Tutti giù per terra

Film 1997 | Commedia +16 94 min.

Regia di Davide Ferrario. Un film Da vedere 1997 con Valerio Mastandrea, Carlo Monni, Adriana Rinaldi, Caterina Caselli, Benedetta Mazzini. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1997, durata 94 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,41 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Tutti giù per terra tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Davide Ferrario dedica il film a Lindsay Anderson di cui conserva la rabbia anche se la maschera sotto uno stile da videoclip. In Italia al Box Office Tutti giù per terra ha incassato 873 mila euro .

Tutti giù per terra è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,41/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,62
CONSIGLIATO SÌ
Dal libro di Culicchia Ferrario dirige Mastandrea nel suo primo ruolo importante.

Davide Ferrario dedica il film a Lindsay Anderson di cui conserva la rabbia anche se la maschera sotto uno stile da videoclip. Le vicende di Walter, che traggono origine dal libro di Giuseppe Culicchia, si sviluppano in una Torino a cui il protagonista è estraneo così come alla vita dei nostri giorni. Studente fuori corso di filosofia, disoccupato prima e obiettore di coscienza poi, vergine e privo di ideali il Nostro si sposta da una precarietà all'altra senza poter neppure sperare in un approdo sicuro.

TUTTI GIÙ PER TERRA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
TheFilmClub
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 15 febbraio 2011
Dandy

Bella trasposizione del romanzo di Giuseppe Colicchia.Una commedia sul disagio di alcuni giovani nell'Italia odierna(il fatto che sia stato girato nel'97 non deve trarre in inganno),che sotto l'apparente cinismo covano frustrazioni,delusioni,e incapacità di ribellarsi veramente.Non ci sono tentazioni "giovanilistiche",come invece avverrà negli innumerevoli esempiacci [...] Vai alla recensione »

martedì 3 agosto 2010
Kronos

Una delle poche grandi commedie italiane degli ultimi decenni: movimentata, creativa e imprevedibile nello stile, caustica e grottesca nei contenuti. Risulta perfettamente calibrato il cast, su cui spicca uno stralunato, derelitto Valerio Mastandrea, forse al suo meglio. A distanza di tanti anni il film non invecchia e continua a dare molti punti alle (innocue)commediole giovanilistiche odierne. [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 agosto 2010
margheghi

Bello! Guardato quasi per caso una sera di agosto milanese prima di partire delle vacanze. Peccato sia stato ignorato dalla critica e dal pubblico... merita veramente, sia gli attori che la regia e soprattutto la sceneggiatura. Si riflette, si prova rabbia, si sorride insieme al protagonista Walter.

venerdì 5 luglio 2013
gianleo67

Walter è uno svagato ventenne che si divide tra il menage conflittuale con i genitori, una vita da svogliato e inconcludente studente di filosofia e l'idealismo un pò vacuo di chi non sa scegliere un percorso professionale e umano soddisfacente passando le sue giornate tra la lettura dei classici e indolenti velleità letterarie.

venerdì 27 agosto 2010
paride86

Commedia italiana fuori dal coro per i temi e per lo stravagante humour che a permea. Non è un risultato eccellente, ma certamente si fa notare per il sarcastico ritratto che fa della società italiana. Mastandrea perfetto nella parte.

Frasi
Le discoteche sono come le chiese: preti e dj si dannano l'anima per convicerci che tutto va bene, tutto è bellissimo. Io in chiesa ed in discoteca ci andavo in media una volta all'anno: in chiesa quando moriva qualche parente, in discoteca oggi. E più o meno con lo stesso stato d'animo.
Una frase di Walter (Valerio Mastandrea)
dal film Tutti giù per terra - a cura di D1am0ndGrl
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

“Per non far danni a me e agli altri ero vergine: così almeno evitavo l'eiaculazione precoce”, spiega la voce narrante del protagonista ventitreenne di Tutti giù per terra di Davide Ferrario, tratto dal romanzo di Giuseppe Culicchia (editori Garzanti, Tea), girato a Torino, musicato dal Csi (Consorzio suonatori indipendenti). Il padre, operaio lettore dell'Unità, non capisce suo figlio: “Non sei voluto [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati