Non lasciarmi

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Non lasciarmi   Dvd Non lasciarmi   Blu-Ray Non lasciarmi  
Un film di Mark Romanek. Con Carey Mulligan, Andrew Garfield, Keira Knightley, Isobel Meikle-Small, Ella Purnell.
continua»
Titolo originale Never Let Me Go. Drammatico, durata 103 min. - USA, Gran Bretagna 2010. - 20th Century Fox uscita venerdì 25 marzo 2011. MYMONETRO Non lasciarmi * * * 1/2 - valutazione media: 3,55 su 97 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,55/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Storia ambientata in una realtà in cui alcuni ragazzi sfortunati vengono messi al mondo ed allevati per fornire riserve di organi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Forte e colmo di speranza, il ritratto di un'umanità costretta all'aridità emotiva
Andreina Sirena     * * * * -

Kathy H. è una badante che affianca i pazienti durante le donazioni degli organi. In un lungo flashback ricorda l'infanzia e l'adolescenza trascorse nel college inglese di Hailsham, l'amicizia con Ruth e l'amore per Tommy. Durante quegli anni i protagonisti vennero informati da una tutrice che il loro destino era già stato pianificato. Kathy si presenta con l'iniziale del suo cognome: 'H'. Questa mutilazione anagrafica (oltre che citazione kafkiana) prefigura già una privazione dell'identità. I tre protagonisti non accenneranno mai ad un'origine o ad un legame di parentela. Vivono questa condizione di orfani, assuefatti alla grigia e silente crudeltà di Hailsham, un college mengheliano che li riduce a polli da batteria per servire il progresso scientifico. Sono creature che non diranno mai 'io'.
Il film è un thriller soffuso, cadenzato, con tinte fosche e angoscianti. Prevalgono tonalità grigie dalle divise collegiali alle mura degli ospedali. La scenografia firmata da Mark Digby (The Millionaire) è tutt'uno con lo stato d'animo e la condizione larvale della vita. L'unica vibrazione che scuote lo stato emotivo, destando sogni e desideri, è espressa dal ritornello di una canzone :'Darling, hold me and never never never let me go'. Dalla penna di Kazuo Ishiguro, scrittore nato a Nagasaki e cresciuto nel Paese dove è avvenuta la clonazione della pecora Dolly, non poteva mancare un confronto con le conseguenze del progresso scientifico. Un confronto che diviene interrogativo sulla condizione umana, sull'omologazione, la libertà individuale e la pressione di un potere che vorrebbe livellare il pensiero. Il suo romanzo 'Never let me go' al quale ha lavorato per quindici anni, anche se descrive un mondo parallelo dominato dalla clonazione, è tragicamente umano. Ci sono dentro gli interrogativi sulla scienza, sul senso dell'amore, dell'amicizia e dell'arte.
La regia di Mark Romanek (celebre autore di video musicali come 'Bedtimestories' di Madonna o 'Scream' di Michael Jackson) fedele alle intenzioni di Hishiguro, riesce a condurre l'esperienza reale e ordinaria della vita di un college inglese, verso un piano sempre più astratto e metaforico. La tragedia di questa lenta rassegnazione al destino è tramata con un'eleganza tipicamente nipponica, senza contrasti, atti di forza o ribellione. La scelta degli attori adulti è suggestiva oltre che ispirata. La coppia Ruth - Tommy (interpretata da una metafisica Keyra Knightley e uno stilizzato Andrew Garfield) è lunare e consunta. Entrambi sembrano emergere dal dolore dei dipinti di Munch, Kirchner e Kokoschka. Nessuno di loro metterà al mondo bambini perché 'generare' è un atto creativo e la 'creatività' è bandita dalle loro vite. Per questo c'è una sessualità triste, frustrata come quella immortalata dagli espressionisti. Si tratta di una prigionia psichica, più affilata e capillare di quella schiavistica, che non contempla la salvezza.
L'immagine dell'uomo che non può più mettersi in viaggio e cercare, è espressa dalla nave sdraiata sulla sabbia, arrugginita ed in-ferma. Una nave che non può più sperare l'orizzonte. Vale la pena vivere se l'identità è censurata? Cosa resta all'uomo se può fare a meno della creatività per rispondere ad una volontà estranea al cuore? Se perdiamo noi stessi a che vale il progresso scientifico? Veniamo consegnati alla morte se le idee si spengono, sembra svelarci sottovoce questo film esangue e magnifico.

Premi e nomination Non lasciarmi MYmovies
il MORANDINI
Incassi Non lasciarmi
Primo Weekend Italia: € 170.000
Incasso Totale* Italia: € 425.000
Ultima rilevazione:
Box Office di lunedì 30 gennaio 2012
Sei d'accordo con la recensione di Andreina Sirena?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
80%
No
20%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Non lasciarmi (andare al cinema)

lunedì 28 marzo 2011 di critika.altervista.org

C’erano una volta un gruppo di esseri umani clonati a partire da altri, allevati in posti isolati per diventare riserve di organi freschi e pulsanti, pronti per essere sacrificati a vantaggio dei malati del mondo. Lo stesso spunto fu impiegato qualche anno fa in un film d’azione fantascientifico piuttosto riuscito nel genere: “the Island”. Quello stimolava il pensiero più di questo trhiller-dramma che in realtà non è né una cosa né l’altra. continua »

* * * * -

Pietà per i cloni

venerdì 14 gennaio 2011 di Paola Di Giuseppe

Non lasciarmi (Never Let Me Go), diretto da Mark Romanek, nasce dal romanzo omonimo del 2005 di Kazuo Ishiguro, già autore di Quel che resta del giorno, diventato film nel ’93 per mano di Ivory. Presentato nell’ottobre 2010 al London Film Festival, uscirà nelle sale a marzo. I protagonisti Carey Mulligan, Keira Knightley e Andrew Garfield recitano in stato di grazia, soprattutto la Mulligan, guidati da una regia abile che traduce una materia così a rischio di enfasi e sovradosaggio emotivo in continua »

* * * * -

In attesa che il ciclo si compia...

lunedì 18 aprile 2011 di Writer58

"Quello di cui non sono sicura è che le nostre vite siano tanto diverse da quelle delle persone che salviamo...tutti completiamo un ciclo...forse nessuno ha compreso veramente la propria vita, né sente di aver vissuto abbastanza". Queste le parole finali della protagonista, questo è il senso del film. Un film potente e doloroso, la cui forza si esprime attraverso atmosfere minimali,una recitazione misurata e i volti precocemente invecchiati dei protagonisti. Al di là della storia narrata (in continua »

* * * * *

Toccante

domenica 27 marzo 2011 di gumbus

Il film sposta di lato dolcemente e insesorabilmente lo spettatore, e mostra quegli angoli di realtà negati e trascurati dallo sforzo di affermazione. Non toglie, ma aggiunge grazia alla grazia, critica alla critica, sublime al sublime, tempo al tempo. La vera falsa vita e la falsa vera vita si cercano senza volersi. Una forma all'anima. Impossibile, grande.  continua »

Kathy H
"Forse nessuno ha compreso la propria vita, nè sente di aver vissuto abbastanza."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kathy
"Sono passate due settimane da quando l'ho perduto...vengo quì e immagino il luogo dove sia raccolto tutto ciò che ho perso fin dagli anni dell'infanzia. Se fosse così, non faccio altro che ripeterlo, forse, in fondo al campo,all'orizzonte, apparirebbe una figura...dapprima minuscola e poi sempre piu grande...fino a che non riconoscerei Tommy...Tommy che mi saluta, che mi chiama...ma non voglio che la fantasia prenda il sopravvento, non posso permetterlo. Continuo a ripetermi che comunque sono stata fortunata a passare del tempo con lui, quello di cui non sono sicura che le nostre vite siano tanto diverse da quelle delle persone che salviamo...tutti completiamo un ciclo...forse nessuno ha compreso veramente la propria vita, nè sente di aver vissuto abbastanza".
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kathy (Carey Mulligan)
"Non avrei mai immaginato che le nostre vite, fino ad allora così intrecciate, potessero distanziarsi tanto rapidamente. Se l'avessi saputo prima, le avrei tenute più strette, senza permettere a forze invisibili di separarci..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Non lasciarmi oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Non lasciarmi

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 luglio 2011

Cover Dvd Non lasciarmi A partire da mercoledì 20 luglio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Non lasciarmi di Mark Romanek con Keira Knightley, Carey Mulligan, Andrew Garfield, Charlotte Rampling. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet Non lasciarmi (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Non lasciarmi

SOUNDTRACK | Non lasciarmi

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 28 ottobre 2010

Cover CD Non lasciarmi A partire da giovedì 28 ottobre 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Non lasciarmi del regista. Mark Romanek Distribuita da Varèse Sarabande.

APPROFONDIMENTI | Non lasciarmi esplora i possibili turbamenti dei giovani corpi-involucro.

Opinioni di un clone

mercoledì 23 marzo 2011 - Edoardo Becattini

Opinioni di un clone Che il tema del doppio fosse materia peculiare per tutte le narrazioni e le elucubrazioni sul cinema è cosa nota dai tempi dell'Espressionismo tedesco. Eppure, mossi da una fascinazione perversa per catastrofi, apocalissi e cospirazioni, i film che si sono confrontati con i doppi biologici e che hanno lanciato ipotesi sul futuro degli esperimenti sulla clonazione, hanno più che altro sfruttato il potenziale dell'eugenetica per creare narrazioni distopiche. Al cinema, quindi, la levatura del dibattito bioetico si limita alle paranoie relative ai vari Ultracorpi che hanno invaso i racconti di fantascienza dalla Guerra Fredda a oggi, con l'aggiunta del fracasso di fondo di film come The Island di Michael Bay o Il sesto giorno con Schwarzenegger.

LIBRI | Il romanzo di Kazuo Ishiguro che ha ispirato il film omonimo con Keira Knightley.

Il libro

sabato 26 marzo 2011 - Fabio Secchi Frau

Non lasciarmi, il libro Poco dopo aver firmato la sceneggiatura del film La canzone più triste del mondo, nel lontano 2003, lo scrittore giapponese (naturalizzato inglese) Kazuo Ishiguro si mette a lavoro su un nuovo romanzo dopo il suo ultimo libro "Quando eravamo orfani" (ed. Einaudi, 2002): nasce così "Non lasciarmi" (ed. Einaudi, 2007). Nell'Inghilterra di un futuro non precisato, la riflessiva Kath, l'esuberante Ruth e il poco tranquillo Tommy, tre studenti del collegio di Hailsham, vivono le loro giornate fra studio, sport e attività ricreative.

   

NEWS | Usciti i character poster di Ruth, Kathy e Tommy.

Non ti vede in quel modo

sabato 4 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

Never Let Me Go: non ti vede in quel modo Dopo aver diretto Robin Williams nel suo primo ruolo drammatico in One Hour Photo, il regista Mark Romanek torna alla regia per dirigere quello che è stato considerato dalla rivista TIME, uno dei cento migliori romanzi pubblicati dal 1923 ad oggi, Never Let Me Go scritto da Kazuo Ishiguro. La pellicola, presentata in anteprima nella categoria “Show” della 37. edizione del Telluride Film Festival che si tiene dal 3 al 6 settembre, è stata adattata per il grande schermo da Alex Garland e racconta la storia di tre ragazzi che hanno trascorso la loro infanzia in un misterioso collegio inglese.

GALLERY | Prime immagini del dramma diretto da Mark Romanek.

Dovevamo vedere se possedete un'anima

venerdì 13 agosto 2010 - Marlen Vazzoler

Never Let Me go: dovevamo vedere se possedete un'anima Tratto dal romanzo omonimo di Kazuo Ishiguro, il nuovo film diretto da Mark Romanek (One Hour Photo), Never Let Me go è stato selezionato per aprire la 54a edizione del London Film Festival e verrà proiettato in anteprima durante il Toronto Film Festival. Romanek è conosciuto in particolare per il suo lavoro come regista di video musicali, uno dei più famosi è Scream di Michael e Janet Jackson realizzato nel 1995 che vinse il Grammy l'anno successivo come Miglior Video Musicale e rimane il video più costoso mai stato prodotto.

GALLERY | Il nuovo film di Kiera Knightley.

Prime immagini dal set

lunedì 27 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

Never Let Me Go: prime immagini dal set Al momento stanno proseguendo le riprese nella città inglese di Clevedon (a nord di Somerset) del film di Never Let Me Go, diretto da Mark Romanek, un film sci-fi con Kiera Knightley, Carey Mulligan e Andrew Garfield, adattato da Alex Garland (28 giorni dopo) da un romanzo scritto da Kazuo Ishiguro. La protagonista del film è Carey Mulligan nel ruolo di Kathy H., mentre la Knightley fa Ruth un personaggio secondario. Il film è ambientato negli anni '90 e racconta la storia di una donna che guarda indietro ai giorni in cui era a scuola.

BIZ

Nel collegio-lager ragazzi allevati come pezzi di ricambio

di Natalia Aspesi La Repubblica

Bambini come gli altri, ma non proprio: quelli che crescono chiusi nel cupo dickensiano collegio di Haisham, non hanno genitori ma non sono orfani, e al posto del cognome hanno solo una lettera dell' alfabeto come personaggi kafkiani: non sanno da chi e da dove vengono, i loro ricordi non hanno passato, il loro presente è chiuso tra le stanze e i campi e il giardino del grande vecchio collegio oltre alle cui siepi non si sono mai avventurati. Anche il futuro, come il mondo di fuori, è oscuro, forse non esiste e certo non appartiene a loro: altri l' hanno programmato, secondo i progressi della scienza, e loro non potranno cambiarlo ma solo subirlo. »

Nati senza futuro

di Paola Casella Europa

È fondamentalmente un film di atmosfera, questo adattamento cinematografico del best seller di Kazuo Ishiguro Non lasciarmi: un’atmosfera rarefatta e sospesa che può incantare o esasperare lo spettatore, ma che corrisponde perfettamente al contenuto del film, non facile da assimilare né da digerire. Quel che infatti sembrerebbe nelle prime scene l’ennesima storia di formazione di tre ragazzini in un college inglese repressivo, con tanto di triangolo amoroso, si trasforma repentinamente in un horror fantascientifico ambientato in un presente parallelo e molto più vicino alla realtà di quanto avremmo potuto sospettare. »

Nel college dei cloni l'amore non basta

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

I bambini sono bellissimi, il coro impeccabile, la preside Charlotte Rampling, dritta e severa nel suo tailleur di tweed, emana autorità e insieme fiducia. E allora perché ci assale una tristezza che non ci lascia fino alla fine? Lo capiamo qualche scena dopo, quando una maestra coraggiosa spiega agli increduli allievi di Hailsham che cosa faranno da grandi. Faranno i “donatori”, ovvero inizieranno appena adulti a cedere i loro organi a qualcuno più bisognoso (e facoltoso, pare di capire) di loro. »

“Non lasciarmi” questi cloni commuovono fino alle lacrime

di Gianni Rondolino

Tre sono le date, tre i luoghi, tre gli episodi, tre i personaggi: così è costruito narrativamente e drammaturgicamente il film di Mark Romanek Non lasciarmi, tratto dal romanzo omonimo di Kazuo Ishiguro. Un film che inizia e si conclude con l’immagine triste e commovente di Kathy H, la giovane non ancora trentenne che, dopo aver assistito alla morte dell’amico e amante Tommy e dell’amica Ruth, avrà ancora poco tempo prima di morire anch’essa. È una storia, come si sa, a dir poco angosciante, dal momento che i personaggi hanno, e sanno di avere, una vita breve, essendo dei cloni fatti nascere e crescere al solo scopo di donare in età matura alcuni organi a persone malate di cancro o di altre malattie mortali. »

Non lasciarmi | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Andreina Sirena
Rassegna stampa
Kenneth Turan
Pubblico (per gradimento)
  1° | paola di giuseppe
  2° | writer58
  3° | gumbus
  4° | unknown_soldier
  5° | renato volpone
  6° | riccardo76
  7° | algernon
  8° | hidalgo
  9° | valerr
10° | federicolippi
11° | pan....
12° | starwitness
13° | pepito1948
14° | claudiofedele93
15° | filippo catani
16° | max ferrarini
17° | gianluca78
18° | antonio madonna
19° | riccardo76
20° | lomax
21° | iankenobi
22° | sticksandstones
23° | federicolippi
24° | laura93
25° | solo un'opinione
26° | ultimoboyscout
27° | molenga
28° | max ferrarini
29° | reservoir dogs
30° | francesco2
31° | stefano pariani
32° | critika.altervista.org
Rassegna stampa
David Denby
Piera Detassis
Trailer
1 | 2 | 3 |
Backstage
1 | 2 | 3 | 4 |
Video
1|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità