Ti odio, ti lascio, ti…

Film 2006 | Commedia +13 105 min.

Titolo originaleThe Break Up
Anno2006
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata105 minuti
Regia diPeyton Reed
AttoriVince Vaughn, Jennifer Aniston, Joey Lauren Adams, Jason Bateman, Jon Favreau Ann Margret, Judy Davis, John Michael Higgins, Vincent D'Onofrio, Justin Long, Cole Hauser, Geoff Stults, Ivan Sergei.
Uscitavenerdì 22 settembre 2006
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,59 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Peyton Reed. Un film con Vince Vaughn, Jennifer Aniston, Joey Lauren Adams, Jason Bateman, Jon Favreau. Cast completo Titolo originale: The Break Up. Genere Commedia - USA, 2006, durata 105 minuti. Uscita cinema venerdì 22 settembre 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,59 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Ti odio, ti lascio, ti… tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Brooke e gary sono una coppia da molto tempo, ma dopo una lite più dura delle altre decidono di lasciarsi. Il problema è che nessuno dei due vuole lasciare la casa; decideranno di fare una coabitazione forzata... non mancheranno dispetti reciproci. In Italia al Box Office Ti odio, ti lascio, ti… ha incassato nelle prime 7 settimane di programmazione 4,2 milioni di euro e 1,4 milioni di euro nel primo weekend.

Ti odio, ti lascio, ti… è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,59/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,50
PUBBLICO 2,21
CONSIGLIATO NÌ
Una commedia amara su una coppia sull'orlo di una crisi di nervi nella Chicago contemporanea.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 13 settembre 2006
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 13 settembre 2006

A Chicago Gary e Brooke condividono un appartamento e una vita d'amore, almeno fino a quando lui non rifiuta a lei di lavare i piatti dopo una cena di famiglia. L'incidente casalingo che ha offeso Brooke, divisa e in affanno tra casa e lavoro, nasconde una crisi più profonda destinata ad aprire le ostilità. La guerra si gioca ad armi pari e tira colpi bassi, bassissimi. Gli amici di sempre si schierano a malincuore occupando le trincee dell'uno o dell'altra. In mezzo resta il divano su cui Gary alimenta egoismo ottusità e il letto che Brooke copre di pianto e di ostinazione. Si svende l'amore e si vende la casa ma certi amori, come certe notti, non finiscono mai.
Dopo il coloratissimo Down with Love, interpretato da Renée Zellweger e Ewan McGregor, Peyton Reed mette in scena una commedia amara che ancora una volta "abbassa l'amore". Se nella pellicola precedente la protagonista si negava all'amore per dedicarsi alla carriera nella New York rosa e glamour degli anni Sessanta, in The break up Brooke cerca di combinare lavoro e amore nella Chicago sopravvissuta a un lontano incendio e ricostruita intorno alla perfezione geometrica del Loop. Accantonate le atmosfere e i dettami estetici degli anni '60, il regista si concentra sulla contemporaneità e suoi sentimenti coniugati al presente. Vince Vaughn, allora, non è Rock Hudson e Jennifer Aniston non è una copia di Doris Day, ma insieme incarnano vizi e virtù di una coppia moderna collassata nel salotto di Peyton Reed seguendo un percorso cinematografico coerente. Brooke Meyers/Aniston è una donna sull'orlo di una crisi di nervi cominciata sul divano dei Friends e proseguita per "settimane" (da dio) fino a quei Vizi di famiglia, duri a morire, che l'hanno consacrata regina del genere comico romantico. Alle défaillance sentimentali dei suoi tanti personaggi e della donna fuori dallo schermo Jennifer Aniston ha sempre risposto con spirito e grazia. Il suo talento e il suo umorismo si accompagnano, sullo schermo e (forse) nella vita, a quelli di Vince Vaughn: soggettista, produttore e interprete del film. Esibizionista, impostore e gigione in 2 single a nozze, Vince Vaughn è anche lui interprete irresistibile di commedie di successo a cui è arrivato dopo aver prodotto un discorso espressivo personale recitando spesso in ruoli decentrati dall'azione. Osando di più, gli attori ne erano all'altezza, sceneggiatore e regista avrebbero potuto confezionare una commedia sentimentale più nera, forse più cattiva, strappando a Hollywood un po' del suo superato, quanto inattuale buonumore.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
TI ODIO, TI LASCIO, TI…
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 29 marzo 2011
tumau

Un Film che affronta il mistero del aldilà. Credo però che s l’obiettivo era quello di suscitare dubbi e domande sulla vita dopo la morte ( se non risposte ) non abbi a ottenuto nessun cambiamento. Invece Eastwood dimostra una grande capacità di indagare sui sentimenti meno conosciuti , sulle sofferenze a cui non si da conto , che si considerano minori.

lunedì 2 settembre 2013
alemrg

Questo film è stato distrutto dalle case di distribuzione cinematografiche che l'hanno presentato nei trailer come un film comico; e quando vai a guardare un film comico e c'è poco da ridere lo giudichi un flop. Questo non è un film comico ma un film sulla nascita e soprattutto sulla fine di un amore; sulle banali, futili e inconsistenti motivazioni della sua fine.

martedì 3 dicembre 2013
Renato C.

Commedia abbastanza normale guidata dalla bellezza e simpatia di Jennifer Aniston, bellezza liceale che sa anche essere sexy. Il film fa vedere quanti guai questa coppia avrebbe potuto evitare se non fossero stati testardi entrambi! Lui testardissimo, ma anche lei che lo voleva riavere a patto che cambiasse, senza però dirgli esplicitamente come voleva che cambiasse! Alla fine, dopo aver perduto la [...] Vai alla recensione »

sabato 11 febbraio 2012
pjmix

Niente di nuovo; praticamente è il classico ruolo di Jennifer Aniston, che proprio nella vita di coppia non riesce a cavarsela, sia nei film che nella vita reale. Una coppia scoppiata si ritrova a dover convivere forzatamente per un beve periodo, prima di vendere la casa; nascono così i classici dispetti tra i 2 che tenteranno in ogni modo di farsi odiare.

martedì 2 giugno 2009
DONY64

Film commedia americana reale e adatta a coloro che non hanno problemi di cuore.Nel complesso film piu' che discreto.Voto 6+

lunedì 7 novembre 2011
giofredo'

mi ritrovo in uno scenario dove la fotografia, se pur con un colore freddo (chiaramente voluto), sembra essere l'unico baricentro indissolubile di tutta la struttura filmica. Per il resto non mi sento di enumerare ne di dilungarmi di questo o di quello.  

martedì 18 ottobre 2011
melania

Sono rimasta un po' delusa.Sicuramente originale ma poco comvincente.Non mi ha "presa",non mi ha dato emozioni.

mercoledì 19 ottobre 2011
sally

Come al solito Sorrentino è un grande UN film strepitoso, poche parole, tante emozioni soprattutto nella scena finale della VENDETTA 

Frasi
Mia sorella ne ha prese tante nella vita.."
"Di mazze!!"
Dialogo tra Gary Grobowski (Vince Vaughn) - Brooke Meyers (Jennifer Aniston)
dal film Ti odio, ti lascio, ti… - a cura di Franci
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Elisa Grando
Ciak

Nel 2005, mentre tutto il mondo guardava andare in frantumi il suo matrimonio con Brad Pitt (smantellato dall'inarrestabile amazzone Angelina Jolie), Jennifer Aniston si trovava per le mani una sceneggiatura interessante, ma che suonava di presa in giro. Era The Break-Up (titolo originale goffamente tradotto in italiano con Ti odio, ti lascio, ti...

Emanuela Martini
Film TV

Lui vede lei a una partita di baseball, decide che fa per lui, la blocca, separandola dal suo accompagnatore, si mettono insieme, addirittura mettono su casa insieme: il tutto concentrato nei primi minuti di Ti odio, ti lascio, ti..., il primo incontro e poi una serie di istantanee della coppia che riassumono la sua storia, scorrendo coi titoli di testa.

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Due persone giovani di Chicago che si amano e abitano insieme cominciano a litigare e si lasciano. Punto. Può bastare per un film? Non basterebbe, ma Ti odio, ti lascio, ti... di Peyton Reed ha alcune caratteristiche particolari: nessun lieto fine, i due si rincontrano casualmente per strada con imbarazzo e finta festosità ma nulla fa pensare che tornino insieme; nessun pastrocchio per arricchire la [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Una commedia sentimentale americana senza lieto fine è un evento; una commedia sentimentale americana, dove rovinare la coppia è la donna, è più che un evento. Perciò Ti odio, ti lascio, ti... (in originale The Break-Up, cioè la rottura) di Peyton Reed si riesce a vedere fino alla fine, a dispetto di mezz'ora di troppo e della collocazione a Chicago per una storia di matrice newyorkese, nello stile [...] Vai alla recensione »

Roberta Bottari
Il Messaggero

Brooke e Gary vivono sotto lo stesso tetto, ma litigano spesso. Troppo spesso. Per questo quando lei decide di separarsi, lui accetta. Ora però il problema è: chi deve lasciare la casa? E, posto Gary è una guida turistica e Brooke una mercante d'arte, si tratta di un appartamento messo su con pazienza meticolosa. Inizia così un'estenuante lotta per convincere l'altro ad andarsene: serve un piano e [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

C'era una volta la commedia di guerra-dei-sessi, in cui furoreggiava la coppia formata da Katharine Hepburn e Spencer Tracy. Se l'amore era più che litigarello, però, le storie si concludevano con la bisbetica (o il bisbetico) domata (o) e col trionfo dei sentimenti. A misurare i decenni passati, arriva una versione del modello più consona ai nostri tempi: si potrebbe dire, infatti, che Ti odio, ti [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La ragazza – si chiama Brooke – ha messo l'asticella piuttosto alta. "Voglio solo che tenga tanto a me da pensare che deve conquistarmi giorno per giorno" (ogni riferimento alla vera storia di Jennifer Aniston con Brad Pitt, che l'ha mollata per Angelina Jolie, è da considerarsi indebito, anche se il film deve parte della sua notorietà a questi ricami: si sono innamorati per davvero, lei e Vince Vaughn, [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Torna la commedia sessista resa più intrigante dalla contrastante condizione che lega la coppia protagonista nella finzione e nella realtà. Vince Vaughn e Jennifer Aniston, i due interpreti di Ti odio, ti lascio, ti…, sono infatti felicemente legati nella vita mentre i personaggi di Gary e Brooke sono alle prese con una sfida coniugale senza esclusione di colpi.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati