Bohemian Rhapsody

Acquista su Ibs.it   Dvd Bohemian Rhapsody   Blu-Ray Bohemian Rhapsody  
   
   
   

Il Mercury di Singer è pura frenesia audio-visiva Valutazione 4 stelle su cinque

di Giorgio Postiglione Giorpost


Feedback: 16104 | altri commenti e recensioni di Giorgio Postiglione Giorpost
domenica 26 maggio 2019

Farrokh Bulsara è un giovane studente di origini parsi trapiantato a Londra dall'età di 18 anni. Figlio di onesti (e religiosi) lavoratori, eredita da loro il senso del dovere che lo spinge a svolgere i lavori più umili, come il facchino all'aereoporto di Heathrow.
Spesso deriso per le sue radici, erroneamente confuse per pachistane, Farrokh sa di possedere il fuoco sacro dell'arte: deve soltanto trovare il canale giusto per consentirgli uno sfogo. Rapito da un concerto degli Smile, band amatoriale locale, si propone immediatamente come sostituto del cantante, in rotta coi compagni, facendo la conoscenza di Brian May e Roger Taylor: è amore (artistico) a prima vista.
Grazie alla sua incredibile voce, aiutata da un'insolita conformazione del cavo orale, il rock diviene il mezzo scelto per realizzare i suoi sogni; le sue doti canore non passano inascoltate, tant'e che attira sin da subito decine di fans nei vari locali dove i rinominati "Queen" si esibiscono.
In breve tempo il giovane Bulsara cambia nome all'anagrafe e procura un manager ed un contratto discografico alla band che intanto si completa con l'arrivo del bassista John Deacon.
Nasce, così, la leggenda di Freddie Mercury, uno dei più grandi frontman della storia del rock, animale da palcoscenico e fautore del tipico stile glam dei prolifici ed irripetibili anni '70. Il suo è talento difficile da tenere a bada, caratterizzato (come per i geni di ogni campo) da eccessi, ambiguità sessuale ed eccentricità.
Saranno questi i caratteri distintivi di un uomo dalla personalità tanto bizzarra ed egocentrica quanto fragile e sensibile; la sua stella, la cui epopea è ben nota, si consumerà troppo presto, in un drammatico percorso nel quale non mancano ostacoli che hanno le sembianze di parassiti, arrampicatori sociali e discografici incapaci.
Prima che il buio cali definitivamente, Freddie indosserà nuovamente la corona da Re e si mostrerà al mondo, al Live Aid del 1985, in tutto il suo splendore, in canottiera e jeans, conscio di dover "servire" un'ultima volta i suoi fans, perché lui, in fondo, altri non è che un performer.
Il miglior performer di sempre.

Bohemian Rhapsody (UK, 2018) non teme spoiler, perché narra di una storia conosciuta e per la quale, purtroppo, non c'è stato lieto fine. Il titolo rievoca la canzone più bella e famosa dello storico gruppo e fa da traino a tutta la pellicola.
Nella finzione, come nella realtà, ciò che sembra eccessivo o surreale è (quasi) totalmente accaduto, solo con alcune differenze, perlopiù cronologiche, rispetto ai fatti reali.
Sarà per esigenze di copione o magari per i primi sintomi di "anzianità" dei superstiti, fatto sta che l'opera è piena di inesattezze che (tuttavia) vengono istantaneamente perdonate grazie ad una notevole rappresentazione di Mercury del bravissimo Rami Malek, in un ruolo tanto rischioso quanto totalizzante. All'attore americano, che impara alla perfezione le gestualità "live" del rocker, possiamo solo contestare movenze eccessivamente femminili (un tempo avremmo detto "effemminate", ma siamo nell'epoca del me-too) non riscontrabili nel baffuto vocalist. Il regista Bryan Singer riesce nella difficile impresa della sintesi e, soprattutto, nel compito arduo di romanzare alcuni aspetti apparentemente irromanzabili: la scoperta della malattia e la sequenza dell'uscita dalla clinica sono da cineteca, così come è da applausi l'incredibile parte finale nella quale il bravo cineasta fa letteralmente un copy and past della performance al Wembley Stadium.
Il resto lo fanno le notevoli somiglianze degli attori ai 4 componenti originali della band, al punto che si fa fatica a pensare che quel capellone non sia davvero il chitarrista Brian May.
Film che rimarrà, a tutti gli effetti, nella storia della Settima Arte e, pur non essendo perfetto, ha il merito di emozionare attraverso una pura e semplice frenesia audio-visiva: più lo si vede e più viene voglia di (ri)ascoltare Freddie Mercury e i Queen.

Voto: 8,5

[+] lascia un commento a giorgio postiglione giorpost »
Sei d'accordo con la recensione di Giorgio Postiglione Giorpost?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
33%
No
67%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Giorgio Postiglione Giorpost:

Vedi tutti i commenti di Giorgio Postiglione Giorpost »
Bohemian Rhapsody | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | scarface9
  2° | bontropi
  3° | ale
  4° | daniele marsero
  5° | lucio di loreto
  6° |
  7° | tiziano
  8° | umberto
  9° |
10° | enzo70
11° | volont�78
12° | rmarci 05
13° | mauro
14° | rino79
15° | cristiano catalini
16° | roby 82
17° | dekxal
18° | erica villafranca
19° | ollipop
20° | carlaas
21° | folignoli
22° | dariobottos
23° | massenzio99
24° |
25° | clavius
26° | rewind10
27° | lucascialo
28° | anna
29° | gustibus
30° | luci benni
31° | tmpsvita
32° | giorgio postiglione giorpost
33° | nino pellino
34° | rogertah
35° | flyanto
36° |
37° | festuceto
38° | rear kane
39° | chiaragolightly
40° | paolorol
SAG Awards (3)
Premio Oscar (9)
Producers Guild (1)
Golden Globes (3)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (3)
CDG Awards (1)
BAFTA (8)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 29 novembre 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Favolacce
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità