•  
  •  
Apri le opzioni

Erland Josephson

Erland Josephson. Data di nascita 15 giugno 1923 a Stoccolma (Svezia) ed è morto il 25 febbraio 2012 all'età di 88 anni a Stoccolma (Svezia).

Il Leone d'inverno

A cura di Fabio Secchi Frau

Gli anni lo hanno messo a dura prova, ma lui non sembra minimamente spaventato dall'età che avanza e dai primi acciacchi. Si sente ancora un esordiente nell'anima, anche se basta guardare la lista dei titoli presenti nella sua filmografia per capire che proprio un debuttante non lo è... anzi forse non lo è mai stato. Perché fin dal principio, con quel suo ruggito, si è fatto un posto nella cinematografia internazionale, emergendo come uno dei più grandi attori svedesi di tutti i tempi.
La carriera di Erland Josephson nasce nel momento stesso in cui incontra, alla fine degli anni Trenta, il regista e sceneggiatore Ingmar Bergman con il quale instaura un fortissimo legame di amicizia che li farà lavorare assieme a teatro. Nel 1943 Josephson è uno degli attori della piece "Strax innan man vaknar" con la compagnia teatrale della sua accademia di recitazione. Ed è proprio sul palco che conosce le sue mogli: la prima è Kristina Adolphson, la seconda è Barbro Larsson che lo renderà padre di Charlotta Larsson e Fanny Josephson.
Il suo primo ruolo cinematografico è in Piove sul nostro amore (1946), in un piccolissimo ruolo, successivamente passa a Eva (1948) di Gustaf Molander che lo dirigerà anche in altre pellicole. Una volta poi che Bergman passerà dal teatro al cinematografo, Josephson sarà uno dei primi attori a essere scelti per entrare nei suoi film: da Verso la città (1950) a Alle soglie della vita (1958), fino a L'ora del lupo (1968). Molto amato da François Truffaut per la sua particolare capacità di interpretare ruoli nervosi del tipico uomo post conflitto bellico, si ritrovò a lavorare con Bengt Ekerot in Sceningång (1956) e in Sällskapslek (1963) dove era anche sceneggiatore, esperienza che ripeterà nella pellicola dell'amico Ingmar A proposito di tutte queste... signore (1964).
Dopo gli anni Sessanta, passa alla direzione artistica della Royal Dramatic Theater di Stoccolma, la scuola d'arte drammatica per eccellenza di tutta la Scandinavia. Carica che occuperà dal 1966 al 1975, subentrando a Bergman che ne aveva ricoperto dal 1963 al 1966. Frapporrà, questo mandato alle esperienze cinematografiche con Mai Zetterling ne Le ragazze (1968) e a quelle immancabili con Bergman in Passione (1969), Sussurri e grida (1973), Scene da un matrimonio (1973), L'immagine allo specchio (1976), lavorando anche in Italia, diretto da Damiano Damiani in Io ho paura (1977).
Liliana Cavani, nel 1977, lo affiancherà a Umberto Orsini, Philippe Leroy, Virna Lisi e Dominique Sanda in Al di là del bene e del male, scandalosa pellicola su un intellettuale menage a trois fra noti personaggi storici. L'anno successivo darà il due di picche a Steven Spielberg che gli offrì il ruolo che doveva essere di Richard Dreyfuss nel commerciale Lo squalo 2. Offeso dalla proposta, Josephson diede un no categorico al prolifico regista statunitense con queste parole: «Ho spesso delle battaglie intellettuali con Liv Ullman, che è come combattere con uno squalo». In effetti, per il carattere testardo di Josephson sono fortissimi gli scontri con le attrici e gli attori che animano le pellicole di Bergman, non eccessivi, ovviamente, ma piccoli diverbi di opinioni artistici che fanno di Erland Josephson un vero leone di quella gelida terra che è la Svezia.
Dopo Sinfonia d'autunno (1978), torna in Italia per recitare in Dimenticare Venezia(1978) di Franco Brusati, passando poi alla regia del drammatico Noi due, una coppia (1978) del quale è anche produttore e sceneggiatore assieme a Sven Nykvist e soprattutto Ingrid Thulin, esperienza che rifarà in solitaria con Marmeladupproret (1980).
Fanny e Alexander (1982) lo eleva allo stato di star internazionale, mentre Nostalghia (1983) di Andrei Tarkovsky lo fa avvicinare maggiormente a quella regia di attori impegnati e concettuali per i quali, però, il pubblico prova uno smodato disinteresse. Entrerà poi nel thriller italiano La casa del tappeto giallo (1983) di Carlo Lizzani, recitando accanto a Vittorio Mezzogiorno e Milena Vukotic. Membro della giuria al Festival di Venezia del 1984, due anni più tardi offre la migliore delle sue interpretazioni in Sacrificio, dove ritrova il sostanziale Tarkovsky. La sua performance di un anziano intellettuale che il giorno del suo compleanno sente l'annuncio di una catastrofe e offre tutti i sacrifici possibili a Dio per evitarla è in stato di grazia per dolore e sofferenza. Lo stesso anno, la Zetterling lo dirige ancora una volta in Amorosa e il nostro Giuliano Montaldo nel mediocre Il giorno prima con Burt Lancaster.
Sempre in Italia entrerà nella miniserie Garibaldi il generale (1987) di Luigi Magni, con Franco Nero nella parte del protagonista. Poi lavorerà con l'ungherese István Szabó ne La notte dei maghi (1988), prestandosi per il ruolo dell'ambasciatore nella pellicola di Philip Kaufman L'insostenibile leggerezza dell'essere (1988), tornando poi a teatro con "Casa di Bambola" di Ibsen. Damiani, Peter Greenaway, Lizzani arricchiscono la sua filmografia con nuovi titoli, nei quali figura anche un doppiaggio d'eccezione - quello per La Bella e la Bestia (1991) del film Disney -, nonché una regia eccezionale, quella di Liv Ullman che lo dirigerà in ben quattro sue pellicole.
Dal 1993 al 1998, continuerà a recitare a teatro, tornando sporadicamente al cinema solo per grandi autori come Théo Angelopulos (Lo sguardo di Ulisse, 1995) e Bergman (Vanità e affanni, Sarabanda). Presente anche nell'odierna fiction italiana reciterà ne Il Papa buono (2003) di Ricky Tognazzi, nonostante il morbo di Parkinson lo disturbi. Nessuno riesce a dargli del filo da torcere, neanche ora che sembra essere più debole, pia illusione per questo re leone dei drammi bergmaniani.

Ultimi film

Drammatico, (Svezia - 2000), 155 min.
Drammatico, (Svezia - 1997), 119 min.
Drammatico, (Italia - 1991), 105 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati