•  
  •  
Apri le opzioni

Ezio Greggio

Ezio Greggio è un attore italiano, regista, produttore esecutivo, co-produttore, scrittore, sceneggiatore, è nato il 7 aprile 1954 a Cossato (Italia).
Nel 2009 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al Nastri d'Argento per il film Il papà di Giovanna. Ezio Greggio ha oggi 68 anni ed è del segno zodiacale Ariete.

È lui o non è lui?

A cura di Fabio Secchi Frau

Mostro sacro del piccolo schermo comico, protagonista di primo piano del tg satirico Striscia, la notizia, Ezio Greggio è anche l'autore di commediole di poca consistenza dove però il ritmo asciutto della sua recitazione e lo straniamento in cui trascina lo spettatore riescono a colpire nella parte ironica recettiva di ognuno di noi. Incorreggibile, effervescente, molto simpatico, amatissimo per i suoi siparietti comici ha costruito il suo umorismo su citazioni, giochi di parole, storpiature sintattiche, paradossi linguistici e su numerose invenzioni surreali che molto devono all'intelligenza filmica e alla comicità demenziale del suo migliore amico Mel Brooks.

Gli esordi televisivi
Dopo essersi diplomato in ragioneria nel 1974, si iscrive a psicologia, ma da solo due esami, infatti è la televisione a chiamarlo fra le sue fine: una vocazione alla risata, tanto per rendere l'idea. Il primo ingaggio è su Telebiella, una tv locale italiana, dove ottiene un grande successo, ancora diciottenne. Nel 1978, viene chiamato alla RAI come cabarettista. Non c'è nulla di meglio per un comico che aspira a diventare famoso che trovarsi nella televisione nazionale, così, accanto a Enrico Beruschi, Gianfranco D'Angelo, Enzo De Caro, Daniela Poggi e Adriana Russo partecipa ai programmi "La sberla" (1978) e "Tutto compreso" (1978) di Giancarlo Nicotra e Giancarlo Magalli. Disgraziatamente però, i suoi sketch non riescono a coinvolgere il pubblico come lui desidera, colpa forse dei testi che non sono esattamente quelli che lui vorrebbe, così con D'Angelo pensa di abbandonare la RAI per passare a una nuova rete: la Fininvest (attuale Mediaset). Ma ci vorranno diversi anni perché si metta in cantiere qualcosa che possa calzare loro a pennello.

Il successo di "Drive In"
Nel frattempo, Greggio sposa Isabel Bengochea, dalla quale ha avuto due figli, Giacomo e Gabriele, e dalla quale si separa per legarsi poi sentimentalmente alla fotomodella Nina Senicar. A questo si aggiunge anche il suo debutto sul grande schermo come attore e sceneggiatore della pellicola di Franco Abussi Sbamm! (1980) con Valeria D'Obici e Cristina Moffa. Greggio non dimentica mai gli amici e i buoni compagni di set, così quando, nel 1983, gli viene offerto di condurre quel grande casino di risate che è il programma cabarettistico "Drive In" assieme a Gianfranco D'Angelo, si porta dietro la Moffa, Beruschi, Margherita Fumero e Carmen Russo. Il programma raggiunge un successo strepitoso e Greggio viene promosso a mattatore del piccolo schermo.

Il sodalizio con Oldoini e Vanzina e Striscia la notizia
Un successo che ovviamente attira l'attenzione di registi come Carlo Vanzina ed Enrico Oldoini, i maestri della commedia anni Ottanta che lo affiancano nelle loro commedie natalizie e nei primitivi cinepanettoni con Christian De Sica, Massimo Boldi e Jerry Calà. Un successo senza sosta che passa dalla conduzione di Odiens su Canale 5 di Antonio Ricci, accanto a Lorella Cuccarini e ancora a D'Angelo, fino a Paperissima. Incontrando però il più immenso consenso nel ruolo di conduttore del telegiornale satirico Striscia, la notizia, sempre di Ricci, con il quale ormai ha un sodalizio artistico decennale. Un numero impressionante di puntate, seguito da altrettanti riconoscimenti da parte del pubblico e della critica. Non c'è dubbio: Ezio Greggio è diventato un pilastro della televisione italiana.

Il debutto in regia
Nel 1994, decide di passare alla regia di un film demenziale e ricalca il successo de Il silenzio degli innocenti per dirigere Il silenzio dei prosciutti (1994) con Billy Zane, Shelley Winters e Mel Brooks. Fra la parodia e la demenzialità, Greggio riesce ad avere nel film persino Roger Corman, John Landis e Joe Dante! Come abbiamo detto prima, grandissima è l'amicizia che lo lega a Mel Brooks che lo inserisce anche in alcuni dei suoi film, nel frattempo Greggio si dà da fare anche come scrittore di libri comici: "Presto che è tardi" (1997), "Chi se ne fut-fut" (1998), "E lui o non è lui?" (1999), "E su e già e trik e trak" (2003) e "In una certa manieeera" (2005), editi dalla Mondatori. Torna alla recitazione con le miniserie: Anni '50 (1998), Anni '60 (1999), Un maresciallo in gondola (2002), Benedetti dal Signore (2004) e O la va o la spacca (2004).
Nota a tutti è la forte filantropia di Greggio che da anni devolve parte dei suoi guadagni editoriali e televisivi per comprare delle incubatrici, ma pochi sanno che è forte anche la sua passione per il calcio, dato che è stato presidente e giocatore della squadra Corbetta. Conduttore del programma "Veline", è il direttore del Monte Carlo Film Festival de la comédie e nel 2008 viene diretto da Pupi Avati in Il papà di Giovanna. Nel 2011 torna sul grande schermo nella doppia veste di regista e protagonista della commedia Box Office 3D, parodia dei maggiori successi cinematografici degli ultimi anni.
Nel 2020 torna al cinema come protagonista del film di Enrico Vanzina Lockdown all'italiana.

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2008), 115 min.
Commedia, (Italia - 1999), 91 min.

Focus

INCONTRI
mercoledì 31 agosto 2011
Ilaria Ravarino

È lui o non è lui? È proprio lui, Ezio Greggio, in smoking al centro della Sala Grande a ricevere applausi da un pubblico più o meno affezionato, più o meno convinto, più o meno turbato. E a un sedile di distanza ci sono proprio loro, Marco Müller e Paolo Baratta, rispettivamente Direttore del festival di cinema più antico d’Europa e Presidente della Biennale d’Arte, stravaccati sulla poltroncina della sala fresca di restauro con due paia di grossi occhiali per il 3D, indossati con l’entusiasmo dei bambini

NEWS
lunedì 18 luglio 2011
Giovanni Bogani

Intanto, ci tiene a essere il primo. Il primo a fare un film in 3D in Italia. E poi, ci tiene a mostrare che non è un film fatto con due baiocchi, in un retrobottega, con i costumi avanzati da altri film, e le scenografie di cartone. No. È un film “vero”, costato cinque milioni di euro, che non sono neanche tanti, per tutto quello che sono riusciti a fare. Una parodia di Avatar, una di Harry Potter, una del Codice da Vinci, una del Gladiatore

TELEVISIONE
venerdì 10 luglio 2009
Alessandra Giannelli

Occhio a Ezino ed Enzino La coppia del telegiornale satirico più famoso d'Italia si ritrova in un film tv che andrà in onda su Canale 5, per la regia di Carmine Elia, il prossimo autunno, ad ottobre molto probabilmente. Definito da Giancarlo Scheri, direttore della fiction Mediaset, uno degli eventi della stagione televisiva, Occhio a quei due è pronto a divenire una serie; al Roma Fiction Fest rappresenta la seconda anteprima italiana per la quale proprio stasera, all'Auditorium Conciliazione, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti riceveranno il Premio speciale

INCONTRI
lunedì 1 settembre 2008
Désirée Colapietro Petrini

Il film Con l'obiettivo puntato sull'Italia della prima metà del Novecento, Avati offre, con Il papà di Giovanna, il minuzioso ritratto della sua città natale, Bologna, in cui un drammatico fatto di cronaca cambia e rivoluziona la vita di Michele Casali (Silvio Orlando), da molti anni sposato a una donna costretta ad amarlo, Delia (Francesca Neri), e padre dell'adolescente Giovanna (Alba Rorhwacher)

News

Due coppie stanno per lasciarsi, ma saranno invece costrette a vivere forzatamente sotto lo stesso tetto a causa del...
La pre-apertura con Box Office 3D e l'attesa per il varo.
Greggio e il suo Box Office 3D aprono la 68. Mostra del Cinema.
Le polemiche sul film di Ezio Greggio alla pre-apertura di Venezia.
Con Box Office 3D, il comico fa il verso ai più recenti blockbuster.
Nell'edizione 2011 del festival dei ragazzi Box Office 3D e Honey 2.
La Stampa estera premia Marco Risi come miglior regista.
Con Silvio Orlando, Coppa Volpi a Venezia.
Pupi Avati e gli attori presentano il film al Festival di Venezia.
Presentato a Venezia il nuovo film di Pupi Avati, con Francesca Neri e Silvio Orlando.
Le immagini dei film presentati in concorso al Festival di Venezia 2008.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati