•  
  •  
Apri le opzioni

Peter Weller

Peter Weller è un attore statunitense, regista, è nato il 24 giugno 1947 a Stevens Point, Wisconsin (USA). Peter Weller ha oggi 75 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

Dietro la corazza di Robocop

A cura di Fabio Secchi Frau

Fra il cinema d'autore e quello Hollywoodiano ha sempre mantenuto un certo equilibrio fino a quando, almeno, fra l'uno e l'altro, si sono completamente scordati di lui! Non è un grande attore cinematografico, diciamolo, non tanto per il talento, quanto perché raramente è stato riconosciuto dal pubblico. Chi mai poteva pensare infatti, che dietro quel robot metallico che protegge gli uomini, si nascondesse, oltre che il poliziotto, l'attore americano Peter Weller?
Figlio minore di un pilota di elicotteri dell'Esercito Americano, nato a Stevens Point, in Wisconsin, ha trascorso tutta la sua vita in viaggio per il mondo, per via del mestiere paterno. Adolescente, si è trasferito dalla Germania all'America, riuscendo a diplomarsi alla Alamo Heights High School di San Antonio, in Texas, nel 1965. Successivamente, si iscrive alla North Texas State University di Denton, dove ha l'opportunità di studiare il suo strumento preferito, la tromba, entrando a far parte di una delle orchestre jazz più celebri dell'università (la sua famiglia è da sempre stata appassionata di musica, infatti sua madre è una pianista). Alla fine del 1969, decide di frequentare anche l'American Academy of Dramatic Arts e, dopo due settimane dalla sua laurea, parte per New York, dove fa la sua prima apparizione su un palcoscenico a Broadway in "Joseph Papp". Successivamente prende parte a "Stick and Bones", ma continua a istruirsi nella recitazione con la drama coach Uta Hagen che lo prepara anche ad altri spettacoli come "Summer Brave", "Rebel Women" e "Full Circle" (qui diretto da Otto Preminger). Particolarmente acclamato a teatro, viene diretto da Mike Nichols in "Streamers", ma dà il suo meglio anche in "The Woolgatherer" e in "The Woods" di David Mamet. Tutte opere che lo faranno entrare di diritto fra i membri più rispettabili dell'Actor's Studio, sotto la guida di Elia Kazan e Lee Strasberg.
Debutta sul grande schermo, dopo aver recitato nel film tv The Man Without a Country (1973) di Delbert Mann, che lo affianca a Beau Bridges. A sei anni di distanza infatti, eccolo nella pellicola Il ritorno di Butch Cassidy e Kid (1979) di Richard Lester. Ovviamente, si tratta di un ruolo marginale. L'anno successivo lo ritroviamo in Dimmi quello che vuoi di Sidney Lumet, con Myrna Loy e Ali MacGraw, con la quale intreccia una relazione romantica. Nel 1982, recita nel film di Alan Parker Spara alla luna, poi passa a Di origine sconosciuta (1983) di George Pan Cosmatos, del quale è protagonista. Cosmatos lo rivorrà poi in Leviathan, pellicola di fantascienza del 1989.
Entrato nel circuito hollywoodiano, forte della sua grande esperienza teatrale, recita nel film di Michael Apted Firstborn (1984) e, alla fine degli Anni Ottanta, arriva il ruolo più importante della sua carriera, quello del poliziotto cyborg Robocop (1987) di Paul Verhoeven. La pellicola diverrà un cult del genere fantascientifico, tanto è vero che Irvin Kershner ne dirigerà un seguito (sempre con Weller come protagonista). Più a suo agio con i registi underground statunitensi, accetta di lavorare per il maledetto Abel Ferrara in Cat Chaser - Oltre ogni rischio(1988) e per David Cronenberg ne Il pasto nudo (1991).
Doveva esserci lui a letto con un'ambigua quanto pericolosa Sharon Stone in Basic Instinct (1992), ma quando Michael Douglas si mostrò interessato alla parte, Verhoeven lo scartò. Weller si consolò fra le braccia della sua nuova fidanzata, l'attrice Sela Ward, ma soprattutto sceneggiando e dirigendo il corto per la tv Partners (1993), che ottenne una nomination agli Oscar nella categoria dei miglior corti.
Disgraziatamente, Peter Weller si perde in una massa anonima di film mediocri, dalle prove di regia di Richard Dreyfuss che lo dirige nel film tv Present Tense, Past Perfect (1995) a pellicole fantascientifiche senza né capo né coda. Si ristabilisce quando partecipa al film girato a quattro mani (da Wim Wenders e Michelangelo Antonioni) Al di là delle nuvole (1995) e nel film di Woody Allen La dea dell'amore (1995). Non soddisfatto, passa ancora una volta dietro la macchina da presa e diventa regista di un piccolo numero di episodi del telefilm Homicide - Life on the Street (1995-1996) e della serie poliziesca Michael Hayes indaga (1997). Dopo essere stato diretto da Bernand Rose in Ivansxtc (2000) riprende a studiare e questa volta sceglie Arte romana e rinascimentale alla Syracuse University, diventandone docente. Al mestiere di professore, continua ad alternare piccole partecipazioni televisive come 24 (2006) e Detective Monk (2006).

Ultimi film

Azione, (USA - 2012), 91 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati