•  
  •  
  •  
Apri le opzioni

Carrie Coon

Carrie Coon (Carrie Alexandra Coon) è un'attrice statunitense, è nata il 24 gennaio 1981 a Copley, Ohio (USA). Oggi al cinema con il film Ghostbusters - Minaccia Glaciale distribuito in 31 sale cinematografiche. Carrie Coon ha oggi 43 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Oscuri ritratti femminili

A cura di Fabio Secchi Frau

Volto teatrale e televisivo americano, Carrie Coon è nota per aver interpretato una gran varietà di personaggi femminili complessi e sfaccettati, con una propensione per i ruoli drammatici e oscuri.
Dalle donne forti e indipendenti immerse in circostanze intense ed emotivamente difficili, come la giovane Go in L'amore bugiardo - Gone Girl o l'ambigua Nora in The Leftovers - Svaniti nel nulla, all'iconica e tragica Honey in "Chi ha paura di Virginia Woolf?".
Più comiche le sue donne in costume, una su tutte l'ambiziosa Bertha Russell di The Gilded Age, dove ha potuto riflettere sulle sfide e sulle aspirazioni del suo genere in relazione ai tempi in cui vive.
Per sua stessa ammissione, l'attrice sceglie di interpretare parti che le permettono di esplorare profondità emotive e psicologiche, potenti e vulnerabili, restituendoci una collezione di ritratti molto diversi fra loro, frutto di una combinazione di metodi e tecniche di recitazione differenti, attraversando con molta naturalezza i franchise di Ghostbusters e della Marvel e presenziando con versatilità nei serial della FX e della HBO, ma senza tralasciare il palcoscenico.

Studi
Nata in Ohio nel 1981, Carrie Coon cresce assieme ai suoi fratelli a Copley, dove frequenta la Copley High School, diplomandosi nel 1999.
Studentessa presso la University of Mount Union, si laurea nel 2003 in Inglese e Spagnolo, scegliendo poi di studiare recitazione alla University of Wisconsin-Madison fino al 2006.

Candidata ai Tony Awards
Comincia la sua carriera di attrice sui palcoscenici dei teatri regionali, ma viene immediatamente invitata a far parte della compagnia del Madison Repertory Theatre, debuttando in "Piccola città" di Thornton Wilder.
L'esordio andrà talmente bene che sarà invitata a unirsi all'American Players Theatre, durante le quali parteciperà a "Romeo e Giulietta", "Misura per misura", "Anna Christie", "Il mercante di Venezia" e "La notte dell'iguana". Poi, trasferitasi a Chicago nel 2008, porta in scena "Diario di Anna Frank" e "Brontë", continuando il suo lavoro di interpretazione dei testi shakespeariani ("Sogno di una notte di mezza estate", "Enrico IV", "Enrico V"), presso la Remy Bumppo Theatre Company.
Sfortunatamente, nonostante si metta alla prova anche con testi più moderni ("Reasons to Be Pretty" e "Mary Page Marlowe") i guadagni non sono tanti ed è costretta ad accettare di lavorare nel campo della performing motion capture per una compagnia di videogame del Wisconsin, almeno fino a quando, tra il 2010 e il 2012, non accetterà il ruolo di Honey in "Chi ha paura di Virginia Woolf?" nella Steppenwolf Theatre Company, che le farà ottenere una candidatura ai Tony Awards come miglior attrice non protagonista in un dramma.
Nonostante non abbia vinto, la critica loda la sua capacità di calarsi nei panni di una donna coinvolta in un gioco al massacro relazionale, rendendo il suo personaggio autentico nella sua ingenuità e nel modo in cui viene sopraffatta dalle dinamiche distruttrici della coppia protagonista. Raramente, si è vista una Honey tanto straordinaria per fragilità e disillusione.

La notorietà televisiva
Parallelamente, a partire dal 2011, comincia a partecipare ad alcuni telefilm (Law & Order - Unità vittime speciali, Ironside), fino al ruolo di protagonista nel soprannaturale e drammatico The Leftovers - Svaniti nel nulla (2014-2017), con Justin Theroux, Amy Brenneman e Ann Dowd, e nel thriller comico Fargo (2017).
Nel primo serial, è un'angosciata madre che esplora il dolore, causato dalla perdita della sua famiglia, misteriosamente scomparsa con parte della popolazione mondiale. Nel secondo, veste invece i panni di un capo della polizia, alle prese con un caso criminale da risolvere. Grazie all'antologica Fargo, otterrà una nomination per un Primetime Emmy Award come miglior attrice protagonista in una miniserie.
Completamente diverso il suo ruolo nella seconda stagione di The Sinner (2018), dove imbastisce l'inquietante personaggio di Vera, la leader di un culto enigmatico, che deve continuare a essere una guida per la sua comunità ma anche difendere i propri desideri di madre, quando il bambino di cui si prende cura è accusato di un duplice omicidio. Anche in questo caso, la critica televisiva è osanna l'attrice e le sue abilità di incarnare la dualità di una donna che segue il proprio concetto di Bene.
Nel 2022, entra (sostituendo Amanda Peet) nel nutrito cast del telefilm in costume The Gilded Age, creato da Julian Fellowes, dove si tinge i capelli di nero (rendendosi quasi irriconoscibile) e accetta di indossare panier e pizzi per impersonare una ricca e potente signora dell'alta società newyorkese, determinata a scalare la popolarità della città.

Il cinema
Il debutto cinematografico avviene invece nel 2014, quando David Fincher la inserisce in un piccolo ma intenso ruolo nel thriller L'amore bugiardo - Gone Girl.
Dopo essere stata diretta, nei panni della celebre giornalista Meg Greenfield, da Steven Spielberg nel dramma politico The Post (2017), entra nel Marvel Universe come la supervillarin Proxima Midnight in Avengers - Infinity War (2018) e Avengers - Endgame (2019) di Anthony e Joe Russo, poi viene scelta dal regista Steve McQueen per interpretare una delle vedove di Widows - Eredità criminale (2018).
Dopo la commedia A caccia con papà (2018), è la protagonista di The Nest - L'inganno (2020). Infine, entra nella saga dei Ghostbusters con il ruolo di Callie Spengler, figlia di Egon Spengler, uno dei membri originali degli acchiappafantasmi e acchiappafantasmi lei stessa in Ghostbusters - Legacy (2021) e Minaccia glaciale (2024), diretta da Jason Reitman e da Gil Kenan, accanto a Paul Rudd, Finn Wolfhard e Mckenna Grace. A questo, si aggiunge il giallo Lo strangolatore di Boston nel 2023.

Vita privata
Carrie Coon è sposata con l'attore e drammaturgo Tracy Letts, dal quale ha avuto due figli.

Ultimi film

Azione, (USA - 2021), 124 min.
Drammatico, (USA - 2020), 107 min.

Focus

Vai alla home di MYmovies.it »
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati