Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 20 settembre 2017

Kristen Stewart

La Bella di Twilight

Nome: Kristen Jaymes Stewart
27 anni, 9 Aprile 1990 (Ariete), Colorado Springs (Colorado - USA)
occhiello
Ti amo più di ogni altra cosa al mondo senza eccezioni. Non ti basta?"
Sì mi basta… mi basta per sempre.

dal film Twilight (2008) Kristen Stewart è Bella Swan
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kristen Stewart
Cesar 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Sils Maria di Olivier Assayas

Cesar 2015
Premio miglior attrice non protagonista per il film Sils Maria di Olivier Assayas

Razzie Awards 2013
Nomination peggior attrice per il film Biancaneve e il cacciatore di Rupert Sanders

Razzie Awards 2013
Nomination peggior attrice per il film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2 di Bill Condon

Razzie Awards 2013
Nomination peggior coppia sullo schermo per il film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2 di Bill Condon

Razzie Awards 2013
Premio peggior attrice per il film Biancaneve e il cacciatore di Rupert Sanders

Razzie Awards 2012
Nomination peggior attrice per il film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 1 di Bill Condon

Razzie Awards 2012
Nomination peggior coppia sullo schermo per il film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 1 di Bill Condon



Presentato al Festival Rendez-Vous, Olivier Assayas racconta il suo nuovo film. Dal 13 aprile al cinema.

Personal Shopper, una testimonianza del rapporto tra visibile e invisibile

sabato 8 aprile 2017 - Paola Casella cinemanews

Personal Shopper, una testimonianza del rapporto tra visibile e invisibile "I nostri sogni sono più reali e importanti del lavoro che facciamo tutti i giorni per pagare l'affitto". Olivier Assayas, figlio d'arte (il padre era lo sceneggiatore Jacques Rémy), critico, sceneggiatore e pluripremiato regista, sceglie di raccontare anche in Personal Shopper, che ha presentato a Roma nell'ambito del Festival del nuovo cinema francese Rendez-vous, come una testimonianza del rapporto fra visibile e invisibile.

Maureen, la personal shopper del titolo, sembra fare shopping di identità.
Sì, prova a ricostruire la propria identità, a reinventarsela. Il suo lavoro in fondo consiste nel portare pacchi di vestiti dal punto A al punto B per conto di qualcun altro, è frustrante, letteralmente alienante, ma la aiuta a definire ciò che vuole e che non vuole più essere. Maureen è attratta dalla moda perché lì c'è una parte della risposta alla sua ricerca di identità, e perché la aiuta ad accettare una femminilità fino a quel momento tenuta nascosta. Anche lo spettatore è invitato a mettere nel proprio sacchetto ciò che vede nel film e portarsi a casa ciò che gli serve per lavorare sulla propria percezione del mondo.

Nel film Maureen ha un fratello gemello e deve confrontarsi con una cliente che vorrebbe emulare. Come si è posto nei riguardi del tema del doppio, tanto caro al cinema?
Personal Shopper è definito dal desiderio di Maureen di voler essere qualcun altro, dal suo cercare qualcosa al di fuori di se stessa, per poi capire che l'interazione è in realtà con un suo doppio, un'altra dimensione della propria identità. In questo senso il film tratta della conversazione interna che tutti noi portiamo avanti e del modo in cui, all'interno della mente, le nostre varie identità partecipino ad una stessa conversazione. Olivier Assayas Spesso la tecnologia nei suoi film ha una funzione maieutica: tira fuori dai personaggi verità delle quali non avevano consapevolezza.
Mi interessa soprattutto l'uso del linguaggio, la sintassi della comunicazione tecnologica. Ad esempio, una mail ha la forma romanzesca della lettera, mentre un sms esprime una concentrazione poetica: le frasi diventano brevissime ma dense di senso, c'è una schiettezza, anche una brutalità specifica in questo modo di comunicare, che va velocemente all'essenziale. È un mettersi subito a nudo, soprattutto quando la comunicazione è utilizzata come forma di seduzione.

Stewart e Lautner alla conferenza stampa romana.

The Twilight Saga Eclipse: la bella e la bestia

giovedì 17 giugno 2010 - Marianna Cappi cinemanews

The Twilight Saga Eclipse: la bella e la bestia K risten Stewart e Taylor Lautner, altrimenti noti come Isabella Swan e Jacob Black, sono apparsi velocemente alla stampa romana per riportare alta l'attesa sul nuovo capitolo in uscita della saga di Twilight.
Eclipse, che uscirà nelle sale il 30 giugno, si annuncia come un giro di vite, il crocevia dove gli elementi in gioco si ritrovano faccia a faccia e le scelte sentimentali, così come gli scontri sanguinosi, non sono più evitabili. Mentre Bella si prepara a portare alle estreme conseguenze il suo desiderio di vivere per sempre con Edward, una scelta molto più difficile, quella tra l'amore per il vampiro e l'amicizia con il licantropo Jacob, la divide interiormente e non è nemmeno priva di conseguenze esterne, più grandi di lei. Intanto, i Cullen devono fronteggiare il potente esercito dei NeoNati, vampiri giovani, assetati, senza scrupoli. Come se non bastasse, tanto Victoria che i Volturi non perdono di vista Bella e Edward e, in modi e per ragioni diverse, chiedono la fine della vita della ragazza.
A guidare questa escalation, nel rispetto del consueto avvicendamento al posto di comando, questa volta è David Slade, che si è imposto all'attenzione con Hard Candy, nel 2003, e ha già saggiato la materia vampiresca col successivo 30 giorni di buio.

Uno degli aspetti più interessanti della saga è la compresenza di diversi e opposti punti di vista. Come vedete Eclipse?
T.L.: Eclipse è sempre stato il mio libro preferito fra i quattro della saga e, fino ad ora, è diventato anche il mio film preferito della serie. Prende tutto, la storia romantica, l'azione, il pericolo e lo porta ad un livello superiore. Qui, in questo capitolo, c'è il climax del triangolo amoroso e il massimo dell'azione.
K.S.: È il punto cruciale per Bella: deve decidere cosa fare. Nel prossimo episodio si sposerà e avrà una figlia ma è qui che finalmente apre gli occhi sulla difficoltà della sua scelta, guarda a Jacob e si chiede davvero cosa le possa offrire così che il triangolo si fa concreto, reale e la scelta irreversibile.

Possibile spin-off del film.

Twilight diventerà una serie tv?

venerdì 27 novembre 2009 - Lisa Meacci cinemanews

Twilight diventerà una serie tv? Mentre il secondo episodio della saga Twilight sta sbancando i botteghini di tutto il mondo, con la "vampiresca" storia d'amore tra Bella ed Edward, direttamente dalla Summit arriva una notizia da far girare la testa: e se la tanto amata coppia, da comparsa annuale, entrasse nelle nostre case... tutte le settimane? Ebbene sì, Twilight potrebbe diventare una serie tv, una sorta di spin-off del film, sulla base della trama originale, con protagonisti gli stessi Robert Pattinson e Kristen Stewart.
Ovviamente se i due attori accettassero, significherebbe non poter ammettere altri lavori per tutta la durata della serie, e questo potrebbe non giovare alla loro carriera. Ma d'altra parte i guadagni sarebbero formidabili: la società ha offerto a Robert e Kristen un milione e mezzo di dollari ad episodio!

   

Hayden Panettiere, Kristen Stewart, Dakota Fanning e Miley Cyrus, saranno loro le dive di domani?

Miss Estateen

mercoledì 8 luglio 2009 - Marzia Gandolfi cinemanews

Miss Estateen Senza dubbio le star si sono ridotte di grandezza. Risultati casuali o prodotti di una saggia campagna commerciale, le nuove dive riempiono il piccolo (Miley Cyrus) e grande (Kristen Stewart, Dakota Fanning) schermo, convogliando un pubblico di teenagers nei salotti e nelle sale. Senza avere la torreggiante presenza delle dive del passato remoto di Hollywood o di quelle del passato (più) prossimo, Hayden Panettiere, Kristen Stewart, Dakota Fanning e Miley Cyrus sono protagoniste del mondo dello spettacolo, idoli delle folle e modelli (spesso inadeguati) per le giovani generazioni. Consapevoli della loro carica divistica ne approfittano recitando oltre lo schermo: Miley Cyrus, regina pop nella serie Disney Hanna Montana, guida ubriaca e ama a intermittenza il musicista Nick Jonas, Kristen Stewart fuma marijuana per gestire una popolarità inaspettata e per dimenticare che le tocca dividerla col pallido Robert Pattinson, Dakota Fanning indossa una volta di troppo lo stesso mini dress, Hayden Panettiere si tatua citazioni con refusi. Reduci da successi come Twilight, Hannah Montana: The Movie, Heroes, Push, le young star sono assurte al ruolo di punti di riferimento anche comportamentale per milioni di fan. Il loro status simbolico oscilla fra il registro dell'imitabile nella vita quotidiana e quello dell'inaccessibile fra leggenda e mito. La molla per diventare stelle è sempre l'identificazione da parte del pubblico con un sogno da inseguire, una vita piena di successi e potenzialità espresse. Ma di storie straordinarie come quelle di vecchie dive (Doris Day o Elizabeth Taylor) forse oggi ce ne sono troppe e di fatto c'è troppa concorrenza. Le celebrità attuali non possono allora avere a disposizione esclusive di posizionamento di loro stesse, finendo molto presto dimenticate nel tempo, nello spazio e nel significato. Il costante riprodursi di minidive (e minidivi) dentro un universo frammentato e velocissimo nel consumo non consente alle star di esistere in eterno e di resistere all'usura e allo sfascio del sistema che ha contribuito a crearle.

Non si ferma il tour promozionale di Twilight.

Twilight: l'amore eterno conquista anche Parigi

giovedì 11 dicembre 2008 - a cura della redazione cinemanews

Twilight: l'amore eterno conquista anche Parigi Il successo di Twilight è ormai planetario: ovunque vadano le star del film Kristen Stewart e Robert Pattinson trovano centinaia di fan in delirio ad accoglierli. Dopo Roma, Los Angeles e Londra, tocca a Parigi accogliere l'ennesima tappa del tour promozionale.
Nel frattempo iniziano a circolare le prime indiscrezioni sul sequel New Moon. Detto del regista che potrebbe essere Chris Weitz (notizia che attende conferme) ci sarebbe già una provvisoria data d'uscita, il 20 novembre del 2009. Sembra anche che l'attore Taylor Lautner, che in Twilight interpreta il pellerossa Jacob black, non verrà confermato per New Moon perché nno sembra possedere le caratteristiche fisiche adatte per interpretare un personaggio che nel proseguo della storia diventa un uomo molto alto e robusto.

Continua la Twilight-mania.

I personaggi di Twilight diventano bambole

martedì 9 dicembre 2008 - a cura della redazione cinemanews

I personaggi di Twilight diventano bambole La Twilight-mania sembra non fermarsi più. Sfruttando l'enorme successo ottenuto al botteghino da Twilight, la Tonner Doll ha deciso di mettere in commercio le bambole di Edward e Bella, i protagonisti del film. Ispirate agli attori Robert Pattinson e Kristen Stewart, indosseranno gli stessi abiti del film. Le due bambole saranno commercializzate nella primavera del 2009.

In anteprima al Festival del film di Roma 15 minuti davanti e dietro le quinte del fenomeno per "giovani adulti".

Twilight: morsi in anteprima

giovedì 30 ottobre 2008 - Marianna Cappi cinemanews

Twilight: morsi in anteprima Scortato dalla regista Catherine Hardwicke e dai protagonisti Kristen Stewart e Robert Pattinson, arriva a Roma un "morso" - è il caso di dirlo- della trasposizione cinematografica di Twilight, primo capitolo della serie di romanzi di Stephenie Meyer che ha venduto oltre 5.5 milioni di copie nei soli Stati Uniti.
La storia d'amore appassionata, anticonvenzionale e impossibile tra l'umana Bella e il vampiro Edward si avvolge -morbosa nella sua forzata castità- attorno al connubio tragico per antonomasia, quello tra eros e tanathos: più lui s'innamora e più deve lottare contro se stesso per non ucciderla, più lei s'innamora e più si scopre disposta a morire per lui. Questione di Bene, di Male e di vegetarianesimo: in una parola, di scelta.
Belli e pallidi, Pattinson e la Stewart, quando le loro foto di scena sono state messe on line, hanno mandato in crash il server di Mtv. Infrangeranno anche il botteghino? Lo sapremo solo quando le creature del crepuscolo si affacceranno nel buio delle sale italiane, a partire dal 21 novembre.

Kristen Stewart racconta le difficoltà incontrate sul set.

The Messengers: un horror familiare diretto dai registi di The Eye

mercoledì 27 giugno 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

The Messengers: un horror familiare diretto dai registi di The Eye Nata a Los Angeles nel 1990 Kristen Stewart è cresciuta nell'ambiente dello spettacolo. Il padre James è un produttore della FOX TV e non è strano che la prima esperienza di Kristen su un set, in una particina, sia stata nella serie televisiva The Thirteenth Year. La vera svolta però arriva tre anni più tardi quando la giovane attrice, allora appena undicenne, viene chiamata a rimpiazzare Hayden Panettiere nel thriller Panic Room, dove interpreta Sarah, la figlia di Jodie Foster. L'anno successivo è Dennis Quaid a farle da padre in Oscure presenze a Cold Creek e presto la vedremo sui grandi schermi in Into the Wild di Sean Penn e nei panni della figlia di Robert De Niro in What Just Happened? di Barry Levinson. Ma nel nuovo horror dei fratelli Oxide e Danny Pang è lei la protagonista, un'adolescente problematica che dovrà scoprire quali segreti si celano nella casa dove si è trasferita con i genitori e il fratellino.

Personal Shopper

* * * - -
(mymonetro: 3,25)
Un film di Olivier Assayas. Con Kristen Stewart, Lars Eidinger, Anders Danielsen Lie, Nora von Waldstätten, Sigrid Bouaziz.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 2016. Uscita 4/13/2017.

Billy Lynn - Un Giorno da eroe

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,60)
Un film di Ang Lee. Con Joe Alwyn, Kristen Stewart, Chris Tucker, Garrett Hedlund, Makenzie Leigh.
continua»

Genere Drammatico, - USA, Gran Bretagna, Cina 2016. Uscita 2/2/2017.

Café Society

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,62)
Un film di Woody Allen. Con Jeannie Berlin, Steve Carell, Jesse Eisenberg, Blake Lively, Parker Posey.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 9/29/2016.

Equals

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,75)
Un film di Drake Doremus. Con Kristen Stewart, Nicholas Hoult, Guy Pearce, Jacki Weaver, Kate Lyn Sheil.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2015. Uscita 8/4/2016.

American Ultra

* * - - -
(mymonetro: 2,19)
Un film di Nima Nourizadeh. Con Kristen Stewart, Jesse Eisenberg, Walton Goggins, Connie Britton, Topher Grace.
continua»

Genere Commedia, - USA 2015. Uscita 6/30/2016.
Filmografia di Kristen Stewart »

martedì 19 settembre 2017 - In prima serata alle 21,10 un film tra fiaba e fantasy, con la principessa di Kirsten Stewart che minaccia a colpi di spada la bellezza folgorante della strega Charlize.

Biancaneve e il cacciatore, il film stasera in TV su canale5

a cura della redazione cinemanews

Biancaneve e il cacciatore, il film stasera in TV su canale5 Ravenna è una bambina strappata precocemente all'abbraccio della madre da un re malvagio e affamato di bellezza. Battezzata da un incantesimo e determinata a vendicarsi degli uomini, Ravenna cresce in potere, magia (nera) e beltà, disponendo eserciti di ombre, innamorando sovrani e rovinando regni. Incantato il padre di Biancaneve, vedovo dolente e sconsolato, ne diventa regina e padrona. Assassinato nel talamo nella prima notte d'amore, spegne il suo reame e rinchiude la sua bambina nella torre più fredda del castello. Gli anni passano e Biancaneve matura una bellezza che specchio e regina non possono davvero ignorare. Minaccia e insieme soluzione, il cuore di Biancaneve è una promessa di immortalità per Ravenna che ordina di condurla al suo cospetto. Ma la principessa trova la fuga e infila la via del bosco, vendendosi care pelle e cuore. Assoldato un cacciatore ebbro e impulsivo, la perfida Ravenna lo lancerà all'inseguimento della fuggitiva, perduta in una foresta ostile, dove la soccorreranno nani, fatine, principi pallidi e cervi radiosi. Come nelle pagine dei fratelli Grimm, Biancaneve si 'raccomanda' a Dio ma al contrario dell'originale cade in tentazione una volta sola mordendo la mela, si lascia baciare da due 'principi', combatte dentro un'armatura e alla maniera di Giovanna d'Arco contro una regina 'posseduta' e liberata come un nosferatu con una stilettata al cuore. Seguendo la tendenza di tanto cinema contemporaneo a rinnovare il repertorio dei classici, Sanders pesca nel pozzo fiabesco dei Grimm e realizza un film in costume contraddistinto da modifiche sostanziali nella caratterizzazione dei personaggi e nella struttura stessa dello sviluppo narrativo. Sopravvissuta all'immancabile mela, grazie a un bacio o a un rigetto miracolistico, Biancaneve è una guerriera, laica per Tarsem Singh, cristiana per Rupert Sanders, una fanciulla in fiore che s'inventa una nuova identità, rivolgendosi con determinazione a un pubblico femminile a cui nega (quasi) ogni gratificazione consueta.

Biancaneve e il cacciatore andrà in onda questa sera in prima serata su CANALE5.

   

Altre news e collegamenti a Kristen Stewart »
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 6 settembre
I puffi - Viaggio nella foresta s...
venerdì 1 settembre
King Arthur - Il potere della spada
mercoledì 23 agosto
Fast & Furious 8
mercoledì 26 luglio
Slam - Tutto per una ragazza
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità