•  
  •  
Apri le opzioni

Madonna

Madonna (Louise Veronica Ciccone). Data di nascita 16 agosto 1958 a Bay City, Michigan (USA).
Nel 2012 ha ricevuto il premio come miglior canzone al Golden Globes per il film W.E. - Edward e Wallis. Dal 1997 al 2012 Madonna ha vinto 2 premi: Golden Globes (1997, 2012). Madonna ha oggi 63 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Don't cry for me Hollywood

A cura di Fabio Secchi Frau

Una delle più grandi popstar planetarie, forse anche l'unica al mondo che sia stata capace di creare più che un personaggio un fenomeno in grado di investire ogni angolo della terra. Più che una donna un evento mediatico. Più che una cantante una forza della natura... Anche se nel cinema, non ha fatto altro che tanti buchi nell'acqua, eccezion fatta per l'accorato ed intenso musical Evita, ruolo cinematografico che le rimarrà addosso più di qualsiasi altro.

Le origini
Di origini italiane, figlia di un operaio e di una casalinga che purtroppo è morta quando lei aveva solo 6 anni, Louise Veronica, è interessata alla danza fin da piccola, tanto da prendere subito lezioni di ballo. Istruita in scuole cattoliche, alla fine degli anni Settanta si trasferisce a New York per lavorare nella compagnia di danza di Alvin Ailey, in cui riesce ad entrare dopo una serie di audizioni. Nel frattempo, arrotonda lo stipendio lavorando come commessa in un fast food.
A New York conosce il suo primo fidanzato, Dan Gilroy, che le insegna a suonare la chitarra, ma soprattutto la batteria. Da questa unione, che diventerà principalmente artistica, verranno fuori diverse canzoni, ma il duo non riesce a sbarcare il lunario, così Madonna si fa fotografare nuda per riviste maschili e gira qualche b-movie come A Certain Sacrifice (1983).

Nel mondo della musica
Con la collaborazione del DJ Mark Kamins, Madonna produrrà il suo primo singolo "Everybody" con un notevole successo, seguito da "Burning Up/Physical Attraction", ma specialmente "Holiday" e "Lucky Star", che imporranno il suo nome negli ambienti dance dell'America intera e creeranno il suo primo album di esordio: "Madonna". Con "Like a virgin" riesce ad avere un impatto formidabile con il pubblico mondiale e già dà origine ad un folto numero di fans che la innalzeranno come la "Nuova Marilyn Monroe". Tenta anche la carriera d'attrice: all'inizio il piccolo ruolo di una cantante da pub nel film romantico Crazy for You (1985) di Harold Becker con Linda Fiorentino e Matthew Modine, e poi con un ruolo più corposo in Cercasi Susan disperatamente (1985) di Susan Seidelman che lancerà Patricia Arquette e Aidan Quinn, ma non Madonna, che sarà stroncata dalla critica per la sua recitazione a livelli polari (sotto lo zero).

La provocazione come marchio di fabbrica
Maestra dei camaleontici cambiamenti di look diventa comunque un sex symbol e fa della provocazione il suo marchio di fabbrica, mietendo successi discografici grazie a "Papa don't preach", "True Blue" e "La isla bonita". Intanto, conosce l'attore Sean Penn, con il quale intreccia una relazione che si svilupperà in matrimonio nel 1985. Con lui girerà il film Shanghai Surprise (1986) di Jim Goddard che sarà un altro flop (stessa sorte per Who's That Girl?) andrà meglio invece a Broadway quando debutterà in "Speed The Plow", commedia di David Mamet, nel 1988.
Divorziata da Sean Penn il 14 settembre 1989, torna alla musica incidendo "Like a prayer" ed "Express Yourself", e questa volta verrà rilanciata anche nel cinema grazie alla sua partecipazione in film come Ombre e nebbia (1991) di Woody Allen e Dick Tracy (1991) di Warren Beatty (con il quale avrà un flirt). In Dick Tracy, si cala perfettamente nel ruolo dell'incantevole vamp Mozzafiato Mahoney, ma la sua fama accrescerà ancora di più quando uscirà il documentario A letto con Madonna di Alek Keshishian, che descrive l'estenuante tour mondiale del Novanta della cantante e che sarà accompagnato dall'uscita del provocatorio libro fotografico "Sex" che la immortala al limite della pornografia.

Le esperienze (deludenti) nel cinema
Sull'effetto dell'onda Basic Instinct, Madonna si ritroverà a gettare cera bollente sul corpo di Willem Dafoe nel pessimo Body of Evidence - Corpo del reato (1992) di Uli Edel. Improvvisamente, darà una ripulita alla sua immagine apparendo nel film Ragazze vincenti (1992) di Penny Marshall con Tom Hanks e Geena Davis e sarà perfino convincente nello scioccante Occhi di serpente (1993) di Abel Ferrara, per poi ritrovarsi nei panni di Evita Duarte Peron nel musical Evita (1996), accanto ad un Antonio Banderas-Che Guevara, che rilancerà la sua sfolgorante immagine cinematografica, coronata dall'Oscar per la migliore canzone originale, nonché a numerosi riconoscimenti e nominations. Diventata madre di Lourdes e Rocco e moglie del regista scozzese Guy Ritchie, reciterà accanto al suo migliore amico, l'attore inglese Rupert Everett, in Sai che c'è di nuovo? (1999) di John Schlesinger. Il film che sarà naturalmente un flop, per la sceneggiatura non certo perfetta e la recitazione all'acqua di rose, terrà lontana Madonna dai set cinematografici per un bel po', preferendo, ai grandi ruoli da protagonista, piccoli camei come quello della maestra d'armi in 007 - La morte può attendere (2002) di Lee Tamahori e in Le valigie di Tulse Luper - La storia di Moab (2003) di Peter Greenaway.

Gli ultimi tentativi sul grande schermo
Tornerà, armata di buona volontà e coraggio, in Travolti dal destino (2002), diretta dal marito nel remake del film della Wertmuller che aveva portato in auge la coppia Giannini-Melato. Ma la buona volontà non basta, il suo decimo film da protagonista delude tutti. Invitata da Luc Besson, doppia poi la principessa Selenia nella versione inglese di Arthur e il popolo dei Minimei (2006).
Il destino di Madonna sembra essere quello di non sfondare come attrice, come a dire che non tutte le ciambelle escono col buco. La sua passione per il cinema però si manifesta anche dietro alla macchina da presa in due film molto diversi tra loro: Sacro e profano, del 2007, una commedia gypsy-punk che racconta il tentativo di sfondare nel mondo artistico di due giovani ragazzi, e W.E. - Edward e Wallis (2011), storia tra leggenda e verità della gentildonna americana Wallis Simpson, di cui si innamorò addirittura Edoardo VIII d'Inghilterra.

Ultimi film

Focus

INCONTRI
giovedì 1 settembre 2011
Ilaria Ravarino

Niente fotografie, una domanda alla volta, guai ad avvicinarsi troppo al punto in cui Madonna e il cast del suo W.E., accolto tiepidamente dalla stampa stamattina, si sono materializzati con sorprendente puntualità per ricevere un applauso più di forma che di sostanza. In una sala conferenze piena fino al limite, sospesa in un silenzio incuriosito rotto solo da bisbigli, non sempre eleganti, sul perfetto stato di conservazione della signora, Lady Madonna Ciccone ha dominato con piglio da imperatrice rispondendo a (quasi) tutte le domande sulla sua personale visione della storia d’amore tra Enrico VIII e la Duchessa di Windsor

CELEBRITIES
martedì 9 giugno 2009
Stefano Cocci

Debutto alla regia Chissà se Lady Ciccone in arte Madonna ha spiato l'ormai ex marito Guy Ritchie durante le poche regie che l'inglese ha portato a termine nel corso del loro matrimonio. Tant'è, se nel giugno 2009 la cantante pop più conosciuta al mondo porta nelle sale Sacro e profano, la sua prima esperienza da regista, ultimo sforzo dopo una serie di flop impressionante vissuti di fronte alla cinepresa

NEWS
mercoledì 18 febbraio 2009