Non è un paese per vecchi

Acquista su Ibs.it   Dvd Non è un paese per vecchi   Blu-Ray Non è un paese per vecchi  
Un film di Ethan Coen, Joel Coen. Con Tommy Lee Jones, Javier Bardem, Josh Brolin, Woody Harrelson, Kelly MacDonald.
continua»
Titolo originale No Country for Old Men. Thriller, durata 122 min. - USA 2007. - Universal Pictures uscita venerdì 22 febbraio 2008. MYMONETRO Non è un paese per vecchi * * * 1/2 - valutazione media: 3,52 su 570 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,52/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
L'avventura di un uomo in fuga in Texas tra soldi, droga e assassini.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
I Coen riescono ancora a fare un cinema di qualità, spettacolare ma al contempo profondamente morale
Giancarlo Zappoli     * * * - -
Showtime:
domenica 2 ottobre 2016 alle ore 2,20 in TV su SKYCINEMACULT
Scopri gli altri film in televisione »

Llewelyn Moss trova, in una zona desertica, un camioncino circondato da cadaveri. Il carico è di eroina e in una valigetta ci sono due milioni di dollari. Che fare? Llewelyn è una persona onesta ma quel denaro lo tenta troppo. Decide di tenerselo dando il via a una reazione a catena che neppure il disilluso sceriffo Bell può riuscire ad arginare. Moss deve fuggire, in particolare, le 'attenzioni' di un sanguinario e misterioso inseguitore.
Ispirato al romanzo del Premio Pulitzer Cormac McCarthy il nuovo film dei Coen conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, la coerenza e l'originalità dei due fratelli divenuti ormai un marchio di fabbrica.
McCarthy è il riconosciuto interprete letterario dei mutamenti di un mondo (quello del West e della frontiera messicana) divenuto estremamente più violento di quanto non lo fosse nell'epoca che lo ha fatto divenire mito cinematografico. McCarthy non è però interessato a una cinica e compiaciuta presa d'atto di una realtà innegabile. Neppure i Coen lo sono. Qui si trova il punto di contatto tra le due letture di un'umanità che cambia. La chiave di volta sta proprio in questa parola: umanità. Perché i due registi ci offrono una sceneggiatura decisamente più eccessiva di quella, già considerata molto violenta, di un film come Fargo.
Le uccisioni abbondano in Non è un paese per vecchi ma si inseriscono in una narrazione che fa dell'iperbole la propria cifra stilistica. A differenza di Tarantino però i Coen non si fermano alla coreografia raffinata della violenza. Non si accontentano di ironizzare. Non gli basta mostrare quanto sono bravi a suscitare il riso dinanzi a un uomo che muore. Non è questo il loro scopo. Ciò che per loro conta è riuscire a mettere in rilievo anche solo una scintilla di umanità in un mondo che sembra governato dalla follia. Riescono a farlo grazie al personaggio dello sceriffo interpretato da un Tommy Lee Jones che, non a caso, è uno dei protagonisti di questo film dopo aver diretto e interpretato Le tre sepolture ambientato anch'esso al confine con il Messico. Osservate la scena finale e vi accorgerete di come i Coen riescano ancora, nonostante le apparenze, a fare un cinema di qualità, spettacolare ma al contempo profondamente 'diverso' e morale.

Premi e nomination Non è un paese per vecchi MYmovies
Non è un paese per vecchi recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Non è un paese per vecchi
Primo Weekend Italia: € 1.133.000
Incasso Totale* Italia: € 5.769.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 3 agosto 2008
Primo Weekend Usa: $ 1.202.000
Incasso Totale* Usa: $ 74.063.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 23 marzo 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
61%
No
39%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Non è un paese per vecchi

premi
nomination
Premio Oscar
4
6
Nastri d'Argento
0
1
Golden Globes
3
5
David di Donatello
1
1
* * * - -

"non è un film per tutti"

lunedì 25 febbraio 2008 di Andrea

Silenzio.Deserto.Inquietante.Un uomo sa che sta per fare una cazzata prima ancora di farla,ma la natura umana è troppo curiosa per impedirlo.E così da un "affare" che sembrava concluso con un semplice ritrovamento di un malloppo (che non si saprà mai a chi appartiene) ecco una successione di omicidi da parte di uno psicopatico e glaciale killer (geniale,meritatissimo l oscar) che vuole recuperare la valigetta,anche qui,senza mai riuscire a capire il motivo della ricerca,dato che a lui i soldi non continua »

* * * - -

Leggermente sopravvalutato

venerdì 29 febbraio 2008 di antares

Sostanzialmente il nocciolo della diatriba che divide gli spettatori sta nel fatto che la pellicola dopo circa un ora e mezza ha una virata che non ti spetti. Effettivamente il film per tre quarti girati con grande maestria: grandi temi grande regia, dialoghi, interpretazione, etc. Ma se sino a quel momento lo spettatore è testimone di una pellicola girata con delle scene veramente molto visive e poco parlate (e quelle parlate che mostrano una filosofia/pazzia di Bardem tese a constatarne la follia continua »

* * - - -

Ancora un oscar a un film sulla violenza pura

lunedì 25 febbraio 2008 di JW

Certamente la qualità del film è eccellente, come la regia e l'interpretazione di Javier Bardem. Ma ancora una volta viene dato l'oscar come migliore film a un'apologia della violenza pura e gratuita, dopo "The Departed" dell'anno scorso. Quando si cambierà rotta? C'è bisogno di film positivi, dove siano rappresentati ideali e il bisogno di una società più giusta. Chi vede questo film, mi riferisco in particolare ai giovani, potrebbe sentirsi attratto e addirittura emulare un personaggio come il continua »

* * * * -

Notevole opera che eccelle per qualità tecnica

giovedì 21 febbraio 2008 di M Viel

1970. Llewelyn Moss, un ex saldatore e reduce del Vietnam, si imbatte in uno scenario raccappriciante di sangue e sabbia, il classico episodio di uno scambio di droga andato male, soldi facili. Moss nell'attimo in cui avvista questa orribile strage presagisce che quella scelta sarà la scelta che gli cambierà la vita. Prendere i soldi o scappare. Moss sceglie di provarci. Moss decide di tuffarsi nell'oscurità, scelta che lo porterà inevitabilmente a delle conseguenze, lui lo sa, ma deve assolutamente continua »

Anton Chigurh (Javier Barden)
A che ora chiudi?
Adesso
Adesso non è un orario.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lo sceriffo Ed (Tommy Lee Jones)
Era vera quella storia di Charlie Wallser?
Chi è Charlie Wallser?... Ah… se era vera? non potrei giurare su ogni dettaglio ma è senz'altro vero che è una storia.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Anton Chigurh (Javier Barden)
Ti voglio fare una domanda: qual'è la scommessa più grossa che hai perso a testa o croce?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Non è un paese per vecchi

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 24 giugno 2008

Cover Dvd Non è un paese per vecchi A partire da martedì 24 giugno 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Non è un paese per vecchi di Ethan Coen, Joel Coen con Tommy Lee Jones, Javier Bardem, Josh Brolin, Woody Harrelson. Distribuito da Paramount Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Non è un paese per vecchi è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Non è un paese per vecchi

APPROFONDIMENTI | Con Biutiful Iñárritu torna alla lingua spagnola per raccontare la storia di un padre.

Quando eravamo padri

lunedì 31 gennaio 2011 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Quando eravamo padri Tutto ebbe inizio in Messico, per le strade del Distrito Federal dove si incrociavano le storie dei sei personaggi di Amores Perros. Poi fu la volta di New Mexico, appena oltre la frontiera, con i tre personaggi di 21 grammi e il loro passato, presente e futuro. Infine con Babel Alejandro González Iñárritu fa il giro del mondo per raccontare con la stessa struttura a incastri di sempre storie multiple intrecciate dal fato. "Ognuno dei film che ho fatto e` stato girato in un linguaggio diverso, in un paese diverso, con diverse strutture e dimensioni.

   

NEWS | I fratelli Coen dirigono un western ambientato in epoca contemporanea tratto dal romanzo di Cormac McCarthy,

Il western "sui generis" dei fratelli coen

mercoledì 20 febbraio 2008 - Marzia Gandolfi

Non è un paese per vecchi: il western Il cinema dei Coen recupera il già noto e lo trasforma in mai visto. Classico ed eccentrico, inafferrabile e concettuale, manieristico e filosofico, viaggia da sempre all’interno dei generi cinematografici di cui sfrutta leggi e codici per costruire ingranaggi dentro i quali ragionare d’altro. Il genere diventa allora una categoria rassicurante ma instabile, che lascia intravedere il sorriso beffardo di chi si diverte a smontare e a disperdere le regole che lo spettatore intrattiene col cinema.

Joel e Ethan Coen. Così hanno tradito un grandissimo libro e ne hanno fatto un grandissimo film

di Antonio Monda La Repubblica

Arriva «Non è un paese per vecchi» (otto nomination all'oscar) dei due fratelli registi. Fedele alla trama dei celebre romanzo di McCarthy. Ma con tutt'altro spirito. Le riflessioni filosofiche quasi spariscono. E si punta tutto sul cattivo Bardem Non è un paese per vecchi e il primo verso di una poesia di William Butler Yeats intitolata Sailing to Byzantium, in cui il poeta irlandese immortala le generazioni destinate a scomparire e parla di «ciò che è passato, sta passando e sta per venire». Quando lo ha scelto come titolo del suo penultimo romanzo, Cormac McCarthy ha utilizzato il verso per commentare lo stato d'animo del suo protagonista, lo sceriffo Ed Toni Bell, un uomo prossimo alla vecchiaia, che parla ripetutamente del tempo passato e pronuncia frasi come: «Ero sceriffo di questa contea quando avevo venticinque anni». »

Nel deserto dell'anima. «Non è un paese per vecchi», il film dei fratelli Coen trionfatore agli Oscar, racconta la vittoria inesorabile della violenza e dell'avidità

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

«Questo paese è duro con la gente... non puoi fare tutto da solo, non puoi fermare quello che sta per arrivare », dice Ellis (Barry Corbin) a Ed Tom Bell (Tommy Lee Jones) verso la fine di Non è un paese per vecchi (No Country for Old Men, Usa, 2007, 122'). A lungo lo sceriffo ha tentato l'impossibile: fermare il "lavoro" mortale di Anton Chigurh (Javier Bardem), o almeno salvare la vita di Llewelyn Moss ( Josh Brolin). Ma il vecchio Ellis ha visto il mondo com'era – ne porta ancora negli occhi l'immagine –, e però conosce il mondo com'è. »

Un magnifico mondo senza pietà

di Roberto Nepoti La Repubblica

Per prima cosa si rassicurino i lettori del bel romanzo di Cormac McCarthy: il film è fedele alla pagina quanto basta a sventare ogni timore di lesa maestà del testo da cui deriva. Poi stiano tranquilli i cultori del cinema dei fratelli Coen, perché Non è un paese per vecchi si offre come un'opera «coeniana» da cima a fondo, con tutto l'universo dei cineasti, il loro repertorio di miti e ossessioni, più una quantità di (auto) citazioni, da Barton Fink, Fargo e altro. Inclusa la difficoltà di sistemare il nuovo titolo all'interno di un genere. »

Il piccolo capolavoro sanguinario dei Coen

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Da un bel romanzo di Cormac McCarthy, riscritto privilegiando l'azione sulle riflessioni interiori, un bellissimo film dei fratelli Coen che, pur svolgendosi negli Ottanta, sembra intenzionalmente citare il western, con la differenza che, anziché cowboys e pistoleri, lo percorrono corrieri della droga e gente pronta anche alle peggiori efferatezze per possederla e per spacciarla. La cornice, arida, desolata, desertica, tutta spazi sterminati, è una zona di frontiera fra il Texas e il Messico. Tre personaggi, un modesto cacciatore, un assassino psicopatico, un anziano sceriffo prossimo alla pensione cui si addice il verso di Yeats, "Non è un paese per vecchi", che dà il titolo alla storia. »

Non è un paese per vecchi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | antares
  2° | andrea
  3° | m viel
  4° | romeo79
  5° | sanchezpizjuan82
  6° | teo
  7° | 4ndr34
  8° | sassolino
  9° | lorenzonero27
10° | andrea zagano
11° | nik deco
12° | aborrelli
13° | danilodac
14° | misterbughivughi
15° | mdelgaudio
16° | filippo catani
17° | armilio
18° | ninopantera
19° | erre
20° | nedbill
21° | matteo
22° | shadow
23° | g. romagna
24° | moretti.
25° | ivan91
26° | catilina
27° | underr
28° | jacopo b98
29° | josy
30° | arvin
31° | tony montana
32° | abrakadabra
33° | antonio recano
34° | biso 93
35° | gigieppetto
36° | rita branca
37° | under
38° | reiver
39° | revenant44
40° | anna
41° | gianfri
42° | marc
43° | maxgat88
44° | costanza
45° | nicola
46° | tdurden96
47° | paraclitus
48° | borghij
49° | rosemberg
50° | desaparecido
51° | chiara carmeni
52° | matteo
53° | sperminator
54° | valterth
55° | claudiofedele93
56° | mary
57° | il_marco
58° | dj tuca
59° | v
60° | maryluu
61° | immanuel
62° | roby
63° | ninacavallina
64° | mario scafidi
65° | matt
66° | giulio dispenza
67° | great steven
68° | lina / mjolanda
69° | roberto fiandaca
70° | jw
Premio Oscar (10)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (8)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 22 febbraio 2008
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità