Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 30 maggio 2020

Denise Tantucci

Biografia Filmografia Critica Premi Articoli e news Trailer Frasi celebri
Denise Tantucci

sabato 30 maggio 2020 - Prima e dopo la proiezione delle 21.00 gli spettatori potranno confrontarsi direttamente con i protagonisti, l'autrice Emanuela Rossi e il co-sceneggiatore Sergio Corbucci. In collaborazione con Rolling Stone.

Buio, stasera su MYmovies un esclusivo evento LIVE insieme al cast del film

a cura della redazione cinemanews

Buio, stasera su MYmovies un esclusivo evento LIVE insieme al cast del film Un nuovo esclusivo evento organizzato con la collaborazione di Rolling Stone accompagnerà, sabato 30 maggio, la visione del film Buio, incisiva opera prima della regista Emanuela Rossi.

Prima dell’inizio del film, alle 20.50, sarà possibile seguire la presentazione con l’autrice in diretta sul profilo Instagram di Rolling Stone. Mentre al termine della proiezione comincerà, sempre live su Instagram, una conversazione con la stessa regista, il co-sceneggiatore Claudio Corbucci e i protagonisti del film. Gli spettatori avranno così modo, dalle ore 22.45, di porre le loro domande e partecipare attivamente alla discussione.


Fiaba dark capace di far centro al primo colpo, Buio sarà disponibile in streaming fino a domenica 31 maggio.
MYmovies.it
BUIO - IL FILM
Buio sembra aver preventivamente fotografato l’isolamento che abbiamo vissuto tutti nei mesi scorsi. Mettendo al centro la storia di Stella (Denise Tantucci) e delle sue sorelle, tre ragazze costrette dal padre (Valerio Binasco) a vivere segregate nella loro casa. Fuori, dice lui, c’è l’Apocalisse, che solo i maschi adulti – purché ben equipaggiati – possono affrontare, per uscire a procacciarsi i beni di prima necessità. Finché Stella non deciderà di scoprire da sé quello che c’è oltre la porta di casa.
   

giovedì 7 maggio 2020 - Un film che si nasconde per poi rivelarsi, pianta saldamente i piedi nel genere ma al tempo stesso riesce a suggerire qualcosa di più sottile. In streaming dal 7 al 31 maggio nella Sala virtuale di MYmovies. Acquista €4,90 »

Buio, dietro i canoni del thriller una metafora coraggiosa dell’oppressione di genere

Tommaso Tocci cinemanews

Buio, dietro i canoni del thriller una metafora coraggiosa dell’oppressione di genere L’esordio alla regia di Emanuela Rossi, presentato nel 2019 nella sezione Alice nella città della Festa del Cinema di Roma e ora in arrivo nella Sala virtuale di MYmovies, è un film che inganna e che si nasconde, per poi rivelarsi. Come sempre più cinema italiano, per fortuna, Buio pianta saldamente i piedi nel genere, ma al tempo stesso riesce a suggerire qualcosa di più sottile.


Tra le ambientazioni del filone thriller e post-apocalittico, quella dello spazio domestico ridotto a bunker per difenderci dai disastri esterni è una delle più floride in questo inizio di ventunesimo secolo.
Tommaso Tocci, MYmovies.it
Tipicamente si fonda sulla tensione tra il trauma del catastrofismo - che rielabora due decenni burrascosi di Storia, punta alle stelle ma segretamente cerca riparo e silenzio - e il collasso della fiducia, che fa sì che a tenerci chiusi dentro il rifugio sia sempre l’inganno e la menzogna.

Da Panic Room a Room, sostituendo il panico con la resistenza; dalle inversioni tra sopra e sotto di 10 Cloverfield Lane fino agli spin-off “sensoriali” di Bird box e A Quiet Place dai misteri di Shyamalan agli esempi di cinema europeo, con meno disastri e più perversione, su tutti Dogtooth di Yorgos Lanthimos.

Coordinate filmiche tra cui si muove Emanuela Rossi nel suo Buio, e che a volte sembrano ripercorse anche troppo fedelmente. Sono protagoniste tre sorelle (Denise Tantucci, Gaia Bocci ed Olimpia Tosatto), e del resto la costrizione-liberazione del rifugio è spesso declinata in chiave femminile in questi film. Con loro c’è un padre severo, totalizzante, ma non privo di sentimenti, che rientra a casa ogni giorno raccontando di una terribile apocalisse “là fuori”, provocata da un sole malato che richiede sofferenze certamente proibitive per delle giovani donne come Stella, Aria e Luce.

Se i binari narrativi sono giocoforza limitati e visibili allo spettatore fin dall’inizio, l’interesse del film sta nel modo in cui Rossi li utilizza per ripensare lo spazio urbano (sotto questo aspetto in curioso tandem con un altro film coraggioso proveniente da Alice nella città, Le Metamorfosi) e domestico nell’immaginario italiano, oltre il punto di rottura della società.
Anche grazie al lavoro sui costumi e sulla scenografia, passato e futuro collassano l’uno nell’altro, in un memorabile patchwork di tute protettive e abiti angelici, mobilio antiquato e modernismo al neon, musica classica e rap improvvisi. Il tutto sullo sfondo di una delle città più dark e misteriose del paese, Torino, qui cancellata come presenza attiva dal tabù di un mondo in rovina, eppure pulsante attraverso i muri della villa di Moncalieri dove il film è stato girato.

Grazie all’inventiva dal punto di vista stilistico e del décor, questa storia di un rapporto tra figlie e padre, di ribellione a un patriarcato lasciato senza contrappesi, acquista risonanza ben oltre le consuete logiche dentro-fuori e sopra-sotto del cinema globale. Diventa anzi una metafora coraggiosa dell’oppressione di genere nei suoi tratti più italiani e dunque più rilevanti. Non è un caso che Valerio Binasco, nel ruolo del padre, guadagni mille sfumature di repulsione e sentimentalismo col procedere della storia, laddove invece appariva monocorde nelle prime sequenze in cui la sua autorità è più secca e impersonale, quasi recitata dal personaggio prima che dall’attore.

Liberarsi dal giogo del patriarcato, sembra dirci Rossi, non passa solo dal conflitto e dall’opposizione. Richiede invece un confronto con un retaggio culturale melodrammatico, immaginifico e un po’ patetico.
   

Altre news e collegamenti a Denise Tantucci »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità