•  
  •  
Apri le opzioni

Pam Grier

Pam Grier (Pamela Suzette Grier) è un'attrice statunitense, è nata il 26 maggio 1949 a Winston-Salem, North Carolina (USA). Pam Grier ha oggi 73 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Regina del blaxploitation

A cura di Fabio Secchi Frau

Un'interprete statunitense di grande successo in pellicole di serie B degli Anni Settanta che ha giocato in maniera altissima con la propria giovane bellezza afro-americana, anche relegata dietro le sbarre di un carcere femminile o per strada in blaxploitation che hanno scritto la storia del cinema all black. A dispetto di altri colleghi di B-movies, che si sono persi strada facendo nel decennio successivo, la sua recitazione, così terribilmente realistica e anche azzardata, l'ha spinta a diventare da regina decaduta di Foxy Brown, la star dimenticata, a personale icona di un reietto hollywoodiano come Quentin Tarantino che ha creato per lei il personaggio della rampante e cinica Jackie Brown. Chi l'avrebbe mai detto che la protagonista di filmetti a rischio di flop sarebbe stata destinata a diventare leggenda del cinema, in profumo di Golden Globe.

Infanzia
Pam Grier nasce a Winston-Salem, in North Carolina, figlia di un'infermiera (Gwendolyn Sylvia Samuels) e di un meccanico (Clarence Ransom Grier). Cresciuta in compagnia di una sorella (che morirà di cancro nel 1990, provocando un dolore così grande nella famiglia Grier da spingere suo figlio al suicidio) e di un fratello, dopo che suo padre intraprenderà la carriera militare diventando sergente tecnico dell'Air Force, trascorrerà la sua infanzia in Inghilterra e a Denver, in Colorando, dove frequenta la East High School. È dai tempi del liceo che comincia a calcare il palcoscenico in produzioni scolastiche che la porteranno, nell'adolescenza più florida, a partecipare a concorsi di bellezza, in parte vinti grazie a quel fascino afro-americano che la fa rassomigliare a una pantera. È così che si guadagna i primi soldi che poi investirà nella sua istruzione universitaria, quando si iscriverà al Metropolitan State College.

La star delle pellicole all black - Il momento d'oro
Il debutto sul grande schermo avviene per caso. Trasferitasi a Los Angeles, nel 1967, trova lavoro alla reception dell'AIP (American International Pictures Company). Notata dal regista Jack Hill, passa sotto lo sguardo di Roger Corman che le propone una particina in un film che la sua casa di produzione, la New World Pictures, sta finanziando. La pellicola è Lungo la valle delle bambole (1970) e a dirigerla c'è niente meno che il mitico Russ Meyer, da sempre sensibile ai seni prosperosi e alle belle ragazze. È una folgorazione istantanea. ci vuole veramente una manciata di anni perché la Grier si imponga come una delle attrici più forti nei B-movies all black, scucendo sempre ruoli di detenute in penitenziari e donne fatali dal grilletto facile in polizieschi ambientati nelle strade più pericolose dei quartieri di colore. Ottiene un contratto da Samuel Z. Arkoff, lavora a stretto contatto con Jack Hill che assieme a Eddie Romero fa di lei una stella, è la compagna di lavoro ideale di Sid Haig, partecipa al cult movie Blacula, ma soprattutto diventa a tutti gli effetti Foxy Brown, un'icona di sessualità e violenza femminile tipicamente di genere action e si lega sentimentalmente alle maggiori stelle del momento come il comico di colore Richard Pryor e Kareem Abdul-Jabbar.

La fine della fama e i lavori nel piccolo schermo
Ma quando il decennio Settanta si conclude, il telefono smette di squillare. Foxy Brown non interessa più a nessuno e il cinema si sposta verso altri lidi, lontani da quei personaggi che ha interpretato. Si butta sulla televisione, vera ancora di salvataggio nella sua vita. Recita nella miniserie Radici (1979) diretta da Georg Stanford Brown, Charles S. Dubin, John Erman e Lloyd Richards, riuscendo a recitare accanto a grandi nomi del cinema come Olivia de Havilland, Henry Fonda, Irene Cara, Ossie Davies, Marlon Brando, Michael Constantine, James Earl Jones, Debbie Allen e Andy Griffith. Seguono piccole partecipazioni (Love Boat, I Robinson, Giudice di notte, Miami Vice, Willy, il principe di Bel Air, Tris di cuori, Smallville), fino alla grande svolta e al grande ritorno in auge, almeno per quanto riguarda il piccolo schermo, con The L Word (2004-2009), all'interno del quale interpreta il ruolo di Kil Porter e lavora gomito a gomito con Jennifer Beals, Mia Kirshner e Marlee Matlin. Pochi i film tv (Ricominciare ad amare del 1999 e Caccia al killer del 2003).

Il cancro
La carriera di Pam Grier però non si spegne del tutto negli Anni Ottanta. Sono semplicemente dimezzate le proposte lavorative. La si ricorda accanto a Paul Newman in Bronx 41° Distretto di polizia (1981), nell'action Nico (1988) con Sharon Stone e nella pellicola di spionaggio Uccidete la colomba bianca (1989) con Gene Hackman. Purtroppo un cancro la costringe a fermarsi per qualche anno.

Il ritorno sul grande schermo
Il grande ritorno, se così lo possiamo definire, avviene grazie a John Carpenter che non può fare a meno di lei per l'apocalittico Fuga da Los Angeles (1996) e per il fantascientifico Fantasmi da Marte (2001). A seguire, arriva Tim Burton che la innalza a star per il suo Mars Attacks! (1996), dove è in compagnia di Jack Nicholson, Glenn Close e Danny DeVito.

Da Foxy Brown... a Jackie Brown!
Ma è grazie al commesso di una videoteca, futuro regista, che risponde al nome di Quentin Tarantino che Pam Grier torna a graffiare sul grande schermo come protagonista assoluta di un film. Tarantino che ha amato oltre ogni limite le sue performances la vorrebbe nel suo capolavoro Pulp Fiction (1994), ma è costretto a lasciare la parte di Bonnie per Rosanna Arquette, così opta per un altro ruolo: quello di Jackie Brown nella pellicola omonima, chiaro omaggio alla sua Foxy Brown, direttamente rubata dal libro di Elmore Leonard "Rum Punch". Sicuramente, è il film più sottovalutato di Tarantino, ma anche quello che riavvolge e raccoglie meglio lo spirito delle pellicole all black raccontando una sporca storia di crack con grandi interpreti al centro (Robert De Niro, Samuel L. Jackson, Michael Keaton). Lei è una avvenente hostess che contrabbanda denaro per un traffichino d'armi e finisce per fregare tutto e tutti, dimostrando ancora una volta che nonostante gli anni è ancora quella sexy icona nera che tutti pensano che sia. Antesignana della sposa di Kill Bill, castrante e cazzuta, viene santificata con una candidature al Saturn Award e una al Golden Globe come miglior attrice protagonista.

Altri film
È una rinascita, diventa ufficialmente una leggenda assoluta, una matura stella che si lega a nuovi titoli e a nuovi personaggi, forse meno ossessivi e letali delle sue Foxy e Jackie, ma tutte caustiche e amarissime: Holy Smoke - fuoco sacro (1999) di Jane Campion con Harvey Keitel, Pluto Nash (2002) con Eddie Murphy, Rimbalzi d'amore (2010) e Larry Crowne (2012) di e con Tom Hanks e Julia Roberts.

Ultimi film

Documentario, (USA - 2019), 103 min.
Commedia, (USA - 2010), 100 min.

I film più famosi

Thriller, (USA - 1997), 155 min.
Commedia, (USA - 1996), 110 min.
Fantascienza, (USA - 2001), 100 min.
Commedia, (USA - 2010), 100 min.
Drammatico, (USA - 1996), 100 min.
Commedia, (USA - 2002), 95 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati