Bohemian Rhapsody

Acquista su Ibs.it   Dvd Bohemian Rhapsody   Blu-Ray Bohemian Rhapsody  
   
   
   

Bio-pic musicale che va a colpo sicuro. Valutazione 3 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 70003 | altri commenti e recensioni di Great Steven
mercoledì 30 marzo 2022

BOHEMIAN RHAPSODY (USA/UK, 2018) diretto da BRYAN SINGER. Interpretato da RAMI MALEK, LUCY BOYNTON, GWILYM LEE, BEN HARDY, JOSEPH MAZZELLO, AIDAN GILLEN, ALLEN LEECH, TOM HOLLANDER, AARON MCCUSKER, MIKE MYERS ● La storia dei primi quindici anni della leggendaria rock band inglese, dal 1970 (anno in cui Farrokh Bolsara, alias Freddie Mercury, entrò come voce solista negli Smile, affiancando Brian May alla chitarra e Roger Taylor alla batteria; l’anno successivo la formazione, con l’aggiunta di John Deacon al basso, cambiò nome in Queen) alla partecipazione al Live Aid nel 1985, evento musicale internazionale che ebbero l’onore di aprire. Rievocando l’incisione degli storici album, i favolosi tour in giro per il mondo, le immortali canzoni di successo, i disaccordi fra i membri (e anche quelli che videro contrapporsi il quartetto ai produttori discografici) e il discutibile (ma reale) utilizzo della celebrità a scopo di divertimento autoreferenziale, il film di B. Singer pone l’accento sulla figura del carismatico leader in modo da evidenziarne senza pietà, ma anche senza abbandonare una cifra narrativa che ne riconosca il valore, tutte le intime contraddizioni. Freddie Mercury (1946-1991) era un giovane che si divertiva a provocare il padre e soprattutto a infrangere i tabù della sua generazione, un ragazzo cresciuto ai tempi della rivoluzione sessuale che arrivò solo col tempo a nutrire dubbi sulla sua sessualità, alimentando a dismisura il proprio ego proprio in virtù del plauso che lo circondava, ma disposto in seguito a fare un passo indietro, così da piantare in asso un manager personale che in fin dei conti non gli interessava per niente (e che si vendicò, al termine del periodo in cui Freddie si allontanò dalla band per tentare la carriera solista, parlando in televisione dei suoi festini decadenti) e tornare da Brian, Roger e John, i quali, malgrado le iniziali riserve, lo perdonarono e lo riaccolsero. Figura femminile fondamentale nella vicenda umana di Mercury fu Mary Austin, commessa in una maglieria che lo amò ricambiata e successivamente continuò a essergli amica fedele dopo che il cantante le dichiarò il proprio orientamento sessuale. La sceneggiatura del neozelandese Anthony McCarten ritrae in modo veritiero anche le figure di contorno, dal manager della band John Reid al saggio cameriere Jim Hutton e alla famiglia Bolsara, di origine parsi. Interpreti bravissimi (in particolar modo i quattro attori che interpretano i musicisti della band hanno un’aderenza quasi impressionante ai propri personaggi), sequenze musicali ricreate con vigore, contributi tecnici di ottima qualità. E allora a cosa si devono le critiche che questo bio-pic (per altro il bio-pic musicale di maggior successo nella storia del cinema, con oltre 900 milioni di dollari d’incasso) ha sollevato in determinati ambienti? A parte le incongruenze per i tempi cronologici di alcuni brani e il playback che giunge in soccorso di R. Malek per non guastare l’atmosfera da sogno, è probabile che costruire un mito cinematografico a ridosso di un mito musicale, difficilmente evita di risultare pedissequo, inattendibile o quantomeno prevedibile. Nel caso specifico di Mercury, questo discorso si avvicina alla realtà stretta dei fatti senza affondare le unghie nell’aura di un uomo profondamente inquieto che, sebbene non temesse rivali sul palcoscenico, riuscisse a battere qualunque record di vendita, fosse un pianista, chitarrista, tenore lirico, designer, atleta e artista di bravura tale da aspirare al ruolo di demiurgo e infine mordesse la vita applicandovi la follia del genio, aveva comunque da gestire una complessa natura che nemmeno sul letto di morte trovò la propria risoluzione. In ogni caso, la performance da Oscar di Malek, per quanto semplifichi la gloria di una leggenda del passato recente, ha il merito di intrattenere saldamente lo spettatore cogliendo gli aspetti pratici della sua personalità e facendone una messinscena intensa e godibile. Al suo fianco, G. Lee (May), B. Hardy (Taylor) e J. Mazzello (Deacon) – lo sceneggiatore McCarten dà a ciascuno di loro uno spazio non solo sufficiente, ma decisamente adeguato –, gli fungono da efficace contraltare come amici, compagni di lavoro e di squadra e confidenti indefessi nella buona e nella cattiva sorte. La vertigine lirica di Bohemian Rhapsody (mi riferisco al brano, non al titolo del film) è resa in modo superbo nella sequenza della registrazione nell’edificio della fattoria, quando il quartetto intona i Galileo, Bismillah, Scaramouche e Figaro ormai divenuti parte dell’immaginario collettivo. Altre tue statuette andarono, nel 2019, al montaggio, al sonoro e al montaggio sonoro.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Bohemian Rhapsody | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | scarface9
  2° | bontropi
  3° | ale
  4° | daniele marsero
  5° | lucio di loreto
  6° | tiziano
  7° |
  8° | umberto
  9° | enzo70
10° |
11° | mauro
12° | volont�78
13° | rmarci 05
14° | cristiano catalini
15° | rino79
16° | erica villafranca
17° | dekxal
18° | ollipop
19° | roby 82
20° | folignoli
21° | carlaas
22° | great steven
23° | elgatoloco
24° | clavius
25° |
26° | massenzio99
27° | dariobottos
28° | lucascialo
29° | anna
30° | gustibus
31° | rewind10
32° | luci benni
33° | giorgio postiglione giorpost
34° | tmpsvita
35° | nino pellino
36° | rogertah
37° | flyanto
38° |
39° | festuceto
40° | chiaragolightly
41° | rear kane
42° | paolorol
SAG Awards (3)
Premio Oscar (9)
Producers Guild (1)
Golden Globes (3)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (3)
CDG Awards (1)
BAFTA (8)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 29 novembre 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità