Non è un paese per vecchi

Acquista su Ibs.it   Dvd Non è un paese per vecchi   Blu-Ray Non è un paese per vecchi  
Un film di Ethan Coen, Joel Coen. Con Tommy Lee Jones, Javier Bardem, Josh Brolin, Woody Harrelson, Kelly MacDonald.
continua»
Titolo originale No Country for Old Men. Thriller, durata 122 min. - USA 2007. - Universal Pictures uscita venerdì 22 febbraio 2008. MYMONETRO Non è un paese per vecchi * * * - - valutazione media: 3,37 su 616 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
antares venerdì 29 febbraio 2008
leggermente sopravvalutato Valutazione 3 stelle su cinque
68%
No
32%

Sostanzialmente il nocciolo della diatriba che divide gli spettatori sta nel fatto che la pellicola dopo circa un ora e mezza ha una virata che non ti spetti. Effettivamente il film per tre quarti girati con grande maestria: grandi temi grande regia, dialoghi, interpretazione, etc. Ma se sino a quel momento lo spettatore è testimone di una pellicola girata con delle scene veramente molto visive e poco parlate (e quelle parlate che mostrano una filosofia/pazzia di Bardem tese a constatarne la follia - e che calamitano alla grande l'attenzione di chi è in sala, per non parlare della figura dello sceriffo che intgroduce temi importanti quali il deprezzamento dei valori nella società dei giovani, etc) ad un certo punto gli autori fanno delle scelte che definirei azzardate. [+]

[+] ti consigli di leggere il libro... (di gio)
[+] centrato (di giacomo)
[+] sono daccordo (di jack)
[+] acuto ma non sono accordo (di beil)
[+] la trama alle ortiche? (di c5g)
[+] chi ti ha detto che il protagonista è il baffuto? (di zarasterix)
[+] sono d'accordo (di stefanox)
[+] sono d'accordo con te (di johnjack)
[+] ok (di johnjack)
[+] troppi commenti (di rudy_50)
[+] lascia un commento a antares »
d'accordo?
andrea lunedì 25 febbraio 2008
"non è un film per tutti" Valutazione 3 stelle su cinque
61%
No
39%

Silenzio.Deserto.Inquietante.Un uomo sa che sta per fare una cazzata prima ancora di farla,ma la natura umana è troppo curiosa per impedirlo.E così da un "affare" che sembrava concluso con un semplice ritrovamento di un malloppo (che non si saprà mai a chi appartiene) ecco una successione di omicidi da parte di uno psicopatico e glaciale killer (geniale,meritatissimo l oscar) che vuole recuperare la valigetta,anche qui,senza mai riuscire a capire il motivo della ricerca,dato che a lui i soldi non interessano.Ricerca della valigetta che avviene in un silenzio interrotto solo dalle esecuzioni,e dalle battute di humor nero che fa il killer.Forse troppo silenzio per alcuni,non è un film azione\inseguimenti\incidenti\belle donne\ecc. [+]

[+] mi hai fatto cadere le palle (di non lo so nemmeno io)
[+] ottima recensione... (di baltus)
[+] ottima critica (di lafcadio)
[+] non è un paese per vecchi (di vittorio d'ant.)
[+] un film per tutti e non un capolavoro... (di chriss)
[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
m viel giovedì 21 febbraio 2008
notevole opera che eccelle per qualità tecnica Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%

1970. Llewelyn Moss, un ex saldatore e reduce del Vietnam, si imbatte in uno scenario raccappriciante di sangue e sabbia, il classico episodio di uno scambio di droga andato male, soldi facili. Moss nell'attimo in cui avvista questa orribile strage presagisce che quella scelta sarà la scelta che gli cambierà la vita. Prendere i soldi o scappare. Moss sceglie di provarci. Moss decide di tuffarsi nell'oscurità, scelta che lo porterà inevitabilmente a delle conseguenze, lui lo sa, ma deve assolutamente tentare. Il perchè lo si può dedurre dal titolo dell'opera ottimamente diretta dai Cohen, Moss deve tentare, perchè deve opporsi, perchè deve uscire, perchè in un certo senso deve perdere. Quello interpretato da Brolin è uno dei vecchi uomini del titolo, un uomo sofferente per la sua attuale situazione. [+]

[+] att: spoiler (di quentinfan)
[+] uno dei peggiori film mai visti (di albi)
[+] sono daccordo con albi (di kritik79)
[+] grande commento (di matteo)
[+] albi (di zuberman)
[+] lascia un commento a m viel »
d'accordo?
romeo79 domenica 24 febbraio 2008
"la fine è vicina..." Valutazione 3 stelle su cinque
74%
No
26%

Uno strano figuro si aggira indisturbato per le strade,portandosi dietro una bombola d'aria compressa con annessa pistola da bestiame.Il suo taglio di capelli ha qualcosa di sinistro,di infantile ma allo stesso tempo lugubre.Un ex fabbro ed ex soldato,un ex insomma,con l'aria da cowboy e l'hobby della caccia si imbatte in una valigia contenente ben 2 milioni di dollari.Potrebbe essere la svolta della sua inutile esistenza.Uno sceriffo attempato,con un ottimo spirito di osservazione ma ormai privo di ogni entusiasmo ed interesse verso un mondo al quale non riesce a stare dietro,si ritrova coinvolto in un affare troppo più grosso di lui.Queste le premesse per la nuova opera dei Coen,ancora una volta alle prese con le tematiche a loro più congeniali:l'avidità umana e l'inafferrabile ineluttabilità del destino. [+]

[+] de gustibus (di marinadiana)
[+] de gustibus disputandum est (di romeo79)
[+] democrazia (di marinadiana)
[+] romeo romeo...pr'cè si tu...romeo? (di davidb7)
[+] x david (di andrea)
[+] congratulazioni,romeo! (di andrea)
[+] lascia un commento a romeo79 »
d'accordo?
sanchezpizjuan82 venerdì 4 aprile 2008
e' un paese per i barbari Valutazione 5 stelle su cinque
75%
No
25%

Quelli che hanno visto il film hanno dato luogo a due opposte fazioni. Il primo è lo schieramento dei Delusi, che annovera coloro che lo hanno trovato troppo insolito, diseguale, discontinuo, e si aspettavano in definitiva che il Film-premio-Oscar fosse meno sofisticato e più rispondente al gusto del pubblico medio, e poi coloro che invece per essere fuori dal coro dicono “sì, ha vinto l’Oscar, ma non è mica uno dei migliori film dei Coen”. Sul fronte opposto c’è lo schieramento degli Entusiasti, di chi , anche se forse influenzato dall’aura di “guru” che accompagna Joel e Ethan, ha trovato il film magnifico nella sua raffinata asprezza, e si è rallegrato nel vedere il premio dell’Academy destinato ad un film di spessore più che di cassetta. [+]

[+] la prima che hai detto... (di slowine)
[+] lascia un commento a sanchezpizjuan82 »
d'accordo?
4ndr34 domenica 16 settembre 2012
un pò superficiale Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Leggere questo film come elogio alla violenza mi pare riduttivo e in ultimo, sbagliato. La violenza c'è, è forte e non ci viene risparmiato nulla. Purtroppo quando il cinema si avvicina a certe analisi della nostra società non può girare la testa, ma ammettere che viviamo in un mondo cinico tanto quanto violento. Il libro da cui è tratto il film si concentra molto sui temi dell'educazione morale dei figli e dell'efferatezza della violenza contemporanea (non a caso il tutto ambientato nel texas anni Settanta, al confine tra Mesico e Stati Uniti, negli anni in cui la violenza generata dal traffico di droga e dal rafforzamento dei cartelli per la droga esplose in modo definitivo) e ho apprezzato molto il fatto che si sia cerca di rendere l'atmosfera del libro eliminando del tutto la colonna sonora. [+]

[+] lascia un commento a 4ndr34 »
d'accordo?
teo mercoledì 10 settembre 2008
la violenza vista dalla mente geniale dei coen Valutazione 4 stelle su cinque
73%
No
28%

La principale qualità dei fratelli Coen è sempre stata quella di avere e conservare intatta nel tempo la voglia e il coraggio della sperimentazione. Dopo il noir de "L'uomo che non c'era" e la sophisticated comedy de "Prima ti sposo poi ti rovino" è ora la volta del "western" di frontiera. Tratto dal crudo e realistico romanzo del geniale Cormac McCharty, il film si presenta come uno sguardo spietato e amaro di un mondo che sembra ormai governato dalla follia, un mondo dove solo i più forti riescono a sopravvivere. Il paesaggio sterminato in cui è ambientata la storia è un luogo senza confini in cui i personaggi si muovono come anime sperdute, un "paese" (il termine non si limita esclusivamente all'America) in cui tutto è ormai privo di una logica. [+]

[+] diventerai presidente del consiglio (di biondona89)
[+] bravo (di pietra)
[+] lascia un commento a teo »
d'accordo?
sassolino domenica 24 febbraio 2008
tra polvere e realtà Valutazione 4 stelle su cinque
68%
No
32%

Quello dei Cohen è un cinema polveroso, polverose certe inquadrature, polveroso il volto rigato di rughe di Tommy lee Jones, polverosi gli interni di quasi tutte le stamberghe dei loro film spesso a metà strada tra road movies e crime stories. Qui, un po come in blood simple, uno dei loro piccoli tesori siamo negli anni 80, precisamente nel 1980, sullo sfondo di paesaggi rarefatti, regolamenti di conti con cani morti e killer dotati di armi improbabili (qui l'ammazzatutti di turno ha addirittura un ammazza/bovini che usa per sgretolare serrature), geniale! Il tema di fondo è la prevalenza del male sul bene e l'impossibilità di fronteggiarlo da parte di una società incapace persino di guardarlo in faccia: Tommy lee Jones ne è l'antieroe simbolico, sceriffo prossimo alla pensione ormai battuto dalla vita. [+]

[+] camera a mano? (di mel)
[+] non è un paese per vecchi (di rementil@tin.it)
[+] x rementil (di sassolino)
[+] sono d'accordo (di c5g)
[+] abbasso la camera a mano (di sassolino)
[+] realta' di polvere, che svanisce senza piu' tracce (di gus da mosca)
[+] sassolino, ho scritto 2 idee anch'io (di gus da mosca)
[+] l'immagine è emozione (di sassolino)
[+] emozioni emozioni (di sassolino)
[+] la tecnica: steady-cam e shaky-cam (di gus da mosca)
[+] cinema: tecnica per l''emozione dell'immagine (di gus da mosca)
[+] tecnica (di sassolino)
[+] caduta di stile (di chiara carmeni)
[+] gus e la tecnica (di sassolino)
[+] tecnica versus gus (di sassolino)
[+] doppiaggio? no grazie: voglio il texano originale! (di gus da mosca)
[+] metrica del linguaggio visivo (di gus da mosca)
[+] difendo cloverfield ! (...e mi piace provocare) (di gus da mosca)
[+] ferruccio amendola (di sassolino)
[+] giancarlo giannini (di sassolino)
[+] v.o. (di gus da mosca)
[+] lascia un commento a sassolino »
d'accordo?
lorenzonero27 mercoledì 30 gennaio 2013
non è un film per vecchi Valutazione 5 stelle su cinque
78%
No
22%

Un reduce texano della guerra del Vietnam,si imbatte casualmente in quello che sembra un regolamento di conti  tra cartelli della droga. Mentre curiosa ,trova una borsa piena di dollari. Malgrado la sua onestà, e la possibilità concreta di ritorsioni,decide di impossessarsi della borsa. Da li in poi,  Llewelyn(Josh Brolin) intraprenderà una rocambolesca fuga, tra sparatorie,giochi psicologici e pura crudeltà. Alle calcagne del giovane Texano, si metteranno presto sia, il cartello possessore dei soldi,sia un  killer  psicopatico. Qui arriva il bello: Anton Chigurh(Javier Bardem), rende forse una delle migliori interpretazioni(a pari merito con Heath Ledger nel cavaliere oscuro),degli ultimi 20 anni. [+]

[+] lascia un commento a lorenzonero27 »
d'accordo?
aborrelli domenica 22 febbraio 2015
non è un film per i coen Valutazione 1 stelle su cinque
87%
No
13%

Sembra che "Non è un paese per vecchi" voglia voglia presentare una realtà spietata, cruda, che non lascia via di scampo. Eppure nei confronti del feroce assassino tutti si comportano con cortesia, affabilmente. Anche i criminali nemici si comportano con lui in maniera mite, arrendevole, e si presentano indifesi e disarmati, lasciandosi gentilmente ammazzare.
Si cerca di riprodurre una realtà crudele senza regole, eppure di fronte a un uomo che spara e ammazza, che minaccia e terrorizza, che circola con un fucile da killer e a viso scoperto, che entra armato negli hotel e perfino nel quartier generale dell'organizzazione malavitosa da lui tradita, nessuno gli spara a sua volta (tranne che nello scontro con il cacciatore), nessuno si vendica, nessuno lo insegue, nessuno lo perseguita, nessuno lo affronta, nessuno lo sfida, nessuno lo picchia, nesuno lo bracca, nesuno lo denuncia, nessuno lo insulta nemmeno . [+]

[+] pienamente d'accordo (di sam_evemero)
[+] lascia un commento a aborrelli »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 »
Non è un paese per vecchi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | antares
  2° | andrea
  3° | m viel
  4° | romeo79
  5° | sanchezpizjuan82
  6° | 4ndr34
  7° | teo
  8° | sassolino
  9° | lorenzonero27
10° | andrea zagano
11° | aborrelli
12° | nik deco
13° | danilodac
14° | misterbughivughi
15° | filippo catani
16° | armilio
17° | mdelgaudio
18° | underr
19° | ninopantera
20° | erre
21° | nedbill
22° | matteo
23° | shadow
24° | g. romagna
25° | moretti.
26° | ivan91
27° | catilina
28° | biso 93
29° | jacopo b98
30° | tony montana
31° | josy
32° | arvin
33° | under
34° | abrakadabra
35° | antonio recano
36° | marcobrenni
37° | borghij
38° | mardou_
39° | rita branca
40° | gigieppetto
41° | reiver
42° | sperminator
43° | revenant44
44° | anna
45° | gianfri
46° | marc
47° | maxgat88
48° | costanza
49° | nicola
50° | paraclitus
51° | tdurden96
52° | rosemberg
53° | sam_evemero
54° | desaparecido
55° | chiara carmeni
56° | matteo
57° | valterth
58° | claudiofedele93
59° | aliasname
60° | mary
61° | il_marco
62° | dj tuca
63° | v
64° | maryluu
65° | immanuel
66° | roby
67° | ninacavallina
68° | mario scafidi
69° | matt
70° | giulio dispenza
71° | great steven
72° | lina / mjolanda
73° | roberto fiandaca
74° | jw
Premio Oscar (17)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (10)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 22 febbraio 2008
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità