Sicario

Film 2015 | Thriller +13 121 min.

Regia di Denis Villeneuve. Un film Da vedere 2015 con Benicio Del Toro, Emily Blunt, Josh Brolin, Jon Bernthal, Jeffrey Donovan, Sarah Minnich. Cast completo Titolo originale: Sicario. Genere Thriller - USA, 2015, durata 121 minuti. Uscita cinema giovedì 24 settembre 2015 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,23 su 56 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Sicario
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Il mondo di violenza e regolamento di conti che esiste sul confine tra Messico e Stati Uniti intrappolerà anche i poliziotti più volenterosi. Il film ha ottenuto 3 candidature a Premi Oscar e 2 candidature a BAFTA. In Italia al Box Office Sicario ha incassato 823 mila euro .

Sicario è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,23/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,31
PUBBLICO 3,38
CONSIGLIATO SÌ
Villeneuve fa di tutto per superare se stesso, registicamente parlando, e prosegue il percorso di denuncia degli Stati Uniti controllori.
Recensione di Paola Casella
Recensione di Paola Casella

Un'imboscata dell'FBI rivela molto piu' di quanto era previsto: lo spettacolo orripilante di decine di cadaveri nascosti nei muri e con la testa sigillata in sacchetti di plastica. Per allargare la squadra che va a caccia dei mandanti di quel massacro la CIA arruola Kate, la giovane agente dell'FBI che ha partecipato all'imboscata rivelatrice, anche se lei è un'esperta di rapimenti mentre la squadra combatte da tempo contro il cartello messicano della droga. È l'inizio di una discesa agli inferi che coinvolgerà tutti i servizi segreti statunitensi (e la coscienza di un Paese) disposti a trasgredire ogni regola e a sacrificare ogni parvenza di umanità pur di mantenere il controllo (ma senza alcuna volontà di debellare il Male).
Il regista canadese Denis Villeneuve, dopo l'excursus fra i conflitti alimentati dai fondamentalismi religiosi in Medio Oriente ne La donna che canta, prosegue il percorso di denuncia degli Stati Uniti controllori (fallibili) del mondo iniziato con Prisoners, il suo primo film "americano" . I temi sono identici, qui più estremizzati: la volontà di mantenere un ordine a tutti i costi e la consapevolezza di trovarsi sempre e comunque di fronte ad un caos inarginabile, l'incapacità di proteggere i figli (propri e altrui) dall'escalation di violenza che non guarda in faccia nessuno, la progressiva deumanizzazione di chi si fa carico di "fare pulizia".
In Sicario la deumanizzazione prende due forme: quella cinica e istrionica di Matt, il team leader della missione contro il cartello messicano, interpretato da Josh Brolin con pericoloso carisma emulativo, e il killer del titolo, un mercenario colombiano che combatte per chi paga e nel contempo persegue un suo personale obiettivo, che ha il viso segnato e lo sguardo ambiguo di Benicio Del Toro. Fra di loro, vaso di coccio destinato a incrinarsi più volte, Emily Blunt nei panni di Kate, fragile anche fisicamente, decisa a non giustificare l'ingiustificabile ma disposta a prestarsi come esca. In un mondo in cui tutti usano tutti, Kate è supremamente utilizzabile e i suoi scrupoli servono solo a renderla un perfetto specchietto per le allodole.
Villeneuve fa di tutto per superare se stesso, registicamente parlando, inventandosi sequenze che devono moltissimo a The Hurt Locker e Zero Dark Thirty (entrambi girati da una donna che sa come non farsi usare), ma non riesce ad elevare il discorso già compiutamente espresso in Prisoners, con meno fuochi di artificio e meno grandguignole. L'universo di Sicario, privo di pietà e di senso, è letteralmente senza testa (scopo dell'operazione CIA-FBI è quello di decapitare il cartello messicano, Kate rischierà l'osso del collo e le decisioni sul destino delle persone vengono prese molto da "cervelli" più in alto rispetto ai corpi che cercano di sopravvivere in basso). "Non lasciateci all'oscuro", chiede un personaggio a Matt, e quello lo schernisce: "Hai paura del buio?". Come ricorda Sicario attraversando piu' volte le frontiere fra Messico e Stati Uniti, fra brutalità e civiltà (solo apparente), ci sono confini che è meglio non attraversare, e il momento di maggiore pericolo è quello del ritorno.

Sei d'accordo con Paola Casella?
SICARIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €13,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 26 settembre 2015
Compos Sui

 L'agente della CIA Matt Graver compone una task-force per combattere un cartello del narcotraffico operativo sull'asse Colombia/Messico/USA. Il canadese Villeneuve sa bene come girare un film dalla narrazione composita in cui tutti i suoi ingranaggi funzionino a dovere e Sicario ne è la conferma, laddove Prisoners avesse lasciato ancora qualche dubbio.

martedì 31 gennaio 2017
laurence316

2° film statunitense per il canadese Villeneuve, a seguito dell'exploit di Prisoners, Sicario si propone come un'amara e sconsolata riflessione sulla violenza, la corruzione, l'avidità e la natura umana, un thriller difficile da digerire ma solo in parte riuscito. E' sicuramente diretto magistralmente (due sequenze d'azione, in particolare, valgono da sole tutto il [...] Vai alla recensione »

sabato 28 ottobre 2017
pedro

Avevo due opzioni allettanti quella sera. Alla fine ho optato per “sicario” ma, comesisuodire; non l’avessi mai fatto! Un film mediocre. Stereotipato. Con situazione incomprensibili, una storia irreale, normalmente cosidetta “americanata”. Addirittura risulta non giustificata la presenza dell’agente kate... che bisogno c’era di avere una testimone, eventualmente [...] Vai alla recensione »

martedì 18 ottobre 2016
elgatoloco

Bisogna essere non "born in the USA", per es.Canadese come Denis Villeneuve per osare fare un film come"Sicario", perché una tale"corsa agli inferi", all'orrore(si pensa all'inferno dantesco, ai suoi gironi, molto più che con Brown-Howard, in questo film...)a un very WASP nato negli States una simile ricognizione non sarebbe stata consentita: [...] Vai alla recensione »

domenica 3 dicembre 2017
Elibook

Benicio Del Toro da solo e' gia' una garanzia, non e' tipo da accettare ruoli scipiti in film insipidi. La tv e le serie televisive, hanno saturato questo genere tanto da renderlo scontato. Ma davanti alla verita' di quelle terre non si puo' restare insensibili. Broline' privo di magnetismo, ma e' un buon attore, quanto basta per ricoprire questo ruolo comunque importante. [...] Vai alla recensione »

sabato 22 luglio 2017
GUSTIBUS

Non mi vergogno a dire che e'un film eccezionale nella sua crudezza a tinte forti ma che penso sia molto reale.Denis Villeneuve ha avuto un bel coraggio ma con una maestria sopraffina di una regia (da oscar)straordinaria ha raccontato e forse in maniera cinematografica(e'sempre un film!)..denunciato non degli errori CIA/FBI/oltre/ma la realta' che si presenta appena apri la porta dell'Infern [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 febbraio 2016
CineStabe

Denis Villeneuve, regista dell'acclamatissimo LA DONNA CHE CANTA e del thriller Capolavoro PRISONERS, oltre che dell'inedito (in Italia) ENEMY, torna al Cinema Internazionale con un Thriller intitolato SICARIO. Sinceramente, non sapevo cosa aspettarmi da questa Pellicola. Tra i film di questo regista, mi manca solamente ENEMY, ma ho potuto ugualmente notare la versatilità [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 ottobre 2015
Flyanto

Ennesima pellicola sulla questione dei cartelli della droga che regolano la vita ai confini tra Stati Uniti e Messico, "Sicario"  si distingue però per la sua resa e per un cast di tutto rispetto assai preparato. La vicenda ruota intorno ad una poliziotta dell'FBI (Emily Blunt) molto abile e ben addestrata che viene scelta da alcuni suoi superiori (Josh Brolin) al fine [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 ottobre 2015
FabioFeli

SICARIO di Denis Villeneuve.  Kate (Emily Blunt) e un'agente dell'F.B.I. con i fiocchi: con l'aiuto di Reggie (Daniel Kaluuya) guida una operazione anticrimine non chiara che riserva macabre sorprese. La casa, nella zona americana al confine con il Messico, è una base, un avamposto dei narcos in uno stato USA: nelle pareti della casa c'è un cimitero di uomini e donne, [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 ottobre 2015
brian77

Il tempo renderà giustizia a questo gran bel film che i critici, i cinefili e gli studenti da Dams non si sono minimamente accorti a Cannes e lo hanno snobbato perché inseguivano le pretenzione opere pseudoartistiche. Questo è un gran bel film, nella tradizione americana, diretto da un canadese che sta facendo progressi enormi sul piano del puro cinema.

lunedì 5 ottobre 2015
Vincenzo Ambriola

Una squadra dei servizi segreti americani ha bisogno di un agente federale, una donna in questo caso, per operare sul suolo nazionale in un'azione di contrasto ai narcotrafficanti messicani. Film violento e crudo, rappresenta ancora una volta le missioni incredibili delle squadre SWAT, questa volta anche in territorio messicano. La variante è costituita dalla presenza di un sicario, membro clandestino [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2015
carlo02

Ammiro il regista dai tempi della donna di canta , un vero gioiello , e lo aspettavo al varco con una grossa produzione : non sono rimasto deluso. Film teso che non ricorre all'action forse deludendo gli amanti del genere .  Benicio una spanna sopra gli altri e Josh Brolin in una parte fotocopia di quella di Everest . Emilia Blunt non convincentissima 

giovedì 8 ottobre 2015
Nanni

Il confine Messicano, uno dei più caldi del pianeta, è il set ideale per raccontarci la guerra senza esclusione di colpi tra narcos e polizia. il ritmo e l'espediente narrativo creano subito un clima ad alta tensione. Nella prima scena, durante la quale la polizia, intervenendo,pronuncia,risultando incongrua rispetto al contesto, la frase "abbiamo un mandato di perquisizione" si intuisce subito che [...] Vai alla recensione »

domenica 24 gennaio 2016
gianleo67

Arruolata in una task force impegnata nel contrasto ad un importante cartello messicano della droga attivo al confine Tex-Mex, la giovane ed idealista agente FBI Kate Macer dovra fare i conti non soltanto con la devastante potenza militare del nemico esterno ma anche con i discutibili metodi di un insidioso e temibile nemico interno, disposto a tutto pur di raggiungere uno scopo personale che solo [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 settembre 2015
Alex2044

Un film molto ben fatto . Diretto in modo magistrale , la scena del convoglio di automobili è da cineteca . Interpretato benissimo dai tre protagonisti ma anche i comprimari sono tutti molto professionali e credibili . Le musiche azzeccate , i paesaggi spettacolari sono un contributo in più per raccontare la desolazione non solo fisica ma prima di tutto umana di quei luoghi .

giovedì 14 gennaio 2016
Manuel_detto_bobo

Prima considerazione: film girato benissimo! La scena con scorta della polizia messicana è perfetta. La scena al rientro del confine messicano è stupenda! Seconda considerazione: Benicio Del Toro strepitoso! Freddo e concentrato...misterioso fino alla fine e determinato come uno schiacciasassi che avrebbe calpestato chiunque senza nessuna remora!!! Terza considerazione: ambientazioni molto suggestive! [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2015
jaylee

Benicio Del Toro in una storia di Messico & Droga? impossibile non pensare a quel gioiello che fu Traffic di Steven Soderbergh ormai 15 anni fa, in un’interpretazione a dir poco monumentale del grandissimo attore portoricano. Kate Macer (E. Blunt), agente FBI prestato in un’operazione anti-droga, ben presto si scoprirà sconfinare in ambiti molto ambigui, e non solo perché si tratta del confine tra [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2015
TheMaster

Denis Villeneuve lo considero un regista veramente molto abile che è riuscito a deliziarmi con due film molto diversi tra loro ma straordinari nella loro semplicità ovvero Prisoners,un noir fantastico che consiglio a tutti di recuperare e Enemy con uno straordinario Jake Gyllenhaal,dopo avere visto questi due film ho promesso a me stesso che tutti i nuovi film di questo regista li avrei [...] Vai alla recensione »

domenica 25 ottobre 2015
slowfilm.blog

Per definire la mia idea di Sicario è stato utile l’ascolto, qualche giorno dopo, della colonna sonora di Jóhann Jóhannsson. Dalla visione di Enemy, cui sono seguiti Prisoners e Incendies, mi sembra che Denis Villeneuve sia uno dei registi più interessanti in circolazione; la sua filmografia fatta di titoli di una sola parola si compone di opere dense, oscure, complesse eppure dotate di un’essenzialità [...] Vai alla recensione »

martedì 29 settembre 2015
ClaudioFedele93

Districarsi in un ginepraio come può essere quello dei film ambientati tra il confine Statunitense e quello Messicano è roba tutt'altro che semplice. Autori di nota fama e di grande maestria hanno cercato, negli ultimi vent’anni, di realizzare lungometraggi degni di essere ricordati, scadendo più e più volte in una ripetitività eccessiva capace di non [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 ottobre 2015
capxxx

Un film sopravvalutato. La trama è scontata e lineare, i colpi di scena assenti. Gli attori hanno lo spessore di un foglio di carta velina e sono espressivi come il peggior Nicholas Cage.  Ci sono ottimi spunti per dare un senso al film, ma vangono puntualmente lasciati cadere nel vuoto. Dopo un inizio sfavillante ed adrenalinico, il film si perde nella banalità dei clichè. [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 ottobre 2015
Filippo Catani

Un blitz dell'FBI svolto per sgominare un traffico di droga finisce in maniera inquietante. Dentro la casa vengono recuperati cadaveri mummificati da tempo. Si decide allora di organizzare una task force per indagare sul caso. Tante volte il confine tra Messico e USA è stato protagonista di belle pellicole e anche in questo caso è così.

venerdì 29 maggio 2015
brian77

Di certo tra le cose migliori viste a Cannes 2015, in un concorso per il resto quasi sempre modesto se non mediocre. Villeneuve sa sempre come caricare di senso e dei emozione ogni singola inquadratura, ogni movimento di macchina, ogni dettaglio. Perfino le auto che sfilano verso il Messico sono filmate con intensità espressiva. Poi la storia ha qualche caduta nella seconda parte, ma quello che interessa [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 settembre 2015
Pedu72

Deludente, quanto meno, viste le presentazioni e le recensioni lette. Per la tematica, risaputa: la presunta 'necessità' di utilizzare mezzi violenti e illegali per sconfiggere la criminalità. Per l'assunto (criminogeno) implicitamente propugnato dal film: in effetti o si fa così o si è impotenti e sconfitti in partenza. Per l'ingenuità manichea e razzista: i buoni (anche se non del tutto.

venerdì 2 ottobre 2015
THE MOON

Doveva essere un film interessante,movimentato,tosto e adrenalinico,doveva essere stile non è un paese per vecchi con un che di spionaggio e intrigo internazionale,ma alla fine ti risvegli e non sai davvero cosa hai visto o se quello che hai visto è ciò che presenziavano trailer e critici con decorazioni e lustrini o se la sala non era quella giusta.

domenica 27 settembre 2015
fullmetaltizio

Denis Villanevue dirige brillantemente questo thriller teso ambientato nella tristemente nota frontiera tra Stati Uniti e Messico. La bravura degli attori (azzeccate le scelte di Emily Blunt, una delle poche attrici a non risultare ridicola in un ruolo "militaresco", e quella di Benicio Del Toro, il cui cipiglio pigro contrasta l'efferratezza delle sue azioni) e l'ottima fotografia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 settembre 2015
catcarlo

Forse a causa della distratta accoglienza ottenuta al festival di Cannes, il provino di ‘Sicario’ si concentra sull’azione e sui morti ammazzati presentando l’opera come un thriller spara-spara così che, quando si rivela il nome del regista, lo spettatore rimane spiazzato. La visione del film rimette le cose a posto: non che manchino le scene movimentate (perfetta la [...] Vai alla recensione »

domenica 27 settembre 2015
Mario Nitti

Un’ordinaria operazione antidroga porta allo scoprimento di venti cadaveri occultati nei muri di una casa. La donna che ha condotto l’indagine vuole scoprire in colpevoli e le viene proposto di entrare in una squadra interforze di lotta contro il mercato della droga. Le sembra una buona idea, ma è un patto con il diavolo. Il film avanza, quasi con centri concentrici, alternando [...] Vai alla recensione »

martedì 29 settembre 2015
Rufus T. Firefly

 È uno di quei film che sai che ti piaceranno, lo sai già dai primi minuti che ti siedi sulla poltrona, il montaggio, il susseguirsi delle azioni, non ti lasciano scampo; il film ti piacerà! Praticamente privo di colonna sonora se non di un unico pezzo suonato di poche note a mò di preludio al pathos che crea ed allo svolgersi dell'azione.

lunedì 28 settembre 2015
elpiezo

PIZZI MOVIE RECENSIONI: “SICARIO”. Teso ed intenso in ogni singola inquadratura, Sicario narra l'eterna lotta ai letali cartelli messicani della droga. Un'equipe di agenti scelti (CIA ed FBI) in una vera propria guerra dentro e fuori ai confini di una terra infuocata e corrotta che trasuda corruzione da qualsiasi angolo la si guardi. Un team di bravi attori ben assemblati tra loro (Del Toro, Blunt, [...] Vai alla recensione »

sabato 26 settembre 2015
Flaw54

Un film vecchio stile, tosto, duro, realistico e recitato in modo perfetto. Violenza, inganno e corruzione dominano in un mondo che la Blunt cerca di comprendere e drammaticamente capirà. Ottima la performance di Benicio del toro che progressivamente si rivela per quello che è dando un significato compiuto al titolo.

sabato 26 settembre 2015
luciano46

Non ho esagerato con le stelle perché è stato effettivamente un film molto ben fatto. La storia è interessante, la recitazione di tutti è stata notevole, le inquadrature, specialmente quelle aere di primissima qualità ed anche la colonna sonora mi ha colpito moltissimo. Non dico nulla della trama perchè potrei rovinare il piacere della visione e del finale molto significativo e che spiega molte cose. [...] Vai alla recensione »

sabato 26 settembre 2015
38ogeid

Ottimo film. Veramente ben fatto. Inquadrature e colonna sonora da grande cinema.

lunedì 24 ottobre 2016
Vepra81

Tante comparse e scene animate, ma di trama solita e monotona. Troppo lungo per un film che poteva durare molto di meno. Si poteva fare meglio creando piu emozioni. Finale con il bos triste in quanto la sua sconfitta avviene senza una lotta. 

domenica 15 maggio 2016
dario

Alla fin fine è la solita vendetta. Pasticciata, confusa, pretenziosa, sovraesposta. Non male la dolenza di Benicio del Toro, anche se convenzionale. Regia robusta, fotografia eccellente, ma sceneggiatura povera. Tanto bum bum con silenziatore. tanta violenza accettata, spettacolare, per nulla affrontata con serietà. Buoni e cattivi come nelle favole per bambini piccoli piccoli.

lunedì 5 febbraio 2018
amakasu

un film inutile e terribilmente noioso. 

mercoledì 25 gennaio 2017
opidum

sono assolutamente contento che sollima tenti la via americana. meritatissima. io sicario non l'ho visto . vedrò il sequel.

lunedì 17 ottobre 2016
gianlore

Davvero non riesco a capire. C'è un buon numero di persone, che sono entrate nel forum, nei comemnti a questo film, e hanno cliccato NO su qualsiasi comemnto, ma che razza di divertimento è questo? Possibile che dia così piacere dire sempre e comuqnue NO???? Comunque a dispetto degli anonimi lettori che NON sono MAI d'accordo, a me il film è piaciuto, e pure la [...] Vai alla recensione »

domenica 7 gennaio 2018
Gabs

film stupendo. magistralmente diretto. voto 10+

giovedì 15 ottobre 2015
pier delmonte

Il solito Villeneuve, sempre convincente ( vedi “prisoners” ), giusti tempi e movimenti, le scene e nessun esagerato scontro a fuoco che ti indispone, la maschera azzeccata sia di Del Toro sia di Brolin, forse sappiamo gia’ del narcotraffico, dell’inferno del messico, della frontiera stati uniti e messico e gli sporchi giochi della Cia, ma con questi film vale la pena tornarci sopra.

giovedì 8 ottobre 2015
no_data

L'unica cosa positiva di questo film è Benicio, che riesce sempre a interpretare al meglio ogni personaggio. Per quanto riguarda il resto, film che non cattura l'attenzione, non ti rende partecipe delle vicende, sia dei singoli personaggi che della storia principale. Ti lascia indifferenze anche nelle scene più crude. Non c'è patos, passione, nè voglia di finirlo [...] Vai alla recensione »

sabato 16 gennaio 2016
Il critico 89

Villeneuve è un ottimo regista e anche in questo Sicario conferma la sua bravura. Molto belle le ambientazioni,le musiche e gli attori recitano alla grande soprattutto Del Toro e la Blunt. Il film è crudo,violento ma purtroppo poco originale,sà di già visto. Comunque un film da vedere.

domenica 11 ottobre 2015
davidino.k.b.

Film non coinvolgente, belli gli effetti come sempre. Storia Americanata come sempre

lunedì 14 marzo 2016
Onufrio

Gran bel film, un ottimo cast ed una storia ricca di suspance che si evolve passo dopo passo, in grado di creare tensione allo spettatore, in un viaggio verso un qualcosa che non si sa, ma che una volta scoperto crea maggior dramma in questa vicenda che ha per protagonista Emily Blunt, agente dell'FBI che indaga su loschi affari di omicidi e droga e che si ritrova, per sua scelta, in un giro molto [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 marzo 2016
BntC7

Un film crudo, vero, sempre in bilico tra giusto e sbagliato, senza dare una netta risposta, neanche alla fine, ma lasciandoti domande, tante.. Una dura realtà che purtroppo rappresenta la quotidianità di tante persone, uomini e donne, anziani e bambini.. Benicio Del Toro è incredibile e cast protagonista ottimo! Bellissima fotografia! Da vedere, e rivedere! 

venerdì 9 ottobre 2015
Paperinik

Confezionato bene, soprattutto curatissimo l'abientazione audio. Benicio come sempre grandissimo. Nella protagonista ci si immedesima come nelle parole di miss italia. Presentazione di Ciudad Juarez meravigliosa. Tanta forma, pochissima sostanza. Provaci ancora Villeneuve

domenica 27 settembre 2015
AleCarId

Ben fatto seppur con qualche forzatura, alla fine si fa vedere ... sopra la media ma non eccezionale

lunedì 13 giugno 2016
GUSTIBUS

UN FILM CHE MI HA COLPITO..MERITAVA LA STATUETTA COME MIGLIOR FILM..QUASI PERFETTO..CRUDO COME DOVEVA ESSERE..SE L'UNICA PECCA E'CHE NON E'UN FILM X BIMBI...SI E'VERO...MA NON SI PUO'VIVERE DI MINIONS...QUI SI RITORNA AI FASTI DEL VERO CINEMA!!!!

Frasi
"Trasferisciti in una città piccola dove le leggi hanno ancora un senso.. Qui non sopravviverai.. Non sei un lupo e questa è una terra di lupi ormai"
Una frase di Alejandro (Benicio Del Toro)
dal film Sicario - a cura di Paolo
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Valerio Caprara
Il Mattino

Chissà se a Ciudad Juarez, assai meno bella ma ben più violenta di Napoli, siano in corso proteste o scattati anatemi per l'ennesimo «colpo proditorio» inferto dal cinema alla sua immagine. In ogni caso la città frontaliera messicana, già scenario privilegiato di film, sede tv e documentari, anche in «Sicario» dell'emergente regista canadese Villeneuve e dello sceneggiatore Sheridan incarna il fulcro [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Vedendo Sicario viene spontaneo pensare all'ottimo Traffic di Steven Soderbergh, ma il canadese Denis Villeneuve porta un affondo più radicale ed estremo sulla materia, inscenando la guerra al narcotraffico come una discesa nei gironi di un inferno dei vivi dove ogni speranza è irrimediabilmente perduta. Noi italiani non abbiamo bisogno di didascalie per capire il significato di un titolo, che il [...] Vai alla recensione »

Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

Al suo secondo film americano, dopo Prisoners, il quebequois Denis Villeneuve si tuffa nei neri abissali della war on drugs con Sicario, un feroce poliziesco ambientato, come suggerisce il titolo, sullo sfondo dei massacri da narcotraffico, recentemente riportati in auge anche dall'ultimo romanzo di Doug Winslow, The Cartel, e dall'incredibile fuga di «El Chapo» Guzman da un carcere di massima sicurezza [...] Vai alla recensione »

Emiliano Morreale
L'Espresso

Una giovane agente dell'Fbi (Emily Blunt) deve operare tra Stati Uniti e Messico per sventare una gang di narcotrafficanti. Al suo fianco un ambiguo personaggio (Benicio Del Toro) le farà scoprire che i confini tra bene e male sono più sfumati di quanto pensasse. Thrlller d'azione con un paio di momenti di grande tensione, ossequioso dei canoni del genere, con una morale un po' più amara.

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Pistolera fragile del Fbi, Kate (la Blunt) si batte tra due masse di testosterone, Josh Brolin, il cinico caposquadra Cia, e Benicio del Toro, misterioso supervisore, in realtà uno spietato fàccendiere. Tosta e vulnerabile, Kate è una che indossa la stessa T shirt per una settimana, eroina morbida di un puzzle di illegalità, ambiguità, mali minori e delitti necessari per controllare ciò che non si [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

L'agente FBI Kate è idealista e pensa che la giustizia trionferà. Giovane, talentuosa ma inesperta, quando è inserita nel gruppo "in missione" in Messico per sgominare un imponente giro di narcotraffico, comprende che il bene e il male, ovvero legalità e illegalità si mescolano anche in nome della giustizia. Il canadese Villeneuve ama sperimentare generi e territori assai distanti tra loro.

Paolo D'Agostini
La Repubblica

La linea di confine tra Stati Uniti e Messico è l'inferno in terra. Questa la premessa. Qui si combatte una guerra spietata e senza esclusione di colpi. Tra i tutori dell'ordine nordamericani (di quelli messicani non c'è da fidarsi) e i cartelli del narcotraffico (quello messicano ha soppiantato i colombiani) che sono peggio dello Stato Islamico. L'agente Fbi Kate (Emily Blunt, bella e sempre imbronciata), [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Ancora la guerra della droga, tema che al cinema non conosce crisi. Dirige il canadese Denis Villeneuve, al suo terzo film, che non esita a schierarsi contro l'ambigua, a suo dire, politica di Washington. Tre personaggi al centro dell' intrigo, al confine tra Messico e Stati Uniti: i due agenti governativi Emily Blunt e Josh Brolin e il trafficone Benicio Del Toro.

NEWS
VIDEO
martedì 28 luglio 2015
 

Il nuovo film di Denis Villeneuve, Sicario, presentato in concorso al Festival di Cannes 2015, ha come protagonisti il premio Oscar Benicio Del Toro, Emily Blunt, Josh Brolin e Jon Bernthal. La sinossi: in una zona di confine tra Stati Uniti e Messico, [...]

GALLERY
mercoledì 20 maggio 2015
 

Al Festival di Cannes ieri è stata protagonista la denuncia sul narcotraffico tra Messico e Stati Uniti di Sicario, nuovo film dell'apprezzato regista di Prisoners Denis Villeneuve. "La violenza è orribile, ma il silenzio è ancora peggio", ha dichiarato [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati