Bohemian Rhapsody

Acquista su Ibs.it   Dvd Bohemian Rhapsody   Blu-Ray Bohemian Rhapsody  
   
   
   
scarface9 venerdý 30 novembre 2018
brividi!!!!!!! Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

Film a dir poco emozionante, girato e montato come meglio non si può chiedere ad un film musicale, buone recitazioni, tanto spazio alle canzoni ed alle origini di queste. Dico solo che mai avevo sentito applausi, a cui mi sono unito, a fine proiezione di un film. Probabilmente si può discutere sul fatto di non aver affrontato per niente gli ultimi anni di vita di Freddie oppure del fatto di aver anticipato cronoligicamente la confessione della propria malattia, che avvenne in realtà nell''87 quindi dopo il concerto di Wembley, ma credo che quando un film provochi così tante emozioni si possa lasciar andare qualche inesattezza o speculazione, è stato fatto molto di peggio, cinematograficamente parlando. [+]

[+] lascia un commento a scarface9 »
d'accordo?
bontropi sabato 1 dicembre 2018
ricordate: Ŕ ôsoloö un film... Valutazione 4 stelle su cinque
78%
No
22%

Giungere a conoscenza, grazie a Bohemian Rhapsody, di quanti intenditori dei Queen si celassero da anni in territorio italiano, lo ammetto, è stata un’esperienza catartica: ho scoperto quantità enormi di infinite specie di “queenologi” che non credevo neanche esistessero. Si va dalla fan infoiata che proclama competenze e titoli accumulate a partire dalla tenera età di 6 anni, prima ancora di diventare capace di intendere e di volere, per poi passare al fan che necessita di ripetere come Freddie Mercury sia un’icona Gay dalle 16 alle 29 volte al giorno, di cui 11 necessariamente prima dei pasti, fino ad arrivare all’ immancabile critico dotato di linguaggio arguto e corrosivo in puro stile Scanzi. [+]

[+] un biopic non Ŕ solo un film (di colette84)
[+] un biopic non Ŕ solo un film (di colette84)
[+] lascia un commento a bontropi »
d'accordo?
ale martedý 4 dicembre 2018
come nasce una stella Valutazione 3 stelle su cinque
78%
No
22%

Decidere di andare al cinema per guardare un film che parla di musica provoca sempre spunti di riflessione: sarà il racconto fedele ai fatti accaduti?
Saranno gli attori all’altezza ?
Quanta licenza poetica si sarà presa la produzione ?
Ancor di più se si parla di un film sui Queen, un film che parla di Freddie Mercury, tra i più grandi frontman mai esistiti, dotato di una voce magica, un talento cristallino, un mostro di bravura.
E sopratutto pensare: come si comporterà Rami Malek nell’intercalarsi del ruolo?
Potrà il signor Mr.Robot provare ad avvicinarsi alla stella di Freddie?
Ebbene sì, Rami ha passato l’esame a pieni voti, perché il suo Freddie Mercury è davvero ben riuscito, non tanto per l’aspetto fisico, ma per le movenze e per il modo di porsi sul palco: a tratti ricordava davvero lo scomparso Mercury e sopratutto emozionava; emozionava per la sua genialità nel comporre musica, emozionava per la sua sicurezza in se, emozionava per la sua fragilità, emozionava per la sua solitudine, emozionava al sopraggiungere della malattia, emozionava insomma e a tratti tanto!
Si percepisce come l’attore abbia studiato nei minimi dettagli la mimica, ma a mio parere, ha cercato di far suo il Freddie interiore, il Freddie sbruffone, il Freddie uomo non solo l’artista, ed è questo quello che piace di questa interpretazione. [+]

[+] lascia un commento a ale »
d'accordo?
daniele marsero lunedý 3 dicembre 2018
il mito continua Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

Un film atteso da tantissimi anni, pensato, ripensato, lavorato e ricomposto numerose volte con l’obiettivo di portare sul grande schermo la vita professionale e privata dei Queen e del suo frontman. Il lavoro di questa pellicola ricorda la costruzione affannosa e magistrale della hit Bohemian Rhapsody, che dà volutamente il titolo al film, quasi a volerne sottolineare la difficoltà dell’impresa. Se da un lato ha avuto un pathos e una gestazione faticosa, con cambio di regia, sceneggiatura e attori, dall’altro l’impegno profuso nel raccontare una storia così complessa c’è.
E’ impossibile inserire in due ore di nastro il travaglio di Mercury e il carisma dei Queen, snocciolare ogni singolo momento di vent’anni di attività, incidere in particolari privati inutili ai fini della conoscenza. [+]

[+] lascia un commento a daniele marsero »
d'accordo?
umberto venerdý 30 novembre 2018
boehmian rapsody Valutazione 4 stelle su cinque
74%
No
26%

 BOHEMIAN RAPSODY... Esperimento molto rischioso da realizzare visto la band e la il personaggio di cui si andava a raccontare la vita. Partendo dalla nascita dei Queen si arriva fino al memorabile Live Aid a Wembley, passando per gli anni in cui la musica detta i tempi tra il successo della band e gli eccessi di Freddy. Infatti, con la stessa velocità e grandezza con cui aumenta la popolarità dei Queen e, in modo particolare, del suo frontman, così Freddy si inoltra nella solitudine cercando di uscirne attraverso sesso, droga e feste. Azzeccatissima la scelta degli attori, Rami Malek su tutti, che risultano molto simili agli originali. Da non perdere gli ultimi 15 minuti, anche se si poteva fare meglio su qualche effetto speciale. [+]

[+] lascia un commento a umberto »
d'accordo?
enzo70 martedý 11 dicembre 2018
emozione pura Valutazione 5 stelle su cinque
81%
No
19%

Non sono un appassionato dei Queen, preferisco un altro genere di musica. Ma come tutti i cinquantenni so quanto siano trascinanti le loro canzoni e conosco il carisma di Freddy Mercury. Con questo spirito entro nella sala di un cinema grande, tanti pop corn, finalmente una sala piena e un pubblico quanto mai eterogeneo. Giovani, giovanissimi, e, incredibile, non sono nemmeno di quelli più avanzati con l’età; inizia il film, una sorta di musical con la musica dei Queen come colonna sonora; in sala non si sente volare una mosca, solo qualche singhiozzo di tanto in tanto, la storia di Freddy Mercury e della sua band appassiona, emoziona, come la loro musica; il film va avanti, il silenzio della sala diventa assordante, anche se i singhiozzi sono sempre più frequenti; vicino a me ci sono due ragazzine letteralmente in lacrime. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
venerdý 30 novembre 2018
bohemian rhapsody Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

Il film Ŕ ben realizzato nonostante alcune imprecisioni storiche e temporali (non gravi e certamente adattate per esigenza di copione) tuttavia la pellicola Ŕ godibile e appassionante per chi ha apprezzato la loro carriera. La trama ruota attorno alla nascita del complesso musicale e termina con uno dei loro momenti pi¨ importanti. La vita di Freddy Ŕ in primo piano e ci sta: insomma lui Ŕ il solista, lo showman, e come egli stesso dice spesso "ha dato agli spettatori ci˛ che volevano", ovvero le curiositÓ che pu˛ suscitare un personaggio del genere raccontata in poco pi¨ di 2 ore di pellicola.
Che dire, tanta musica, vien voglia di cantare per tutta la durata del film e sembra di rivivere quei momenti assieme alla folla esaltata dei concerti. [+]

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
cristiano catalini lunedý 3 dicembre 2018
i still love you Valutazione 5 stelle su cinque
71%
No
29%

Chi Ŕ in cerca delle prove della grandezza dei Queen, e di quel formidabile frontman che Ŕ stato Freddie Mercury, resti a casa, metta su un qualunque disco della band Inglese, e si perda tra le note. Se nessuno avesse mai dedicato una poesia alla Luna, questa non sarebbe per ci˛ meno bella.
"Bohemian Rapsody" Ŕ altro. ╚ un volo tra note, parole, stati d'animo che si intrecciano e si annodano, per poi sciogliersi, per portarci in alto, fino a fare "un buco nel cielo".
La critica tende a dimenticare, troppo spesso, la ragione per la quale ancora si scrivono poesie alla Luna: per emozionarci nel rileggere quel che provavamo. Per emozionare qualcun altro che magari non ha mai scritto nulla, ma sente sulla pelle lo stesso brivido. [+]

[+] lascia un commento a cristiano catalini »
d'accordo?
flyanto venerdý 21 dicembre 2018
il bioopic di un mito Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%

 “Bohemian Rhapsody” , evocando un grosso successo musicale del gruppo dei Queen, è il titolo del film biopic su questo famoso complesso rock, capitanato dal grande ed istrionico cantante Freddy Mercury. Pertanto il film è, ovviamente, tutto incentrato sulla figura di questo talento della musica rock, dagli esordi sino, all’apice della propria carriera, al concerto Live Aid tenuto a Wembley. Da qui l’annuncio alla stampa della sua contrazione della malattia dell’Aids che lo condusse poi nel 1991, all’età di 45 anni, ad una morte prematura.
Il film, che si presenta come una semplice e mera biografia di un personaggio talentuoso, molto originale, istrionico, alquanto teatrale, parecchio discusso per le proprie ambivalenti tendenze sessuali (con una preferenza per le relazioni maschili) e della sua ascesa professionale, nonostante sia stato attaccato negativamente dalla critica per essersi limitato soltanto a ciò, in realtà è una testimonianza che ben documenta e presenta  la figura di Freddy Mercury, delineandone un ritratto vero e profondo (per quanto possibile dalle rigide ‘censure’ imposte dai restanti compagni del gruppo). [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
lucio di loreto martedý 12 febbraio 2019
il classico blockbuster allĺamericana che non pu˛ Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Esattamente 27 anni dopo la dipartita dell’icona Freddie Mercury è finalmente arrivato sul grande schermo il tanto agognato e meritato tributo. Perchè tutto questo tempo? Racchiudiamo in due frasi le considerazioni personali: attendere un cinema iper conformista e magistralmente tecnologico/scenografico e trovare un produttore (meglio se 2) che potesse rappresentare e testimoniare quell’epoca. Per questi motivi nessuno può uscire deluso dalla sala, tranne i fan della prima ora, ai quali un po' troppi bocconi amari saranno andati di traverso. Il mito Queen risalta in tutta la sua eccellenza grazie ad una fotografia colorata e impattante che rispecchia in pieno la teatralità del quartetto londinese, l’ineguagliabile e seminale glamour e il loro maestoso sapersi esibire dal vivo, come rappresentato magnificamente dai quasi 20 minuti del Live Aid, riportato fedelmente e senza uso di filmati originali: un miracolo dei giorni moderni. [+]

[+] lascia un commento a lucio di loreto »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Bohemian Rhapsody | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | scarface9
  2░ | bontropi
  3░ | ale
  4░ | daniele marsero
  5░ | umberto
  6░ | enzo70
  7░ |
  8░ | cristiano catalini
  9░ | flyanto
10░ | lucio di loreto
11░ | ollipop
12░ |
13░ | massenzio99
14░ | clavius
15░ | anna
16░ |
17░ | folignoli
18░ | tiziano
19░ | dariobottos
20░ | lucascialo
21░ | nino pellino
22░ | erica villafranca
23░ | tmpsvita
24░ | mauro
25░ | rogertah
26░ | rino79
27░ | carlaas
28░ | gustibus
29░ | luci benni
30░ | rewind10
31░ | roby 82
32░ |
33░ | festuceto
34░ | chiaragolightly
35░ | rear kane
36░ | paolorol
SAG Awards (3)
Premio Oscar (9)
Golden Globes (3)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (3)
BAFTA (8)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 29 novembre 2018
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 9 sale cinematografiche:
Showtime
  2 | Emilia Romagna
  2 | Lazio
  2 | Liguria
  1 | Lombardia
  1 | Puglia
  1 | Toscana
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità