Qualcuno volò sul nido del cuculo

Film 1975 | Drammatico +16 133 min.

Titolo originaleOne Flew over the Cuckoo's Nest
Anno1975
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata133 minuti
Regia diMilos Forman
AttoriJack Nicholson, Louise Fletcher, William Redfield, Will Sampson, Brad Dourif, Christopher Lloyd Danny DeVito, Dean R. Brooks, Scatman Crothers, Vincent Schiavelli, William Duell, Mwako Cumbuka, Nathan George, Alonzo Brown, Peter Brocco, Josip Elic, Lan Fendors, Mimi Sarkisian, Mews Small, Louisa Moritz, Michael Berryman, Ken Kenny, Anjelica Huston, Ted Markland, Dwight Marfield, Delos V. Smith Jr., Tin Welch, Mel Lambert, Philip Roth (II), Kay Lee (II), Sydney Lassick.
TagDa vedere 1975
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 4,85 su 118 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Milos Forman. Un film Da vedere 1975 con Jack Nicholson, Louise Fletcher, William Redfield, Will Sampson, Brad Dourif, Christopher Lloyd. Cast completo Titolo originale: One Flew over the Cuckoo's Nest. Genere Drammatico - USA, 1975, durata 133 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 4,85 su 118 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Qualcuno volò sul nido del cuculo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un altro titolo d'epoca che a buon diritto fa parte della leggenda del cinema. Nessun film è stato più faticosamente prodotto. Viene da molto lontano.... Il film ha ottenuto 13 candidature e vinto 6 Premi Oscar, ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, ha vinto 2 David di Donatello, ha vinto 6 Golden Globes.

Qualcuno volò sul nido del cuculo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,85/5
MYMOVIES 4,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,78
ASSOLUTAMENTE SÌ

Un altro titolo d'epoca che a buon diritto fa parte della leggenda del cinema. Nessun film è stato più faticosamente prodotto. Viene da molto lontano. Il grande Kirk Douglas voleva interpretarlo e produrlo fin dagli anni Cinquanta. Aveva acquistato i diritti del romanzo di Ken Kesey, chiedeva finanziamenti a tutti i suoi conoscenti, che poi erano i produttori, grandi o piccoli. Ma per quei tempi il soggetto era giudicato troppo a rischio. Era un altro cinema, un'altra Hollywood. Doveva essere un altro Douglas, Michael, a realizzare il sogno del padre. Anche se per Kirk non fu proprio la stessa cosa. Si dice anzi che ci sia rimasto male. Michael affidò il film a Forman, un regista non proprio sconosciuto, che aveva dovuto lasciare la Cecoslovacchia durante la famosa primavera di Praga del Sessantotto. Jack Nicholson fa la parte di un pregiudicato che si fa internare in una clinica psichiatrica per sfuggire a guai maggiori. È vivace e intelligente, ed è un ribelle. Dunque comincia col sovvertire tutto. Induce i ricoverati a protestare, li porta a fare una gita in barca, fa loro scoprire un'altra vita fuori da quel luogo. Naturalmente si fa nemici medici e infermieri che per neutralizzarlo alla fine lo riducono un vegetale. Ma il suo amico, un indiano gigantesco, per salvargli la vita... lo uccide, poi sfonda il cancello della clinica e va verso la libertà che aveva cominciato ad assaporare. Film dunque dalle molteplici letture: la clinica può essere semplicemente il mondo e non è poi così chiara la linea che divide i sani dai pazzi. Le norme vigenti, dure e bloccate, alla fine possono essere solo un pretesto di discriminazione, ingiusto e criminale. Viva dunque l'eroe poco di buono che si batte sapendo di perdere. Naturalmente non erano casuali i richiami di libertà che venivano da Praga, e nemmeno il vento liberal che soffiava in quegli anni in America. Anche se Kesey c'era arrivato molto prima: ma è una prerogativa precisa del cinema arrivare più tardi della letteratura di almeno una generazione. Dunque grande film, premiato dovutamente con tutti gli Oscar più importanti (film, regista, sceneggiatore, Nicholson e Fletcher, l'infermiera). Jack Nicholson, con la sua recitazione nevrotica e sopra le righe, definì perfettamente il suo personaggio (quello di Shining, Voglia di tenerezza, Le streghe di Eastwick) e divenne uno dei massimi divi del cinema moderno, in compagnia dei suoi grandi coetanei, gli straordinari ragazzi del '37: Hoffman, Redford, Beatty e Jane Fonda.

QUALCUNO VOLÒ SUL NIDO DEL CUCULO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 gennaio 2010
riccardo-87

Chi, sano di mente, potrebbe non definire “qualcuno volò sul nido del cuculo” un capolavoro assoluto della storia del cinema? Io credo nessuno. Questo film rasenta la perfezione. Jack Nicholson qui mette le ali e arriva, per citare un titolo famoso, “dove osano le aquile”. Ma Nicholson (R.P. McMurphy), è solo il primo di un cast spettacoloso, composto da una perfetta Louise Fletcher nei panni dell’odiosa [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 gennaio 2012
Filippo Catani

Un delinquente decide di farsi trasferire in un manicomio per cercare di rendere più piacevole la sua condanna. Finirà per integrarsi all'interno del gruppo e cercherà di rendere migliori e umane le condizioni di vita dei reclusi. Tratto dal romanzo di Ken Kesey. Vincitore di numerosi Oscar e trainato dall'immenso carisma di Jack Nicholson, questo film non può assolutame [...] Vai alla recensione »

domenica 3 gennaio 2010
J.J.Winston

Randy P. McMurphy è un uomo ke facendosi passare per malato mentale va in un manicomio dove entra in contatto con altri diciasette veri e propri "matti", le due infermiere e tre addetti. Avvendo tendenze di un piccolo criminale e molto dinamike il nostro Mc diventa sin da subito il trascinatore di quei meno malati di mente ke lo seguiranno in ogni sua azione contro l'ordine detenuto dagli uomini del [...] Vai alla recensione »

domenica 1 aprile 2012
Paolo Pacitti

L'istituzione manicomiale è un luogo di contenimento. Il protagonista (uno straordinario Jack Nicholson) ci finisce perchè finge di essere matto per evitare la galera. L'infermiera dell'istituto (un'altrettanto straordinaria Luise Fletcher) è rigida, ma è convinta di far bene ad esserlo. Nei pazienti (bravissimi tutti gli attori), che rappresentano tutte le malattie mentali, il film mette in luce i [...] Vai alla recensione »

domenica 26 dicembre 2010
mr.qwerty

"Qualcuno volò sul nido del cuculo" è,secondo me,uno dei capolavori della storia del cinema.Il film si svolge in un istituto psichiatrico dove un anticonformista(il grande Jack Nicholson),trascina gli altri pazienti a vivere veramente la vita e conoscere nuove esperienze.Questo film fa capire che a volte la linea che differenzia i sani e i pazzi non sempre viene dimostrata infatti,nel film,c'è un'aria [...] Vai alla recensione »

martedì 6 aprile 2010
TizianaStanzani

Coraggioso film, drammatico e di grande impatto emotivo, che solleva il problema della malattia mentale e denuncia la condizione dei disagiati mentali nel manicomio. Mc Murphy è una persona normale ma divergente, che rifiuta le regole, e per questo viene stritolata dall'ingranaggio di una struttura totalitaria che non cura, non recupera e annulla l'individuo.

sabato 24 agosto 2013
LorenzoMeloni

Inizio così, anche se è sbagliato far retoricheggiando leva sui riconoscimenti. Solo tre film nell'intera storia del cinema hanno guadagnato i cinque oscar principali (miglior film, regia, sceneggiatura, attore protagonista e attrice protagonista) : si tratta di Accadde una notte, Il silenzio degli innocenti e Qualcuno volò sul nido del cuculo.

sabato 31 dicembre 2011
redbaron990

Vere emozione e sentimento nascosti dietro una fasulla follia di una persona sicuramente più sana dei propri medici che ostinatamente rifiutano di vedere e capire i reali disagi di chi li circonda. Film immenso nella sua delicatezza e contemporaneamente incisivo e toccante come pochi nel mettere in mostra ancora una volta gli oltraggi dei manicomi all'essere umano e alla sua natura.

martedì 27 luglio 2010
paolomiki

 L'atmosfera a "giorno" di ogni fotogramma da la sensazione di una lucidità esterna contrapposta al torbido della mente dei malati.L'interpretazione degli attori (tutti) è eccelsa.La storia è nitida e comprensibile.Scorrono le lacrime mentre scorre probabilmente il più bel film in circolazione in questo pianeta malato!

sabato 21 dicembre 2013
Kayako

"Qualcuno voló sul nido del cuculo" ci trascina nella "non proprio pazzia" del signor McMurphy, interpretato in maniera piú che eccezionale dal grandissimo Jack Nicholson (candidato 12 volte agli Oscar con la vincita di 3 di questi e il Golden Globe in "Shining") che, appunto per la sua bravura, ha piú che meritato l'Oscar per questa interpretazione. [...] Vai alla recensione »

domenica 29 luglio 2012
cimosa

Partendo dal titolo che,si può tradurre dall'inglese,qualcuno diventò pazzo;si può intravedere una situazione paradossalmente onirica,ovvero,quel qualcuno potrebbe essere lo stesso jack nicholson che "sfugge" per entrare in questo manicomio che non ha niente di umano;dove le guardie sono più spietate che in un qualsiasi carcere e,coloro che dovrebbero "curare&q [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 settembre 2010
Robi Neftali

LA VERA PAZZIA E' DI CHI PENSA DI CONTROLLARE LA MENTE DI QUALCUN'ALTRO! E' questo quello che fa l'infermiera capo Ratched! Manipola il cervello in maniera dittatoriale a un povero gruppo di malati mentali senza dignità e libero arbitrio. A dare riscossa ci pensa un tale McMurphy (J.Nicholson) che sprona i pazienti del manicomio a sentirsi liberi di scegliere della [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 dicembre 2016
biso 93

Qualcuno volò sul nido del cuculo e' un film del 1975 diretto dal grande Milos Forman ed interpretato tra i tanti, da un grandissimo ed immenso Jack Nicholson. E' davvero difficile trovare film che ti trasmettono così tante emozioni e riflessioni come questo. Un film dolce, il quale riesce ad essere divertente, drammatico e disturbante allo stesso tempo, in un equilibrio incredibile [...] Vai alla recensione »

sabato 27 febbraio 2016
Great Steven

QUALCUNO VOLò SUL NIDO DEL CUCULO (USA, 1975) diretto da MILOS FORMAN. Interpretato da JACK NICHOLSON, LOUISE FLETCHER, WILL SAMPSON, DANNY DEVITO, BRAD DOURIF, CHRISTOPHER LLOYD, WILLIAM REDFIELD, SYDNEY LASSICK, PETER BROCCO, DEAN R. BROOKS Nel manicomio statale di Salem (Oregon), arriva un giorno Randall Patrick McMurphy, ex detenuto di un penitenziario accusato al processo di violenza [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 aprile 2015
p.pierlo94

Milos Forman supera se stesso con questo capolavoro che riceve, più che meritatamente, i 5 più importanti premi oscar nel 1976. La traduzione italiana del titolo non riesce ad esprimere lo stesso signficato di quello originale : " one flew over the cuckoo's nest ". Il cuculo non costruisce un nido per deporre le sue uova, ma pensa bene di sfruttare quelli degli altri.

sabato 16 febbraio 2013
gianlublue

Jack Nicholson ineguagliabile,questa è la prima cosa che bisogna dire di un film molto maturo e intelligente che rispecchia il nostro mondo e le idee della società.Bellissima e molto significativa la scena in cui i pazienti del manicomio vengono presentati al marinaio come dottori dello stesso manicomio.Questa scena fà riflettere perchè in effetti se uno guardasse solo quella [...] Vai alla recensione »

sabato 20 agosto 2016
paolino77

Inizialmente rifiutato da tutti i principali studi, è uno dei più bei film americani di sempre, diretto magistralmente da Milos Forman, con un Jack Nicholson perfetto (forse solo in “Professione reporter” e "Shining" è stato ancora migliore), Will Sampson meraviglioso, Brad Dourif assolutamente unico. Un film di grande forza, che non si dimentica, terribile e struggente, emotivamente profondo.

giovedì 14 luglio 2016
aurelio76

Pochi film hanno vinto le cinque maggiori categorie degli Oscar (film, regia, attore, attrice e sceneggiatura). Tra essi "Qualcuno volò sul nido del cuculo". Jack Nicholson era già stato nominato per un attore non protagonista nel 1969 per "Easy Rider" di Dennis Hopper e nel 1974 per "Chinatown" di Roman Polanski e qui lo vinse grazie a una interpretazione di livello altissimo.

lunedì 30 aprile 2012
Paolo Pacitti

Film contro l'autoritarismo arbitrario e il conformismo sociale, di cui l'ospedale psichiatrico è una figura di carattere allegorico. Crudeltà sadica e indifferente che colla scusa del dovere e dell'ordine schiaccia l'individuo. Il protagonista è essenzialmente uno spirito libero, fin troppo, che trova la sua antinomia nell'infermiera per cui l'autorità [...] Vai alla recensione »

martedì 27 marzo 2012
brando fioravanti

Che cosa sono i manicomi? Un luogo dove vengono curate le persone mentalmente malate, o un carcere dove vengono rinchiuse persone pericolose per la società. Non cè dubbio che alcune persone non rientrano nella normalità. Cosè la normalità? Secondo alcuni non esiste. Questo è falso. La societa classifica giustamente delle persone normali coloro che ca [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 giugno 2013
fillongo

Film elegantemente inebriante. Cattura l'attenzione dello spettatore dal primo all'ultimo istante, seducendolo costantemente e senza tregua alcuna. Si incastonano durante il suo svolgimento tutte le sfaccettature dell'animo umano con un incedere lento e pacato che ti suggerisce di gustarti ogni singolo istante, anche quando pensi non ce ne sia la possibilità.

venerdì 5 febbraio 2010
Giorpost

Pochi registi hanno avuto il coraggio di addentrarsi in argomenti così delicati come ha fatto Milos Forman. Raccontare la discesa nell' inferno delle case psichiatriche di un galeotto è stata una scelta rischiosa, pungente, audace, ma i risultati lo hanno ripagato pienamente. "Qualcuno volò sul nido del cuculo" (USA, 1975) rimarrà scolpito per sempre nell' [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 ottobre 2010
ilmago99

il capolavoro di milos forman interpretato dal bravo jack nicholson e l infermiera louise fletcher poi brad dourif danny de vito christopher lloyd e molti altri atttori commovente immenso che fa piangere un film fatto bene ci fa pensare il regista milos forman ha meso tutti gli ingredienti giusti la scena piu bella forse sarebbe il finale quando il grande capo ha preso il lavantino e lo lancio [...] Vai alla recensione »

sabato 19 giugno 2010
Alex41

A distanza di quasi 40 anni, se non di più, premetto che Qualcuno Volò Sul Nido Del Cuculo verrà ricordato anche per altri 40 anni, per il fatto che è un vero e proprio capolavoro, ricco di sentimenti e di emozioni. Può vantarsi di avere avuto un cast eccezionale: prima di tutti, il mattatore Jack Nicholson nella sua più bella interpretazione, nel ruolo di [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 settembre 2013
loris trotti

Mah, che dire di un film così bello? Qualcuno volò è come un cazzotto di Tyson, o come il primo amore: non si scorda mai, insomma.

lunedì 15 agosto 2011
trffoli

Una storia che fa riflettere, quei matti a raccontare le loro storiacce, che uno è infantile ecc, per la verità il manicomio è proprio il loro posto, e i responsabili hanno fatto bene a lobotomizzare Nicholson, non c'era altra maniera, era diventato surreale e non si comportava più nel modo migliore, mediamente comunque è una pietra miliare [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 maggio 2011
BloodyDreadnought

Il voto dice tutto :) Un film comico in alcuni punti, avvincente in altri ma soprattutto drammatico in una maniera riuscitissima!

martedì 30 giugno 2009
joker91

questo e decisamente il capolavoro di jack nicholson. la sua interpretazione con cui a vinto il primo oscar e mitica e grandiosa in tutti i sensi. o visto commenti di gente che diceva che non e un gran film ed e brutto,be non capiscono un cazzo di cinema. 5 oscar ed e tra i 50 piu belli della storia. un film mitico

giovedì 19 aprile 2012
maxmauromax

Probabilmente l'ho visto già più di 5 volte, ma oni volta che viene dato in TV non riesco a fare a meno di riguadarlo ed a schiodarmi dallo schermo fin che è non è finito, Nikolson immenso come tutto il resto del cast.  Un vero C A P O P O L A V O R O  della storia del cinema chi non lo ha ancora visto, non si può neppure immaginare cosa si è [...] Vai alla recensione »

sabato 13 agosto 2011
Prayant

Non è un caso che, come pochi altri nella storia del cinema, questo film abbia ottenuto i 5 principali premi Oscar. Tutti gli interpreti dei malati (su cui ovviamente spicca un superbo Jack Nicholson) riescono a dare un'impressione estremamente realistica della condizione dei rinchiusi in un ospedale psichiatrico, dall'insicuro Billy fino al taciturno "Grande Capo"; sembra di trovarci davvero a camminare [...] Vai alla recensione »

domenica 17 luglio 2011
holpr

Nicholson come qualunque altra persona con un minimo di cervello non avrebbe dovuto perdere tempo coi matti, terminò lobotomizzato per quel motivo, nella speranza, una verità bella e deprecabile storia, ce ne sono comunque tante altre meglio.

sabato 30 aprile 2011
fourt

Cosa vorremmo dire di questo film? raccontano migliaia di anedoti però ora nessuno ricorda la fase terminale del manicomio... ok pescare la matta nella partitina a carte però, un significato su tutte le ricorrenze, cioè quando l'indiano... sordo muto poverino, però all'apparenza, divelge il lavabo e pronunciò una frase terr [...] Vai alla recensione »

domenica 17 ottobre 2010
alfredopacino

DIFFICILMENTE CI SARANNO FILM COSI NEGLI ANNI A VENIRE....

domenica 9 maggio 2010
joker91

cinema allo stato puro con un jack nicholson che arriva all oscar in un modo sterpitoso ed un cast che gli fa spalla tra i più azzeccati visto che la metà diventeranno grandi attori,forman ha il coraggio di trattare un tema molto delicato che sullo schermo viene reso in un modo grandioso,nicholson con questa interpretazione tocca la perfezione. 5 oscar-film,regia,attore a nicholson,attrice a fletcher [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 dicembre 2009
ivan91

Belllisiiiiiiiiiiiiimooooooooooooooooooooooo commovente,affascinante estremamente struggente , è un film che fa riflettere. Grandioso Jack Nicholson, in una delle sue interpretazioni più riuscite.Ma anche tutto il resto del cast non è da meno. Un capolavoro senza tempo, uno dei migliori film della storia del cinema: Da vedere almeno una volta nella vita!!!!!!

domenica 5 luglio 2009
Bandy

Un film destinato a rimanere nella storia del cinema.

sabato 9 marzo 2013
John88

Avrò visto questo film almeno 6 volte, è un capolavoro del cinema. Potessi darei 10 stelle

mercoledì 28 marzo 2012
oldpulp

Mai avevo provato così tante emozioni nella visione di un film, mi ricorderò sempre la prima volta che lo vidi, fu veramente incredibile. Immensa l'interpretazione di Jack Nicholson e della Fletcher, accompagnati da un cast veramente notevole(con un adorabile Danny de Vito). Fu una grandissima denuncia al sistema di quegli anni, ma soprattutto un memorabile capolavoro, coronato [...] Vai alla recensione »

martedì 27 settembre 2011
tiamaster

svolto principalmente in un manicomi questo bellissimo e immenso film tocca tematiche importanti,trattate benissimo e senza mai sbagliare,sembra strano ma non ci sono difetti e dico qui e ora che la perfezione esiste,attori di bravura immane in un film che fà la storia del cinema,prendendosi i 5 oscar più prestigiosi,un film che rimane impresso commuove come pochi,e dopo averlo visto [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 giugno 2011
BloodyDreadnought

Lo è... punto.. insegna troppe cose per elencarle tutte

giovedì 5 maggio 2011
ADRIANA

In questo film trovo tutto, o perlomeno gran parte, di cio' che la mente umana possa esprimere attraverso i sentimenti. Non sentimeni di solo amore, intendiamoci. Tutta la vasta gamma dei sentimenti umani. Ultimo e non meno importante, quello della pietà. La scena finale rappresenta  proprio quello. La pietà di un uomo, che vuole rendersi libero,  verso un altro uomo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 aprile 2010
ivan91

il più bel film di sempre, mai successo che un film riesce tanto a commuovere e a coinvolgere come questo, premiato con tutti gli oscar piu ambiti si guadagna un posto d'onore nella storia del cinema perchè ha saputo trattare in maniera molto delicata il trattamento disumano a cui sono sottoposti i pazienti nei manicomi. grandissimo nicholson da vedere e rivedere!!! w la libertà

venerdì 16 aprile 2010
ivan91

un capolavoro crudo e commuovente che tocca l'anima impossibile non commuoversi nella scena finale!!! jack nicholson straordinario unpo dei più garndi attori nella dtoria del cinema!!! da vedere e rivedere per riflettere

venerdì 19 marzo 2010
ivan91

Un capolavoro uno dei film più belli della storia del cinema: un jack nicholson staordinario per una delle sue migliori interpretazioni della sua carriera: da vedere per riflettere sulla discriminazioni che si fanno ai malti mentali che poi tanti malti non sono!!! stupendo il finale

mercoledì 28 ottobre 2009
ivan91

Film semplicemente fantastico co uno spendido jack nicholson.Uno dei film piu belli della storia del cinema che affronta tematiche molto importanti!!! DA VEDERE

venerdì 29 aprile 2016
elio555

Per me questo film è da usare come paragone per tutti. Ragazzi ma come gli è riuscto bene! Inchino di fronte a un capolavoro artistico da esporre a fianco della Gioconda al Louvre.

domenica 26 ottobre 2014
yurigami

questo film è uno dei miei preferiti in assoluto, poteva mancare il mitico Devito? E pensare che gli italiani hanno avuto il coraggio di scopiazzarlo con si può fare, tale e quale copia sputata proprio. Divino Nicholson mi ha fatto tornare in mente Shining, altro bel film.

martedì 6 agosto 2013
pandanuccio

senza parole

mercoledì 13 giugno 2012
ersie

Che dire, è stato tutto già detto e scritto. Una pietra miliare della storia del cinema, uno strepitoso Jack Nicholson!!! Divertente ma allo stesso tempo drammatico. Un film che non si può assolutamente non vedere!

domenica 4 settembre 2011
loignegne

Un film che vagamente ricorda Brubaker, e i carcerati surreali, sti cadaveri seppelliti di cui non si voleva più dire le verità..., come vuoi che ti dipinga la parete? mitico.

Frasi
Lei è stato arrestato almeno cinque volte per aggressione. Cosa sa dirmi in proposito?
Cinque combattimenti. Rocky Marciano ne ha fatti quaranta ed è diventato miliardario!
Dialogo tra Randy P. McMurphy (Jack Nicholson) - Dr. John Spivey ( Dean R. Brooks)
dal film Qualcuno volò sul nido del cuculo
winner
miglior film
Premio Oscar
1975
winner
miglior regia
Premio Oscar
1975
winner
miglior attore
Premio Oscar
1975
winner
miglior attrice
Premio Oscar
1975
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
1975
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
1975
winner
miglior film straniero
Nastri d'Argento
1976
winner
miglior attore straniero
David di Donatello
1976
winner
miglior film straniero
David di Donatello
1976
winner
miglior film
Golden Globes
1976
winner
miglior regia
Golden Globes
1976
winner
miglior attore
Golden Globes
1976
winner
miglior attrice
Golden Globes
1976
winner
miglior scenegg.ra
Golden Globes
1976
winner
miglior scenegg.ra
Golden Globes
1976
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati