Dizionari del cinema
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 31 maggio 2016

Gerard Butler

P.S. We love you

Nome: Gerard James Butler
46 anni, 13 Novembre 1969 (Scorpione), Glasgow (Gran Bretagna)
occhiello
Follia?
Questa è Sparta!!!

dal film 300 (2006) Gerard Butler è Re Leonida
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gerard Butler

Geostorm

Un film di Dean Devlin. Con Gerard Butler, Jim Sturgess, Abbie Cornish, Ed Harris, Andy Garcia.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2016. Uscita 26/01/2017.

Presentato a Berlino Coriolanus, implacabile tragedia che parla di Roma ma pensa al Vietnam di Kubrick.

Full Metal Shakespeare

martedì 15 febbraio 2011 - Giovanni Bogani cinemanews

Full Metal Shakespeare C'è del macho in Berlinale. Ralph Fiennes e Gerard Butler, uno più duro, uno più sexy dell'altro – oggi le colleghe non ti salutavano nemmeno, la testa ad altro – si affrontano, si insanguinano, si pugnalano, si avvinghiano, si abbracciano finché morte non li separi. Fin quasi a far affiorare il sospetto di un erotismo omosessuale sottopelle.

Il film è Coriolanus. Shakespeare portato sullo schermo – in veste di coproduttore, regista e protagonista – da Ralph Fiennes, l'ufficiale nazi di Schindler's List. Presentato oggi in concorso a Berlino, accolto da un applauso stranito in sala, e da uno da concerto rock in conferenza stampa. 122 minuti di sanguinosa e implacabile tragedia shakespeariana affondata in un presente astratto e non ben definito: dove si parla di Roma, di Anzio, ma si pensa ai Balcani, o al Vietnam astratto di Full Metal Jacket di Kubrick.

Il "Full Metal Shakespeare" di Ralph Fiennes adotta i veri versi di Shakespeare, dove si dice "thou" e non "you", e "art"” e non "are". Ma intorno ci sono telecamere, breaking news della televisione, carri armati, polizia col manganello.

Ralph Fiennes, perché ha scelto questa commistione tra Shakespeare e il presente?
"Intanto, perché 'Coriolano' sta da anni dentro di me. L'ho fatto dieci anni fa a teatro, a Londra, e ho sviluppato una vera ossessione per questa pièce. Da anni volevo portarla al cinema, ma mi chiedevo come, in che modo".

E perché ha scelto di ambientarla nell'oggi, ma con il linguaggio originale di Shakespeare?
"Mentre pensavo alla tragedia, continuavo a vedere al telegiornale immagini di rivolte nelle città, di guerre nei Balcani e in Cecenia, di crisi economica, e mi sono convinto che il dramma di Shakespeare poteva ben parlare anche di tutto questo. Poi, il film di Baz Luhrmann, Romeo + Juliet, mi ha dato molta fiducia. Ho pensato che potevo fare qualcosa di contemporaneo, lasciando intatto quel linguaggio".

Nel rapporto tra lei e Gerard Butler c'è quasi una componente erotica. Vi combattete, ma in qualche modo siete indissolubilmente legati. Le sembra una interpretazione sbagliata?
"No, tutt'altro. Nelle scene in cui ci affrontiamo, effettivamente, c'è un elemento erotico. Che credo sia evidente già nella tragedia di Shakespeare. Il mio antagonista, interpretato da Gerard, è quasi un alter ego, un 'love mate'. Se io non fossi io, nel film, sarei sicuramente lui. Sono due personaggi che si rispettano".

Gerard Butler, per lei come è stato affrontare un altro personaggio "macho" e violento, dopo 300? Non teme di rimanere intrappolato in un certo tipo di ruoli?
"Fino ad ora mi dicevano tutti che facevo troppe commedie romantiche, ora mi dite che faccio troppi film violenti! Ma io cerco sempre di fare cose differenti, cerco sempre di mettermi alla prova. Poi anche per me 'Coriolano' è un momento importante della mia formazione. È stato il primo lavoro che ho fatto a teatro, me lo porto dentro".

Presenza straordinaria nel film, con un monologo in sottofinale da brividi, Vanessa Redgrave. È lei la madre di Coriolano, piena di orgoglio per un figlio guerriero, e poi di sdegno, quando il figlio si rivolta contro Roma.

Signora Redgrave, come descriverebbe il suo personaggio?
"È una donna che ama suo figlio. Ma che accetta l'idea di vederlo morire, piuttosto che perdere l'onore. Un tipo di donna che non esiste quasi più, ma che non è stata rara. Io stessa vengo da una famiglia in cui c'erano molti militari. Due miei zii erano nella Royal Navy, hanno fatto la guerra, uno di loro è morto, con onore".

Come è riuscita a dare tante risonanze al suo personaggio di madre?
"Semplicissimo: mi sono fidata del regista. È lui che ti dà un ritmo interiore, nel quale ci sono la profondità della voce, l'altezza, i tempi della recitazione. È tutto lì. E diventa tutto semplice, mi creda".

Interviene Gerard Butler: "Il mio primo giorno di riprese coincideva proprio con quella scena. Sono arrivato sul set e c'era Vanessa che recitava così. No, non ce la posso fare con lei… ma come fa? Mi veniva quasi voglia di tornare a casa", ride.

Con Gerard, in viaggio tra i generi.

5x1: Butler, con quella faccia un po' così

martedì 30 marzo 2010 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: Butler, con quella faccia un po' così La faccia da schiaffi ce l'ha, una di quelle che fanno vibrare il cuore delle ragazze, l'ideale per delle "rom-com" leggere e sbarazzine; il fisico c'è, quel tanto che basta per un'aggiustatina con gli effetti speciali e trascorrere due ore di film sugli spartani mezzo nudo e sudato; la voce anche, se è vero che gli è stato affidato il ruolo di protagonista nella trasposizione cinematografica del musical più visto di Broadway. Se poi tutte queste doti non vi bastassero, sappiate che Gerard Butler ha anche una storia abbastanza problematica alle spalle: fu cacciato dalla scuola d'arte e spinto a completare gli studi in giurisprudenza, cosa che fece brillantemente. Ma la carriera d'avvocato non faceva al caso suo. Il giovane Butler abusava di droghe e alcol per riempire un vuoto nella sua vita, l'incapacità di realizzarsi, fino al giorno in cui il suo capo non gli chiese: "C'è una sola buona ragione per cui dovrei tenerti qui con noi?". Gerard non esitò un istante, si licenziò e intraprese quella che sapeva essere la sua strada: la recitazione.
Da allora è saltato dagli adattamenti di Cechov alla televisione, in cerca di una possibilità, una sola, che potesse lanciarlo nell'Olimpo del cinema. Gliela offrì Joel Schumacher, con Il fantasma dell'opera. Da allora, è tutta discesa per Gerard Butler che, ad esempio, nei prossimi giorni arriverà sugli schermi con due film agli antipodi: l'action movie anti-reality Gamer al fianco del Dexter televisivo, Michael C. Hall, e Il cacciatore di ex, commedia romantica con Jennifer Aniston. Quindi, contate pure su di lui se c'è da fronteggiare un milione di persiani armati fino ai denti, cantare amori perduti, interpretare un anchor-man maschilista e omofobo, un truffatore o un galeotto che lotta per la propria libertà, ma non chiedetegli di fare l'avvocato, per carità.

Katherine Heigl e Gerard Butler si confrontano.

La dura verità: gli uomini e le donne sono uguali(?)

martedì 24 novembre 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

La dura verità: gli uomini e le donne sono uguali(?) Secondo qualcuno gli uomini verebbero da Marte e le donne da Venere, altri affermano che gli uomini e le donne sono uguali. La (dura) verità sta nel mezzo ed è rivelata da Robert Luketic (La rivincita delle bionde, Appuntamento da sogno!, 21) nella commedia romantica che vede Katherine Heigl e Gerard Butler confrontarsi sull'amore in una battaglia dei sessi all'ultima battuta. "Spero vivamente che il ritratto che il film fa degli uomini e delle donne sia un tantino esagerato" ha dichiarato l'attrice premio Emmy per il ruolo di Izzie Stevens in Grey's Anatomy. "Non posso parlare per gli uomini perché non ne conosco molti come Mike Chadway; cioè, ne conosco tanti che amano scherzare nella stessa maniera, ma penso che in fondo non siano seri. Però posso dire che molte donne si riconosceranno in Abby e nel suo atteggiamento maniacale nei confronti del controllo. Sebbene sia un pochino estremo, è possibile riscontrarlo in molte donne. Io stessa amo avere il controllo sulle cose. Pur esasperando il tema, La dura verità parla delle differenze tra i sessi e di come a volte bisogna scendere a dei compromessi in amore senza per questo cambiare totalmente il proprio modo di essere".

Attacco al potere 2

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,52)
Un film di Babak Najafi. Con Gerard Butler, Aaron Eckhart, Morgan Freeman, Alon Aboutboul, Angela Bassett.
continua»

Genere Azione, - USA 2016. Uscita 03/03/2016.

Gods of Egypt

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,69)
Un film di Alex Proyas. Con Gerard Butler, Nikolaj Coster-Waldau, Brenton Thwaites, Chadwick Boseman, Elodie Yung.
continua»

Genere Fantastico, - USA 2016. Uscita 25/02/2016.

Dragon Trainer 2

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,78)
Un film di Dean DeBlois. Con Jay Baruchel, Cate Blanchett, Gerard Butler, Craig Ferguson, America Ferrera.
continua»

Genere Animazione, - USA 2014. Uscita 16/08/2014.

Comic Movie

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,60)
Un film di Elizabeth Banks, Steven Brill, Steve Carr, Rusty Cundieff, James Duffy, Griffin Dunne, Peter Farrelly, Patrik Forsberg, James Gunn, Bob Odenkirk, Brett Ratner. Con Chloe Moretz, Elizabeth Banks, Hugh Jackman, Emma Stone, Naomi Watts.
continua»

Genere Commedia, - USA 2013. Uscita 05/09/2013. 14

Attacco al Potere - Olympus Has Fallen

* * - - -
(mymonetro: 2,28)
Un film di Antoine Fuqua. Con Gerard Butler, Aaron Eckhart, Angela Bassett, Morgan Freeman, Dylan McDermott.
continua»

Genere Azione, - USA 2013. Uscita 18/04/2013.
Filmografia di Gerard Butler »
Attacco al potere 2 (2016) Gods of Egypt (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità