•  
  •  
Apri le opzioni

Richard Loncraine

Richard Loncraine è un attore inglese, regista, sceneggiatore, è nato il 20 ottobre 1946 a Cheltenham (Gran Bretagna).
Nel 1996 ha ricevuto il premio come miglior regia al Festival di Berlino per il film Riccardo III [2]. Richard Loncraine ha oggi 76 anni ed è del segno zodiacale Bilancia.

Richard e Riccardo

A cura di Fabio Secchi Frau

Il regista inglese più amato dai tedeschi, soprattutto da quei berlinesi che frequentano il noto Film Festival. Dopo il fortunato e memorabile Riccardo III, scritto assieme al futuro Gandalf Ian McKellen, interpretato dal fior fiore degli attori inglesi (Maggie Smith, Kristin Scott Thomas, Jim Broadbent) e basato sull'omonima tragedia storica di William Shakespeare, la sua bravura e originalità si sono dissolte quando ha cominciato a lavorare per il cinema americano, da sempre dissipatore di talenti stranieri. Ha giocato d'azzardo, magari spinto dalle cifre che gli venivano offerte dai produttori statunitensi, e ha perso quanto di più rappresentativo poteva esserci nella sua settima arte. Peccato, perché da un uomo che aveva anticipato ciò che Baz Luhrmann fece con un'altra tragedia di Shakespeare ("Romeo e Giulietta"), ci si aspettava qualcosa di più. Da un uomo che aveva descritto un tragico Riccardo come un sociopatico, un mostro a due teste, un affamato di potere e un (lasciatemi passare il termine) motherfucker, ci si aspettava qualcos'altro di più graffiante, ma anche di universale come la lotta del fato contro il libero arbitrio o di come religione e potere attraverso la loro manipolazione potessero corrodere l'ideologia. Il vanto di quest'opera, lo scriviamo a chiare lettere, è stato quello aver trasportato il setting a una versione più moderna, ambientata nell'Inghilterra degli Anni Trenta al limite del nazi-fascismo. Finora nessuno aveva osato tanto.

La scultura
Richard Loncraine, prima ancora di appassionarsi al cinema, si è appassionato all'arte e, infatti, studia alla Central School of Art, diventando un discreto scultore. Successivamente si iscrive al Royal College of Art Film School, da dove ne esce laureato. I primi lavori nel campo degli audio-visivi sono le regie degli spot pubblicitari che vengono realizzati per la BBC, ai quali alterna alcuni documentari corti (Radio Wonderful, 1974) e alcuni telefilm britannici.

La notorietà con Demonio dalla faccia d'angelo
Nel 1975 debutta sul grande schermo con l'opera prima Flame che però passerà largamente inosservata. Va molto meglio con il suo secondo film la ghost-story Demonio dalla faccia d'angelo (1977), tratto dal romanzo "Julia" di Peter Straub, che racconta la storia di una donna che, nel tentativo di salvare la propria figlia dal soffocamento, finisce invece per ucciderla ed è poi costretta a fare i conti con la sua presenza che infesta la casa nella quale vive. La pellicola vince il Grand Prix per il miglior film al Festival Internazionale del Film Fantastico di Avoriaz nel 1978 e gran parte dell'attenzione dei critici comincia a posizionarsi anche su Loncraine che, però, ritorna a dirigere spot commerciali per la British Telecom. Spot nei quali reciterà Bob Hoskins.

1982: Le due facce del male e Il missionario
Nel 1982 firma un'altra pellicola: Le due facce del male. Il film, scritto da Dennis Potter (che sarà il suo sceneggiatore ideale), è il rifacimento per il grande schermo di uno sceneggiato tv della BBC che venne realizzato nel 1976 (ma poi trasmesso dalla BBC1 solo nel 1987) e narra le inquietanti vicende dei coniugi Bates che, con una figlia in coma, accolgono nella loro casa l'affascinante Martin Taylor che si presenta come vecchio fidanzato della loro figlia. Il ruolo di Martin Taylor, secondo Loncraine, sarebbe dovuto andare a David Bowie o in alternativa a Malcolm McDowell, che però rifiutarono a favore di Sting. Lo stesso anno dirige la commedia Il missionario, che avrebbe dovuto avere John Gielgud o Laurence Olivier nel cast, invece entrambi furono scartati perché troppo costosi. Forse è anche per colpa dei pochi nomi altisonanti che la pellicola non ebbe successo, malgrado George Harrison e Ringo Starr (che visitarono il set) la indichino come una delle migliori commedie inglesi di tutti i tempi.

La fama con Riccardo III e l'Orso d'Argento
Rimpiazzato da Wolfgang Petersen nella regia di Il mio nemico (1985), passa alla storia di un esperto di informatica che deve proteggere la sua famiglia dai ricatti di un rapinatore in Rapina al computer (1987). Ma è nel 1995 che arriva la sua grande occasione con il lavoro che lui e Ian McKellen fanno sul lavoro teatrale di William Shakespeare Riccardo III. Eliminati numerosi personaggi (sognando attori come Patrick Stewart, Danny DeVito e Meryl Streep), trasformano la tragedia in qualcosa che sta a metà strada fra il thriller spionistico e il kolossal bellico, con un ritmo narrativo adrenalinico affascinante che era già stato collaudato sul palcoscenico da Richard Eyre, che guarda caso aveva McKellen come protagonista. Il film, che si nutre come nel caso teatrale della recitazione di McKellen (ma anche di fuoriclasse come Maggie Smith, Nigel Hawthorne, Jim Broadbent, John Wood, Annette Bening, Kristin Scott Thomas, Robert Downey Jr.), affronta il tema politico dei golpisti. Colorita, grottesca, coraggiosa, violentatrice del sacro Bardo, quasi orrorifica e godibile, la machiavellica pellicola (inizialmente pensata per un contenitore televisivo e per la regia di Alex Cox) si dimostra essere perfetta, senza sbavature e lussuosa. Loncraine, senza alcun dubbio, ha fatto un lavoro pregevole tale da essere nominato all'Alexander Korda per il miglior film inglese e al BAFTA per la migliore sceneggiatura. Alla fine vincerà l'Orso d'Argento al Festival di Berlino come miglior regia (premio che però dovrà dividere con il regista ex-aequo Ho Yim per Taiyang you er).

I lavori per la HBO
A quel punto Hollywood lo chiama e, in particolare, la HBO. E cosa lo invita a dirigere? Un episodio di Band of Brothers (2001) che, però, gli farà ottenere un Emmy per la migliore miniserie. Un Emmy che Loncraine ha diviso con David Frankel, Tom Hanks, David Leland, David Nutter, Phil Alden Robinson, Mikael Salomon e Tony To. Poi verrà il film tv scritto da Dennis Potter Guerra imminente (2002) con Vanessa Redgrave, che racconta la storia di Winston Churchill durante la Seconda Guerra Mondiale e, l'anno successivo, sempre per il piccolo schermo, dirige La mia casa in Umbria (2003), tratto dall'omonimo romanzo di William Trevor, che racconta di un gruppo di persone che riescono a scampare a un attentato terroristico su un treno e che si rifugiano nella casa di una famosa scrittrice per alcuni giorni. La fiction ottiene una nomination agli Emmy.

Altri film
Nel 2004 torna sul grande schermo con la produzione anglo-francese-americana della Universal Pictures Video e dalla Working Title Wimbledon (2004), una commedia sentimentale ambientata nel mondo del tennis e che ricorda un pò i film statunitensi degli Anni d'Oro di Hollywood, e incassa 16.832.000 dollari. Meno bene va Firewall - Accesso negato (2006), un thriller prevedibile con Harrison Ford che doveva essere diretto da Mark Pellington, il quale rifiutò dopo l'improvviso decesso della moglie. La storia è quella del solito sequestro casalingo da parte del criminale di turno. Più originale sarà invece My One and Only (2009), pellicola americana mai arrivata in Italia, che racconta le avventure d'infanzia di George Deveraux e di suoi fratello, trascinati dall'eccentrica madre in un viaggio on-the-road lungo tutta la East Cost. La storia è in realtà basata sulla vera infanzia di George Hamilton e sul suo rapporto con la madre, e vincerà il Premio Ecumenico della Giuria al Festival di Berlino. Tornato ai film tv, dirigerà I due presidenti (2010), che però arriverà in Italia sul grande schermo. Loncraine, a tal proposito, vorrebbe avere Julianne Moore nella parte di Hilary Clinton, ma è stato costretto a optare per una più disponibile Hope Davis. Tornerà al cinema qualche anno dopo con la commedia Ruth & Alex - L'amore cerca casa con Morgan Freeman e Diane Keaton.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2009), 108 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati