•  
  •  
Apri le opzioni

Lindsay Duncan

Lindsay Duncan è un'attrice, è nata il 7 novembre 1950 Lindsay Duncan ha oggi 71 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

La scozzese che ama i classici

A cura di Annalice Furfari

Talentuosa attrice scozzese, nota più in teatro che al cinema, Lindsay Duncan ama recitare nelle rappresentazioni tratte da Harold Pinter e, sullo schermo, predilige gli adattamenti delle grandi opere letterarie e teatrali, da Shakespeare a Jane Austen, da Charles Dickens a Oscar Wilde. Gli esordi sul palcoscenico
Lindsay Vere Duncan nasce a Edimburgo il 7 novembre 1950 in una famiglia operaia. I suoi genitori si trasferiscono a Leeds e poi a Birmingham quando Lindsay è ancora una bambina e riescono a farla studiare al liceo King Edward VI di Birmingham grazie a una borsa di studio. Perso il padre a 15 anni in un incidente d'auto, Lindsay coltiva il sogno della recitazione. Il primo contatto con questo universo avviene attraverso le produzioni teatrali scolastiche, nell'ambito delle quali fa amicizia con il futuro drammaturgo Kevin Elyot e lo segue a Bristol, dove fa una serie di lavoretti mentre mette in scena la propria produzione di "Funeral Games" di Joe Orton. Terminate le scuole superiori, la Duncan si iscrive alla Central School of Speech and Drama dell'Università di Londra. Il debutto sul palcoscenico teatrale si consuma nel 1976 all'Hampstead Theatre e poi al Royal Exchange Theatre di Manchester. Tornata a Londra nel 1978, mentre si fa un nome nel teatro inglese, inizia ad apparire anche in serie televisive, come The New Avengers (1977), o in serie basate sul teatro in televisione, come BBC Play of the Month (1982).

I successi teatrali e il grande schermo
L'esordio sul grande schermo avviene nel 1984 come coprotagonista femminile della commedia romantica Compagni di viaggio di Richard Eyre, in cui un operaio di Liverpool e una femminista si scontrano e si attraggono, mentre si trovano a condividere lo stesso vagone su un treno diretto a Monaco. Nel 1987 è Anthea Lahr in Prick Up - L'importanza di essere Joe di Stephen Frears, basato sulla breve vita del drammaturgo inglese Joe Orton. Le maggiori soddisfazioni - non solo professionali - arrivano comunque sul palcoscenico, lo stesso luogo in cui incontra il futuro marito, l'attore scozzese Hilton McRae. Nel 1988 la Duncan si aggiudica il London Evening Standard Award come migliore attrice per la sua performance ne "La gatta sul tetto che scotta" di Tennessee Williams. L'anno prima aveva ottenuto una nomination ai prestigiosi Tony Awards come migliore attrice protagonista ne "Le relazioni pericolose" di Christopher Hampton, premio finalmente vinto nel 2002 con "Private Lives" di Noël Coward. Al cinema la vediamo nel ruolo di Dolphin Blue, la vedova presa di mira dal bimbo protagonista di Riflessi sulla pelle (1990), angosciante dramma di Philip Ridley, apprezzato al Festival di Cannes. È la dottoressa Agatha Webb nell'horror fantascientifico Body Parts (1991) di Eric Red. Tra i suoi ruoli televisivi più famosi c'è quello dell'affascinante Barbara Douglas, che si scopre vittima del politico protagonista della miniserie G.B.H. (1991). Nel 1993 è Annie Mayle nella miniserie A Year in Provence. In tour teatrale negli Stati Uniti in "The Cryptogram" di David Mamet, impressiona niente meno che Al Pacino, che la vuole al suo fianco sul set di City Hall (1996) di Harold Becker, thriller in cui la Duncan incarna la moglie di un Al Pacino in versione sindaco di New York che vuole diventare governatore, ma un'inchiesta su uno scontro a fuoco rischia di rovinargli la reputazione. Dopo questa prima buona prova americana, l'attrice scozzese torna a Londra per incarnare personaggi a cui è più avvezza, come quelli di Hippolyta e Titania nell'adattamento cinematografico dello shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate (1996), o quello di Lady Markby in Un marito ideale (1999), film tratto dall'omonima commedia di Oscar Wilde.

Gli anni Duemila
Voce del droide TC-14 in Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (1999) di George Lucas, quarto film della celeberrima saga fantascientifica, la Duncan incarna Mrs. Price in Mansfield Park (1999), adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Jane Austen. È apprezzata in diversi festival internazionali per la sua interpretazione di May Brogan in AfterLife (2003) di Alison Peebles, su un ambizioso giornalista scozzese costretto a scegliere tra la sua carriera o il prendersi cura della sorella minore con la sindrome di Down. Nel 2004 la Duncan è Katherine in Sotto il sole della Toscana di Audrey Wells, con Diane Lane nei panni di una scrittrice americana, depressa dopo una recente separazione, che decide di cambiare vita comprando una villa abbandonata a Cortona. Un suo ruolo molto popolare sul piccolo schermo è quello della regale Servilia dei Giunii, madre di Bruto ed ex amante di Giulio Cesare, nella serie tv Roma (2005-2007), una delle più costose mai realizzate, ambientata nella seconda metà del I secolo a.C., in una Repubblica romana ormai morente e scossa dalle guerre civili. Apparsa nel film tv giallo tratto dalla serie di Agatha Christie su Hercule Poirot Il Mistero del Treno Azzurro (2005), la Duncan interpreta Rose Harbinson nella commedia drammatica Il quiz dell'amore (2006) di Tom Vaughan, su uno studente al primo anno della facoltà di Letteratura dell'Università di Bristol nel 1985. Invecchiata dal trucco, incarna la moglie del nobile di campagna Lord Longford nel film tv Longford (2006). Nel 2009 è Adelaide Brooke, la compagna del Dottore, in un episodio speciale di Doctor Who, nonché la "lady di ferro" Margaret Thatcher nel film tv Margaret, ruolo che le vale una nomination agli scozzesi BAFTA Awards come migliore attrice. Sul grande schermo, uno dei suoi ruoli più noti è quello di Helen Kingsleigh, la madre di Alice (Mia Wasikowska) in Alice in Wonderland (2010) di Tim Burton. Nel 2011 lo scrittore inglese Alan Bleasdale la vuole nel suo primo lavoro per la televisione dopo dieci anni di assenza, L'affondamento del Laconia, miniserie che ricostruisce la drammatica storia del transatlantico carico di prigionieri di guerra inglesi e italiani che nel 1942 venne colpito dai siluri di un U-boat tedesco. Qui la Duncan incarna Elisabeth Fullwood, passeggera di prima classe. Dopo essere apparsa in un episodio della popolare serie tv inglese Black Mirror (2011) e in due episodi della serie tv Merlin (2011), l'attrice torna al cinema per interpretare la madre del giovane protagonista della commedia romantica Questione di tempo (2013) di Richard Curtis, che ha il dono di viaggiare nel tempo per correggere piccoli episodi del passato e migliorare il futuro. Nel 2013 è Meg Burrows, la coprotagonista della brillante commedia Le Week-End di Roger Michell, incentrata su due docenti inglesi sessantenni, sposati da trent'anni, che vanno in vacanza a Parigi, il luogo della loro luna di miele, per cercare di rivitalizzare il loro matrimonio.
Nel 2014 è nel cast di Birdman e nel 2017 fa parte del cast di Gifted - Il dono del talento.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2014), 119 min.
Drammatico, (USA - 2013), 123 min.
Commedia, (USA - 2013), 93 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati