The Imitation Game

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Imitation Game   Dvd The Imitation Game   Blu-Ray The Imitation Game  
Un film di Morten Tyldum. Con Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Matthew Goode, Mark Strong, Rory Kinnear.
continua»
Titolo originale The Imitation Game. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 113 min. - Gran Bretagna, USA 2014. - Videa - CDE uscita giovedì 1 gennaio 2015. MYMONETRO The Imitation Game * * * - - valutazione media: 3,46 su 106 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,46/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
La vita del matematico inglese Alan Turing, genio indiscusso del XX secolo, considerato uno dei padri dell'informatica e dei moderni computer, fino alla sua precoce e tragica scomparsa.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film "imitativo" nel senso migliore del termine perché tiene visibilmente conto della lezione di molto cinema recente, e crea un racconto che pare la quintessenza della messinscena televisiva britannica
Paola Casella     * * * - -

Manchester, primi anni '50. Alan Turing, brillante matematico ed esperto di crittografia, viene interrogato dall'agente di polizia che lo ha arrestato per atti osceni. Turing inizia a raccontare la sua storia partendo dall'episodio di maggiore rilevanza pubblica: il periodo, durante la Seconda Guerra Mondiale, in cui fu affidato a lui e ad un piccolo gruppo di cervelloni, fra cui un campione di scacchi e un'esperta di enigmistica, il compito di decrittare il codice Enigma, ideato dai Nazisti per comunicare le loro operazioni militari in forma segreta. È il primo di una serie di flashback che scandaglieranno la vita dello scienziato morto suicida a 41 anni e considerato oggi uno dei padri dell'informatica in quanto ideatore di una macchina progenitrice del computer.
The Imitation Game rivela le sue intenzioni fin dal titolo: perché è un gioco di sotterfugi e contraffazioni che riguarda non solo il codice nazista, ma anche la stessa attività del gruppo di esperti riuniti per decifrarlo, costretti ad operare sotto copertura. Più profondamente, il "gioco imitativo" caratterizza la vita stessa di alcuni di quegli scienziati, Turing in testa, obbligato a nascondere la propria diversità al mondo, e in particolare a quella società inglese che sforna eccentrici e poi li confina ai margini del proprio rigido e ottuso conformismo.
Turing, una sorta di idiot savant con un prodigioso talento per i numeri e una parallela inettitudine per la convivenza sociale, è il martire perfetto, in questo schema claustrofobico: infatti immolerà il suo genio per la salvezza di tutti, costruendo un macchinario di nome Christopher (cioè "colui che porta Cristo"), e cadendo vittima della ristrettezza di vedute di chi non possedeva neanche un grammo della sua capacità visionaria. Una mente prodigiosa costretta a vivere "in codice", e incapace di decifrare i comportamenti altrui, né di tradurre i propri in comunicazione umana.
The Imitation Game è un film "imitativo" nel senso migliore del termine perché tiene visibilmente conto della lezione di molto cinema recente, e crea un racconto che pare la quintessenza della messinscena televisiva britannica alla Masterpiece Theatre partendo però da una prospettiva "altra". Il regista infatti è il norvegese Morten Tyldum, che si accosta al materiale con totale rispetto dei codici di comunicazione inglesi per raccontarne le contraddizioni e i limiti deumanizzanti. In questo senso la sua operazione non è dissimile da quella realizzata da un altro regista scandinavo, Tomas Alfredson, con il suo La talpa: non è un caso che alcuni attori (Benedict Cumberbatch, che ha il ruolo di Turing, e Mark Strong) e soprattutto la scenografa Maria Djurkovic, abbiano partecipato a entrambi i film. Non è un caso neppure che parte del team creativo dietro The Imitation Game sia europeo ma non inglese: oltre al regista e alla Djurkovic, che è anglo-cecoslovacca, ci sono il direttore della fotografia spagnolo Oscar Faura e il compositore francese Alexandre Desplat. La loro "Inghilterra ai tempi della guerra" è borderline disneyana (si pensi a Pomi d'ottone e manici di scopa) ma è proprio questa rappresentazione iconica a rendere il contrasto con la diversità non omologabile di Turing così stridente. Quell'Inghilterra è la metafora dell'understatement inteso come volontà caparbia di annullare qualsiasi forma di disobbedienza alla "normalità". È l'Inghilterra del rispetto cieco delle tradizioni e delle gerarchie, quella dei burocrati e dei segreti di famiglia conservati in naftlina. È infine l'Inghilterra che si appella al genio di Turing per salvarsi la pelle, ma è pronta a gettare il suo salvatore in pasto alla buoncostume.
The Imitation Game tiene conto di svariati esempi cinematografici recenti, da A Beautiful Mind a The Social Network - la struttura narrativa a flashback e forward di Aaron Sorkin è chiaramente un modello per lo sceneggiatore, Graham Moore - nel ritratto di un protagonista il cui genio viaggia di pari passo con la sua asocialità ai limiti dell'autismo, ma anche del background recitativo di Benedict Cumberbatch, che porta nella sua interpretazione di Turing l'eredità del Julian Assange di Il quinto potere e dello Sherlock Holmes televisivo, creando una continuità ideale fra l'eccentricità irriducibile di ieri e di oggi.
Come anche ne La teoria del tutto, in The Imitation Game la confezione ipertradizionale e priva di guizzi autoriali non fa altro che rafforzare l'impatto della recitazione "totale" del protagonista: con la differenza che Cumberbatch nei panni di Turing è assai più pirotecnico di Eddie Redmayne in quelli di Stephen Hawking. L'intento della produzione, orchestrata da quel mago della corsa agli Oscar che è Harvey Weinstein, è chiaramente quello di assicurare una candidatura al suo attore purosangue. L'operazione, pur nella sua evidente pianificazione a tavolino, riesce comunque: perché Cumberbatch è una space oddity in grado di comunicare infiniti livelli di lettura; perché l'Inghilterra vista dagli outsider ha un impatto drammaturgico efficace; e perché all'interno di questa messinscena canonica e fortemente controllata l'ingiustizia del martirio di Turing risalta con ancora più incomprensibile nella sua crudele incongruenza.

Incassi The Imitation Game
Primo Weekend Italia: € 1.666.000
Incasso Totale* Italia: € 8.006.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 febbraio 2015
Incasso Totale* Usa: $ 90.951.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 12 aprile 2015
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
65%
No
35%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination The Imitation Game

premi
nomination
Torino Film Festival
1
0
Premio Oscar
1
9
Golden Globes
0
5
BAFTA
0
9
* * * * -

Da vedere...assolutamente!

sabato 3 gennaio 2015 di Flowerlike14

E' sufficiente dire che è la prima volta che mi scendono le lacrime in un cinema ? Non fatevi ingannare dalle recensioni, il cuore del film non è la decodifica di Enigma ma la diversità; che non è solo riferita all'omosessualità ma anche alle altre diversità comportamentali del protagonista o alla diversità di essere donna in un modo strutturato a misura di uomo. Può una macchina pensare come un essere umano ? Ma cosa significa "come" continua »

* * * * -

Le macchine di turing

domenica 11 gennaio 2015 di Writer58

"Una macchina di Turing è una macchina ideale che manipola i dati contenuti su un nastro di lunghezza potenzialmente infinita, secondo un insieme prefissato di regole ben definite". Wikipedia La citazione tratta da Wikipedia sembra quasi una definizione del cinema, ne descrive le potenzialità virtualmente infinite a partire da un set di regole condivise. "The imitation game" è un bellissimo film, che genera partecipazione e coinvolgimento emotivo, con un cast di attori che pare rappresentare continua »

* * * * -

Quello che non si può calcolare

venerdì 2 gennaio 2015 di Zarar

Visto nell’originale inglese. E’ un film interessante, teso,  coinvolgente. Il  filo rosso in primo piano è  la corsa per la decrittazione del codice Enigma usato dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale,  corsa contro il tempo vinta sul filo di lana da Alan Turing, giovane matematico geniale a capo di un gruppo di brillanti collaboratori. Ma il focus del film non è tanto questa scommessa, quanto la personalità ed il drammatico destino continua »

* * * * -

La guerra attraverso gli occhi di turing

domenica 4 gennaio 2015 di ClaudioFedele93

The Imitation Game potrebbe essere di certo un degno protagonista della stagione dei premi Oscar del 2015, questa ipotesi si è presto trasformata in una certezza e ha sempre preso più consistenza con il passare dei giorni e dei mesi, già ancor prima che la pellicola del norvegese Morten Tyldum arrivasse ad essere distribuita nei cinema di tutto il mondo e che potesse essere gustata non solo dalla critica, ma anche dal pubblico. Aveva infatti affascinato e colpito i membri continua »

Joan Clarke
"Sono le persone che nessuno immagina che possano fare certe cose quelle che fanno cose che nessuno può immaginare..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alan Turing.........Benedict Cumberbatch
"Anche un orologio fermo, segna l'ora esatta due volte al giorno"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Joan Clarke (Keira Knightley)
...ma noi non siamo come le altre persone, noi ci amiamo a modo nostro. Possiamo vivere la vita che vogliamo. Non sarai il marito perfetto, ma io non ho la minima intenzione di essere la moglie perfetta. Non voglio prepararti l'agnello mentre tu sei al lavoro. Lavorerò, tu lavorerai, ed ognuno avrà la compagnia dell'altro. La compagnia e la Mente. Sarà meglio di molti altri matrimoni.
Perchè... perchè io ci tengo a te. E tu tieni a me. E ci capiamo come nessuno ha mai capito noi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | The Imitation Game

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 11 febbraio 2016

Cover Dvd The Imitation Game A partire da giovedì 11 febbraio 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Imitation Game di Morten Tyldum con Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Matthew Goode, Mark Strong. Distribuito da Eagle Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Imitation Game (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film The Imitation Game

SOUNDTRACK | The Imitation Game

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 27 gennaio 2015

Cover CD The Imitation Game A partire da martedì 27 gennaio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film The Imitation Game del regista. Morten Tyldum Distribuita da Sony Classical. Su internet il cd The Imitation Game è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

Prezzo: 19,90 €
Prezzo di listino: 22,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film The Imitation Game

APPROFONDIMENTI | Il cinema in movimento di Roy Menarini.

Archeologia dei nuovi media

lunedì 19 gennaio 2015 - Roy Menarini

Archeologia dei nuovi media Le nuove tecnologie sono ormai parte stessa delle nostre esperienze di vita, sociali e culturali insieme. Abbiamo spesso sottolineato il rapporto contraddittorio che il cinema contemporaneo intrattiene con i nuovi media. Da una parte l'intero processo del fare e mostrare film ne è intriso (dalla ripresa digitale via via fino alla proiezione video e alla distribuzione online), dall'altra il tema del vero, del reale, del biografico, dell'autentico continua a crescere come sinonimo di resistenza artistica all'industria mediale.

   

APPROFONDIMENTI | Il cinema in movimento di Roy Menarini.

Il test di turing

lunedì 5 gennaio 2015 - Roy Menarini

Il test di Turing L'interesse suscitato da The Imitation Game non riguarda solamente i suoi meriti cinematografici o i probabili Oscar che riuscirà a ottenere, ma anche e soprattutto il personaggio al centro del racconto. Alan Turing è forse il grande scienziato meno conosciuto del Novecento, pur potendosi a buona ragione affermare che ha dato un contributo insostituibile alla vittoria contro i nazisti e "inventato" quel che noi oggi chiamiamo computer. Non esattamente meriti secondari, anzi forse un impatto sulla vita civile e sulla storia umana pari a quello di Einstein.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

La Warner molla The Imitation Game

lunedì 20 agosto 2012 - Robert Bernocchi

Nel 2011, era stata la sceneggiatura più apprezzata nella celebre Black List, che mette assieme gli script più interessanti di Hollywood ancora non arrivati sullo schermo. Da quel momento, sembrava che la vita per The Imitation Game, scritto da Graham Moore, dovesse essere in discesa, come dimostrava l’acquisto della sceneggiatura da parte della Warner per una somma a sette cifre, che aveva scelto J Blakeson per dirigerlo, e l’interesse dimostrato da Leonardo DiCaprio, che avrebbe potuto interpretare il protagonista. continua »

   

Il film che riabilita Alan Turing

di Maurizio Acerbi Il Giornale

La biografia di Alan Turing, il padre della moderna informatica e l'uomo che aveva decrittato, nella Seconda Guerra Mondiale, la famosa macchina Enigma. Un eroe, insomma, ma trattato, all'epoca, in modo indegno, in quanto gay. A Turing dà volto e incredibile sostanza artistica l'eccellente Benedict Cumberbatch uno degli attori più bravi ed espressivi del momento. Da Oscar. Da Il Giornale, 31 dicembre 2014 »

Riabilitazione diligente di un matematico inglese

di Alessandra Levantesi La Stampa

Già oggetto di numerosi libri e protagonista di un dramma di Hugh Whitemore andato in scena nel 1986, la figura del geniale matematico Alan Turing approda sullo schermo dopo aver ottenuto piena riabilitazione pubblica: scuse nel 2009 da parte del primo ministro Gordon Brown e perdono postumo della Regina per la condanna in quanto omosessuale subita nel 1951, che fu causa del suo suicidio e della sua temporanea caduta nell'oblio. Ora Imitation Game ricostruisce di Turing la più significativa impresa: quando a capo di un piccolo team di giovani, brillanti ingegni riuscì a trovare il modo di decifrare l'indecifrabile codice Enigma usato dai tedeschi durante la II guerra Mondiale, cosa che permise agli alleati di anticipare le mosse del nemico e avviarsi alla vittoria. »

La storia vera del genio degli enigmi, Alan Turing

di Alessandra De Luca Avvenire

La storia vera del matematico e criptoanalista britannico Alan Turing, leader di un eterogeneo gruppo di studiosi, linguisti, esperti di rompicapi, campioni di scacchi e agenti dei servizi segreti, passato alla storia per aver decifrato gli inaccessibili codici della macchina tedesca Enigma durante la Seconda Guena Mondiale, salvando milioni di vite umane. Condannato per la sua omosessualità, morì suicida a 41 anni nel 1954. Nei panni del padre della moderna informatica, genio eccentrico e febbrile incapace però di decifrare emozioni, sentimenti e regole sociali, c'è la star del momento, Benedict Cumberbatch, la cui performance è il vero asso nella manica di un film (vincitore dell'ultimo Festival di Toronto e candidato a cinque Golden Globe) senza particolari invenzioni registiche, ma basato su una sceneggiatura solida, che racconta una storia irresistibile. »

Turing, l'eroe suicida

di Silvio Danese Quotidiano Nazionale

Vita, onore e morte di Alan Turing, inventore del processo elettro-meccanico alla base del computer che decifrò il codice nazista Enigma, cambiando il corso della guerra. Biopic, non solo celebrativo. Cumberbatch prende nel suo corpo ossessione e delicatezza, tenacia e differenza di uno scienziato vittima della stupidità. L'eroe è il matematico, l'handicap è l'omosessualità. Nell'Inghilterra subdola e perbenista del dopoguerra, Turìng fu arrestato per "atti osceni", costretto alla castrazione chimica, infine suicida. »

The Imitation Game | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | claudiofedele93
  3° | flowerlike14
  4° | zarar
  5° | fra_by
  6° | simosera92
  7° | lucrezia bordi
  8° | filippo catani
  9° | jaylee
10° | alex2044
11° | beppe baiocchi
12° | vanessa zarastro
13° | antonietta dambrosio
14° | mproc
15° | catcarlo
16° | storie di cinema
17° | parpignol
18° | dave69
19° | luigi chierico
20° | kondor17
21° | mericol
22° | paranoidandroid
23° | dinoroar
24° | donato prencipe
25° | cassiopea
26° | risottino
27° | maurizio meres
28° | lorenzo grigio
29° | great steven
30° | mati :d
31° | jacopo b98
32° | tubaz
33° | intenditorevero
34° | giordano stefani
35° | degiovannis
36° | riccardo_
37° | onufrio
38° | carlett93
39° | isin89
40° | isin89
41° | intothewild4ever
42° | lisa costa
43° | the thin red line
44° | enzo70
45° | barone di firenze
46° | dadedade
47° | dadedade
48° | elgatoloco
49° | eleonora panzeri
50° | gianleo67
51° | miguel angel tarditti
52° | sabrina lanzillotti
53° | fabiofeli
54° | flyanto
55° | vincenzo ambriola
56° | dhany coraucci
57° | domenico maria
58° | lucotti
59° | fabrav
60° | sweetpoem
61° | paolorol
62° | vaalee
63° | no_data
64° | gabrykeegan
65° | halley_cometa
66° | flaw54
67° | gaiart
68° | lanco
Torino Film Festival (1)
Premio Oscar (10)
Golden Globes (5)
BAFTA (9)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità