottobre 1984 (Bilancia), Roma (Italia)
occhiello
Andrea: "Proust scrive che la morte potrebbe coglierci questo pomeriggio. Mette paura Proust. Non domani, non tra un anno ma questo stesso pomeriggio scrive."
Jep: "Vabbè tanto adesso è sera, domani pomeriggio se ne riparla..."

dal film La grande bellezza (2013) Luca Marinelli  Andrea
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Luca Marinelli
David di Donatello 2020
Nomination miglior attore per il film Martin Eden di Pietro Marcello

Nastri d'Argento 2020
Nomination miglior attore per il film Martin Eden di Pietro Marcello

David di Donatello 2019
Nomination miglior attore per il film Fabrizio De André - Principe libero di Luca Facchini

Festival di Venezia 2019
Premio coppa volpi migliore interpretazione maschile per il film Martin Eden di Pietro Marcello

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore per il film Il padre d'Italia di Fabio Mollo

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore per il film Non essere cattivo di Claudio Caligari

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

David di Donatello 2016
Premio miglior attore non protagonista per il film Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

Nastri d'Argento 2016
Premio miglior attore non protagonista per il film Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

David di Donatello 2013
Nomination miglior attore per il film Tutti i santi giorni di Paolo Virzì

Nastri d'Argento 2013
Nomination miglior attore per il film Tutti i santi giorni di Paolo Virzì



Due caratteri che riverberano di mille echi di celluloide e di genere in un film che è una ventata di novità per il cinema italiano. Lo chiamavano Jeeg Robot, un film di Gabriele Mainetti. Dal 25 febbraio al cinema.

Lo chiamavano Jeeg Robot, ogni supereroe ha il suo supercattivo: Santamaria Vs Marinelli

martedì 23 febbraio 2016 - Marianna Cappi cinemanews

Lo chiamavano Jeeg Robot, ogni supereroe ha il suo supercattivo: Santamaria Vs Marinelli

Martin Eden

Martin Eden

* * * - -
(mymonetro: 3,43)
Un film di Pietro Marcello. Con Luca Marinelli, Jessica Cressy, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi, Denise Sardisco.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2019. Uscita 04/09/2019.
Ricordi?

Ricordi?

* * * - -
(mymonetro: 3,34)
Un film di Valerio Mieli. Con Luca Marinelli, Linda Caridi, Giovanni Anzaldo, Camilla Diana
Genere Drammatico, - Italia, Francia 2018. Uscita 21/03/2019.
Fabrizio De André - Principe libero

Fabrizio De André - Principe libero

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,72)
Un film di Luca Facchini. Con Luca Marinelli, Ennio Fantastichini, Valentina Bellè, Elena Radonicich, Matteo Martari.
continua»

Genere Biografico, - Italia 2018. Uscita 23/01/2018.
Una questione privata

Una questione privata

* * - - -
(mymonetro: 2,48)
Un film di Paolo Taviani, Vittorio Taviani. Con Luca Marinelli, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellè, Francesca Agostini, Jacopo Olmo Antinori.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia 2017. Uscita 01/11/2017.
Lasciati andare

Lasciati andare

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,91)
Un film di Francesco Amato. Con Toni Servillo, Verónica Echegui, Carla Signoris, Luca Marinelli, Pietro Sermonti.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2017. Uscita 13/04/2017.
Filmografia di Luca Marinelli »

mercoledì 27 maggio 2020 - Annunciate le candidature ai premi di quest’anno che verranno consegnati a fine giugno. 

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio

a cura della redazione cinemanews

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio Favolacce (guarda la video recensione) con gli applausi e l’Orso d’argento conquistato a Berlino e il Pinocchio (guarda la video recensione) di Matteo Garrone, con un racconto che ancora una volta ha incantato il grande pubblico - testa a testa, con 9 nomination ciascuno - sono i film più candidati ai Nastri d’Argento 2020. A contendersi il Nastro per il miglior film anche Gli anni più belli (guarda la video recensione) di Gabriele Muccino, Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio e La Dea Fortuna (guarda la video recensione) di Ferzan Ozpetek.

Annuncio ufficiale a Roma, rispettando una tradizione, anche se quest’anno in diretta streaming, dal MAXXI - il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo - per le candidature della 74.ma edizione dei Nastri d’Argento con la quale i Giornalisti Cinematografici mai come quest’anno vogliono essere solidali con il cinema senza lavoro: migliaia di operatori del settore, con gli autori e i protagonisti, che ancora non possono tornare al lavoro. Proprio come i film non riescono ancora ad uscire in sala.
Tornando alle candidature: Gli anni più belli (guarda la video recensione), con 8 nomination, è anche tra i film più candidati di quest’anno insieme a La Dea Fortuna (guarda la video recensione), Il Sindaco del Rione Sanità (guarda la video recensione) di Mario Martone e Martin Eden (guarda la video recensione) di Pietro Marcello (questi ultimi, 7 nomination ciascuno). Con cinque candidature li inseguono Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio, Tornare di Cristina Comencini, Tutto il mio folle amore (guarda la video recensione) di Gabriele Salvatores e Il primo Natale (guarda la video recensione) di Ficarra e Picone, in cinquina per la migliore commedia dell’anno con Figli (guarda la video recensione), l’ultimo film scritto da Mattia Torre diretto da Giuseppe Bonito, Lontano lontano di Gianni Di Gregorio, Odio l’estate (guarda la video recensione) di Massimo Venier e Tolo tolo (guarda la video recensione) di Luca Medici.

Sei, quest’anno, gli autori delle opere prime in gara, più difficili da scegliere per la qualità e la varietà di uno scouting tra i più interessanti degli ultimi anni: Stefano Cipani con Mio fratello rincorre i dinosauri (guarda la video recensione), Marco D’Amore con L’Immortale (guarda la video recensione), Roberto De Feo con The Nest, Ginevra Elkann con Magari (guarda la video recensione), Carlo Sironi con Sole (guarda la video recensione) e Igor Tuveri (Igort) con 5 è il numero perfetto

Sono stati già annunciati, li ricordiamo, il Nastro dell’anno per Volevo nascondermi (guarda la video recensione) di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema), lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici) e il Nastro alla carriera a Toni Servillo. Il Direttivo come sempre, assegnerà intanto anche alcuni riconoscimenti speciali: il Nastro europeo e il Nastro della legalità, il Premio SIAE per la sceneggiatura e il Nuovoimaie destinato dallo scorso anno ai doppiatori professionisti e, infine, i Premi  Biraghi e il  Bonacchi per giovani attrici e attori.

mercoledì 13 maggio 2020 - Un biopic in due puntate in cui emerge tutto il ricordo del talento del grande artista. Disponibile gratuitamente in streaming. 

Consigliato on demand: Fabrizio De André - Principe Libero, di Luca Facchini

a cura della redazione cinemanews

Consigliato on demand: Fabrizio De André - Principe Libero, di Luca Facchini Il 27 agosto 1979 Fabrizio De André e la sua compagna, la cantante Dori Ghezzi, vengono sequestrati nella loro tenuta agricola nei pressi di Tempio Pausania, in Sardegna. Verranno liberati quasi quattro mesi dopo. Da quel fatto si innesca un lungo flashback che racconta l'adolescenza e l'età adulta del cantautore, tra incontri, folgorazioni, vita privata e attività musicale, fino a tornare al rapimento e chiudersi sul matrimonio tra i due, nel 1989.

Un lungometraggio diviso in due puntate (o miniserie, che dir si voglia) che prova a trasformare la straordinaria vita di un artista amato da tutto il Paese in un biopic affascinante. 
L’impresa riesce, se si guarda al grande successo televisivo e ai risultati sorprendenti del box office delle sale dove il film è stato proiettato in forma di evento per due giorni. Tante sono state le richieste di poter avere il lungo film per più giorni all’interno della programmazione dei cinema per poter godere più a lungo del ricordo del talento di un grande artista. Superate anche le iniziali preoccupazioni dell’affidare un ruolo così delicato al romano Luca Marinelli che, seppur non rinunciando del tutto al suo accento, è stato in grado di convincere con la sua toccante interpretazione anche i fans più esigenti. Per questo suo intenso lavoro ha ricevuto una nomination come miglior attore ai David di Donatello del 2019.

Fabrizio De André - Principe Libero (guarda la video recensione) è ora disponibile gratuitamente in streaming su RaiPlay. 
   

giovedì 30 aprile 2020 - L’ultimo film del compianto regista è ormai un classico del cinema italiano dell’ultimo decennio. Disponibile gratuitamente in streaming. 

Consigliato on demand: Non essere cattivo, di Claudio Caligari

a cura della redazione cinemanews

Consigliato on demand: Non essere cattivo, di Claudio Caligari Ostia, 1995. Vittorio e Cesare sono amici da una vita, praticamente fratelli. Cresciuti in un quartiere degradato campano di espedienti, si drogano, bevono e si azzuffano con altri sbandati come loro. A casa Cesare ha una madre precocemente invecchiata che accudisce una nipotina malata, la cui madre è morta di Aids. Vittorio invece sembra non avere nessuno al mondo, e quando incontra Linda vede in lei una possibilità di costruire una vita normale. Trova lavoro e cerca di coinvolgere anche Cesare, che nel frattempo si è innamorato di Viviana, una disperata come lui ma piena di voglia di costruirsi un futuro. Riusciranno Rosencrantz e Guildenstern a diventare protagonisti della loro vita?

Ultimo film del regista Claudio Caligari, scomparso prima di portarlo a termine, Non essere cattivo è ormai diventato un classico del cinema italiano dello scorso decennio. 
A contribuire a questo successo di pubblico e critica è stata indubbiamente tutta la battaglia condotta dall’amico Valerio Mastandrea per completare il film (celebre fu la lettera indirizzata a Martin Scorsese per portare all’attenzione della stampa questo film incompleto). A montaggio finalmente concluso, il film fu presentato fuori concorso alla 72.ma edizione della Mostra di Venezia e fu scelto per rappresentare l’Italia all’Oscar. Rappresentò inoltre una tappa importantissima per la carriera della coppia protagonista: la definitiva consacrazione di Luca Marinelli e il trampolino di lancio di Alessandro Borghi

Non essere cattivo è disponibile gratuitamente in streaming su RaiPlay.
   

Altre news e collegamenti a Luca Marinelli »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità