•  
  •  
Apri le opzioni

Jane Adams

Jane Adams è un'attrice statunitense, sceneggiatrice, è nata il 1 aprile 1965 a Washington, DC (USA). Jane Adams ha oggi 57 anni ed è del segno zodiacale Ariete.

In fondo alla recitazione

A cura di Fabio Secchi Frau

Jane Adams è una delle attrici teatrali più grandi e di successo che ci siano in America. Poco usata dal cinema, se non per sgraziati o timidi ruoli minori, sul palcoscenico arriva segretamente in fondo alla recitazione e al cuore dello spettatore che, tramite questa formidabile interprete, spia le vite e le ascese dei personaggi che indossa, senza smettere di provare quel sentimento che nasce dal profondo amore per la sua professione drammatica.

Lo studio e i primi passi a teatro
Figlia di un ingegnere e di un'assistente amministrativa, nasce a Washington D.C., ma cresce fra l'Illinois, e più precisamente a Wheaton, e Bellevue, nei pressi della capitale degli Stati Uniti. Fin da adolescente, capisce che l'arte drammatica è tutta la sua vita, così, dopo aver frequentato la University of Washington e il Cornish College of the Arts, si iscrive e viene ammessa alla prestigiosissima ed esclusiva Juilliard School of Drama. Concluso il "capitolo istruzione", Jane Adams entra nella compagnia del Seattle Repertory Theatre portando sulle scene opere come: "Love Diatribe"; "The Nice and the Nasty" e "Greetings From Elsewhere Cabaret", ma anche "Careless Love", "Candine/Len Jenkin", "Talking With" e "Camino Real". La sua bravura è così notevole che arriverà fino a Broadway con un discretissimo successo nella piece "I Hate Hamlet".

Il debutto cinematografico
Il cinema arriva nella sua vita a partire dal 1985, quando Bruce Wilson la sceglie per una ruolo marginale ne Bombs Away. Non è niente di che, ma è pur sempre un inizio. Arriva anche la televisione, con alcune apparizioni nel telefilm Casa Keaton (1987-1989) e nel film tv Io e Charlie (1990). Negli Anni Novanta, si aggiungono altre rilevanti pellicole che arricchiscono notevolmente e qualitativamente la sua filmografia: Vital Signs - Un anno, una vita (1990); Lo spacciatore (1992) con Susan Sarandon; Mrs. Parker e il circolo vizioso (1994); Inviati molto speciali (1994) con Nick Nolte e Julia Roberts e, infine, Kansas City (1996), firmato dal grande maestro Robert Atlman. È per lavorare con Altman, che la Adams decide di farsi sostituire (durante il periodo delle riprese) da un'altra attrice nella rappresentazione teatrale del dramma di Arthur Miller "Resurrection Blues" all'Old Vic di Londra. Il risultato? Il film sarà strepitoso, ma la piece chiuderà i battenti prima del tempo: chi la sostituì non era all'altezza del ruolo.

L'incontro con Steve Martin
Ma forse la parte più importante della sua carriera (e della sua vita privata) è quello della dottoressa Megan Eisenberg nella commedia Il padre della sposa 2 (1995). Il motivo? È proprio grazie a quel ruolo che conosce il protagonista Steve Martin, con il quale comincerà una lunga relazione sentimentale. Aria sfatta, cappelli corvini arruffati e un volto magro e stanco la fanno l'ideale attrice di secondo piano per pellicole come: C'è posta per te (1998) con Tom Hanks e Meg Ryan; Happiness - Felicità (1998); Musica da un'altra stanza (1998); L'orecchio dei Whit (1999) e Mumford (1999).

Il Tony Award per "An Inspector Calls"
La più grande soddisfazione arriva dal teatro, quando nel 1994, vince il Tony Award come miglior attrice per "An Inspector Calls". Hollywood però sta poco attenta al premio e continua a relegarla in ruoli minori. Appare nei serial Oltre i limiti (1999), Frasier (1999-2000), Citizen Baines (2001) e Dr. House - Medical Division (2007), nonché film tv anonimi come Stone Cold - Caccia al serial killer (2005). Al cinema recita invece ne: Wonder Boys (2000) con Michael Douglas; Songcatcher (2000), grazie al quale vincerà il Premio Speciale della Giuria al Sundance Film Festival; Anniversary Party (2001) con Kevin Kline e Gwyneth Paltrow; Orange County (2002); Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi (2004) e Se mi lasci ti cancello (2004) entrambi con Jim Carrey; L'ultima vacanza (2006) con Gérard Depardieu; Little Children (2006); Il buio nell'anima (2007) con Jodie Foster e The Wackness (2008). Nel 2011 torna sul grande schermo con il drammatico L'amore che resta, di Gus Van Sant. La vedremo poi in Poltergeist (2015), Brigsby Bear (2017) e Io e Lulù (2022).

Ultimi film

Commedia, (USA - 2022), 90 min.
Commedia, (USA - 2017), 95 min.
Horror, Thriller - (USA - 2015), 93 min.
Drammatico, (USA - 2011), 95 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati