Suburra

Acquista su Ibs.it   Dvd Suburra   Blu-Ray Suburra  
Un film di Stefano Sollima. Con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Alessandro Borghi, Greta Scarano.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 130 min. - Italia 2015. - 01 Distribution uscita mercoledì 14 ottobre 2015. MYMONETRO Suburra * * * 1/2 - valutazione media: 3,52 su 94 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,52/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Là dove criminalità e potere si incontrano e collaborano: Suburra è ancora vivae questa volta l'affare è una grossa speculazione edilizia ad Ostia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Suburra è ottimo cinema medio ma sceglie di rinunciare alla grandezza
Paola Casella     * * * - -

12 novembre 2011. Silvio Berlusconi rassegna le sue dimissioni da Presidente del Consiglio. La storia di Suburra, basato sul romanzo omonimo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, comincia sette giorni prima, immaginando che proprio allora Papa Ratzinger prenda la storica decisione di abbandonare il ruolo di pontefice. Il film è dunque incorniciato da due abbandoni "paterni", è dedicato da Stefano Sollima al padre Sergio, e racconta l'assenza (o la defezione) delle figure maschili di riferimento nella società italiana, attraverso le avventure di un gruppo di uomini cui viene continuamente ripetuto di non essere all'altezza del proprio genitore.
C'è Filippo Malgradi, politico corrotto e dissipato, che passa la notte con due escort, di cui una minorenne, e si caccia in un ginepraio senza fine. C'è Sebastiano, organizzatore di feste vip abituato a fare il vaso di coccio fra vasi di ferro. C'è Numero 8, giovane boss della malavita di Ostia che sogna di trasformare il litorale romano in una Las Vegas, come Bugsy Siegel. C'è Manfredi Anacleti, capo di un clan di zingari che vorrebbe fare il salto nel crimine di serie A. E ci sono Sabrina, l'escort che fornisce la "carne fresca" a Malgradi, e Viola, la compagna tossica di Numero 8. I destini di tutti i personaggi sono destinati ad incrociarsi illuminando il legame che esiste da sempre (o almeno dai tempi della Suburra romana) fra criminalità e potere politico.
Dopo il coraggioso ACAB e la serie televisiva Gomorra, Sollima si cimenta con questo "romanzo criminale" cercando di dargli il respiro della lunga serialità, ma sacrificando nell'impresa molti snodi narrativi che sarebbero necessari per capire fino in fondo la trama: qui e là la sceneggiatura, firmata da Stefano Rulli e Sandro Petraglia oltre che da De Cataldo e Bonini, dimentica infatti di comunicare al pubblico dettagli importanti sul come, il quando e il perché avvengano determinati eventi e scambi di informazioni. A molti spettatori questo non importerà, presi come saranno dall'incalzante ritmo narrativo che Sollima imprime alle vicende e a i personaggi: la sua regia è impeccabile, energica, bizantina, fa leva su inquadrature calibrate al millimetro e sulla fotografia opulenta di Paolo Carnera. In questo senso Suburra è una goduria per gli occhi e avrà quel riscontro del pubblico che cerca incessantemente.
Azzeccato anche il cast, su cui giganteggia Pier Francesco Favino in un'interpretazione che ha mille sfumature, evidenti già dalla prima scena. Il lavoro che Favino opera sulla voce, sulla postura, su uno sguardo che passa dalla morte dell'anima alla virulenza dell'istinto vitale è da Actor's Studio (e da incetta di premi). Lo affiancano un solidissimo Claudio Amendola nel ruolo del Samurai, l'unico personaggio veramente adulto della storia (e non è una buona notizia, essendo il Samurai un ex componente della Banda della Magliana); Elio Germano, untuoso publicist senza spina dorsale; Alessandro Borghi, nitido e potente Numero 8; Giulia Elettra Gorietti, escort fragile e corrotta; Greta Scarano, tossica fedele e a suo modo coerente. Il pubblico si divertirà a capire a quale personaggio realmente esistitente ognuno dei personaggi fa riferimento niente affatto casuale (e anche l'Ama fa un cameo non accreditato).
Il tallone d'Achille di Suburra resta la storia, che mostra sì una conoscenza approfondita delle dinamiche politiche e del sottobosco del generone romano, ma sembra conoscere (o capire) molto meno bene il mondo della criminalità, fumettizzandone i modi e i caratteri. Se i politici di Suburra e la corte dei miracoli di nani e ballerine sono riconoscibili alla lettera, i criminali sembrano gaglioffi da cinema, il che risulta ancora più evidente nell'accostamento (quasi impossibile da evitare) fra il film di Sollima e Non essere cattivo di Claudio Caligari, girato proprio fra i piccoli malviventi di Ostia (e cointerpretato da Alessandro "Numero 8" Borghi). Quel che è più grave è che, in questa ricostruzione del momento in cui l'Italia si è trovata "sull'orlo del baratro", non vengono messi in evidenza i prodromi della crisi di oggi, col risultato di mostrare un sistema di potere superato senza indicare in quale nuovo assetto si sarebbe riconfigurato.
Suburra è ottimo cinema medio ma sceglie di rinunciare alla grandezza, dunque pur nella sua estrema piacevolezza (soprattutto estetica) non sposta in avanti l'arte cinematografica nel suo complesso, né accresce la nostra comprensione della società italiana contemporanea. Eppure Sollima avrebbe tutte le carte in regola per uscire dalla dimensione artigianale e prendere il volo, come ha già dimostrato in ACAB, attraverso quella cifra autoriale tutta sua: sporca, ambigua, scorretta come la vita, soprattutto in certi ambiti. La sua grandezza potenziale è visibile in alcuni scambi: quello fra il Samurai e Malgradi; fra il Samurai e sua madre; fra il Samurai e Numero 8. Non è un caso, essendo il Samurai l'unico padre (ancorché degenere) la cui "idea sopravvive nel cuore", in questa storia di figli bastardi i cui "i referenti non esistono più", dove tutti tradiscono tutti e nessuno crede più a niente.

Incassi Suburra
Primo Weekend Italia: € 1.742.000
Incasso Totale* Italia: € 4.624.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 novembre 2015
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Suburra

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
6
David di Donatello
0
5
* * * * -

Una lunga corsa verso l’apocalisse

mercoledì 21 ottobre 2015 di Bomber89

Ambientato a Roma e con accadimenti storici realmente successi sullo sfondo, Suburra è un intreccio pericoloso tra malavita, Stato e Chiesa. L’incrocio di vite che viene a crearsi sembra quasi una giostra impazzita che non si riesce più a fermare; tra queste Pierfrancesco Favino, che interpreta il politico corrotto Malgradi, dà ancora una volta saggio della sua bravura; ma anche gli altri interpreti principali non fanno peggio: Claudio Amendola e Alessandro Borghi nei continua »

* * * * *

Roma-nzo criminale oggi

giovedì 15 ottobre 2015 di Zaxyx

In una Roma cupa e noir del 2011, una settimana di eventi importanti per l'Italia e la chiesa viene raccontata con le vicende intrecciate di politici, malavita e Vaticano. Tratto dal libro di Giancarlo de Cataldo (Romanzo Criminale) e Carlo Bonini il regista Stefano Sollima elimina ogni figura poliziesca di indagine per lasciare il campo alle immagini forti dei personaggi che governano la città di oggi. E non fa sconti, ogni personaggio dimostra il pericoloso decadimento morale di Roma e del nostro continua »

* * * - -

Suburra fa rima con gomorra(la serie)

venerdì 16 ottobre 2015 di tool27

La "Suburra", come ci ricordano teaser e trailer del film, era un quartiere dell'antica Roma in cui criminalità e politica si incontravano segretamente. Partendo dall'omonimo romanzo e da freschi fatti di cronaca, (il libro preveggente di Bonini e De Cataldo è uscito prima dell’inchiesta di Mafia Capitale) Sollima ci conduce in quell’intercapedine oscura in cui politici e criminali sono seduti ancora allo stesso tavolo. Al centro della vicenda c’è continua »

* * * * -

Finalmente cinema!

giovedì 15 ottobre 2015 di brian77

mi sa che a suon di vedere il micro-cinema italiano da micro-autore per festival, c'eravamo un po' dimenticati di cosa può essere il cinema quando qualcuno sa farlo. Quello di Sollima sarà uno stile ruvido e da post-poliziotteschi, ma almeno guarda al di là degli orizzonti angusti in cui s'è rinchiusa la stragrande maggioranza delle produzioni italiane. Quest'anno finora ho visto o il vero cinema d'autore (Bellocchio) o il vero cinema-cinema (Sollima), che sono poi due facce di uno stesso schermo: continua »

samurai
"Non l'ho ucciso io, l'ha ucciso Roma"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Filippo Malgradi e Samurai
Sei stato tu? ...è stata Roma.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Filippo Malgradi e Samurai
Sei stato tu? ...è stata Roma.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Suburra oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Suburra

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 10 marzo 2016

Cover Dvd Suburra A partire da giovedì 10 marzo 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Suburra di Stefano Sollima con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Alessandro Borghi. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Suburra (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 13,49 €
Prezzo di listino: 17,99 €
Risparmio: 4,50 €
Aquista on line il dvd del film Suburra

FOCUS | Il film di Sollima è assolutamente funzionale: al pubblico, al momento, al marketing, al dibattito. Di Pino Farinotti.

Lezione di astuzia

domenica 25 ottobre 2015 - Pino Farinotti

Suburra: lezione di astuzia Suburra è un film assolutamente funzionale: al pubblico, al momento, al marketing, al dibattito. Qualche film l'ho visto (e scritto), qualche storia l'ho letta (e scritta), e mi inchino alla professionalità, e alla perfetta scaltrezza degli autori. I nomi vanno fatti: Giancarlo de Cataldo e Carlo Bonini, che firmano il romanzo, e gli immancabili marpioni Rulli e Petraglia (coppia di grandi successi televisivi, come La piovra, e altri).

   

LIBRI | Scopri il romanzo di Giancarlo De Cataldo da cui è tratto il film.

Il libro

giovedì 1 ottobre 2015 - a cura della redazione

Suburra, il libro Una Roma lunare e sguaiata scenario di una feroce mattanza. Un Grande Progetto che seppellirà sotto una colata di cemento le sue periferie. Due vecchi nemici, un bandito e un carabiniere, che ingaggiano la loro sfida finale. Intanto, mentre l'Italia affonda, politici, alti prelati e amministratori corrotti sgomitano per partecipare all'orgia perpetua di questo Basso Impero criminale. Acquista su ibs.it »

   

NEWS | In esclusiva su MYmovies.it. Dal 14 ottobre al cinema.

Il teaser trailer e il poster

martedì 25 agosto 2015 - a cura della redazione

Suburra, il teaser trailer e il poster Dopo aver diretto con successo ACAB - All Cops Are Bastards e le serie televisive di Romanzo Criminale e Gomorra, Stefano Sollima torna al cinema con una crime story ambientata a Roma; una storia di fantasia, ma che mai come in questo periodo trova riscontro nelle vicende che vedono la Capitale assoluta protagonista. Tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo, Suburra - di cui vi presentiamo oggi il teaser trailer e il poster - ha come protagonisti un parlamentare colluso, un pericoloso esponente della banda della Magliana, il clan degli zingari, un boss della mala di Ostia.

   

VIDEO | Il cast (artistico e tecnico) del film racconta il regista. Dal 14 ottobre al cinema.

Su stefano sollima

mercoledì 23 settembre 2015 - a cura della redazione

Suburra, su Stefano Sollima Regista di ACAB - All Cops Are Bastards e delle serie Romanzo Criminale e Gomorra, Stefano Sollima, figlio di Sergio, torna al cinema con una nuova storia criminale dal titolo Suburra, interpretata tra gli altri da Pierfrancesco Favino, Claudio Amendola ed Elio Germano. Nella clip in esclusiva il cast - tecnico e artistico - del film racconta il modo di lavorare del regista romano. La Suburra del titolo nell'Antica Roma era il luogo dove politica e criminalità s'incontravano segretamente. Duemila anni dopo la Suburra è ancora là, in una Roma che, oggi più di allora, è la città del potere: quello del Vaticano, quello dei grandi palazzi della politica e quello della strada dove la criminalità cerca di imporre la sua legge.

   

"Suburra", il film che ha capito tutto prima di Mafia Capitale

di Marco Travaglio Il Fatto Quotidiano

Suburra, nell'antica Roma, era il borgo più plebeo e malfamato, crocevia di crimine e potere. Anche Giulio Cesare, nobile ma squattrinato, viveva lì. Oggi Suburra è un film prodotto da Kattleya, diretto col ritmo incalzante della fiction da Stefano Sollima e tratto dal romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo. Che è uscito due anni fa, ma pare scritto domattina. Incredibilmente, né gli autori del libro né gli sceneggiatori del film (la premiata ditta Rulli & Petraglia) avevano sottomano le intercettazioni di Mafia Capitale. »

Roma, un western metropolitano

di Valerio Caprara Il Mattino

Come sa girare lui un'esecuzione criminale, una scena di sesso orgiastico, un faccia a faccia tra gangster, un'adunata forcaiola, il lusso trash di una villa zingaresca o una sparatoria al supermarket, a stento se ne possono contare sulle dita di una mano. Sollima, come ci sembrò chiaro in tempi non sospetti, è il De Palma italiano, un costruttore di macchine epiche che non si speccbia nella tecnica ma ne usa, e se occorre abusa, con l'unico compulsivo scopo di avvincere, emozionare, quasi strappare a viva forza il comune spettatore dall'apatia mortale a cui oggi sembra condannato. »

Dalla minaccia alla tenerezza Borghi fa vibrare le emozioni

di Fulvia Caprara La Stampa

Il sogno della ricchezza facile, con il lungomare di Ostia trasformato in una scintillante Las Vegas, illumina lo sguardo allucinato di Numero 8, il criminale giovane che gestisce i traffici malavitosi del litorale romano e si oppone, con temeraria tracotanza, alle regole imposte dai signori del male. Nell'affresco al nero di Suburra, regia di Stefano Sollima, le figure di Numero 8, interpretato da Alessandro Borghi, e della fidanzata tossica Viola (Greta Scarano) emergono vivide e potenti, gravate da quel senso di spreco che accompagna, da sempre, i ritratti di gioventù bruciata. »

Un western metropolitano che è un capolavoro

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Stefano Sollima, figlio del compianto Sergio (quello di Sandokan), ha avuto un grande pregio in questi ultimi anni; quello di aver reinventato la cinecriminalità italiana, dirigendo e appassionando, per la televisione, due saghe cult come Romanzo criminale - La serie e Gomorra - La serie. Suhurra ne è il naturale approdo, il suo sublime riassunto, un capolavoro che ti lascia a bocca aperta. Racconta un mondo marcio, scandito con un conto alla rovescia di sette giorni che porta dritti ad una Apocalisse dell'anima, dove tutti, bene o male, escono sconfitti. »

Suburra | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | bomber89
  2° | zaxyx
  3° | sandy walsh
  4° | ostone
  5° | xerox
  6° | zancle93
  7° | andrea buono
  8° | alex2044
  9° | the beast
10° | tool27
11° | simianrogue
12° | affabuloscopio
13° | poupaud
14° | alberto.dif
15° | lo stopper
16° | flavio micarelli
17° | hollyver
18° | jackiechan90
19° | surofi
20° | gabrykeegan
21° | dhany coraucci
22° | kronos
23° | themaster
24° | carlosantoni
25° | brian77
26° | bob11_17
27° | felipito
28° | vileto
29° | stefano73
30° | nello2ivanovic
31° | maynardi araldi
32° | claudio di trapani
33° | jaki95
34° | alberto mancini
35° | onufrio
36° | enrico danelli
37° | magiciansofà
38° | vautrin
39° | dejan t.
40° | magiciansofã 
41° | maurizio meres
42° | kleber
43° | no_data
44° | elpiezo
45° | flyanto
46° | pisiran
47° | gpistoia1939
48° | bruce wayne
49° | odi75
50° | fabiofeli
51° | lucva
52° | joker 91
53° | contrammiraglio
54° | dario
55° | kondor17
56° | giulio
57° | suburro
58° | attiliolacassa
59° | gianleo67
60° | gamberus
61° | nanni
Rassegna stampa
Lee Marshall
Nastri d'Argento (7)
David di Donatello (5)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 14 ottobre 2015
Showtime
  1 | Emilia Romagna
  1 | Toscana
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità