Oggi Sposi

Film 2009 | Commedia 118 min.

Regia di Luca Lucini. Un film con Luca Argentero, Moran Atias, Michele Placido, Dario Bandiera, Isabella Ragonese. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2009, durata 118 minuti. Uscita cinema venerdì 23 ottobre 2009 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 2,50 su 45 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Oggi Sposi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Quattro matrimoni, mille peripezie e un solo obiettivo: pronunciare il fatidico sì. In Italia al Box Office Oggi Sposi ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 3,3 milioni di euro e 941 mila euro nel primo weekend.

Oggi Sposi è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,25
PUBBLICO 2,87
CONSIGLIATO NÌ
Commedia fieramente commerciale di puro intrattenimento di qualità.
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 21 ottobre 2009
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 21 ottobre 2009

Nel medesimo periodo e nella medesima città quattro coppie si devono sposare. Ci sono gli squattrinati che per non rivelare la loro indigenza ai parenti meridionali imbucheranno settantadue invitati al gigantesco e coattissimo matrimonio tra il mago della finanza (con annessi impicci mafiosi) e la giovane stellina televisiva e c'è la coppia multietnica composta dalla figlia dell'ambasciatore indiano e il pugliese di origini contadine che lavora nel commissariato in cui un PM tutto casa e lavoro si innamora della giovane promessa sposa di suo padre.
Oggi sposi non va liquidato come l'ennesima commedia a sfondo matrimoniale e non va nemmeno considerato un prodotto mediocre del nostro cinema simile a tanta commedia sentimentale ma un ottimo prodotto medio di quelli che andrebbero imitati, replicati e fatti girare. Il nuovo film di Luca Lucini è infatti uno splendido esempio di quel cinema industriale che non riusciamo ad avere, un film che si appoggia a tutti gli elementi più in voga (dal sentimentalismo comico sempre buono al trend bollywoodiano fino al fenomeno Argentero) orchestrandoli in un racconto non solo estremamente divertente ma anche raccontato e soprattutto diretto con una bravura eccezionale. Oggi sposi non è per nulla cinema autoriale ma fieramente commerciale capace di offrire al grande pubblico un prodotto d'intrattenimento di vera qualità, ce ne fossero di film così!
A scrivere ci sono, oltre a Fabio Bonifacci, anche Fausto Brizzi e Marco Martani (premiata ditta già responsabile di buoni exploit) mentre a recitare un cast di attori di primo piano e grandi caratteristi per i ruoli secondari. Su tutti però regna Luca Lucini, il più grande (anche perché purtroppo l'unico) mestierante del cinema italiano. L'unico che vuole lavorare con sceneggiature altrui, l'unico che non aspira ad essere autore, l'unico ad avere un'idea di cinema come arte commerciale del racconto e l'unico infine a pensare i suoi film come prodotti internazionali.
A differenza di tanti registucoli che fanno commedia in Italia Lucini si occupa davvero di "mettere in scena", non punta l'obiettivo verso chi parla ma cerca di trasportare la parola scritta in immagini, suoni e musica senza timore di tradire la tradizione italiana alla ricerca di una visione personale. Usa con sapienza tutti gli strumenti del cinema per mettere in scena una perfezione formale fatta di ambienti luminosi, personaggi leccati, colori splendenti e città immacolate, alla quale corrisponde sempre la vittoria dell'individualismo di uomini e donne che dietro i buoni sentimenti nascondono l'ansia di prevaricare e il gusto di ingannare gli altri per affermare se stessi.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
Commedia matrimoniale tra sorrisi smaltati e stereotipi glassati.
Recensione di Marzia Gandolfi

Nicola, poliziotto pugliese col vizio della gonnella, è deciso a sposare Alopa, incantevole figlia dell'ambasciatore indiano a Roma. Chiara, precaria in dolce attesa, chiede la mano a Salvatore, sguattero siciliano che si sogna chef. Attilio, magnate della finanza, consegna cuore, anello e assegni sul conto di Sabrina, dimenticabile soubrette dimenticata dal pubblico e dai media. Fabio, PM diligente ed enfatico, vorrebbe impalmare Giada, massaggiatrice e arrampicatrice (sociale) che punta al patrimonio di famiglia. Tra fiori d'arancio, confetti e conflitti, etnici o d'interesse, le quattro coppie avanzeranno felici e immancabilmente contente verso l'altare.
Davanti ai "matrimoni all'italiana" di Luca Lucini non si sa se avvilirsi o andare in collera. La sua quinta commedia (sentimentale) promette originalità e restituisce stereotipi glassati. Quarant'anni dopo Indovina chi viene a cena? e due anni dopo il razzismo nostrano e borghese di Cristina Comencini (Bianco e nero), ci prova anche il regista milanese di "padri soli" e "uomini perfetti", misurandosi con una famiglia pugliese e bucolica alle prese con gemellaggi indiani e matrimoni bollywoodiani.
Il risultato è un'estrema semplificazione della formula romantica e una corsa a ostacoli fra luoghi comuni e sorrisi smaltati, fra murghi khasa e strascinati. La trama di Oggi sposi, che accompagna sull'altare una coppia multietnica e tre coppie autoctone, si sviluppa all'insegna di un accomodante automatismo, di una prevedibilità che non ammette frustrazioni delle attese e che stempera le gag nel risaputo, preoccupandosi nell'epilogo di assorbire qualsiasi segnale di sana cattiveria o di disillusione.
I titoli di coda annunciano senza imbarazzo che il film ha ricevuto i contributi statali perché riconosciuto d'interesse culturale. È evidente che chi ha elargito e chi ha beneficiato del finanziamento condividano il medesimo scollamento dalla realtà. Ma in quale Italia vivono i nostri registi? Oggi sposi trasfigura quella realtà in favola, ricostruendola come isterica "bomboniera" di uomini (e donne) a nozze, archiviando le figure del grottesco e facendosi inconsistente lezione di civiltà. Le coppie e le famiglie degli sposi messi in scena dovrebbero allora simbolizzare il tipico nucleo medio borghese, che si sposa per interesse (episodio Pession-Montanari) o per sconfiggere il timore dell'incontro sessuale e relazionale col sesso opposto (ep.Crescentini-Nigro), per legittimare una gravidanza (ep. Ragonese-Bandiera) o per avere compreso le priorità della vita schivando un proiettile.
Si può e si deve immaginare un altro cinema. Dal basso, con budget opportuni, con la sensibilità e la curiosità che viene dal guardarsi intorno con diligenza e umiltà. Basta con storielle miliardarie tutte uguali che soddisfano il successo, la bellezza, la realizzazione personale in un'Italia che esiste solo come sfondo per una, due, tre, quattro storie d'amore affogate in dialoghi inerti. Amori, bugie e confetti.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Nuova commedia matrimoniale.
Marzia Gandolfi

Nicola, promettente poliziotto pugliese con un passato da Don Giovanni, ha deciso di mettere la testa a posto e di sposare l'incantevole figlia dell'Ambasciatore indiano. C'è solo un problema: come farà Sabino, un contadino alla vecchia maniera, ad accettare che il figlio si sposi con rito Indù? Nel frattempo, Salvatore e Chiara, due giovani precari senza una lira e con un figlio in arrivo, mettono a punto un piano per organizzare un matrimonio a costo zero: far imbucare i loro 72 invitati alle nozze dell'avvenente soubrette Sabrina e di Attilio Panecci, magnate della finanza. Ancora non sanno però che anche qualcun altro ha deciso di "imbucarsi" al matrimonio del secolo. È Fabio Di Caio, PM romano che indaga da tempo sui loschi traffici di Panecci mentre cerca di dissuadere il suo anziano padre dallo sposare la sua nuova fiamma, una massaggiatrice poco più che ventenne.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
OGGI SPOSI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 4 febbraio 2011
Everlong

Il matrimonio si consolida come uno dei soggetti di maggior successo al livello cinematografico, anche in Italia. Questo Oggi Sposi rappresenta una commedia tipicamente all'italiana, con tutti gli elementi che la rendono tale (personaggi parodistici, tradizioni locali, dialetti, imbrogli, mode trash). Senza dubbio la storia della commedia all'italiana non può essere categorizzata [...] Vai alla recensione »

domenica 25 ottobre 2009
intotheblue

ero andato al cinema scoraggiato dp aver letto commenti engativi in questo forum....ma mi sono piacevolmente ricreduto....tutti gli episodi sono interessanti e divertenti..fa ridere tanto senza scadere mai nel volgare....già questo è qualcosa...Il cast è in palle...in particolare Placido, Argentero e la coppia Bandiera - Aragonese...Parenti prendi esempioooo....Voto 7+

venerdì 23 ottobre 2009
3k7br1

La migliore commedia italiana degli ultimi anni. si ride per due ore senza mai scendere nel volgare. indovinate sia le situazioni, sia gli attori. chi lo disprezza lo fa per darsi un aria di superiorità (vomitevole), o perchè prevenuto. ottimo per passare una serata allegra e spenzierata.

domenica 20 giugno 2010
ultimoboyscout

Mi ha piacevolmente colpito, è molto leggero ma ho riso dall'inizio alla fine. Un paio di episodi sono letteralmente esilaranti, con Bandiera e Argentero veri mattatori. Mettiamoci pure che il cast è davvero di buon livello, e che ho rivisto con piacere immenso dopo anni di assenza Renato Pozzetto. L'episodio che ho preferito è quello del matrimonio Indù, con un [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 gennaio 2010
PedroMovie

Be', sono d'accordo con chi dice che sia la miglior COMMEDIA degli ultimi anni, ho riso dall'inizio alla fine, a crepapelle. Per fortuna non ho letto (come faccio di solito) prima i commenti qui su MyMovies, non capisco "Delusione" etc etc, si tratta di COMMEDIA, leggera, colorata, con qualche spunto di profonda riflessione, riuscita benissimo, divertentissima, recitata da tutti molto molto bene.

domenica 8 novembre 2009
claudiorec

Film divertente per passare due ore in allegria. Mi è piaciuta la Ragonese e Michele Placido. Bravi!

lunedì 15 marzo 2010
Vittorio

Uno dei film più divertenti degli ultimi anni, si ride dall'inizio alla fine, commedia di puro intrattenimento, stile Nobiltà e Fantasia del grande Toto'.....Un Michele Placido sorprendente...... Finalmente un film che fa ridere senza volgarità.....alla faccia di Vanzina e delle sue insulse storie!! Da vedere!!

sabato 6 febbraio 2010
mami59

...ritmi e situazioni da commedia anni 70. Cambiano come logico i temi (intercettazioni, silicone, finanza, ecc. ecc.) che sono attuali. Gli attori, anche coloro che vengono da film più impegnati si calano nel loro ruolo comico con naturalezza, non dando la senzazione di essere fuori luogo. Consigliato a chi voglia passare due ore di sano divertimento. 

giovedì 29 ottobre 2009
elisa751

è un film semplicemente fantastico, ricco di buon humor. consente di passare 118 minuti rilassati, spensierati, completamente immersi nella realtà italiana del centro e sud Italia. non si rideva cos tanto al cinema da decenni...questa è la vera commedia all'italiana, che lascia a casa volgarità e cadute nel ridicolo, ridendo della vera anima degli italiani: gente di buon cuore, generosa e passionale [...] Vai alla recensione »

lunedì 26 ottobre 2009
My darling Clementine

finalmente una commedia italiana divertente e senza volgarità gratuite. Io questo film l'ho adorato. Sono tre giorni che rido ancora delle battute.

lunedì 2 novembre 2009
romifran

Prima di andare al cinema ho consultato il forum di My Movies: strano! O una stellina e invocazioni alla noia più stucchevole o cinque stelline e voti di plauso alla "più bella commedia italiana degli ultimi tempi". Ok! Meritava che andassi a farmi un'idea! Ebbene "Oggi sposi" è un film all'apparenza senza troppe pretese, ma è un film che pretende che il pubblico, oltre a ridere di gusto, si guardi [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 ottobre 2009
skeips

Un film non volgare con gag intrecciate molto simpatiche; ottimo per chi vuol passare due ore in allegria... Bella interpretazione di Placido, gli altri fanno la loro parte senza lasciare troppo il segno ma il genere di film non lo richiede, punta più che altro a divertire.

lunedì 2 novembre 2009
buffy90

Penso che sia una commedia molto divertente, ma anche riflessiva. Vengono fuori dei tratti dell'Italia che per fortuna ci sono ancora, come l'attaccamento a valori tradizionali, e altri che invece purtroppo esistono, come i matrimoni "a comodo". Offre diversi spunti di riflessione, come ad esempio le difficoltà economiche ed ovviamente il matrimonio! Il tutto capeggiato dal grande Lucini.

venerdì 23 ottobre 2009
serfer

Ottimo film che riporta la commedia italiana a far ridere senza dover strafare come nei film di natale. Consiglio a tutti la visione per passare un paio di ore in allegria.

mercoledì 25 agosto 2010
bulgarontheset

Inaspettatamente mi sono parecchio divertito vedendo questo film che può ben definirsi una Commedia all'italiana ben fatta , divertente ma non volgare . L'interazione indo-pugliese è veramente geniale e la parodia di Ricucci-Falchi è azzecatissima . Forse sono meglio i cine-panetoni alla De Sica ????

mercoledì 3 marzo 2010
chiara.198

Solitamente sono sempre un pò scettica sui film italiani ma questa volta ho deciso di lasciare da parte i pregiudizi e guardarmi un film "nostrano"..e la scelta è stata azzeccata! un film divertente e simpatico in grado di regalarti sorrisi e risate e perchè no anche qualche spunto di riflessione.. Luca Argentero si dimostra davvero bravo nel suo essere "un Imparato" con tanto di parlata pugliese!!! [...] Vai alla recensione »

sabato 14 novembre 2009
Facco

Pienamente d'accordo con Gabriele Niola sul "puro intrattenimento" e anche sulla "sincerità" del film, che non nasconde affatto il suo intento commerciale, commerciale in un senso tutto sommato positivo. Meno d'accordo, invece, sul "di qualità": ci sono un po' troppe concessioni al trash imperante nel linguaggio odierno. Sarà forse che sono io troppo vecchio e tradizionalista? No, non credo

domenica 17 gennaio 2016
toty bottalla

Commedia light che induce un sorriso indulgente senza scomodare l'intelletto, argomento già trito aggiornato e rappresentato con un montaggio dinamico che copre lacune di dialoghi e di recitazione di una parte del cast, gag prevedibili e poco originali, un film che vedi svogliatamente senza rimorsi! Saluti.

mercoledì 28 ottobre 2015
gianluca sersante

una delle mie commedie preferite...che altro aggiungere?

mercoledì 5 dicembre 2012
nerazzurro

Questa si che è una commedia come si deve! Se state per sposarvi è il film perfetto!

mercoledì 11 maggio 2011
francies88

Film frizzante e scorrevole. Riesce a confrontare mondi e personaggi diversi n un mix tutto da ridere.

martedì 20 ottobre 2009
martalari

Nel film di Luca Lucini scritto da Brizzi, Martani, Bonifaci (sarebbe stato bello se fosse stato diretto anche questo da Brizzi) Matrimonio fa rima con Manicomio, tante le gag con forti elementi d'immedesimazione sia nella storia che nei personaggi "de"scritti bene : da una parte un giovane poliziotto Luca Argentero con padre, madre e zio (Placido,Lunetta Savino e Pannofino) che vivono in campagna [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 ottobre 2009
hermes

argentero vestito da indiano...quell'altra bionda platino...quell'altro col parrucchino...che grandissima tristezza.

mercoledì 21 ottobre 2009
hermes

Ora che l'ho visto, posso ammettere senza indugio: uno dei film più brutti mai veduti. Lungo noioso, mortale. Argentero è sempre uguale è di una banalità sconcertante. Fa il suo compitino MA è SCIALBO INSULSO, INUTILE. UN BEL VISO MA LA noia. Placido una macchietta fastidiosa. La Ragonese è brava come lo è Bandiera, ma non possono salvare un film agghiacciante.

martedì 3 novembre 2009
stefano73

avrebbe potuto davvero essere una bella idea per un film originale e ben riuscito. Purtroppo alcune trovate ridicole e alcune "terronate" ,nel senso buono del termine, abbassano la qualità comica del film. Il gran cast di attori barcolla. Bravi Gabriella Pession, Isabella Ragonese, Dario Bandiera. Non bravi Filippo Nigro e Michele Placido troppo nella parte ridicola.

mercoledì 21 ottobre 2009
ingloriusbastard

Non basta più evitare di guardare ste scempiaggini. Ormai si soffre dal profondo (almeno per chi ama il cinema, quello vero) quando dei mediocri attori e dei mediocri sceneggiatori-registi passano nientemeno che per il "gotha" della commedia italiana. Ogni nuovo film che esce di questi qua è un colpo basso al nostro cinema, spero solo che passi presto questa epoca nefasta.

sabato 7 novembre 2009
Toffee79

Probabilmente avevo aspettative troppo alte per questo film ma sono rimasta molto delusa. L'idea iniziale non era male ma era tutto troppo enfatizzato; personaggi, situazioni, dialoghi, recitazione che rendono il film una macchietta a tratti molto poco piacevole, ed anche troppo lunga. Unica novità; Moran Atias, verosimile e discreta nel suo personaggio.

martedì 3 novembre 2009
deleuze

mi dispiace ammettere grossa delusione, il terzo film di lucini è decisamente banale ed al di sotto delle aspettative dopo i primi due piccoli capolavori. Dispiace anche vedere che lo stato investa in prodotti di questo genere finanziando e sposando progetti poveri di sostanza. Si salva l'idea della commistione degli influssi indiano e pugliese nel ballo finale, per il resto è commediola

venerdì 23 ottobre 2009
giorgio69

un film veramente oscena. Ma come si può scrivere e recitare cos' male in un film? dura tantissimo a metà film io ero quasi sul punto di alzarmi e andarmene. Noioso e mal recitato.

sabato 27 febbraio 2010
paride86

Trionfo di banalità e superficialità per una commedia che addirittura pretende, in alcuni momenti, di fare satira sociale: tentativo fallito su tutti i fronti. L'unica cosa buona è il cast: tutti gli attori sono in gran forma e Luca Argentero, qui in versione pugliese, diventa sempre più bravo.

venerdì 23 ottobre 2009
Cicoria

Credo di aver già scritto il commento al film ... ma non lo vedo pubblicato e allora lo riscrivo.... Questo film di Lucini mi ha fatto lo stesso efffetto di quello del 2005 " Luomo perfetto" ...anche se c'era quello Scamarcietto insignificante ...è come bere orzo al posto del caffè ... è uno che vorrebbe scopiazzare le meravigliose e intelligenti commediole brillanti anglo-americane.

domenica 25 ottobre 2009
lucio

peccato, l'ennesimo filmetto mediocre, malrecitato e sopra le righe. Una sceneggiatura alquanto becera, mai intelligente, in grado di strappare il sorriso con qualche battutaccia da cabaret di basso livello. Quando riusciremo a vedere una bella commedia???? Io ci provo sempre ad andare, ma esco quasi sempre deluso.

venerdì 6 novembre 2009
barberio

un film deprimente!!!!

domenica 25 ottobre 2009
elenas

un film imbarazzante e ridicolo. scritto e recitato male. tremendo.

domenica 14 febbraio 2010
lions

come disse fantozzi a proposito dell'armata potiomki "è una cag...apazzesca"

FOCUS
INCONTRI
martedì 20 ottobre 2009
Gabriele Niola

Il gotha della nuova commedia italiana Tutti riuniti per lo stesso film. Oggi sposi vede infatti alla sceneggiatura la premiata ditta Brizzi e Martani (Notte prima degli esami, Ex) assieme a Fabio Bonifacci (Notturno bus, Diverso da chi?, Lezioni di cioccolato) coordinati da Luca Lucini (L'uomo perfetto, Solo un padre, Amore bugie e calcetto). Un trust di talenti con un team di attori di prima linea formidabili e caratteristi di provata esperienza.

Frasi
Dove ci sono le lacrime... c'è l'amore.
Una frase di Nicola Impanato (Luca Argentero)
dal film Oggi Sposi - a cura di Claudia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Quattro matrimoni e un funerale. Quello della commedia all’italiana di una volta. La battuta non è granché, ma anche Oggi sposi non va per il sottile. Quindi niente paragoni azzardati, contentiamoci di quanto passa il convento: una farsa a episodi incrociati con diversi momenti riusciti e altri meno. È già molto, anche se con questi quattro matrimoni paralleli si poteva fare ben altro (vedi Diverso [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

A proposito della migliore neocommedia all’italiana, si è detto spesso che si muove nel solco della tradizione del genere che più di tutti è riuscito a farsi «specchio deformato» della realtà italiana. Per «Oggi sposi» sarebbe più giusto parlare di «specchio deformante» dei nostri eterni vizi, tic e patologie. Con il film di Luca Lucini, che ha all’attivo commedie di successo come «Tre metri sopra [...] Vai alla recensione »

Alessio Guzzano
City

Il matrimonio tra il poliziotto sciupafemmine pugliese Argentero e la bella fidanzata indiana è ostacolato dal padre di lei, ambasciatore, che esige una cerimonia indù. E da quello di lui: uno spassoso Placido cafone, con fratello analogo e amabile moglie cuoca: Lunetta Savino. Gran cozzare di radici e tradizioni, trattative in stile Onu per il menù, danze col sari contro Pizzica.

Paola Casella
Europa

L’ennesimo tentativo di aggiornare al presente la commedia all’italiana è, ancora una volta, un caso di troppo e troppo poco, e probabilmente anche il risultato di uno scompenso tra i tre sceneggiatori: da una parte il duo Brizzi-Martani, in maggioranza, abituato a sfornare commedie giovanilistiche e cinepanettoni, dall’altra, in (evidente) minoranza, Fabio Bonifacci, che ha un tocco assai più leggero [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Argentero poliziotto in giacca rossa di pelle, figlio di Placido contadino alla «sporchi e cattivi», vuole sposare indiana «bona» figlia d'ambasciatore e raffinatissima. La Crescentini tira la mezza a un Pozzetto riccone, ma è il figlio pm ossessionato dalle intercettazioni che s'innamora di lei. Ricorda «i furbetti» della finanza facile Montanari con Pession bonazza, la zona «bene e volgarissima». [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Lo spunto per il prolisso Oggi sposi di Luca Lucini è I mostri di Dino Risi. Ma mostri questi personaggi non sono, almeno per gli abbrutiti dalle tv, cioè per tanti. Il finale – in stile Bollywood (la Cinecittà indiana) - offre un momento sereno in un quadro desolante perciò che rappresenta, più che per come lo rappresenta. Quattro giovani coppie e due mature parlano e parlano, come in una sitcom di [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Quattro matrimoni, innumerevoli avventure e disavventure. Un poliziotto pugliese vuole sposare la figlia dell'ambasciatore indiano. Due giovani che aspettano un bambino e non hanno soldi invadono le nozze di una soubrette con un uomo d'affari. Un magistrato vuole impedire al proprio padre di sposare una giovane massaggiatrice. Molte allusioni a questioni di attualità italiana, risate abbastanza sgangherate, [...] Vai alla recensione »

NEWS
[LINK] FOTO
mercoledì 21 ottobre 2009
 
VIDEO
martedì 13 ottobre 2009
 

Devo ancora capire bene tutto Dopo Tre metri sopra il cielo, L'uomo perfetto e Solo un padre, Luca Lucini torna con una nuova commedia divertente e sentimentale: Oggi Sposi. Sono quattro le coppie di giovani che si stanno preparando al grande passo, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati