•  
  •  
Apri le opzioni

Giovanni Esposito

Giovanni Esposito è un attore italiano, è nato il 14 giugno 1970 a Napoli (Italia). Giovanni Esposito ha oggi 52 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Ribelle per caso

A cura di Davide Di Finizio

Il suo volto non si dimentica facilmente. Forse perché appartiene un po' a tutti. È il volto dell'italiano medio, con le sue debolezze, le sue grandezze, i suoi vizi, le sue virtù. È il volto di Giovanni Esposito, interprete versatile e sensibile, capace di ruoli comici, come di inattese punte di autentica drammaticità.

Un esordio "d'autore"
Correva l'anno 1971, quando il grande scrittore e regista Pier Paolo Pasolini diresse la sua trasposizione cinematografica de Il Decameron, dal capolavoro di Giovanni Boccaccio. Ambientando la sua opera perlopiù a Napoli, il cineasta inserì nel cast diversi interpreti del capoluogo partenopeo e, tra questi, fa la sua prima comparsa sul grande schermo un bambino di circa un anno, un certo Giovanni Esposito. Si tratta di una breve apparizione, ma che incide profondamente sul destino del piccolo attore, orientandolo subito nel perseguimento di un sogno entrato così precocemente a far parte della sua vita.

Il personaggio televisivo
Nel triennio tra il 1993 e il 1995, studia all'Accademia d'Arte Drammatica del Teatro Bellini della sua città, cominciando a distinguersi per lo stile e l'accattivante espressività. Le sue doti di cabarettista gli valgono alcune partecipazioni televisive, tra cui in Pippo Chennedy Show, programma condotto nel 1997 da Serena Dandini e Corrado Guzzanti, in cui Giovanni si fa notare insieme ad altri volti emergenti, come Sabina Guzzanti e Neri Marcorè. Segue la collaborazione con la Gialappa's band, che lo porta ad affinare il suo personaggio, il tipo del napoletano medio appartenente alla piccola e media borghesia, e a conoscere alcuni ambiziosi colleghi come il trio Aldo, Giovanni e Giacomo.

Un interprete simpatico ed intelligente
Nel frattempo comincia a collezionare alcune apparizioni cinematografiche. Nel 1998 si fa dirigere dal conterraneo Vincenzo Terracciano nella sua opera prima Per tutto il tempo che ci resta, un giallo giudiziario interpretato da Ennio Fantastichini, nel ruolo di un pubblico ministero che indaga per scagionare un suo amico sacerdote dall'accusa di pedofilia. Esposito recita nei panni di un agente dattilografo. L'anno successivo, l'amicizia della Gialappa's gli procura il ruolo di Don Leone in Tutti gli uomini del deficiente di Paolo Costella, pellicola demenziale incentrata sulla vicenda di un anziano boss della mala (Arnoldo Foà) che bandisce un concorso per assegnare il suo impero criminale ad un omonimo. Recita poi, nel ruolo dell'appuntato Di Gennaro, sul set di Ormai è fatta! (1999), diretto da Enzo Monteleone, biografia drammatizzata di Horst Fantazzini, ladro "gentiluomo" che compie i suoi furti con l'aiuto di una pistola giocattolo, senza mai far ricorso alla violenza. Scritturato da Emanuela Giordano, è nel cast di Due volte nella vita (1999), una commedia nera ambientata in obitorio, in cui i personaggi non solo ignorano di essere morti, ma non conoscono nemmeno il destino della loro cadaverica carne fresca, che sta per essere macinata in hamburger e polpette da un originale team di ladri di salme. Decisamente più impegnata la sua partecipazione ne Il partigiano Johnny (2000) di Guido Chiesa, tratto dall'omonimo romanzo di Beppe Fenoglio. Ritorna poi al soft con L'uomo della fortuna (2000) di Silvia saraceno, nuova parodia del genere mafioso, e coi successivi Tandem (2000) e Sono positivo (2000).

Un intellettuale "ribelle"
Più interessante la nuova collaborazione con Terracciano in Ribelli per caso (2001) in cui organizza, insieme ai compagni di corsia dell'ospedale in cui vive da "prigioniero", una rivolta contro la malasanità, imbandendo una pantagruelica abbuffata del sabato sera. Originale l'idea del cibo come elemento propulsore. Ma originale soprattutto Esposito che, nel ruolo di un dotto professore, dà vita ad un personaggio intellettuale e ironico che si sposa magistralmente con la figura e l'espressività dell'attore. Divertente ed esilarante la sequenza in cui seduce l'infermiera Maria (Gea Martire) a suon di citazioni poetiche, corrompendo la donna proprio quando sta per sventare il loro diabolico piano, e decretando il suo passaggio alla loro bizzarra causa.

Tra cinema e fiction
L'anno successivo è ingaggiato dagli amici Aldo, Giovanni e Giacomo ne La leggenda di Al, John e Jack, mentre Marco Colli lo vuole accanto alle carismatiche Giuliana De Sio e Lunetta Savino nel suo W la scimmia (2002), storia di due zitelle alienate e bigotte unite dal comune amore per la scimmia Tombo. Nello stesso anno si segnala anche per un cortometraggio, da lui scritto e diretto: Per carenza di fondi, con cui si aggiudica il premio Massimo Troisi. È poi la volta di Al cuore si comanda (2003) per la regia di Giovanni Morricone, la vicenda di Lorenza, una deliziosa single interpretata da Claudia Gerini, che per sfuggire alle maldicenze delle amiche "affitta", in qualità di fidanzato, un Pierfrancesco Favino nei panni di un musicista squattrinato. Nel ruolo di Gaetano, Esposito interpreta l'imbranato corteggiatore di Paola (una Sabrina Impacciatore tutto pepe). Segue la sua partecipazione in Bimba (2003), esordio alla regia di Sabina Guzzanti, anche in veste di protagonista. Torna poi a lavorare con Gea Martire ne Il sorriso dell'ultima notte (2004) di Ruggero Cappuccio, la storia di una truculenta tragedia familiare, e si segnala in alcune fiction, tra le quali è interessante ricordare la sua partecipazione in Salvo d'Acquisto (2007) di Alberto Sironi, in cui recita nel ruolo del malinconico Walter, il migliore amico del protagonista. L'anno successivo è nel cast di Piacere Michele Imperatore (2008), per la regia di Bruno Memoli, una commediola incentrata sulle vicende di uno squattrinato cantautore napoletano, per poi passare a Tris di donne e abiti nuziali (2009), in cui si fa nuovamente dirigere da Vincenzo Terracciano. Nel 2010 per la regia di Paolo Genovese, recita con Aldo, Giovanni e Giacomo ne La banda dei Babbi Natale, la storia di tre uomini in questura la sera della Vigilia, con l'accusa di essere dei ladri. Nello stesso anno si segnala anche per una breve apparizione in The Tourist, secondo lungometraggio di Florian Henckel von Donnersmarck, il regista che conquistò l'Oscar per il miglior film straniero al suo esordio dietro la macchina da presa, Le vite degli altri (2006). La vicenda è ambientata a Venezia, i protagonisti sono Johnny Depp e Angelina Jolie, ma nel cast figurano diversi interpreti italiani tra cui, oltre ad Esposito, Neri Marcorè, Christian De Sica e Alessio Boni. L'anno seguente recita sul set di Mozzarella Stories, una commedia nera diretta da Edoardo De Angelis e incentrata sulla guerra tra italiani e cinesi per la mozzarella di bufala, in cui Esposito interpreta l'esilarante ruolo di Gigino 'a Purpetta. Nel 2013 invece è tra gli interpreti del secondo film da regista di Rocco Papaleo Una piccola impresa meridionale.

Ultimi film

Thriller, (Italia - 2021), 82 min.
Biografico, (Italia - 2018), 104 min.
Biografico, (Italia - 2018), 100 min.

Focus

TELEVISIONE
lunedì 11 maggio 2009
Alessandra Giannelli

Prima, di quattro puntate, da domani 12 maggio 2009, Canale 5 manderà in onda il film tv diretto da Ricky Tognazzi. Un progetto che nasce dal desiderio, sia del regista sia dei produttori (Alessandro Jacchia e Maurizio Momi per la Albatross Entertainmeet S.p.a.) di fare qualcosa di nuovo. Desiderio molto sentito, ultimamente, da Mediaset, che sta sperimentando diversi prodotti con buoni successi, anche se con un po' di ansia, ammette Jacchia, che riconosce in questo film un lavoro di talento

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati