Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerdì 21 luglio 2017

Soko

Nome: Stéphanie Sokolinski
31 anni, 26 Ottobre 1985 (Scorpione), Bordeaux (Francia)
Biografia Filmografia Critica Premi Foto Articoli e news Trailer Frasi celebri
occhiello
Quella è la mia danza! Togliti il vestito!
dal film Io Danzerò (2016) Soko è Loïe Fuller
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Soko
Cesar 2017
Nomination miglior attrice per il film Io Danzerò di Stéphanie Di Giusto

Cesar 2010
Nomination miglior attrice esordiente per il film A l'Origine di Xavier Giannoli



Attrice, cantante e performer, Soko si reinventa anche ballerina in Io danzerò, passato al Biografilm e dal 15 giugno al cinema.

Soko: «Per essere credibile devi sentire il dolore e la fatica»

martedì 13 giugno 2017 - Claudia Catalli cinemanews

Soko: «Per essere credibile devi sentire il dolore e la fatica» Una ragazza volteggia su se stessa senza tregua, inventando la danza serpentine. È Soko, al secolo Stephanie Sokolinski, attrice, cantante, performer e ora ballerina nel film Io Danzerò, nei panni della leggendaria - e assai dimenticata - Loïe Fuller. "Un personaggio ricco di sfumature, mi ci sono immedesimata tanto" racconta Soko al Biografilm Festival di cui è madrina. Racconta il lavoro immenso con la regista Stéphanie Di Giusto, le prime chiacchierate otto anni fa, i circa 140 metri di tessuto utili per il (meraviglioso, va detto) costume di scena, che ha vinto infatti il prestigioso Cesar per i Migliori Costumi. Una sola controindicazione: "Era davvero pesantissimo. Riuscivo a tenere le braccia tese a sostenerne il peso giusto per pochi istanti, così mi hanno proposto una controfigura". Soko non ci pensa un attimo: "Ho rifiutato: se vuoi essere vera e credibile devi sentire tutto il dolore, la fatica, il sudore di un ruolo come quello. Non puoi fingere, fossi anche la migliore attrice di questo mondo". Sette ore al giorno di allenamento per due mesi. Il bisogno di un osteopata, le difficoltà di movimento, i dolori, le vertigini per la scena sospesa su una piattaforma a tre metri da terra. Il ricordo sbiadito delle lezioni di danza prese da piccola, quando "mi sentivo un elefante, totalmente priva di grazia: mai avrei sognato di tornare a ballare, un giorno, e in questo modo!". Ci sono anche oggi icone come la sua Loie Fuller, prosegue l'attrice: Madonna e Bjork, per citarne solo due, di quelle che rendono spettacolare e memorabile ogni loro esibizione. A proposito della prima, Soko rivela: "Madonna ha visto il film e detto che era esattamente come la sua vita. Un po' anche come la mia, come la vita di ogni artista che dà cuore, carne, corpo pur di esprimere quello che sente. Anche se non viene compresa, anche se non ottiene subito successo. Senza mai cedere a compromessi, omologarsi, rinunciare. È quello che provo a fare anche io ogni giorno con la mia musica, ma anche con il cinema, i film che interpreto, i video che giro. E chissà che un giorno non riesca anche a firmare un film tutto mio".

A chiudere la chiacchierata, un commento sul lato più sensuale del suo personaggio - nel film le vediamo sfiorare le labbra della musa Isadora Duncan, alias Lily Rose Depp: "La Fuller era una ballerina del tutto a suo agio con la propria sessualità e il suo corpo. A me non piace parlare di genere, non guardo le persone per ciò che sembrano da fuori, per il loro sesso o aspetto. L'unica distinzione che mi sento di fare è 'essere umano buono' oppure 'cattivo'. Il resto è privo di interesse, almeno per me".

   

mercoledì 14 giugno 2017 - Da Soko a Cate Blanchett, passando per Keely Brosnan ed Eleanor Coppola, il Festival celebra il talento al femminile.

Effetto Wonder Woman: tutte le amazzoni del Biografilm

Letizia Rogolino cinemanews

Effetto Wonder Woman: tutte le amazzoni del Biografilm Pochi giorni prima dell'inizio del Biografilm Festival 2017 è arrivato nelle sale italiane Wonder Woman, il cinecomic al femminile diretto da Patty Jenkins, con Gal Gadot nei panni della iconica eroina nata sulle pagine dei fumetti nei primi anni '40. Il genere dei film di supereroi, invaso fino ad oggi da ondate esagerate di testosterone, si è tinto di rosa e molti giornali hanno definito Wonder Woman il simbolo di "un femminismo moderno che non odia gli uomini".

Bologna presenta numerose locandine del festival dedicato alle storie di vita di personaggi illustri e gente comune, giunto alla sua 13° edizione. In una versione appare l'attrice Soko, protagonista del film Io Danzerò, al cinema dal 15 Giugno 2017, e in una seconda c'è la Soko cantante, colorata e super pop. Il film di Stèphanie Di Giusto racconta la figura tormentata e potente di Loïe Fuller, una ballerina dei primi anni del '900 che ha stregato Parigi con delle performance tanto estenuanti quanto ipnotiche di "serpentine dance", incurante della propria salute. La scelta di Io Danzerò come film di apertura del Biografilm è sembrato un modo per continuare a celebrare la natura femminile sul grande schermo, come se in fondo ogni epoca avesse la sua Wonder Woman, una "donna straordinaria" capace di fare cose straordinarie.
Nella prima giornata del festival è stato possibile vedere anche Manifesto, uno dei film selezionati per la sezione Biografilm Art. Si tratta di un progetto artistico nato dalla mente di Julian Rosefeldt, per cui Cate Blanchett interpreta ben 13 personaggi diversi, ognuno dei quali recita un monologo di un movimento letterario o politico nel proprio scenario. Una giornalista, una senzatetto, una musicista rock, un'operaia... tredici donne che rappresentano varie classi sociali per un omaggio alla tradizione dei manifesti letterari, scritti da artisti e pensatori di tutto il mondo. Ancora una volta ho la sensazione che il Biografilm abbia scelto di celebrare il mondo femminile con la sua determinazione, forza, emotività, ma anche con le sue fragilità e fascino, in un periodo storico in cui i media tengono sempre più spesso a denunciare la violenza sulle donne. Quale arma migliore dell'arte per gridare al mondo questo messaggio forte ed indispensabile per sperare in una società civile moderna e giusta?

Altre news e collegamenti a Soko »
Io Danzerò (2016) A l'Origine (2009)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità