Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 4 luglio 2020

Billy Crudup

Quasi famoso

Nome: William Crudup
52 anni, 8 Luglio 1968 (Cancro), Manhassett (New York - USA)
occhiello
io ritengo che un orologio simbolico sia di ausilio all'intelletto, quanto la fotografia dell'ossigeno a un uomo che affoga
dal film Watchmen (2009) Billy Crudup  Jon Osterman, Il dottor Manhattan
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Billy Crudup
Critics Choice Award 2020
Nomination miglior attore secondario serie tv drammatica per il film The Morning Show di Mimi Leder, David Frankel, Lynn Shelton

SAG Awards 2020
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film The Morning Show di Mimi Leder, David Frankel, Lynn Shelton

Critics Choice Award 2020
Premio miglior attore secondario serie tv drammatica per il film The Morning Show di Mimi Leder, David Frankel, Lynn Shelton



Il film, governato da Bart Freundlich con destrezza, diventa la celebrazione di tre grandi attori e l’occasione di esplorarne il rilievo. Ora in streaming su MioCinema. GUARDALO SUBITO »

Dopo il matrimonio, un remake che rivela la nobiltà dei suoi interpreti

sabato 6 giugno 2020 - Marzia Gandolfi cinemanews

Dopo il matrimonio, un remake che rivela la nobiltà dei suoi interpreti Possiamo fuggire dall’altra parte del mondo ma il nostro passato finirà sempre per riprenderci. Era vero per Mads Mikkelsen nel film di Susanne Bier del 2006 (Dopo il matrimonio), è vero per Michelle Williams che occupa la medesima posizione (esistenziale) nel remake firmato da Bart Freundlich. Per nessuno dei due l’India è abbastanza grande o abbastanza popolata perché possano nascondersi, cancellare tutto e ricominciare da zero.

Lo scambio di genere costituisce certamente il cambiamento più forte ed evidente di questa nuova versione americana che ha al centro la coppia Julianne Moore e Billy Crudup, un duo di attori la cui complicità è palpabile fin dalle prime battute. Nel film interpretano rispettivamente una ricca imprenditrice newyorkese e un artista di incerto successo. ‘Distinti’ nella professione ma uniti nella passione, hanno due gemelli di pochi anni e una figlia alla vigilia del matrimonio, momento cardine  di questo racconto di redenzione. Alla cerimonia partecipa ‘per caso’ Isabel (Michelle Williams), una giovane donna che dirige un orfanotrofio in India e a cui la madre della sposa è pronta a fare una generosa offerta.

Per chi non avesse visto il film di Susanne Bier, non andremo più lontano. Ci accontenteremo di un’osservazione, le motivazioni dei protagonisti sono più complesse di quanto appaiano e i due film illustrano in fondo la stessa verità: gli errori del passato finiscono immancabilmente per presentare il conto al presente.

La ‘dimostrazione’ diretta da Bart Freundlich appare meno viscerale di quella di Susanne Bier, particolarmente nei passaggi indiani, così splendidi e luminosi che fatichiamo a credere che l’orfanotrofio di Isabel sia sull’orlo dell’abisso. Ma è sufficiente la presenza bionda e malinconica di Michelle Williams a superare l’impasse e a trasferirsi a New York.


Il capitolo newyorkese, governato dal regista con più destrezza, diventa la celebrazione di tre grandi attori e l’occasione di esplorarne il rilievo.
Marzia Gandolfi, MYmovies.it
Se la necessità imperiosa di un remake resta ancora da dimostrare, la somma di sentimenti complessi e contraddittori era già impressionante nel film originale, Dopo il matrimonio esibisce da par suo tre performance difficili da dimenticare. Julianne Moore conferma l’eminenza del suo ruolo a Hollywood, dosando ragione e sentimento, metodo e gusto del rischio. Quando appare sullo schermo impone subito l’illusione della perfezione che è in relazione con la sua fisionomia, un miracolo rinascimentale, ma soprattutto con l’autorità che emana un’attrice al lavoro. Una composizione e una compostezza che vengono minate, se non distrutte nel corso della proiezione, dal ‘vizio’ (Maps to the Stars) o nello specifico dalla malattia. In una delle scene più struggenti, Julianne Moore fa nascere, proprio come in Gloria Bell (guarda la video recensione), un film inedito, più vulnerabile e lirico del suo predecessore.

Ma è anche sulle spalle di Michelle Williams, attrice ‘estrema’ che si serve della sua fisicità amabile per condurre lo spettatore negli angoli più reconditi della psiche dei personaggi, che riposa il film di Bart Freundlich. Lo sguardo nocciola sempre brillante di lacrime, il mezzo sorriso, i tratti delicati, il taglio essenziale donano a Michelle Williams quell’aria eternamente discreta e alle sue eroine quella loro fragilità apparente. Di una delicatezza rara, la sua Isabel affianca la vertigine Moore ricorrendo ancora una volta a un processo introspettivo, lo stesso che le ha permesso di incarnare in passato la più splendente e la più triste delle attrici hollywoodiane (Marilyn). Il ruolo sottile di Isabel le va come un guanto e produce una performance densa e sobria fino a quando la superficie esplode. Potente restando umile, dona carne a un personaggio riservato che si incrina sotto i colpi dell’amore.
Tra la lucentezza rossa di Julianne Moore e l’aura bionda di Michelle Williams si accomoda la finezza tattica di Billy Crudup. Come sovente nella sua filmografia, è il portatore maturo della narrazione, la prova formale che sotto l’immobilità delle cose cova il sacro motore dell’azione. Sempre ‘un passo indietro’ rispetto ai suoi partner di gioco, è nel flou del secondo piano che l’essenza dell’attore si diffonde, si fa presenza percepibile che non batte ciglio. Allineato alla prova composta delle sue colleghe, è nei suoi primi piani che Bart Freundlich trova tutta la gravità del racconto.

L’aria placida volge in sguardo affilato, la naturale bonomia in determinazione quieta. Come un buon vino, Billy Crudup acquista valore con l’età e al cuore di una storia familiare. Saldo dentro un cinema meno spettacolare ma più esigente, presta la replica a Julianne Moore e a Michelle Williams nel ruolo di un padre che ha fatto una scelta delicata e spinosa. L’attore americano apporta a Dopo il matrimonio un valore supplementare, un supporto perfetto per disegnare i contorni di un destino familiare drammatico. A sua immagine, il dramma di Bart Freundlich dice bene l’ombra dietro il sorriso charmeur. Ma la luce non è lontana.
   

Dopo il matrimonio

Dopo il matrimonio

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,65)
Un film di Bart Freundlich. Con Michelle Williams, Julianne Moore, Billy Crudup, Abby Quinn, Eisa Davis.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2019. Uscita 15/06/2020.
Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,85)
Un film di Richard Linklater. Con Cate Blanchett, Billy Crudup, Kristen Wiig, Laurence Fishburne, Emma Nelson.
continua»

Genere Commedia, - USA 2019. Uscita 12/12/2019.
Alien: Covenant

Alien: Covenant

* * - - -
(mymonetro: 2,37)
Un film di Ridley Scott. Con Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2017. Uscita 11/05/2017. 14
Jackie

Jackie

* * * - -
(mymonetro: 3,20)
Un film di Pablo Larraín. Con Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt.
continua»

Genere Biografico, - USA, Cile 2016. Uscita 23/02/2017.
Il caso Spotlight

Il caso Spotlight

* * * - -
(mymonetro: 3,12)
Un film di Tom McCarthy. Con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber, John Slattery.
continua»

Genere Thriller, - USA 2015. Uscita 18/02/2016.
Filmografia di Billy Crudup »

martedì 2 giugno 2020 - Su MYmovies.it i primi 5 minuti del film con Michelle Williams e Julianne Moore, remake dell'omonimo lavoro di Susanne Bier. Ora in streaming su MioCinema. GUARDA SUBITO IL FILM »

Dopo il matrimonio, guarda l'inizio del film di Bart Freundlich

Massimiliano Carbonaro cinemanews

Dopo il matrimonio, guarda l'inizio del film di Bart Freundlich Un melò delicato, fatto di sfumature e recitazione: è il film Dopo il matrimonio (After the wedding),  disponibile in streaming su MioCinema e di cui MYmovies presenta i primi 5 minuti.

Diretto da Bart Freundlich, il film ha nel cast il suo punto di forza: per i due ruoli principali affianca infatti due star della recitazione come Julianne Moore e Michelle Williams.
 

Dopo il matrimonio è il curioso remake al femminile del film danese del 2006 After the wedding di Susanne Bier (candidato all'Oscar come Miglior film straniero) che aveva nel ruolo che qui è interpretato dalla bravissima Michelle Williams il carismatico Mads Mikkelsen.
Massimiliano Carbonaro, MYmovies.it
Da Calcutta a New York, dalle miserie di un orfanotrofio dell'India dove manca tutto e non solo il cibo, allo sfarzo della Grande Mela dove una magnate dei media regna sovrana. Sono i due scenari stranianti che vengono affiancati in Dopo il matrimonio. È infatti nella lontana India che lavora l'idealista Isabel, fuggita 20 anni prima dagli Stati Uniti. Ma la possibilità che la filantropa miliardaria Theresa possa finanziare con 2 milioni di dollari il progetto indiano la spinge a tornare. Qui, suo malgrado, viene coinvolta nel matrimonio della figlia di Theresa e ha modo di incontrare Oscar, il marito della ricchissima imprenditrice. Ma Theresa non ha attirato Isabel negli Stati Uniti solo per conoscere meglio il progetto da finanziare. Nasconde un segreto. Non di quelli che fanno sobbalzare dalla sedia, ma piuttosto diq uelli che fanno tirare fuori i fazzoletti.

A rendere la storia estremamente interessante è, come detto, il cast, che forte di Julianne Moore, sposata con il regista Freundlich e premio Oscar per Still Alice, ha potuto annoverare la deliziosa Michelle Williams (recentemente vista nelle sale con Venom e Come ti divento bella) che esplosa con la serie Dawson's Creek si è costruita una solidissima carriera costellata di riconoscimenti. Al loro fianco abbiamo Billy Crudup, Abby Quinn e Alex Esola

Altre news e collegamenti a Billy Crudup »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità