Antichrist

Acquista su Ibs.it   Dvd Antichrist   Blu-Ray Antichrist  
Un film di Lars von Trier. Con Willem Dafoe, Charlotte Gainsbourg Horror, durata 100 min. - Danimarca, Germania, Francia, Italia, Svezia, Polonia 2009. - Lucky Red uscita venerdì 22 maggio 2009. - VM 18 - MYMONETRO Antichrist * * - - - valutazione media: 2,45 su 102 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,45/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * - - - -
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer Antichrist
Il film: Antichrist
Uscita: venerdì 22 maggio 2009
Anno produzione: 2009
   
   
   
Una coppia in lutto va nella propria capanna nei boschi chiamata "Eden", sperando di risolvere i propri problemi matrimoniali. Ma la Natura prenderà il suo corso e le cose andranno di male in peggio. Chi sia l'Anticristo sarà lo spettatore a deciderlo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un harakiri cinematografico liberatorio, estremo e coraggioso
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Un uomo, una donna. Un marito e una moglie che fanno l'amore con grande trasporto. Nel frattempo il loro bambino esce dal box in cui dormiva, si arrampica sulla finestra per guardare affascinato la neve che cade e precipita morendo. La donna a distanza di un mese non riesce a riprendersi e il marito, che è anche uno psicoterapeuta, decide di curarla anche se i protocolli della professione non lo consentirebbero. Inizia così un percorso che condurrà entrambi in una casa nel bosco dove la tragedia è in agguato.
"Lascia ch'io pianga/ mia cruda sorte/ e che sospiri la libertà" È con questi versi di Handel che si apre e chiude quello che Lars Von Trier afferma essere il più importante film di tutta la sua carriera. Noi diremmo di più: si tratta del film in cui il regista danese gioca finalmente con se stesso a carte totalmente scoperte. Ciò che veramente pensa delle complesse e comunque misteriose dinamiche che stanno alla base del rapporto uomo/donna viene finalmente depurato dalle tematiche sociali che in tutti gli altri film (perlomeno a partire da Europa) tentavano, invero senza riuscirci del tutto, di occultarlo. È nudo Von Trier questa volta. Non si limita a portare i suoi due attori all'estremo con scene che faranno abbassare lo sguardo a più di uno spettatore ma va oltre.
L'idea del film nasce da un lungo periodo di depressione e finisce con il costituire una sorta di tentativo di terapia su grande schermo. I detrattori del regista danese hanno ora una freccia in più al loro arco la cui punta è stata opportunamente avvelenata dallo stesso Von Trier. Perchè questo è senza dubbio il suo film più squilibrato e al contempo più ambiguamente sincero. L'ossimoro è funzionale all'intera filmografia del regista ma torna ad esserlo, con maggior forza, anche in questa occasione. Perchè qui viene portato all'ennesima potenza il terrore che Von Trier prova verso il femminile anche se poi tenta di occultarlo con la pretesa di aver mostrato un maschio che pretende di porre sotto totale controllo la propria compagna subendone le conseguenze. La Natura (vedi caso nome femminile al punto che la si definisce solitamente Madre) è nella sua visione una creatura di Satana e la donna finisce con l'esserne la più diretta e pericolosa espressione. Dafoe sullo schermo altri non è che un Von Trier più giovane che soccombe, dopo aver cercato la strada della razionalizzazione, alla ineludibile irrazionalità totale del femminino che ha una sola strada per non nuocere: negarsi e negare in modo definitivo la possibilità del piacere. Chi sia l'Anticristo sarà lo spettatore a deciderlo. Certo è che mai come in questa occasione è emerso il lato più oscuro (qualcuno dirà "malato") di questo regista che forse grazie proprio ad Handel ci confessa il suo tormento: la sua è la dura sorte di chi soccombe quotidianamente a quella che sente come la gabbia di un corpo desiderante il sesso femminile. Con questo harakiri cinematografico ha inizio il tentativo di liberazione. Tre stelle per lo spudorato coraggio.

Premi e nomination Antichrist MYmovies
Antichrist recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Antichrist
Primo Weekend Italia: € 123.000
Incasso Totale* Italia: € 522.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 settembre 2009
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
59%
No
41%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Antichrist

premi
nomination
Festival di Cannes
1
0
European Film Awards
0
2
* * * * *

All'inferno, senza ritorno.

mercoledì 27 maggio 2009 di Cuci85

Non un film, un'esperienza. E come tale, difficilmente valutabile. Il mestiere e la tecnica sono innegabili, bastano pochi minuti in un bianco e nero rallentatissimo (scommettiamo che farà scuola?), o le atmosfere, o i quadri distorti e vibranti. Ma, come detto, non si tratta di un semplice film, e queste cose non sono che un contorno di tecnica che potrebbe sfiorare il manierismo. Poi c'è la Storia, o la Non Storia, a discrezione dello spettatore. Tornano i capitoli (un predecessore su tutti, continua »

* - - - -

Un film e' un film

venerdì 29 maggio 2009 di giorgio47

Premetto che i film di Lars von Trier in generale mi sono sempre piaciuti, alcuni addirittura mi hanno entusiasmato. Sono quindi andato a vedere il suo ultimo film, nonostante, spulciando senza attenzione alcune critiche (in generale non mi interessano), avessi avuto la sensazione che non si trattasse di un film eccezionale. Speravo che il film alla fine avrebbe giustificato in una qualche maniera il prezzo del biglietto. Purtroppo la speranza non si è avverata. Non voglio neanche stare ad analizzare continua »

* * * * -

Grande esempio di cinema horror

martedì 2 giugno 2009 di Slasher Master

Mentre guardi un film come Antichrist non puoi che provare un solo sentimento: angoscia. Non è infatti la paura la sensazione che ti trasmettono le atmosfere aperte ma claustrofobica, le musiche cupe e ovattate, rimbombanti. E' piuttosto una forte angoscia che solo nel finale, quando il regista deciderà di fare un modesto uso dello splatter, che muterà in qualcosa di più agghiacciante. La scelta dell'ambientazione (il bosco) potrà ai più sembrare banale ma non lo è perchè il rapporto con la natura continua »

* * * * -

Splendido affresco simbolico

sabato 23 maggio 2009 di orazioblur

Ho appena visionato il film al cinema.. Inutile dire che la sala era semivuota, e i pochi che stavano vedendo il film, in molti frangenti, sghignazzavano o accennavano espressioni di disgusto o di sorpresa. Beh, è evidente che il film in sè non è quanto di più delicato possa sembrare, ma in fondo, se si guarda da un altro punto di vista, esso risulta molto delicato e armonioso. Prima di tutto l'eleganza con cui il regista danese costruisce la fotografia e la scenografia! Rimarrete incantati da continua »

Willem Dafoe
"Devi trovare il coraggio di guardare le situazioni che ti fanno paura, allora imparerai che la paura non è pericolosa!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lei
"Quando una donna piange è perchè trama..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Antichrist

Uscita in DVD

Disponibile on line da lunedì 26 ottobre 2015

Cover Dvd Antichrist A partire da lunedì 26 ottobre 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Antichrist di Lars von Trier con Willem Dafoe, Charlotte Gainsbourg. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Antichrist (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Antichrist

APPROFONDIMENTI | Le riprese del film cominceranno nell'estate del 2012.

Von trier pianifica una versione soft e una hardcore di nyphomaniac

martedì 2 agosto 2011 - Marlen Vazzoler

Von Trier pianifica una versione soft e una hardcore di Nyphomaniac Dopo la presentazione di Melancholia a Cannes, in molti si sono chiesti quale sarebbe stato il prossimo progetto del regista danese Lars Von Trier. Ieri Screen Daily ha confermato che il prossimo film del regista sarà Nymphomaniac, una pellicola che seguirà la vita erotica di una donna dalla sua nascita ai cinquant'anni. Naturalmente i contenuti del film, la grafica delle scene sessuali e la parte dedicata sulla sessualità giovanile faranno scuotere la testa ai censori, ma Von Trier ha già considerato tali problemi e per questo motivo ha deciso di realizzare due versioni: una hardcore in cui verranno inserite le scene di penetrazione e una softcore che verrà distribuita nella maggior parte dei cinema.

   

FOCUS | Lars von Trier: faccio film solo per me.

Che sia l'ultimo

lunedì 1 giugno 2009 - Pino Farinotti

Che Antichrist sia l'ultimo A Cannes, col suo Antichrist, Lars von Trier si è messo a nudo, completamente, e il "corpo" si è mostrato sgradevole, devastato. A "completamente" aggiungo "crudelmente", per sé e per noi. Lars nudo non è stato un bello spettacolo. E dico: nessuno obbliga nessuno ad andare al cinema. A vedere Antichrist va poca gente, e questa è la buona notizia. Ma ce n’è una migliore, Lars è stato sconfessato persino dai suoi amici, dai critici. Da anni dico che Trier è il grande sopravvalutato, possiede una parte di talento, ma troppo parziale.

CELEBRITIES | Un autore geniale, perennemente in bilico sulle "onde del destino".

Il dogma di lars von trier

martedì 19 maggio 2009 - Stefano Cocci

5x1: Il dogma di Lars Von Trier È stato fortunato Lars Von Trier a non fare la fine di Ned Flanders. Infatti, la leggenda narra che il celebre personaggio dei Simpson sia stato allevato da genitori hippie senza alcuna regola, in completa libertà, rimediando un enorme esaurimento nervoso che lo ha rinchiuso in un ospedale psichiatrico, uscendone con la mania dei diminutivi. Von Trier non è stato così sfortunato, è cresciuto con una spiccata personalità, un certo delirio di onnipotenza e una tendenza alla leadership, mentre avrebbe avuto tutti i diritti di farsi venire almeno un mal di testa.

GALLERY | I protagonisti del film scandalo.

Photocall

lunedì 18 maggio 2009 - a cura della redazione

Antichrist: photocall Uno dei film dei più attesi, se non il più atteso, del Festival francese, Antichrist, è stato alla fine accolto con pochi applausi e da molti fischi, risate e buuu. La critica lo ha letteralmente demolito come confermano le varie recensioni che via via spuntano sul web. Pare che quella di ieri sera sia stata una delle proiezioni più contestate degli ultimi anni, c'è chi ha addirittura parlato di un fine carriera per il regista danese e di profondo motivo di imbarazzo per i due protagonisti Willem Dafoe e Charlotte Gainsbourg.

   

GALLERY | Il nuovo film di Lars von Trier.

Prime immagini

lunedì 27 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

Antichrist: prime immagini Sono uscite le prime immagini di Antichrist, una delle pellicole in concorso al Festival di Cannes. Il film racconta di una coppia (Willem Dafoe e Charlotte Gainsbourg) in lutto che va nella loro capanna nei boschi chiamata "Eden", sperando di rimarginare le ferite dei loro cuori e risolvere i loro problemi matrimoniali. Ma la natura prende il suo corso e le cose vanno di male in peggio. Il film è scritto e diretto dal danese Lars von Trier, e verrà mostrato in anteprima a Cannes per poi essere distribuito tra maggio e giugno in Europa.

   

VIDEO | Il film horror diretto da Lars von Trier.

Nuovo trailer

martedì 28 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

Antichrist: nuovo trailer Uscito un nuovo trailer del film Antichrist, diretto da Lars von Trier, un film horror con Willem Dafoe (Spider-Man) e Charlotte Gainsbourg (21 grammi). Il film racconta della coppia in lutto formata da Dafoe e dalla Gainsbourg, che va a stare in una capanna nei boschi per risolvere i propri problemi di coppia e rimarginare le ferite dei loro cuori. Il film verà proiettato al Festival di Cannes per poi essere distribuito in Europa da Maggio.

   

"Antichrist", gratta gratta c'è tanta letteratura

di Andreina Sirena Il Tempo

Una pellicola brulicante di citazioni letterarie e filosofiche con le misure e le dismisure di uno stato ipnotico. Un'autentica opera d'arte indecifrabile alla maggioranza, accolta dal pubblico come «Le Fleur du mal» di Baudelaire nel 1857 o «Inferno» di Strindberg del 1897. Per fortuna non è il tempo delle censure e delle condanne cinematografiche anche se le diffamazioni costruite dalla critica riescono peggio dei roghi dell'Inquisizione. Veniamo a Strindberg. Quasi tutti lo hanno citato commentando il film poiché il regista stesso in un'intervista lo indica come fonte d'ispirazione. »

di Giacomo Visco Comandini Il Riformista

Le risate (di disperazione) sono invece sono quelle per Lars Von Trier, in concorso per l'ottava volta a Cannes, con Antichrist. Lars Von Trier realizza il suo film più duro e disturbante. Sullo schermo compaiono solo due attori - Charlotte Gainsbourg e Willem Dafoe - che interpretano una coppia in crisi dopo la morte accidentale del loro bambino. Decidono di ritirarsi in una capanna isolata in un bosco dove il marito, psicoterapeuta, tenta di guarire la moglie dalla depressione e le impedisce di terminare il suo libro sulla caccia alle streghe. »

Meraviglioso incubo

di Lietta Tornabuoni L'Espresso

Da tempo il regista danese di 53 anni, sta davvero male. Si aggravano i suoi disturbi nervosi (clasutrofobia, attacchi di panio): molte mattine non arriva ad alzarsi dal letto, soffre d'insonnia, piange, si sente dissociato dal proprio corpo. Le sue mani sono scosse da un tremito perenne che gli impedisce di prendere appunti e di tenere la macchina da presa, come ha sempre fatto. Sragiona, con impressionante arroganza: «Sono il miglior regista al mondo. Dio non è il miglior Dio possibile, l'unico vero Dio è, Tarkovski. »

Non prendertela Von Trier: lassù Tarkovskij ti ama

di Andreina Sirena Il Tempo

Domandarsi cosa ci azzecca Antichrist di Von Trier con il genio di Tarkovskij, è come chiedersi che c’entra la colomba sopra la testa di Gesù nel Battesimo di Piero della Francesca o l’agnello sotto la Crocifissione di Grünewald. Un film giudicato delirante e offensivo, bocciato all’unisono da una critica omologata e superficiale. Certo, non si poteva sperare di meglio in un mondo disabituato al sottosuolo simbolico. La verità è che l’allegoria non fa più parte di questo mondo. E pensare che qualcuno ha definito “disneyana” la volpe di Antichrist che ha parlato nel film, quella che ha sentenziato “Il caos regna”; peccato non sapere che il caos regna anche in tutti i film di Tarkovskij, prima di fare ordine con un finale catartico, intendiamoci. »

Antichrist | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 22 maggio 2009
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità