Volver - Tornare

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Volver - Tornare   Dvd Volver - Tornare  
Un film di Pedro Almodóvar. Con Penelope Cruz, Carmen Maura, Lola Dueñas, Blanca Portillo, Yohana Cobo.
continua»
Drammatico, durata 120 min. - Spagna 2006. uscita venerdì 19 maggio 2006. - VM 14 - MYMONETRO Volver - Tornare * * * 1/2 - valutazione media: 3,91 su 116 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,91/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * * -
 critica * * * * -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Almodovar torna al grande cinema con un film tutto al femminile caratterizzato da momenti tragicomici e sfumature fantastiche.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Tre generazioni di donne sopravvivono alla follia della vita
Marzia Gandolfi     * * * * -

Raimunda, una giovane madre de la Mancha, trova rifugio dal suo passato a Madrid, dove vive col suo compagno Paco e la figlia adolescente, Paula. Durante un tentativo di abuso da parte del patrigno, Paula lo pugnala a morte. Scoperta la tragedia, Raimunda 'abbraccia' la figlia e la legittima difesa, coprendo l'omicidio e occultando il cadavere. Questo evento disgraziato rievoca fantasmi dolorosi e mai svaniti. Dall'aldilà torna Irene, sua madre, a chiederle perdono e a riparare la colpa.
A tornare in questo film di Almodóvar, come suggerisce il titolo, sono anche le sue attrici: ritorna Carmen Maura, non più donna sull'orlo di una crisi di nervi ma fantasma sull'orlo dell'aldiquà; ritorna Penélope Cruz, figlia e madre dopo Tutto su mia madre. Qualcuno ritorna e a qualcosa si ritorna: al cinema degli esordi, Che ho fatto io per meritare questo?, film di ambientazione popolare così prossimo a Volver, dove Carmen Maura esasperata uccideva il marito fedifrago; alla terra, la Mancha, regione dei mulini a vento e del picaresco su cui soffia incessantemente il solano, il vento dell'ovest che rende pazzi e che incendia boschi e cuori. Terra mancega, che ha generato Almodóvar, per un film mancego, che ha concepito cinque profili femminili rivelatori, in atto o anche solo in potenza, della grazia della maternità. Condizione femminile che comprende simultaneamente il materno e il natio, l'origine, il luogo in cui tutto comincia e a cui tutto ritorna. Madri, figlie e sorelle che bussano alla porta accanto dove trovano vicine generose e singolari come Augustine, che non manca mai di soccorrere, di solidarizzare e di contribuire all'economia anche affettiva della famiglia protagonista. Le donne sembrano bastare e bastarsi in questo film al femminile, dove gli uomini sono portatori di un dolore ancestrale che impongono incuranti a mogli, figlie e nipoti. Almodóvar le riunisce tutte insieme, chiamandole al di qua dall'aldilà, intorno ai tavoli, lungo i fiumi, dal parrucchiere, affinché i morti assistano i vivi, affinché le madri accudiscano le proprie figlie, "bellissime", come quella viscontiana della Magnani che Carmen Maura guarda alla televisione. Una stella per la grazia creativa di Almodóvar, un'altra per la "resurrezione" di Carmen Maura e due per gli occhi neri di Penélope, quando lacrimano e quando si colmano senza versarsi.

Premi e nomination Volver - Tornare MYmovies
il MORANDINI
Volver - Tornare recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Volver - Tornare
Primo Weekend Italia: € 1.035.000
Incasso Totale* Italia: € 6.771.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 ottobre 2006
Incasso Totale* Usa: $ 12.872.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 aprile 2007
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Volver - Tornare

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Nastri d'Argento
1
0
Golden Globes
0
2
Festival di Cannes
6
0
* * * * *

Volver, ovvero la bellezza del ritorno.

giovedì 1 giugno 2006 di m.cristina lucchetta

Un film di prodigi. Un film dove la grazia danza insieme alla morte per riconciliare i vivi. Un film dove la paura non riesce a sostenere lo sguardo di una realtà fatta di sudore, di canto e di ritorni. Un film dove “i fantasmi non piangono” e neppure i vivi, perché le lacrime più vere sono quelle nascoste nelle pieghe di una vita che deve (e vuole) trovare il modo di andare avanti ogni giorno. Volver è tutto questo. Eppure la materia trattata è incandescente. Ma Almodovar, abbandonando gli eccessi continua »

* * * * *

Venere non è mai stata così bella e disordinata

venerdì 26 maggio 2006 di Chiara

Ogni scena è un piccolo capolavoro. Fin dall'inizio, con l'immagine delle tombe e il contrasto tra l'immobilità sotterranea e il lavorio tutto femminile al di sopra. Queste donne non stanno mai ferme, sempre alle prese con questioni pratiche e questioni sentimentali che lasciano il segno. E i segni passano di generazione in generazione e il vento levantino che porta il germe della follia periodicamente ripassa a scuotere le menti e le gonne. La realtà è surreale e il surreale non è mai stato così continua »

* * * * *

"....todo sobre la vida...."

lunedì 6 novembre 2006 di Nicola Pice.

Quando, vent'anni fa, Pedro Almodóvar apparve sulla scena internazionale, l'effetto fu dirompente ed apparve subito chiaro ai più che questo buffo e sfrontato regista era dotato di un talento visionario e di un ritmo narrativo quali raramente s'erano ammirati.Le opere che ci ha regalato in questi anni ci hanno di volta in volta irritato, divertito, commosso, incupito.Rutilante, introspettivo, sentimentale, provocatore, barocco al limite del trash, con i suoi film Almodòvar ha definito un ambito continua »

* * * * -

Almodovar ( tutto sulle mie donne)

lunedì 29 maggio 2006 di Chiara

“Volver”, “Tornare”, motivo portante di un film che vede il cineasta ispanico ritornare (per l’appunto) alle origini, alla Mancha, alle sue donne ( una per tutte Carmen Maura). Ma Volver è anche il titolo di una canzone di Carlos Gardel e Alfredo Le Pera, qui interpretata con lacrime e viscere da una strepitosa Estrella Morente che si fa voce e canto per Penelope Cruz, mai così bella. Sembra che Almodovar soltanto abbia il privilegio di svelare la bellezza di questa attrice, di esternarne il talento, continua »

Martin Luther King
Alla fine ricorderemo non le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Carmen Maura
Non dire così, che mi metto a piangere… e i fantasmi non piangono.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Volver - Tornare

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 18 aprile 2007

Cover Dvd Volver - Tornare A partire da mercoledì 18 aprile 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Volver - Tornare di Pedro Almodóvar con Penelope Cruz, Carmen Maura, Lola Dueñas, Blanca Portillo. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - spagnolo, Dolby Surround 2.0 - stereo, e sottotitolato in italiano. Su internet Volver. Tornare è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Volver - Tornare

SOUNDTRACK | Volver - Tornare

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 12 maggio 2006

Cover CD Volver - Tornare A partire da venerdì 12 maggio 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Volver - Tornare del regista. Pedro Almodóvar Distribuita da Virgin.

Almodóvar della Mancia fra i segreti delle donne

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Cose magnifiche in Volver (Tornare), film molto bello di Pedro Almodóvar: l'inizio, la forza delle donne popolane de La Mancha (del resto anche gli uomini: e Don Chisciotte?), i segreti brutti occultati nelle storie di famiglia, Penelope Cruz. Il regista sembra diventato più dolce, più nostalgico rispetto al ribellista sarcastico e sulfureo d'un tempo: sarà l'età (adesso ha 55 anni), oppure il fatto spesso dichiarato che questo film in parte autobiografico è dedicato al ricordo ammirato di sua madre e delle amiche di lei, alla presenza della morte. »

Almodovar, il mondo al femminile

di Natalia Aspesi La Repubblica

Inizio travolgente: un cimitero, un vento che piega i fiori davanti ai ritratti dei defunti, una folla di donne che cantano insieme una vecchia canzone mentre spazzano, spolverano, lucidano le tombe dei loro cari, con la stessa forza abitudinaria con cui solitamente fanno brillare lavandini e pavimenti. Certe tengono allegramente in ordine la loro stessa tomba, in attesa di occuparla quando sarà arrivato il non temuto momento. Volver (Tornare), il sedicesimo film di Pedro Almodovar, mette subito di buon umore e sin dalla prima scena ci dice come ci incanterà: parlandoci di donne, della loro tenacia, solitudine, sorellanza, e di morte, o meglio di quel legame antico tra i vivi ci morti che un tempo riempiva di ricordi e di presenze la vita soprattutto delle donne. »

«Volver», diamogli la Palma e possiamo finirla qui

di Alberto Crespi L'Unità

Finiamola qui: diamo la Palma d'oro a Pedro Almodóvar e torniamo tutti a casa. Sarà difficile vedere a questo festival un film più bello di Volver; e poi, Pedro corteggia leoni e palme invano da più di trent'anni. Qui a Cannes. avrebbe meritato di vincere già con Tutto su mia madre, ma il massimo premio sarebbe ancora più giusto per Volver, che chiude un ciclo nella sua carriera, un viaggio verso la semplicità che l'ha portato a girare il suo film più secco e più personale. Almodóvar è stato per un paio di decenni un grande «eccentrico» del cinema. »

Pedro e le sue donne, in quel niente c'è tutto

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Due incesti, una resurrezione, un parricidio, un doppio uxoricidio, una malattia terminale, un funerale, una sepoltura segreta... A farne la lista Volver sembra un gran mélo pieno di tragedie e prodigi. Invece il nuovo e bellissimo film di Almodóvar, che esce nel giorno della sua presentazione a Cannes, è incredibilmente lieve, solare, generoso, toccante. Come Penelope Cruz, al suo massimo storico per bellezza e bravura, e le altre magnifiche protagoniste di questa storia fatta di sentimenti, di mestieri, di arti così femminili (incluso un certo modo di intendere l'arte di arrangiarsi) che gli uomini nel film quasi non ci sono o comunque non contano. »

Volver - Tornare | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (2)
Festival di Cannes (6)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità