•  
  •  
Apri le opzioni

Johan Leysen

Johan Leysen è un attore belga, è nato il 19 febbraio 1950 a Hasselt (Belgio). Johan Leysen ha oggi 72 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Versatile caratterista belga

A cura di Annalice Furfari

Attore prolifico, ottimo caratterista a suo agio tanto nel cinema d'autore quanto in grandi produzioni di intrattenimento, Johan Leysen, intensi occhi azzurri, nasce il 19 febbraio 1950 ad Hasselt, in Belgio. Debutta come attore nel suo paese, nel 1977, impersonando il celebre pittore fiammingo che ha dato vita al barocco europeo, Pieter Pauwel Rubens, in una miniserie incentrata sulla sua vita, Rubens, schilder en diplomaat di Roland Verhavert. Tre film fiamminghi più tardi, attraversa il confine e si mette in mostra, in Francia, nel primo lungometraggio diretto da Marion Hansel, Sulla terra come in cielo (1981). Il 1981 è l'anno di svolta nella sua carriera, perché è da questo momento che Leysen si divide tra il Belgio, l'Olanda e la Francia, oltre che tra il cinema e la televisione, passando da un episodio della serie tv sul commissario Maigret al cinema d'autore di Je vous salue, Marie di Jean-Luc Godard (1984), film che prende a modello la storia della vergine Maria, parafrasandola attraverso figure contemporanee. Nel 1986 vola in Italia per un ruolo in Desiderando Giulia di Andrea Barzini, liberamente tratto dal romanzo "Senilità" di Italo Svevo, mentre l'anno successivo è nel cast del thriller olandese Mirino della morte di Vivian Pieters. Nel 1988 è il protagonista di Uovo di Danniel Danniel, che racconta il passaggio tardivo alla maturità di Johan de Bakker, fornaio olandese analfabeta che, a 35 anni, vive ancora con la madre. Per gioco inizia una corrispondenza con Eva, straniera che un giorno, a sorpresa, arriva in paese per conoscerlo. Incarna poi Rombaut nel drammatico L'opera al nero (1988) di André Delvaux, con Gian Maria Volonté nei panni di Zenone, medico alchimista perseguitato in Europa per i suoi scritti dissidenti. Sempre nel 1988 interpreta François Manssaux ne Il maestro di musica di Gérard Corbiau, storia di un baritono al culmine del successo che si ritira in campagna e dà lezioni private a due giovani cantanti in vista di un concorso musicale.

Tra cinema d'autore e grandi produzioni di intrattenimento
Dopo quasi quattro anni di allontanamento dal cinema francese, trascorsi in Belgio per impegni in diversi film, film tv e serie, Leysen torna in Francia per lavorare con Radu Mihaileanu, che lo sceglie per il suo primo lungometraggio, Trahir (1993). Dopo il ritorno in Italia con Colpo di luna (1995) di Alberto Simone, impersona lo scrittore e fumettista tedesco Daniel Topolski nel film True Blue - Sfida sul Tamigi (1996) di Ferdinand Fairfax, tratto dal romanzo che l'autore ha pubblicato nel 1989, "True Blue: The Oxford Boat Race Mutiny", per raccontare la sua esperienza di allenatore di canottaggio del team dell'Università di Oxford durante la celebre regata Oxford-Cambridge del 1987. Dopo il fantascientifico Tykho Moon (1996) di Enki Bilal, l'attore belga ritrova il cineasta romeno Radu Mihaileanu, che gli offre una delle sue interpretazioni più importanti, quella di Schmecht, ebreo insegnante di tedesco, accorso per istruire i finti soldati nazisti di Train de vie - Un treno per vivere (1998), che racconta con toni garbati e umoristici la tragica storia di un villaggio ebraico i cui abitanti, durante la seconda guerra mondiale, inscenano la propria deportazione a bordo di un treno, nel tentativo di fuggire in Unione Sovietica e poi da lì in Israele. Il successo internazionale di questo film apre a Leysen le porte di due grandi produzioni francesi: Il patto dei lupi (2001) di Christophe Gans, fantasy gotico in cui l'attore incarna il luogotenente del re Luigi XV, e Red Siren (2001) di Olivier Megaton, thriller incentrato su una ragazzina di dodici anni che denuncia la madre alla polizia con l'accusa di avere ucciso la babysitter. Nel 2003 interpreta il padre disoccupato che abbandona nel bosco i due ragazzini protagonisti di Grimm, dramma diretto da Alex Van Warmerdam. Nel 2005 è nel cast di Carmen di Jean-Pierre Limosin, storia di una scimmia che fugge da un centro di ricerche sul linguaggio e instaura una relazione con un uomo e suo figlio. Nell'italiano Gli occhi dell'altro (2005) di Gianpaolo Tescari è David Greenblatt, razionale docente di fisica triestino che accoglie in casa il curdo Nadir, fiero immigrato in cerca di lavoro, ma poi si lascia divorare dalla gelosia nei confronti della compagna. Nel 2010 arriva la grande produzione statunitense con The American di Anton Corbijn, con George Clooney nei panni di un killer su commissione che prova a cambiare vita tra le montagne abruzzesi. Qui Leysen incarna Pavel, il misterioso superiore del protagonista. Nel 2012 lo vediamo nel cast di Photo del portoghese Carlos Saboga, dramma di una donna alla ricerca del vero padre. L'anno successivo lavora con François Ozon per incarnare Georges nel drammatico Giovane e bella, storia di una diciassettenne che si prostituisce per suo piacere.

Ultimi film

Drammatico, (Francia - 2013), 94 min.
Drammatico, (USA - 2010), 105 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati