A Serious Man

Acquista su Ibs.it   Soundtrack A Serious Man   Dvd A Serious Man   Blu-Ray A Serious Man  
Un film di Joel Coen, Ethan Coen. Con Michael Stuhlbarg, Richard Kind, Fred Melamed, Sari Lennick, Adam Arkin.
continua»
Commedia, durata 105 min. - USA, Gran Bretagna, Francia 2009. - Medusa uscita venerdì 4 dicembre 2009. MYMONETRO A Serious Man * * * 1/2 - valutazione media: 3,66 su 152 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,66/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * * -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La storia segue un uomo normale che cerca chiarezza in un universo dove i Jefferson Airplane sono alla radio e le F-Troop sono in TV.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una messe di guai per un uomo semplice nel Mid West del 1967 e nello splendore registico dei Coen
Marzia Gandolfi     * * * * 1/2

Da qualche parte nel Mid West, 1967. Larry Gopnik è un professore di fisica con poche pretese e molti guai. La moglie gli preferisce il più serio Sy Ableman e vuole un divorzio rituale per (ri)sposarsi nella fede, il figlio fuma spinelli e ascolta i Jefferson Airplane in attesa di celebrare il suo Bar mitzvah, la figlia lava principalmente i capelli e gli ruba il denaro per rifarsi il naso, il fratello russa sul suo divano e redige un diario sul calcolo delle probabilità, uno studente coreano lo corrompe col denaro e lo minaccia di diffamazione, una bella vicina si offre nuda ai raggi del sole e al suo sguardo, un vicino di casa taglia la sua erba sempre meno verde. Travolto da una messe di guai, Larry si rivolge a uno, due e tre rabbini per ascoltare la parola di Hashem e interpretare la sua volontà. In attesa di una cattedra all'Università, dell'esito delle lastre e dell'arrivo dell'uragano, Larry insegue la strada per diventare un mensch, un uomo serio.
Come sempre, dietro e prima di ogni storia coeniana c'è un piccolo evento, un incontro fortuito, una notizia di cronaca, un romanzo o addirittura un poema in versi, insomma ogni cosa può diventare pretesto e scintilla per avviare la giostra dell'assurdo e lo splendore registico dei fratelli di Minneapolis. Questa volta il sipario si alza su uno shtetl polacco dove un uomo, una donna e un supposto dybbuk (un'anima posseduta) interagiscono e parlano una lingua antica e minoritaria, l'yiddish. Un secolo dopo e in un continente altro, i Coen voltano pagina e piombano nel Mid West attraverso un auricolare che suona "Somebody to love" nell'orecchio di un indisciplinato studente ebreo. Il prologo, avulso dalla storia che segue ma iscritto nel corpo del film, favorisce il gioco interpretativo e lo impone come strumento necessario e come parte integrante della sceneggiatura. Frammento estraneo alla vicenda dominante che tuttavia la presenta e la connota in senso ebraico.
Come già dimostrato da Marge, l'agente incinta di Fargo, nel più stupido dei mondi possibili che annichilisce i soggetti, c'è spazio anche per "l'uomo ordinario" per il quale la realtà non è a tutti i costi il peggior mondo possibile. Per questa ragione il dio-regista a due teste si diverte a tormentare Larry Gopnik, a giocargli irridenti scherzi (la morte di un grasso avvocato), rovesciandone repentinamente prospettive ed attese.
A serious man si impegna a raccontarci l'impossibilità di una famiglia (e di una vita) perfetta e l'irraggiungibilità di una felicità inattaccabile. La telefonata di un medico o l'occhio di un ciclone possono abbattersi impietosi, costringendo nella riserva onirica dell'immaginazione gli impossibili desideri di un uomo semplice, di un marito improbabile ma probabilmente innamorato.
Il professore ebreo di Michael Stuhlbarg come il drugo Lebowski e il barbiere "che non c'era" vengono trascinati in un'incredibile sciarada di disavventure contro la propria radicale apatia. Sospeso tra l'orrore per il caos della vita e la noia esistenziale, Larry si rivolge a tre rabbini per non precipitare nel vuoto e in un movimento insensato. La risposta è un grande buco di senso intorno al quale i Coen fanno scorrere le azioni dei personaggi. L'yiddish e l'ebraico diventano lingue morte di un rituale ormai privo di significato che il rabbino Marshak converte nel linguaggio e nei versi rock dei Jefferson Airplane prima dell'uragano e della fine (del film? Di tutto?).
Ancora una volta i Coen tendono fino all'estremo la corda, sfiorando un happy end, per poi capovolgere tutto con il colpo di coda dell'ultima battuta e dell'ultima inquadratura. Battuta e inquadratura che azzerano e (insieme) moltiplicano qualsiasi dubbio sul senso ultimo del film. Cabalistico.

Premi e nomination A Serious Man MYmovies
A Serious Man recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi A Serious Man
Primo Weekend Italia: € 633.000
Incasso Totale* Italia: € 2.647.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 luglio 2010
Incasso Totale* Usa: $ 9.191.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 10 gennaio 2010
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
65%
No
35%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination A Serious Man

premi
nomination
Premio Oscar
0
2
Golden Globes
0
1
David di Donatello
0
1
BAFTA
0
2
* * - - -

I coen sparano a salve

lunedì 7 dicembre 2009 di dogen

I fratelli Coen ci hanno abituato alla mancanza di punti fermi nella loro produzione, quindi è con la dovuta apertura che approciamo a questo nuovo lavoro. Eppure qui, lo devo dire, il cambio non aggiunge nulla. Hanno toppato. Questo è il film più noioso, più monotono, meno divertente e... più personale (forse proprio per questo a noi poco accessibile) che abbiano mai fatto. Ho visto gente che non si limitava a cadere addormentata, ma che cercava di addormentarsi, per accorciare l’agonia.  continua »

* * * * -

L'incertezza, vera condizione dell'uomo

domenica 6 dicembre 2009 di laulilla

Il film invita a riflettere su alcuni interrogativi ai quali tutti gli uomini, in tutti i tempi, hanno cercato di dare risposta, attraverso le religioni, attraverso le filosofie morali, ma anche attraverso la pretesa di ricondurli ad una spiegazione razionale. Qual é il senso del nostro esistere? Il bene e il male in che modo sono distinguibili? La scienza è in grado di migliorare davvero la nostra esistenza? Il protagonista, Larry, è un serio e impegnato insegnante di fisica della provincia americana, continua »

* * - - -

Nonostante i buoni propositi è stata una noia

domenica 3 gennaio 2010 di Gropius

Non basta chiamarsi Coen per confezionare sempre ottimi film.Se codesto film fosse stato l'opera prima di un regista emergente non credo proprio che egli avrebbe riscosso consensi unanimi di critica.Probabilmente attraverso questo film i fratelli Coen hanno voluto raccontare ,riferendosi anche al mondo ebraico stereotipato,dell'impossibilità di prevedere e di dare spiegazioni rassicuranti agli eventi che in modo del tutto probabilistico si susseguono nella vita delle persone;riferimenti alla cabala,alla continua »

* * * * -

Coen disperati

martedì 8 dicembre 2009 di olgadik

Ma cosa è accaduto ai fratello Coen? Critici illustri hanno decretato che tutto è al suo posto, come al solito: la satira, l’ironia, il tragicomico e la cifra complessiva dei due autori. Io che non sono un critico e tanto meno illustre, posso permettermi quindi un’opinione divergente. Ho trovato A serisous man un film tragico e direi disperato, percorso da una vena di cupo pessimismo. Questo non esclude qualche battuta di genio o la caratterizzazione comica di personaggi minori che sembrano figurine continua »

Larry Gopnik (Michael Stuhlbarg)
Cat is dead?...Or is still alive?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Larry Gopnik
Strade? dove siamo diretti non abbiamo bisogno di strade....
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rabbino Marshak e Danny
Rabbino Marshak: "Quando la verità si scopre essere falsità...
e tutta la speranza, dentro di te, se ne và...
che cosa si fa?

Grace Slick, Marty Balin, Paul Kantner, Jorma... "
danny: "Kaukonen"
Rabbino Marshak: "...qualcosa... questi sono i membri degli Airplane..
(e restituendo la radio e l'auricolare a Danny) fa il bravo..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film A Serious Man oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | A Serious Man

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 22 ottobre 2015

Cover Dvd A Serious Man A partire da giovedì 22 ottobre 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd A Serious Man di Joel Coen, Ethan Coen con Simon Helberg, Adam Arkin, Richard Kind, George Wyner. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Serious Man (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film A Serious Man

SOUNDTRACK | A Serious Man

La colonna sonora del film

Disponibile on line da sabato 30 giugno 1990

Cover CD A Serious Man A partire da sabato 30 giugno 1990 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film A Serious Man del regista. Joel Coen, Ethan Coen Distribuita da Lakeshore. Su internet il cd A Serious Man è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 31,50 €
Aquista on line la colonna sonora del film A Serious Man

INCONTRI | Un'intervista ai fratelli Coen.

Presentato al festival del film di roma

giovedì 22 ottobre 2009 - Gabriele Niola

A serious man presentato al Festival del Film di Roma Far parlare i fratelli Coen non è semplice. Sono così gentili da prestarsi quando ci sono degli eventi particolari ma quando si tratta delle conferenze stampa di routine, quelle che accompagnano l'uscita di ogni film, non sono altrettanto disposti a rilasciare più di qualche frase. Eppure gli enigmatici fratelli con il poco che dicono sanno essere incisivi. Di sicure ci sono le informazioni. Il loro nuovo film A serious man presentato al Festival del Film di Roma ha sicuramente un retroterra biografico, si svolge infatti in una comunità ebrea degli anni '60 molto simile a quella dove sono cresciuti i registi/scrittori "ma il resto è ficiton" ci tiene a precisare Ethan.

VIDEO | In arrivo, il nuovo lavoro dei fratelli Coen.

Due spot in esclusiva

martedì 1 dicembre 2009 - Lisa Meacci

A Serious Man: due spot in esclusiva A più di un anno di distanza da Burn After Reading - A prova di spia, i fratelli Coen tornano al cinema con la loro ultima fatica, A Serious Man, in uscita nelle sale a partire dal 4 dicembre. Ambientato nel 1967, in una non ben identificata comunità ebraica del Mid West, il film racconta la storia di Larry Gopnik (Michael Stuhlbarg), un professore di fisica alle prese con una moglie che lo sta per lasciare, un fratello disoccupato, un figlio con seri problemi disciplinari, una figlia che gli ruba i soldi per rifarsi il naso, un anonimo che gli scrive lettere minacciose mettendo a repentaglio la sua cattedra all'Università e uno studente che tenta di corromperlo per ottenere la promozione.

   

VIDEO | Il nuovo film diretto dai fratelli Coen.

Il trailer

mercoledì 5 agosto 2009 - Marlen Vazzoler

A Serious Man: il trailer La Focus Features ha fatto uscire il trailer del nuovo film diretto da Joel ed Ethan Coen (Il grande Lebowski, Non è un paese per vecchi), girato l'anno scorso in Minnesota dopo aver finito le riprese di Burn After Reading, presentato alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia. Si tratta di una commedia nera ambientata nel 1967 che racconta di Larry Gopnick, un professore di fisica della Midwestern University che è stato appena informato che sua moglie Judith (Sari Lennick) lo sta lasciando. Si è innamorata di uno dei suoi pomposi colleghi, Sy Ableman (Fred Melamed), che sembra una persona più solida dell'inetto Larry.

   

Una lezione di vita offerta dai fratelli Coen

di Antonello Catacchio Il Manifesto

Quasi più nessuno si ferma in sala a leggere i titoli di coda di un film. Ci ha diseducati la tv, poi eventuali informazioni sono rintracciabili in rete e sono diventati troppo lunghi. Resta il fatto che solo pochi appartenenti alla setta adoratrice del grande schermo si ostinano a fissare rapiti quell'infinità di nomi che scorrono. E solo loro potranno godere quando in A serious man, il nuovo lavoro dei fratelli Coen, alla fine compare la scritta «nessun ebreo è stato maltrattato durante la realizzazione di questo film». »

Dio se la ride con i Coen

di Alberto Crespi L'Unità

La misteriosa lingua che si sente all'inizio è yiddish. E già questo dice molto su A Serious Man, il nuovo film di Joel e Ethan Coen passato ieri al festival di Roma (in Italia esce, per Medusa, il 4 dicembre). È il film con il quale Joel e Ethan confessano apertamente una cosa che i più astuti fra noi, di fronte al cognome Coen, avevano sospettato: sono ebrei, e pronti a fare i conti con la propria cultura. Il prologo sembra uscire dalle pagine di Singer: in uno shtetl, un villaggio dell'Europa centrale dell’800, un marito e una moglie si trovano di fronte a un dybbuk, uno spettro. »

Una vita difficile

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Per i due fratelli di Minneapolis, la coppia che ha consegnato agli ultimi due decenni il meglio della commedia cinematografica contemporanea - toccando l' apice con Il grande Lebowski - era così importante segnalare che questo film è dedicato alle loro radici ebraiche che i primi minuti sono occupati da un prologo parlato in yiddish e ambientato in uno shtetl polacco di cento anni fa. Un prologo del tutto gratuito, scollegato da ciò che segue e ininfluente sulla storia poi raccontata. Sembra una di quelle digressioni (irresistibili, tipo quella della cadrega) di Aldo, Giovanni e Giacomo. »

Tutti i crucci di Giobbe

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

A serious man dei fratelli Coen racconta con geniale e dissacrante ironia la vita di Larry Gopnik, professore di fisica ebreo, bersagliato dalla sfortuna. Avrà meritato i suoi castighi? Ha un prologo tragicamente comico, A serious man ( Usa, 2009, 105'). In uno schtetl vicino a Lublino, nel gelo dell'inverno, una coppia di ebrei attende uno strano visitatore. È un benefattore incontrato per strada, come racconta (in yiddish)il marito,che l'ha invitato a cena? O è un dybbuk, lo spirito di un morto, come controbatte la moglie? Lui cerca e trova motivi ragionevoli per sostenere la sua tesi, ma lei è cocciuta. »

A Serious Man | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)
David di Donatello (1)
BAFTA (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità