Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore

Acquista su Ibs.it   Dvd Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore   Blu-Ray Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore  
Un film di Wes Anderson. Con Bruce Willis, Edward Norton, Bill Murray, Frances McDormand, Tilda Swinton.
continua»
Titolo originale Moonrise Kingdom. Drammatico, durata 94 min. - USA 2012. - Lucky Red uscita mercoledì 5 dicembre 2012. MYMONETRO Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore * * * - - valutazione media: 3,37 su 70 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,37/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Un film scritto da Wes Anderson insieme a Roman Coppola.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La genialità narrativa di Anderson si interroga col consueto gusto visivo sull'avventura della vita
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Estate 1965. Su un'isola del New England vive la dodicenne Suzy, preadolescente incompresa dai genitori. Sulla stessa isola si trova in campeggio scout il coetaneo Sam, orfano affidato a una famiglia che lo considera troppo 'difficile' per continuare ad occuparsene. I due si sono conosciuti casualmente, si sono innamorati e hanno deciso di fuggire insieme seguendo un antico sentiero tracciato dai nativi nei boschi. Gli adulti, ivi compreso lo sceriffo Sharp, si mettono alla loro ricerca anche perché è in arrivo una devastante tempesta.
È indispensabile prestare attenzione all'ouverture di Moonrise Kingdom e non abbandonare la sala prima della fine dei titoli di coda per comprendere il senso profondo del film di Anderson che, altrimenti, rischia di essere letto superficialmente come un'ulteriore esibizione di genialità narrativa infarcita di gag e di trovate visive senza però che si vada oltre. Non è così. Chi era bambino nella prima metà degli Anni Sessanta ha molto probabilmente nella propria raccolta di vinili la suite didattica "Young Person's Guide to the Orchestra" di Benjamin Britten in cui si presentavano i diversi strumenti che compongono l'orchestra basandosi su un tema di Purcell in cui l'ensemble si riuniva per eseguire una fuga.
Una fuga è esattamente ciò che mettono in atto Suzy e Sam. Una fuga che serve apparentemente a scomporre ma in realtà ha come meta la ricomposizione dei frammenti di due vite che rischiano la dissoluzione. Alla fine del film Anderson gioca con questo fil rouge sonoro di nuovo 'scomponendo': questa volta tocca alla musica di Desplat, autore del soundtrack originale del film. Ci ricorda così, al contempo, che fare cinema (stanno scorrendo i titoli di coda non dimentichiamolo) è 'orchestrare' varie e quasi innumerevoli professionalità ma riesce anche a fare di più. Sottolinea che il suo cinema più recente è orientato a cercare le radici del comportamento adulto in accadimenti che hanno marcato gli anni giovanili.
Così era per i fratelli de Il treno per il Darjeeling, così è stato per Fantastic Mr.Fox (un ritorno alle proprie origini con il portare sullo schermo il primo libro che Anderson ricorda di aver letto), così accade ora. Suzy e Sam sono non dei disadattati ma dei 'disadatti' a un mondo adulto che si sta spegnendo nell'indifferenza (la famiglia della ragazzina) o sopravvive grazie a regole applicate puntigliosamente che pretendono di imbrigliare l'avventura (il campo scout per Sam). Nel prologo, dalla casa di bambola in cui vive con i genitori e i fratelli, Suzy osserva il mondo grazie alla distanza del suo binocolo ma, per un istante, guarda in macchina interrogandoci.
Siamo ancora capaci di emozionarci per un bacio? Sappiamo capire fino a che punto un essere umano in formazione abbia bisogno del nostro aiuto per togliersi il costume nero da corvo (e viene in mente "Blackbird", masterpiece dei Beatles) e quanto invece possa e debba affrontare il piacere dell'avventura della vita con quel tanto di libertà che gli permetta di dipingere un mondo nuovo? Sono quesiti che ogni tanto gli adulti dovrebbero porsi. Anderson fa bene a riproporceli.

Incassi Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore
Primo Weekend Italia: € 400.000
Incasso Totale* Italia: € 1.072.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 gennaio 2013
Incasso Totale* Usa: $ 45.507.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 28 ottobre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
81%
No
19%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
0
1
BAFTA
0
1
* * * * -

Dallo strumento all'orchestra

mercoledì 12 dicembre 2012 di olgadik

Già la prima carrellata interna nella casa di bambole della famiglia Bishop, che assomiglia a quelle delle scene cartonate dei libri per bambini, mi dice che questa volta non uscirò dalla sala delusa. Subito dopo si chiarisce quanta importanza abbiano nel film la musica e la metafora dell’ orchestra, perché l’incipit prosegue con l’ascolto di un disco da parte dei bambini figli della coppia che risiede nella casa. Si tratta della ”Guida all’orchestra per ragazzi “di Benjamin Britten che spiega, continua »

* * * * -

La purezza dei sentimenti

sabato 15 dicembre 2012 di derriev

"Moonrise kingdom" è l'ennesima dimostrazione che nel Cinema gli americani hanno una marcia in più, nel senso della voglia e capacità di osare. Vedere attori del calibro di Norton, Willis, la McDormand, Keytel qui in un "ruolino", accettare una pellicola che sulla carta doveva, a mio parere, sembrare una favolata per sempliciotti… e non mi si dica che lo hanno fatto per soldi: non sono nomi che ne hanno certo bisogno! La trama: una coppia continua »

* * * * -

Un mondo poetico dietro la stravaganza visiva

lunedì 15 ottobre 2012 di donni romani

Chi conosce il cinema di Wes Anderson sa che la stravaganza dei personaggi e delle situazioni non deve essere fuorviante nella comprensione del messaggio e dell'analisi dolente e pungente di una società o di un carattere. Qui l'ambientazione è nei primi Anni Sessanta, una casa iper colorata in cui vive Suzy, dodicenne solitaria e infelice,  con i genitori e tre fratelli più piccoli, un binocolo perennemente puntato fuori dalla finestra, a scrutare il mondo, il futuro continua »

* * * * -

Una meraviglia

venerdì 7 dicembre 2012 di eliamago

la storia di due preadolescenti raccontata con lo sguardo di un bambino. la dolce e decadente visionarietà di Anderson questa volta ci porta in un'isola, cronologicamente nelgi anni 60, ma -in realtà-fuori dal tempo della società. rimangono i due protagonisti, due ragazzini, poco più che bambini che vogliono fuggire da quel tipo di adultità che è intorno a loro. il tema caro al regista è in fondo questo: il difficile rapporto tra genitori e figli. se nei Tenembaum la visione era data da più punti continua »

Sam Shakusky
"Io ti amo ma tu non sai di cosa stai parlando"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il comandante Sharp
"Anche i bambini intelligenti infilano le dita nelle prese di corrente a volte…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sam e Suzy
-E' stato un bravo cane?
-Chi può dirlo? Ma non meritava di morire così.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 7 maggio 2013

Cover Dvd Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore A partire da martedì 7 maggio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore di Wes Anderson con Bruce Willis, Edward Norton, Bill Murray, Tilda Swinton. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Moonrise Kingdom. Una fuga d'amore (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 11,24 €
Prezzo di listino: 14,99 €
Risparmio: 3,75 €
Aquista on line il dvd del film Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore

APPROFONDIMENTI | Moonrise Kingdom e il diritto alla contestazione.

Prima della rivoluzione

domenica 9 dicembre 2012 - Roy Menarini

Prima della rivoluzione Tutto il cinema di Wes Anderson - è banale ripeterlo - mette al centro le disfunzioni della famiglia, dai Tenenbaum a Il treno per il Darjeeling, persino quando i personaggi principali appartengono alla specie delle volpi (Fantastic Mr. Fox). Più sottile, invece, il discorso del regista sulla conquista dell'identità da parte dei singoli, specie i più giovani, di fronte alle bizzarrie di padri e madri, quasi sempre inadeguati o assenti.

   

NEWS | La serata d'apertura con Moonrise Kingdom di Wes Anderson.

Al via la 65a edizione

mercoledì 16 maggio 2012 - Nicoletta Dose

Festival di Cannes, al via la 65a edizione Il Festival di Cannes compie i suoi primi sessantacinque anni. Mentre ieri la Francia accoglieva l'arrivo di Hollande all'Eliseo, sulla Croisette si affaccendavano gli addetti ai lavori del festival. E così, dopo l'entusiasmo per il nuovo premier, il popolo francese accantona la politica e si appresta a festeggiare l'avvio di una delle kermesse cinematografiche più importanti del mondo. Sui manifesti sparsi per le vie della famosa città balneare, la divina Marilyn Monroe, in un sobrio vestito nero, soffia sulla candelina di un compleanno d'eccezione.

   

VIDEO | La genialità narrativa di Wes Anderson. Dal 5 dicembre al cinema.

Il trailer italiano

martedì 30 ottobre 2012 - Nicoletta Dose

Moonrise Kingdom, il trailer italiano Siamo a metà degli Anni Sessanta, su un'isola del New England. Suzy e Sam sono due ragazzini curiosi, incompresi dai genitori e ansiosi di immergersi nella vita. Dopo essersi conosciuti casualmente, si sono innamorati e hanno deciso di fuggire insieme percorrendo un sentiero nei boschi. Dopo una precisa organizzazione del viaggio, i due si incamminano insieme ma non sanno che è in arrivo una devastante tempesta. Dopo Il treno per il Darjeeling, l'eccentrico regista Wes Anderson affronta un'altra avventura ma questa volta mette al centro i tormenti di due giovanissimi, in procinto di diventare adulti.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Wes Anderson apre il Festival di Cannes

venerdì 9 marzo 2012 - Robert Bernocchi

Sarà Moonrise Kingdom ad aprire la prossima edizione del Festival di Cannes. La pellicola di Wes Anderson ha già riscosso un forte interesse negli appassionati per un trailer delizioso e un cast che, come al solito per Anderson, può vantare alcuni degli attori più prestigiosi in circolazione. Infatti, oltre ai due adolescenti in fuga e protagonisti della vicenda (interpretati da Kara Hayward e Jared Gilman), tra gli adulti figurano nomi come Bill Murray, Edward Norton, Frances McDormand, Bruce Willis, Tilda Swinton e Jason Schwartzman. continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Il trailer di Moonrise Kingdom

venerdì 13 gennaio 2012 - Robert Bernocchi

Il nuovo film di Wes Anderson, Moonrise Kingdom, certo non tradisce la consueta linea stilistica poetica e stralunata di questo regista. Ad aiutarlo nell'impresa, Bill Murray e Jason Schwartzman, già suoi attori feticcio, senza dimenticare Bruce Willis, Francis McDormand ed Edward Norton. La storia è ambientata nell'estate del 1965, quando una coppia di dodicenni si innamora e fugge insieme, scatenando così le ricerche. Elementi correlati: Trailer continua »

   

Primo amore

di Natalia Aspesi La Repubblica

[...] Così c’è un certo sollievo con il primo dei film in concorso, che è questo Moonrise Kingdom, diretto da Wes Anderson, uno dei rari quarantenni invitati quest’anno, americano fuggito a Parigi come gli intellettuali degli anni 20, aspetto molto dandy, qui in elegante completo color sabbia e capelli lisci lunghi e biondi. Il cosceneggiatore è un altro giovanotto molto chic, Roman Coppola, figlio di Francis Ford e fratello di Sofia. C’è motivo di scandalo per quel lieve goffo abbraccio, mentre il bambino chiede scusa per la sua erezione preadolescenziale e la bambina gli spiega che nel bacio bisogna che le lingue si tocchino, e lui alla fine con garbo, sputa? Certamente no, perché la scena è allo stesso tempo commovente e buffa, al centro di un’avventura fatta di innocenza, nata dalla solitudine, dallo sperdimento della fine dell’infanzia e dalla paura del mondo adulto: e tutto il film è soprattutto il racconto dell’immensa, trionfante, emozione del primo amore; eppure il film negli Stati Uniti è sconsigliato ai minori di 13 anni, mentre dovrebbe esserlo agli adulti, spesso immalinconiti dalla nostalgia di aver perso lungo gli anni, il meraviglioso, segreto sapore della vita. »

Anderson, guarda che Luna

di Alessandra Levantesi La Stampa

Non eravamo appassionati fan di Wes Anderson, le cui pur originali, stilizzate commedie ci sono sempre parse troppo costruite di testa per colpire il cuore. Questo fino a Moonrise Kingdom, film sceneggiato dal regista con Roman Coppola dove tutte le componenti - poetiche e grottesche, malinconiche ed esilaranti - del suo cinema trovano amalgama perfetta e felicissima. Non sapremmo neppure definirne il genere: una commedia romantica, incentrata sulla cotta di due ragazzini vulnerati? Un piccolo romanzo di formazione? Un'avventura? Uno psicodramma familiare? Nell'estate '65 due dodicenni, dopo un fitto scambio epistolare, decidono di fuggire da tutto: Suzy (Kara Hayward) è una bambina solitaria che si sente incompresa dai suoi, il padre distaccato (Bill Murray), la mamma autoritaria (Frances McDormand) che segretamente tradisce il marito e tre insopportabili fratellini; rimasto orfano e giudicato un soggetto difficile, l'occhialuto Sam (Jared Gilman) è uno scout inviso ai suoi compagni. »

L'avventura di Sam e Suzy piccol ieroi di un amore sovversivo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Giulietta e Romeo hanno 12 anni, sono figli dei prosperi anni 60, ascoltano musica su mangiadischi dai colori sgargianti. E anche se non sanno ancora come ci si bacia compiono il gesto di rivolta più romantico che ci sia. Fuggono insieme seminando famiglie e tutori, vivono qualche giorno in un’isola selvaggia, andando a pesca e battendosi contro i loro nemici. Insomma sovvertono l’intero ordine sociale, rivelando al contempo agli adulti il grigiore delle loro vite ordinate e rassegnate. Dettaglio chiave: Romeo, cioè Sam, è un provetto boy scout, berretto da Davy Crockett e attrezzatura da giovane esploratore in tasca, un bimbetto occhialuto e silenzioso che i coetanei evitano come la peste ma ha abbastanza grinta da individuare la sua Giulietta, cioè Suzy, nelle retrovie di una recita scolastica. »

L'amore comincia a 12 anni

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Giulietta e Romeo hanno 12 anni, sono figli dei più affluenti anni 60, ascoltano musica su mangiadischi a tinte sgargianti. E anche se non hanno idea di come ci si baci, compiono il gesto di rivolta più romantico che ci sia. Fuggono insieme seminando famiglie e tutori, vivono qualche giorno su un'isola selvaggia, andando a pesca e battendosi contro i loro nemici. Insomma sovvertono l'intero ordine sociale, rivelando agli adulti il grigiore delle loro vite ordinate e rassegnate. Dettaglio chiave: Romeo, cioè Sam, è un provetto boy scout, berretto da Davy Crockett e attrezzatura da giovane esploratore in tasca, un ragazzetto occhialuto e silente che i coetanei evitano come la peste ma ha abbastanza grinta da scovare la sua Giulietta, cioè Suzy, nelle retrovie di una recita scolastica. »

Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Golden Globes (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 5 dicembre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità