•  
  •  
Apri le opzioni

Paolo Seganti

Paolo Seganti è un attore italiano, è nato il 20 maggio 1965 a Milano (Italia). Paolo Seganti ha oggi 57 anni ed è del segno zodiacale Toro.

Largo... a Paolo!

A cura di Fabio Secchi Frau

Il poetico nome affibbiatogli da un telefilm è quello di un omonimo fumetto francese: Largo Winch, personaggio di grandissimo successo, che trovò vita grazie alle menti di Jean Van Hamme e Philippe Francq e le cui storie vennero editate per la prima volta nel 1990. Il ruolo di un bellissimo ragazzo, aitante e sexy, che da un giorno all'altro a causa del lutto paterno, si ritrova miliardario e alla guida di una delle più potenti multinazionali del mondo, gli calza a pennello. Ma non c'è niente di più lontano dalla sua vera vita: cresciuto in un ring, maturato artisticamente nella rumorosa Los Angeles, fra sbronze e momenti goliardi, Paolo Seganti si impone come un vero e proprio pugile della settima arte in grado di colpire la parte femminile del pubblico in sola camicia e doppio petto e di suscitare ammirazione del sesso forte indossando pelle e bandana e andando in giro su una moto... È sempre con molto piacere ed è di grande orgoglio riconoscere un italiano in America, per cui fategli... largo!

Ring, Los Angeles e il teatro
Nato a Milano, si trasferisce a soli 18 anni a Los Angeles, dove continua a praticare la boxe, sport che aveva già esercitato in Italia vincendo il Campionato Amatoriale Italiano in sei mesi. Parallelamente, alterna i combattimenti sul ring allo studio della recitazione - 5 anni - che pure gli suscita grande interesse, e in particolar modo, sente una grande attrazione per il palcoscenico teatrale. Dotato di una bellezza mascolina non indifferente, tenta anche la strada del fotomodello che lo porterà a essere protagonista di campagne pubblicitarie mondiali per maison come Chanel, Yves Saint-Laurent, Lanvin e Calvin Klein, venendo fotografato da Bruce Weber, Jean-Paul Goude, Peter Lindberg e Jean-Baptiste Mondino. Arriva poi il momento del debutto teatrale, a New York, dove viene acclamato come un astro nascente del teatro grazie a produzioni come "Equus" e "Whose Life Is It Anyway?", che ha diretto lui stesso attirando l'attenzione di Hollywood.

Il debutto con Woody Allen
Dopo un piccolo episodio de La tata (1996), diretto da Dorothy Lyman, accanto a Fran Drescher, debutta cinematograficamente nel film di Woody Allen Tutti dicono I love You (1996) con Drew Barrymore, Edward Norton, Natasha Lyonne e Alan Alda, nel ruolo di un dj. Continuerà a lavorare in America ancora per molto tempo, prendendo parte a telefilm come Nash Bridges (1997) e Babylon 5 (1997), ma anche a pellicole di grande successo come L.A. Confidential (1997) di Curtis Hanson con Kevin Spacey, Russell Crowe, Guy Pearce, James Cromwell, Kim Basinger, David Strathairn e Danny DeVito.

La carriera italiana nelle fiction
Tornato in Italia, diventa padre della piccola Stella Seganti, nata nel 1999 dall'unione con la sua fidanzata, oggi moglie, l'attrice Carlotta Chang che lo renderà padre altre 3 volte. Ed è proprio alla fine degli Anni Novanta, che comincia a imporsi anche sul territorio italiano, principalmente passando per il piccolo schermo, grazie al ruolo di Arciere nella trilogia Ultimo (1998) - composta anche da Ultimo 2 - La sfida (1999) e Ultimo 3 - L'infiltrato (2004) -; alla miniserie piratesca Caraibi (1999); al ruolo di Michele Strogoff ne Michele Strogoff - Il corriere dello Zar (1999); ai serial statunitensi C.S.I. - Miami (2002) e Largo Winch (2001-2003) di cui è protagonista. A questi si aggiungono: Le stagioni del cuore (2004), Ho sposato un calciatore (2005), E.R. - Medici in prima linea (2005) e La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa (2007).

Il caso di omonimia
Ma il nome di Paolo Seganti è anche al centro di un orribile equivoco e di un efferato omicidio a sfondo omofobico. Nel 2005, a Roma, un uomo nudo fu trovato morto con il cranio fracassato in un parco di via Conca d'Oro. Si apprese poi che il suo nome era quello di Paolo Seganti, di mestiere attore. Erroneamente, il tgcom scambiò però questo Paolo Seganti per il Paolo Seganti più internazionale, quando invece si trattava di un semplice caso di omonimia. Si generò così un equivoco da non poco. Per uno scherzo del destino, la vittima aveva lo stesso nome, la stessa età e la stessa professione dell'attore che aveva lavorato anche con Franco Zeffirelli. Per rassicurare chi si era allarmato della sua scomparsa, Seganti mandò subito un comunicato stampa dove però si univa in un abbraccio alla famiglia dell'altro Paolo, dimostrando di essere un vero pugile dal cuore d'oro. Fico e (apparentemente) sicuro di sé, ci piace pensare a Seganti come a quell'attore che ha viene dall'America delle supermodelle, dall'America dello "Sport Illustrated" pieno di bellezze in bikini... Un super uomo, insomma... anche un po' cattivo, se vogliamo. Ci piacerebbe vederlo nella parte di uno sfigato. Che non goda nel vedersi in ruoli carichi di complessi di inferiorità? No, non ci perdiamo in simili eccessive sottigliezze. La verità è che non gli è mai stato proposto un ruolo simile, forse per non lenire la sua immagine da macho. Peccato... potrebbe dare sicuramente di più.

Ultimi film

News

A quasi trent'anni dall'originale, Vanzina presenta L'ultima sfilata.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati