•  
  •  
Apri le opzioni

Ridley Scott

Ridley Scott è un attore inglese, regista, produttore, produttore esecutivo, co-produttore, scrittore, sceneggiatore, è nato il 30 novembre 1937 a South Shields (Gran Bretagna). Al cinema il 16 dicembre 2021 con il film House of Gucci. Oggi al cinema con il film The Last Duel distribuito in 320 sale cinematografiche. Ridley Scott ha oggi 83 anni ed è del segno zodiacale Sagittario.

Capolavori in carriera

A cura di Fabio Secchi Frau

Ridley Scott è talmente bravo nel suo lavoro di regista che ogni volta che sforna un film i risultati sono strepitosi. Chi non conosce Alien, Blade Runner, Thelma & Louise o Il gladiatore? È impossibile non saperli! Il suo è un cinema costituito da frammenti di inconfondibile stile che sono entrati di diritto e con merito nella lunga storia del cinema. È vero, l'andamento è stato talvolta incostante, ma il ritmo, le invenzioni e le riletture di questo grande cineasta, cullato negli anni Ottanta e padre del "director's cut" (ovvero della versione del regista generalmente destinata a home video e dvd), hanno letteralmente conquistato l'intera umanità, con un consenso generale di pubblico e critica che difficilmente si è mai visto per altri autori. Anche perché Scott ha dimostrato nei numerosi anni di carriera, di saper ben destreggiarsi coi più disparati generi cinematografici: dal peplum al noir, dalla fantascienza alle storie drammatiche, miscelandoli e imponendo il suo marchio di fabbrica.

Un giovane artista
Figlio di un impiegato, agnostico e fratello del regista Tony Scott, Ridley scopre il cinema a cinque anni, vedendo Il cigno nero di Henry King. La predisposizione per la pittura lo condurrà a Londra, dove frequenterà il West Hartlepool College of Art, disegnando per il magazine del college "ARK", e poi il Royal College of Art. Messo da parte il pennello, ipotizza un futuro come regista teatrale, ma poi opta per il cinema iscrivendosi alla Film School della Royal Art College of Art, lavorando nel frattempo per la BBC come disegnatore. Nel 1965, gira in 16 mm Boy and Bicycle, un home video di 25 minuti che fa interpretare al fratello Tony e al padre. Finite le riprese e la prima fase di montaggio, lo presenta al British Film Institute che gli fa la possibilità di perfezionarlo e condurlo a termine. Nel 1964, si sposa con la giornalista Felicity Heywood dalla quale divorzia dopo la nascita di due figli (i registi di videoclip Jake e Luke Scott). Ci sarà poi un'altra unione nella sua vita, quella con la produttrice Sandy Watson che darà alla luce l'attrice Jordan Scott e durerà dieci anni, dal 1979 al 1989.

La produzione televisiva e pubblicitaria
Terminati gli studi, lavora per tre anni alla BBC come scenografo, quindi come regista, occupandosi di alcune puntate del serial poliziesco Z-Cars, passando poi alla Indipendet Television per la serie The Informer. Nel primi anni Settanta, fonda con Ivor Powell (collaboratore agli effetti speciali per Stanley Kubrick) la Ridley Scott Associates, una società che in una decina d'anni è stata in grado di produrre 2000 spot pubblicitari. Da qui parte il suo eclettismo cinematografico. Qui nasce la sua vera formazione.

L'esordio e i grandi successi
Prima di esordire nel 1977 con I duellanti, ambientato nell'epoca Napoleonica e recitato da Keith Carradine e Harvey Keitel, ha lavorato a tre progetti mai conclusi: un noir, un film sugli scontri fra cattolici e protestanti nell'Inghilterra del 1605 e un fantasy incentrato su Mago Merlino, prediligendo poi il filone cappa e spada che gli ha permesso di vincere un premio per la migliore opera prima al Festival di Cannes e un David di Donatello come miglior film straniero.
Ma si impone all'attenzione di critica e pubblico con uno dei capolavori del cinema, un film che unisce l'horror alla fantascienza e che ha avuto il merito di lanciare un nuovo filone, oltre che una nuova attrice (Sigourney Weaver). Alien, la storia di un gruppo di astronauti diventati la preda di un alieno parassita, è considerato una vera e propria opera d'arte, innovativa, capace visivamente di stupire e spaventare. Un film riuscito che spinge il regista a proseguire la sua opera di "fusione di generi", mischiando nel 1982 il noir con la fantascienza e portando a compimento una delle pellicole più belle della storia del cinema: Blade Runner con Harrison Ford e tratta un romanzo di Philip K. Dick. Filosofico, esistenzialista e allo stesso tempo intrigante, il film è accolto inizialmente male dalla critica e dal pubblico, ma successivamente verrà rivalutato con grandi elogi.
Nel 1985, si cimenta con il fantasy realizzando il flop Legend con Tom Cruise, che però spinge Enya a dedicargli una canzone "Aldebaran". Segue il giallo Chi protegge il testimone (1987), con uno degli attori preferiti da Ridley Scott: Tom Berenger. La pellicola passa inosservata e, dopo un anno di pausa, si ripresenta con un altro poliziesco: Black Rain: Pioggia sporca (1989) con la coppia Michael Douglas-Andy Garcia, che ha invece un ottimo successo di pubblico. Con l'arrivo degli anni Novanta, lavora alla trasposizione cinematografica del romanzo di Richard Matheson "Io sono leggenda", ma il progetto non sarà mai terminato. Fondatore con il fratello Tony degli Shepperton Studios, nel 1991 produce e realizza un altro piccolo gioiello del cinema, Thelma & Louise, con cui si aggiudica ben cinque nomination all'Oscar (fra cui quella per la miglior regia), vincendo invece quella per la miglior sceneggiatura. La storia delle fuggitive, interpretate da Geena Davis e Susan Sarandon, che si immolano per un ideale femminile, volando con la loro auto nel Gran Canyon, lascia al mondo intero l'amaro in bocca.

Piccola discesa e nuova ascesa
Comincia qui, un periodo di calo nella qualità: 1492 - La conquista del Paradiso (1992), Albatross - Oltre la tempesta (1994) e Soldato Jane (1997) sono bei film, ma che non hanno la stessa intensità dei precedenti. Anche le sue scelte come produttore fanno fiasco e cancellato il progetto di dirigere la pellicola Hot Zone (con Robert Redford e Jodie Foster) che doveva raccontare la scoperta del virus ebola, si rifà splendidamente firmando la pellicola premio Oscar Il gladiatore (2000), seguito poi dal più oscuro Hannibal (2001) e dal bellico Black Hawk Down, altra nomination all'Oscar come miglior regista.
Compagno dell'attrice e presentatrice costaricana, Giannina Facio (in Italia famosissima per la trasmissione "Emilio" su Italia 1), che diventa la sua attrice feticcio a partire dal 2000, Ridley Scott viene nominato "sir" dalla Regina d'Inghilterra nel 2003 e, due anni più tardi, firma Le crociate con Orlando Bloom, Eva Green e Liam Neeson. Un buon successo, anche se non graffiante. La sua filmografia continua con il segmento Jordan nel film corale All the Invisible Children (2005), la commedia Un'ottima annata (2006) con Russell Crowe (che aveva già diretto in Il gladiatore) e il gangsteristico American Gangster (2007). Di nuovo prosegue la sua collaborazione con Crowe nel 2008 con Nessuna verità, che vede la presenza anche di Leonardo DiCaprio, e nella nuova versione di Robin Hood (2010). Si trova poi impegnato in numerosi altri progetti tra cui gli attesissimi Prometheus (2012), The Counselor (2013) e il possibile seguito di Blade Runner.
Un'altra lotta sarà quella che si troverà ad affrontare Matt Damon in Sopravvissuto - The Martian (2015), film di fantascienza che racconta l'avventura su un pianeta alieno di un astronauta sopravvissuto (ma creduto morto dal suo equipaggio).
I film più recenti sono il controverso House of Gucci e The Last Duel, entrambi attesi al cinema nel 2021.
ll bello delle pellicole di Ridley Scott sta tutto negli scontri finali che decretano chi è il vero vincitore della storia e chi invece il perdente. Una lotta che nelle sue pellicole è continua e serrata, a partire dalla bella Ripley contro l'alieno, da Thelma e Louise contro una società maschilista e da Harrison Ford contro gli androidi.
Un combattimento che è insito nell'umana esistenza come condizione dell'uomo e che aumenta continuamente, capolavoro dopo capolavoro. Per Ridley, siamo tutti guerrieri, insomma.

Prossimi film

Ultimi film

Focus

INCONTRI
venerdì 7 luglio 2017
Paola Casella

È girato quasi interamente nel Lazio, fra Roma, Bracciano e Villa Adriana a Tivoli, All The Money In The World, il nuovo film di Ridley Scott che racconta il rapimento di John Paul Getty III, rampollo della potentissima famiglia di petrolieri americani, avvenuto in Italia nel 1973: "Un periodo in cui nel vostro Paese era di moda rapire i figli dei ricchi e chiedere alle famiglie un grosso riscatto", afferma Scott

FOCUS
sabato 13 maggio 2017
Roy Menarini

Quando, ormai quarant'anni fa, Ridley Scott ebbe l'idea di mettere in cantiere il primo Alien (poi uscito nel 1979), gli umori della New Hollywood erano ancora in circolazione. Certo, il sogno - covato da alcuni - di una sorta di regno della fantasia al potere dentro la Mecca del cinema, si era già incrinato. Ma i blockbuster come Lo squalo e film come la saga del Padrino stavano dimostrando che il cinema popolare era in grado di partire dalla lezione autoriale e spingersi in zone molto commerciali senza essere per forza sospettato di loschi compromessi

APPROFONDIMENTI
domenica 4 ottobre 2015
Roy Menarini

La rinascita della fantascienza americana è sotto gli occhi di tutti. Si tratta di una fantascienza particolarmente umana, probabilistica (nel senso che immagina sviluppi al limite del possibile), legata fortemente alla Nasa e al tema dell'esplorazione, lontana dalle poetiche extraterrestri e molto concentrata sul nostro mondo anche quando se ne visitano altri. Già da subito Sopravvissuto - The Martian si candida a ideale trilogia insieme a Gravity e Interstellar

APPROFONDIMENTI
mercoledì 19 settembre 2012
Mauro Gervasini

Maggio 1977. L'allora presidente di giuria del Festival di Cannes, Roberto Rossellini, non poteva certo dirsi contrario all'assegnazione della Palma d'oro a un film italiano (Padre padrone dei fratelli Taviani) ma era noto quanto fosse entusiasta di un altro concorrente. Un'opera prima battente bandiera britannica, tratta da un racconto di Joseph Conrad: I duellanti. Che infatti vinse il premio per il migliore esordio, inaugurando in gloria la fulgida carriera del suo autore, Ridley Scott

NEWS
venerdì 16 ottobre 2009
Marlen Vazzoler

La Columbia Pictures ha annunciato di aver acquistato i diritti dei romanzi e della miniserie inglese Red Riding, una trilogia andata in onda sugli schermi televisivi inglesi questo marzo diretta da Julian Jarrold, James Marsh ed Anand Tucker. La miniserie interpretata da Peter Mullan, Andrew Garfield, David Morrissey, Paddy Considine, Sean Bean e Mark Addy verrà distribuita nei cinema americani a fine anno dalla IFC Films ed è stata presentata il mese scorso al Telluride Film Festival

News

Kevin Spacey e Michelle Williams sono i protagonisti del film che racconta il rapimento di John Paul Getty III.
Tanti i progetti interessanti annunciati oggi dalla distribuzione.
Il nuovo lavoro del regista, All the Money in the World, racconterà la vera storia del rapimento di John Paul Getty III.
Ridley Scott dirige il sequel di Prometheus. Dall'11 maggio al cinema.
Il maestro premiato per The Hateful Eight. Revenant conquista i tre globes più importanti e guarda all'Oscar.
Lo stile di un regista che mescola neoclassicismo e sentimenti avveniristici.
Il film non uscirà prima del 2014. Harrison Ford non sarà nel cast.
Il regista chiude l'ultima giornata del Hero Complex Film Festival.
La rivisitazione storica della leggenda di Sherwood.
Jon Spaihts sarà lo sceneggiatore del film.
Al momento è in lavorazione la sceneggiatura.
Di passaggio a Roma regista e attore hanno presentato Nessuna verità, il film che vede Leo interpretare un agente della CIA.
A venticinque anni dalla sua uscita, il final cut del film che ha cambiato la storia del cinema.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati