•  
  •  
Apri le opzioni

Hideo Nakata

Hideo Nakata è un regista, sceneggiatore, è nato il 19 luglio 1961 ad Okayama (Giappone). Hideo Nakata ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

L'uomo dietro al fenomeno J - Horror

A cura di Marco Chiani

Nato il 19 luglio 1961 a Okayama, Giappone, Hideo Nakata è uno dei nomi più importanti all'interno del panorama horror che sta a cavallo tra vecchio e nuovo millennio. Capitale l'influenza del suo lavoro, specialmente dei memorabili Ringu - The Ring (1998) e Dark Water (2002), sulle nuove tendenze dell'industria dello spettacolo americana che a quegli incubi orientali ha attinto ampiamente tra remake dichiarati e omaggi più o meno nascosti. Prima montatore per la Nikkatsu, esordisce nel racconto a tematica soprannaturale, dirigendo alcuni lavori video poi raccolti in Curse, Death & Spirit (1992), cui seguono Joyû-rei (1996), conosciuto con il titolo internazionale di Don't Look Up, e il televisivo Gakkô no kaidan F (1997), firmato a quattro mani con Kiyoshi Kurosawa. E' di due anni dopo, invece, il documentario Joseph Losey: The Man with Four Names (1998), dedicato al grande autore inglese di Il servo (1963) e Messaggero d'amore (1970).

La rivoluzione di Ringu
Ispirandosi al romanzo di Koji Suzuki, sceneggiato da Hiroshi Takahashi, gira Ringu - The Ring (1998), divenuto in breve un caposaldo del contemporaneo cinema dell'orrore tant'è basato su una paura tutta suggerita in cui lo spettatore è assorbito dall'inizio alla fine. Copiata, omaggiata, rifatta, parodiata e plagiata un'infinità di volte in Patria e all'estero, la storia della videocassetta che, una volta vista, uccide i suoi spettatori ottiene un riscontro così positivo da mettere in produzione un seguito pronto per l'anno successivo. Ringu 2 - The Ring 2 (1999) è un sequel più che decoroso e una prosecuzione degna di nota nel suo saper approfondire le atmosfere di una pellicola divenuta di culto nel giro di pochi mesi. Nonostante la fama raggiunta con i suoi due ultimi lavori, Hideo Nakata inaspettatamente torna a dirigere un documentario biografico, questa volta dedicato al regista di soft - porn Masaru Konuma, dall'inequivocabile titolo di Sadistic and Masochistic (2000).

Dal noir sofisticato alla critica della tecnologia
Garasu no nô (2000), tratto da un fumetto di Osamu Tezuka e distribuito col titolo internazionale di "Sleeping Beauty", e l'horror Sotohiro anticipano Chaos (2000), mystery thriller raffinato che è soprattutto un omaggio alle atmosfere classiche del noir. Sempre attingendo alle pagine di Koji Suzuki, realizza poi Dark Water (2002), altro fondamentale tassello nella conquista giapponese del cinema horror statunitense d'inizio millennio, in cui il soprannaturale si specchia nella difficile vicenda di una madre che lotta per l'affidamento della figlia. Last Scene (2002), il trascurabile The Ring 2 (2005) - girato in America con Naomi Watts, già protagonista del remake hollywoodiano, The Ring (2002) di Gore Verbinski, del suo capolavoro - e il coinvolgimento nella serie televisiva Kaiki Daisakusen - Second File (2007) vengono prima del classico racconto di fantasmi di Apparrition - Amare oltre la morte (2007) e di L change the World (2008), fortunato spin-off live action del manga Death Note scritto da Tsugumi Ohba e disegnato da Takeshi Obata. Due lavori a loro modo speculari come The Incite Mill (2010), di produzione giapponese, e I segreti della mente (2010), girato in Inghilterra con cast anglofono, riflettono sull'importanza e il potere della tecnologia, dimostrando la poca fiducia del regista non tanto nei mezzi a disposizione dell'uomo contemporaneo quanto nell'utilizzo che se ne può fare.

Ultimi film

Drammatico, (Messico, USA - 2014), 129 min.

Focus

News

La rassegna si chiamerà 'Masters of J-Horror'.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati