•  
  •  
Apri le opzioni

Patrick Bruel

Patrick Bruel (Patrick Maurice Benguigui) è un attore algerino, è nato il 14 maggio 1959 a Tlemcen (Algeria). Patrick Bruel ha oggi 63 anni ed è del segno zodiacale Toro.

Bruelmania

A cura di Fabio Secchi Frau

Il suo primo film fu un vero successo, almeno in Francia, ma chi lo conosceva sapeva da un pezzo che prima o poi si sarebbe sentito parlare di lui. Patrick Bruel, chiacchierato attore e cantante di origini algerine, è stato al centro dell'attenzione dei media durante gli Anni Ottanta e ancora oggi risplende nel panorama della cinematografia d'oltralpe accompagnato professionalmente da alcune delle più belle stelle francesi, una per tutte Cecile De France, con la quale ha condiviso il set di Un secret di Claude Miller.
Nasce nell'allora Algeria francese, da un'insegnante e istitutrice che ha divorziato dal marito l'anno seguente alla nascita del figlio. Nel 1962, con la dichiarazione di indipendenza dell'Algeria, decidono di trasferirsi a Parigi, dove più tardi sua madre si risposerà dandogli due fratelli. Fin da piccolo, si appassiona alla musica e in particolare a Brel, Brassens, Serge Reggiani e Gainsbourg e durante gli anni del liceo, l'Henri IV di Parigi, comincia a suonare la chitarra con un piccolo gruppetto di amici il sabato sera. Si appassiona anche alla recitazione, soprattutto teatrale, dopo aver assistito alla rappresentazione de "L'idiota" di Dostojeviski. Malgrado gli ordini materni, disubbidisce e, a 14 anni, parte per Bruxelles dove assiste a un concerto dei Rolling stones. È più forte di lui, la musica e in particolare quella rock (Led Zeppelin e Deep Purple) lo spingono a ribellarsi e a dedicarsi a quella nuova forma d'arte che è anche mezzo di comunicazione politica. Una volta cresciuto, tenta la strada dello sport, dato che è particolarmente dotato per il calcio, ma la famiglia rifiuta l'idea di vederlo correre da un lato all'altro di uno stadio. Tenta la strada della musica, ma il suo maestro di musica, Sterling R. Smith, lo spinge a non fare questo passo azzardato. Come ultima risorsa prova con il teatro, ma abbandona dopo solo due ore il corso d'arte drammatica. Così, alla ricerca di un piccolo lavoro, diventa animatore di uno dei club vacanze francesi più conosciuti al mondo: Club Méditerranée.
Spinto dall'attore tedesco Elie Semoun, che è poi anche suo cugino, prova la strada del cinema che gli spalanca letteralmente le braccia. Infatti, viene subito notato da Alexandre Arcady che lo inserirà nella sua pellicola Le coup de sirocco (1979) con Gérard Jugnot, dando via a un fortunato sodalizio artistico che ancora oggi dura. Seguirà poi, nel 1983 la pellicola con Philippe Noiret Le grand Carneval e nel 1984 L'amico sfigato. Ed è proprio nel 1984 che trova i coraggio di darsi un'altra opportunità nel campo musicale, offrendo alla Francia quel gran successo che è la canzone "Marre de cette nana". Pubblica così il suo primo album "Deux Faces", cui seguiranno altri grandi successi.
Al cinema, arriva a recitare con Julie Christie ne Champagne amer (1986) e diventando uno dei protagonisti di Ombre sui muri (1988), anche se la sua migliore interpretazione è legata al ruolo di Philippe nel film di Pierre Jolivet Forza maggiore (1989) con François Cluzet, dove ha l'occasione di recitare con Alan Bates e Kristin Scott Thomas. Attore prediletto di Claude Lelouch, diventa un vero e proprio evento mediatico. Tutti si interessano a lui, tanto che in Francia si comincerà a parlare di "bruelmania". Con l'arrivo degli Anni Novanta, la sua fama scema lievemente. Recita in Ci sono dei giorni... e delle lune... (1990), in Marbel (1992), ma soprattutto nel film di Agnès Varda Les Cent et une nuits de Simon Cinéma (1995) con Michel Piccoli, Marcello Mastroianni, Catherine Deneuve e Jean-Paul Belmondo. Particolarmente noto anche all'estero, viene diretto da Sydney Pollack accanto a Harrison Ford in Sabrina (1995), poi passa nel 1998 a Le disavventure di Margaret. Vincitore di una speciale Menzione al Festival di Locarno assieme agli altri membri del cast (Dominique Blanc, Valeria Bruni Tedeschi, Marilyne Canto, Sergi Lopez, Mathilde Seigner e Marthe Villalonga) di Le lait de la tendesse humaine (2001), nel 2003 doppia il cartone animato Sinbad - La leggenda dei sette mari. L'anno successivo, si sposa con la scrittrice e sceneggiatrice Amanda Sthers dalla quale avrà due figli, Oscar e Leon. E fra musica e cinema (La commedia del potere, 2006, O' Jerusalem, 2007, Cena tra amici, 2012), continua ancora oggi a dividersi fra recitazione e canto.

Ultimi film

Drammatico, (Italia, Francia - 2017), 119 min.
Commedia, (Francia, Belgio - 2012), 109 min.
Commedia, (Francia - 2012), 77 min.

News

In uscita nel weekend Cena tra amici, The Way Back e Womb.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati