•  
  •  
  •  
Apri le opzioni

Raphael Quenard

Raphael Quenard è un attore francese, è nato il 16 maggio 1991 a Échirolles (Francia).
Quest'anno ha ricevuto il premio come miglior attore esordiente al Lumiere Awards per il film Chien de la casse. Raphael Quenard ha oggi 33 anni ed è del segno zodiacale Toro.

L'attore dell'assurdo

A cura di Fabio Secchi Frau

Attore del cinema francese in piena ascesa, particolarmente presente nei contenuti Netflix, Raphaël Quenard è un interprete loquace e stravagante, che però rientra pienamente nella tradizione dell'arte drammatica d'oltralpe, incarnata da volti come Jean Gabin, Arletty, Julien Carette e Suzy Delair. Con queste star popolari del cinema francese, Quenard condivide infatti una dizione intrisa di affettività che, attraverso la pronuncia e l'intonazione, si mette a servizio di un uso deliberatamente giocoso e insolito delle battute da pronunciare.
Originario della periferia di Grenoble, ha attirato l'attenzione della stampa proprio per il suo modo di parlare, creando attorno a se stesso un personaggio dall'eloquenza eccezionale e con qualche punta di vanagloria, adattabile alle pellicole comiche e surreali, dove porta la burla e un allegro attegiamento impertinente, brioso ed enfatico.
In molti, dopo il suo debutto da protagonista, si sono chiesti perchè sia stato scelto, ma pellicola dopo pellicola, Quenard ha saputo offrire folli performance ricche di sfumature davanti alla cinepresa.
Per alcuni, il merito è del Metodo di intepretazione che porta un attore a non riconoscere più la differenza tra il sé finzionale e il sé reale, all'ombra del mito da incubo dell'Actors Studio, brillantemente portato sulla scena da Pierfrancesco Favino e Jean Dujardin nelle rispettive versioni nazionali del telefilm Chiami il mio agente!, e oggetto di numerosi articoli nel caso leggendario di Heath Ledger che, dovendo vestire i panni di Joker per Christopher Nolan, avrebbe sviluppato realmente condizioni patologiche psichiatriche.
Ad ogni modo, qualunque sia il suo metodo di recitazione, il risultato è stato che Raphaël Quenard è riuscito in breve tempo a imporsi definitivamente nella stirpe degli attori dell'assurdo, benedetto dalle opere di Quentin Dupieux.

Studi
Nato a Échirolles nel 1991, Raphaël Quenard è figlio di un ingegnere e di un'assicuratrice. Cresciuto a Gières, dopo aver conseguito il diploma scientifico, entra all'École des Pupilles de l'Air et de l'Espace di Montbonnot-Saint-Martin e poi all'l'École nationale supérieure de chimie a Parigi. Intanto, comincia anche uno stage all'Imperial College di Londra.
Dopo qualche mese dalla fine dei suoi studi, ottiene un posto come assistente parlamentare di Bernardette Laclais, ma lascia tutto di lì a poco per dedicarsi alla recitazione, passione che aveva coltivato fin dagli anni in cui era ancora uno studente, partecipando a serate di improvvisazione comica, cabaret e ad alcuni cortometraggi.

La tv
Dal 2018 al 2020, è Jimmy nella serie televisiva HP, ruolo per il quale è stato caldamente raccomandato dalla regista Emma Benestan e dall'operatrice Emilie Noblet, che hanno visto nel suo volto, così atipico, il viso perfetto dello stagista maniaco depressivo.
Dopo altre parti, arriverà il contratto con la piattaforma Netflix nel 2021, che gli permetterà di partecipare ad altri telefilm come Altro che caffè di Igor Gotesman.

Il debutto cinematografico
Debutta cinematograficamente nel 2019, con un piccolo ruolo nel film Zombi Child, diretto da Bertrand Bonello. Lentamente, arricchirà la sua filmografia con ruoli più corposi, come quello di Raimondo nel grottesco e surreale Mandibules - Due uomini e una mosca di Quentin Dupieux, che avrà il merito di fargli stringere una forte amicizia con il regista.
Dopo Fragile (2021) di Emma Benestan, è nel cast della commedia horror Cut! Zombi contro zombi di Michel Hazanavicius, remake francese del film giapponese del 2017 Zombie contro zombie - One Cut of the Dead, nel ruolo di Jonathan Metal, poi ritorna davanti alla cinepresa di Dupieux per Fumare fa tossire e per altri ruoli secondari (À mon seul désir), infine veste i panni del Gran Ciambellano nel biopic in costume Jeanne du Barry (2023) di Maïwenn.

Il César come miglior promessa maschile
Protagonista del corto Les Mauvais Boys di Elie Girard, che venne premiato ai César, e del lungometraggio di Quentin Dupieux, che lo ha preso sotto la sua ala protettrice affidandogli il film Yannick - La rivincita dello spettatore nel 2023, dove gli fa interpretare un uomo che interrompe uno spettacolo esprimendo il suo disagio e prendendo il controllo della serata, ottiene egli stesso un César come miglior speranza maschile, grazie alla sua interpretazione in Chien de la casse di Jean-Baptiste Durand; tra l'altro lo stesso anno in cui venne candidato anche come miglior attore protagonista anche per Yannick e per il cortometraggio documentaristico L'acteur, da lui diretto assieme a Anaïs Bertrand e Hugo David.
Da quel momento in poi, cominceranno ad affidargli ruoli di maggiore importanza. Dal trafficante di fragranze di lusso di Il profumo dell'oro (2023), dall'amico Willy nel nuovo film di Dupieux Le Deuxième Acte (2024) al Kiki di L'Amour ouf, diretto da Gilles Lellouche.

Ultimi film

Commedia, Drammatico, Musical - ( - 2024), 166 min.
Commedia, (Francia - 2024), 76 min.
Drammatico, (Francia - 2022), 119 min.
Commedia, (Francia - 2022), 80 min.

News

Interprete stravagante, benedetto dalle opere di Quentin Dupieux, è protagonista del film...
Vai alla home di MYmovies.it »
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati