•  
  •  
Apri le opzioni

Carlo Monni

Carlo Monni è un attore italiano, è nato il 23 ottobre 1943 a Firenze (Italia) ed è morto il 19 maggio 2013 all'età di 69 anni a Firenze (Italia).

Non ci resta che ridere

A cura di Giuseppe Grossi

La Toscana era la musa ispiratrice di un cantastorie appassionato. Carlo Monni era un uomo dall' aspetto burbero, ma dallo spirito verace, ironico e goliardico amante della Tradizione e di tutti valori di cui era impregnata. Monni si definiva un "bischero con un piede nel Medioevo", un attore nostalgico dei vecchi tempi, degli anni in cui il senso di appartenenza alla terra veniva alimentato da un genuino attaccamento al dialetto, al folklore popolare e soprattutto alla poesia, vera e propria amante di una vita intera. Per lui la poesia era una necessità, un modo di sentire troppo forte da non vivere assieme al pubblico e al grande amico Benigni, da lui considerato "uno scienziato di Dante". Nonostante una carriera passata sul palcoscenico, Monni amava scendere tra la platea e immergersi tra la gente. Feste popolari e spettacoli pubblici hanno confermato la missione di un uomo che credeva nell'importanza del calore umano, delle emozioni condivise e della sublime bellezza delle sue radici.

Carriera di un attore ruspante
Nato a Campi Bisenzio il 23 ottobre 1943, Monni inizia la sua carriera da caratterista esibendosi all'interno di feste paesane, contesto in cui conosce Roberto Benigni. Assieme a lui approda in televisione nel 1976, prima con Onda Libera, poi con Vita da Cioni. La notorietà televisiva conferisce a Monni notorietà e caratterizzazione comica, tanto da aprigli presto le porte del cinema. Il primo ruolo importante arriva con il tragicomico Berlinguer ti voglio bene (1977), seguito da Chiedo asilo (1979) sempre al fianco di Roberto Benigni. Sodalizio che continua con l'ispirato cult Non ci resta che piangere (1984) in cui Monni interpreta Vitellozzo. Il suo percorso d'attore conosce anche prestigiose collaborazioni con grandi registi italiani, infatti viene diretto da M. Monicelli in Speriamo che sia femmina (1986) e da P. Avati in Ultimo minuto (1987). Eppure anche il cinema ha confermato la sua predilezione per la gente toscana. Lavora con il fiorentino A. Benvenuti nel corale Benvenuti in casa Gori (1990), con L. Pieraccioni in I laureati (1995) e con il livornese P. Virzì nella produzione italo-francese N (Io e Napoleone) (2005). Negli ultimi anni, sempre conteso dal teatro, prende parte anche al biografico Il mattino ha l'oro in bocca (2008) e a Manuale d'amore 3 (2011), ultimo capitolo della trilogia di G. Veronesi.
Dopo tanti spettacoli condivisi sul palco, l'amicizia con Massimo Ceccherini li vede ancora insieme al cinema, nella commedia La mia mamma suona il rock (2013) e in Sogni di gloria del collettivo John Snellinberg, che uscirà nel 2014. Affetto da tempo da un male incurabile, Carlo Monni muore a 70 anni il 19 maggio 2013. Rimane il ricordo di un uomo vulcanico e la rievocazione di un immediato sorriso.

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2013), 94 min.
Commedia, (Italia - 2011), 100 min.
Commedia, (Italia - 2009), 105 min.
Commedia, (Italia - 2009), 90 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati