The Wolf of Wall Street

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Wolf of Wall Street   Dvd The Wolf of Wall Street   Blu-Ray The Wolf of Wall Street  
Un film di Martin Scorsese. Con Leonardo DiCaprio, Jonah Hill, Margot Robbie, Matthew McConaughey, Kyle Chandler.
continua»
Biografico, Ratings: Kids+16, durata 180 min. - USA 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 23 gennaio 2014. - VM 14 - MYMONETRO The Wolf of Wall Street * * * * - valutazione media: 4,05 su 289 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Scorsese trionfa ancora Valutazione 4 stelle su cinque

di Luca Tessarin


Feedback: 406 | altri commenti e recensioni di Luca Tessarin
venerdì 24 gennaio 2014

Ricostruire la storia di un criminale realmente esistito può sembrare cosa facile, ma no lo è. Certo, il copione è pressoché già scritto, ci sono un inizio e una fine, non bisogna inventare più di tanto personaggi e personalità, basta attingere dal reale e il gioco può sembrare fatto. Già, peccato che paradossalmente questo tipo di processo risulta molto più complesso del creare una storia di fantasia partendo da nulla. Quando la trama è inventata ci si può sbizzarrire con situazioni, personaggi, scenografie e mai nessuno obietterà su certe scelte, ma qui è diverso, qui la lama è a doppio taglio: da una parte ci vuole un’estrema bravura nel rappresentare al meglio ciò che è stato, dall’altra un alto (ma non eccessivo) estro nel “modificare” e personalizzare i tratti somatici della storia, in modo da farla propria e donarle il giusto condimento per renderla appetibile. Si è quindi in bilico su un filo sottile, e si rischia in ogni momento di cadere nella banale ripetitività (modello fotocopiatrice) o nella smisurata finzione. Scorsese su questo filo ci cammina eccome, anzi, a tratti sembra pure correre spensierato, senza intoppi e senza paura nel guardare il precipizio che sta sotto. Una grossa mano in quella corsa raggiante gliela da Di Caprio, artefice di un’interpretazione che rasenta la perfezione e in alcune sequenze forse la supera, mettendo definitivamente con le spalle al muro i detrattori che gli hanno sempre negato l’ambita statuetta a Los Angeles.
La proiezione dura tre ore, ma potrebbero anche essere due o sei, lo spettatore non se ne renderebbe conto, poiché il tutto scivola via piacevolmente, elevandosi sul tempo e trasportandoci nella New York di vent’anni fa. E qui si nota più che mai la mano di Scorsese, che dimostra per l’ennesima volta il suo legame viscerale con la Grande Mela, con quei palazzoni all’ombra dei quali ha mosso i primi passi, da ragazzo, fra gangster e marciapiedi umidi, dove si è fatto le ossa osservando (e successivamente raccontando) la città in maniera più trasparente possibile, senza pregiudizi e senza verdetti. E così ecco venire a galla personaggi come Travis Bickle (Taxi Driver) o Henry Hill (Quei bravi Ragazzi). C’è chi giura che se a New York ci fossero stati dei localoni come quelli di Las Vegas il film “Casinò” non lo avrebbe di certo girato in Nevada; bè, come non dar fiato a tali parole?
La narrazione è prorompente e il ritmo incalzante sin dalle prime battute, proprio come se la pellicola fosse una delle tante strisce di polvere bianca che compaiono nel film. Lo spettatore se la trova davanti e non può fare a meno di inspirarla tutta in maniera famelica, consapevole che non deluderà le aspettative.
Jordan Belfort è il sovrano indiscusso di un regno bieco e marcio che fa leva sull’ingenuità della gente, condannando (in maniera gentile e ruffiana) alla mattanza tutti i poveretti che gli capitano sotto mano. Nulla di tanto diverso dai gangster che seminano morte e distruzione, ma qua non ci sono pistole e sangue, ci sono solo telefoni e numeri a sei cifre, e il tutto appare meno crudele, anche se così non è.
Qualcuno lo ha definito provocante e a tratti volgare per gli eccessivi richiami a sesso, droga e alcool, ma quello in fondo fa parte della trasposizione della storia e l’evitare di raccontare certi aneddoti avrebbe coperto con un velo di ipocrisia la realtà, storpiando l’equilibrio della narrazione a favore di un inutile e falso moralismo.
Ci sono poi le critiche e le polemiche da parte delle associazioni delle persone realmente truffate da Belfort; questa gente può anche sentirsi offesa, certo, ma in fondo il film non è di certo un inno alla sua persona o un incitamento ad imitarlo. Guardando tutta la proiezione (soprattutto la seconda metà), quanti vorrebbero veramente quella vita? Fatevi la domanda e cercate di darvi una risposta. In ogni caso, qualunque risposta vi darete, sappiate che Scorsese ha già vinto, in quanto, come per gli altri film, anche in questo non ci sono giudizi, morali o verdetti: lui vi ha narrato semplicemente i fatti, giusti o sbagliati che siano.

[+] lascia un commento a luca tessarin »
Sei d'accordo con la recensione di Luca Tessarin?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
62%
No
38%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Luca Tessarin:

The Wolf of Wall Street | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | andrea giostra
  2° | cicciogia
  3° | beppe baiocchi
  4° | luca tessarin
  5° | lorenzo66
  6° | kondor17
  7° | fight.club
  8° | oberdan
  9° | uncane
10° | luca scial�
11° | silence dogood
12° | parieaa
13° | filippo catani
14° | hollyver07
15° | wing117
16° | video-r
17° | jean remi
18° | simone magli
19° | xxseldonxx
20° | alexr
21° | giorpost
22° | peer gynt
23° | giacomino
24° | the_diaz_tribe
25° | stefano minuto
26° | fafia61
27° | hanniballectar
28° | lupo67
29° | recfra
30° | shingotamai
31° | pisa93
32° | catcarlo
33° | pepito1948
34° | chermist
35° | yrock
36° | gio_poggiali
37° | luigi chierico
38° | flavio micarelli
39° | meddows
40° | marylene
41° | visualman
42° | martinatini
43° | ilaria pasqua
44° | ciocapock
45° | lukesky88
46° | themaster
47° | sigra
48° | lorenzonero27
49° | cinephilo
50° | jixeurij
51° | flyanto
52° | jaylee
53° | newman 25
54° | righa pincher
55° | gnegrntfovol
56° | dqitos
57° | dandy
58° | marx821966
59° | fabrizio baldo
60° | gabriella
61° | francesco2
62° | sara kavafis
63° | pascale marie
64° | romifran
65° | thril.ler
66° | alessandro rega
67° | pisiran
68° | pincenzo
69° | melvin ii
70° | danylt
71° | andrea buono
72° | nexus
73° | boston sire
74° | freshit
75° | the thin red line
76° | dave san
77° | fabiofeli
78° | caraste
79° | tommygeno92
80° | cinemiglio
81° | eugenio98
82° | paolp78
83° | iuriv
84° | sprock93
85° | st7no
86° |
87° | andrea zagano
88° | rukahs
89° | shiningeyes
90° | coch_98
91° | michele
92° | great steven
93° | andrea alesci
94° | edodella
95° | no_data
96° | diomede917
97° | cassiopea
98° | tricky05
99° | nicsion
100° | alessio97
101° | pietro viola
102° | angelo76
103° | margheritaconwurstel
104° | jacopo b98
105° | francesco vesprini
106° | cleu93
107° | baronenea
108° | ilcapitano
109° | stellab
110° | tirex21
111° | ggmymovies
112° | gatsby97
113° | guiznuk
114° | michael di renzo
115° | ilcapitano
116° | supertraz
117° | flaw54
118° | tecya
Premio Oscar (5)
Golden Globes (3)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (7)
BAFTA (4)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità