W.E. - Edward e Wallis

Film 2011 | Fantastico 118 min.

Regia di Madonna. Un film con Abbie Cornish, Andrea Riseborough, James D'Arcy, Oscar Isaac, James Fox, Judy Parfitt. Cast completo Genere Fantastico - Gran Bretagna, 2011, durata 118 minuti. Uscita cinema venerdì 8 giugno 2012 distribuito da Archibald Enterprise Film. - MYmonetro 2,23 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi W.E. - Edward e Wallis tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Madonna torna alla regia raccontando la storia reale più scandalosa d'Inghliterra. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 2 candidature e vinto un premio ai Golden Globes, In Italia al Box Office W.E. - Edward e Wallis ha incassato 128 mila euro .

W.E. - Edward e Wallis è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,23/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,65
PUBBLICO 3,04
CONSIGLIATO NÌ
Un lento sentimentale che s'invischia in un dialogo con se stesso.
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 1 settembre 2011
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 1 settembre 2011

Manhattan, 1998. La giovane Wally Winthrop, intrappolata in un matrimonio pubblicamente invidiabile ma personalmente umiliante, frequenta quotidianamente l'esposizione dei cimeli del duca e della duchessa di Windsor nei locali di Sotheby's e si lascia ossessionare dalla storia di re Edward, che negli anni Trenta abdicò alla guida dell'impero inglese per amore di Wallis Simpson, americana senza doti né dote, due volte divorziata. Mescolando i propri sogni ad occhi aperti con la lettura della vera corrispondenza di Wallis Simpson, la giovane immagina i retroscena di quella che è stata definita la più grande storia d'amore del ventesimo secolo e il sacrificio che ha imposto, anche o soprattutto a Wallis.
Americana "esiliata" alla corte d'Inghilterra, Madonna s'identifica senza farne mistero in questa storia tra leggenda e verità, privacy e "pubblicità", prigionia e libertà. In questa sovrapposizione e nella conseguente riduzione della storia contemporanea a mero filtro, si assommano la genuinità e l'errore dell'approccio della regista alla materia, che per l'opera seconda rinuncia al contratto ludico e fresco insito in Sacro e Profano e scrive il suo primo lento.
Nonostante Abbie Cornish incarni credibilmente il mix di romanticismo e tristezza del personaggio di Wally e regga dei primi piani molto intensi, i suoi sforzi si scontrano contro un personaggio che è puramente funzionale, spia interna dell'autrice, donna-schermo senza profondità e senza una storia "tutta per sé". Le sue inquadrature davanti alla vetrina dei gioielli, che più Colazione da Tiffany non si potrebbe, e gli abitini elegantemente neri della giovane Wally (che fanno da contraltare immaturo e trattenuto a quelli sì davvero moderni di Elsa Schiaparelli indossati da Mrs. Simpson), così come le scelte musicali, soffrono della stessa malattia: sono oggetti di bellezza senza profondità o autenticità, pezzi da museo, immagini senza movimento, imitazioni (come il collier esposto nella teca), prove di cinema.
Madonna mette in mostra i propri gusti e le proprie passioni ma, specie nella seconda parte del film, s'invischia in un dialogo con se stessa che esclude lo spettatore critico e dà luogo non a caso a quei dialoghi tra le due Wally(s) che non sono sempre facili da perdonare.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Scritto da Alek Keshishian con Madonna alla 2ª regia, è un film poco riuscito: sceneggiatura incerta, montaggio insano, fotografia forsennata. Racconta come la quasi 40enne Wallis Warfield Simpson, statunitense 2 volte divorziata, conquistò il cuore dell'erede al trono britannico che, re dal gennaio al dicembre 1938, abdicò per sposarla. Non contenti, hanno raddoppiato la storia con un'altra Wally, sposata a uno psichiatra che, oltre a tradirla con metodo, la picchia facendola abortire. Nel film la Wally moderna incontra più volte il fantasma di Wallis. Pur sfiorando vari generi, non è un film romantico né storico né musicale (nonostante un calypso, un merengue e un twist inguardabili) e nemmeno un film biografico perché, a proposito delle simpatie filonaziste del duca e della duchessa di Windsor, ci si limita a smentirle. Tirate le somme, il suo unico merito è quello di porre una domanda: tutti hanno sempre parlato delle rinunce fatte da Edward per amore, ma nessuno ha mai fatto caso a quel che, per amore, ha perduto Wallis in materia di libertà e di reputazione, benché ricoperta di gioielli. Distribuisce Archibald.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
W.E. - EDWARD E WALLIS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
TheFilmClub
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 6 giugno 2012
Ninaeve

Premessa: ho visto questo film senza aver letto recensioni e senza sapere chi l'avesse diretto. Vi dirò, mi è piaciuto. Non è entrato nella lista dei miei film preferiti, ma ho trascorso due ore piacevoli in sua compagnia. Sono poi andata a cercare maggiori informazioni e mi sono trovata di fronte a due sorprese: la prima è stata il nome della regista, la seconda una sequela di recensioni che definire [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 marzo 2012
Andrex93

 W.E. è una tipica commedia romantica dove sono legate due donne di epoche diverse che propone il personaggio di Wallis Simpson da un'altra prospettiva. Il personaggio si Wallis è sicuramente molto interessante e particolare, ma non tanto approfondito. Ho visto il fim in lingua originale e sebbene siano stati tantissimi a giudicarlo, mi è piaciuto.

martedì 14 agosto 2012
Ondablu

La storia di due donne di epoche differenti, s' intreccia in modo sottile e romantico raccontando la roro vita ed il loro amore. Non vi è molto da comprendere sul perchè o il come dei personaggi, poichè il tema è l'amore in questo caso appassionato, sofferente, ma a lieto fine. Due vite narrate non a confronto ma parallele, di due donne che vivono la realtà [...] Vai alla recensione »

martedì 12 giugno 2012
g_andrini

Qualche spunto interessante c'è. Riuscita la fotografia, con un tocco femminile ben avvertibile. E' un po' lungo, ma non è affatto affaticante, anche se un po' lento. Si può apprezzare.

lunedì 11 giugno 2012
Flyanto

Film girato da Madonna sulla storia d'amore tra l'americana Wallis Simpson ed Edward VIII re d' Inghilterra con conseguente abdicazione al trono da parte del monarca inglese e divorzio di lei e successivo loro matrimonio. La trama probabilmente risulta un pò romanzata (considerando il fatto che viene anche affiancata e rivissuta attraverso il racconto di una giovane donna contemporanea [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 settembre 2012
mikegandalf

La critica è stata ingiustamente impietosa con il film, e questo solo per il nome della regista. Certo, la storia ambientata a NY ai giorni nostri non convince né coinvolge molto ed è difficile rendere simpatica o meritevole il personaggio della Cornish. Certo, la seconda parte si trascina un po' troppo e i dialoghi tra le Wallie e Wallis sono surreali.

mercoledì 20 giugno 2012
donni romani

Due storie parallele e distanti nel tempo, un personaggio pubblico estremamente controverso e chiacchierato come Wallis Simpson e una anonima giovane frustrata e insicura, due epoche, due mondi, due culture a confronto. A far da collante l'infelicità  di due donne mal coniugate che si trovano a subire violenze e delusioni prima di giungere al riscatto personale.

sabato 9 giugno 2012
il conformista

Ho visto il film e ho capito che i critici lo hanno stroncato per i motivi sbagliati. Il film non funziona perchè Madonna ha la presunzione di farci piacere questi personaggi che sono comunemente considerati spiacevoli e non ci riesce. Sono universalmente negativi. Madonna non tenta di spiegarci perché, e per questo motivo fallisce: è impossibile. La storia parla chiaro.

lunedì 11 giugno 2012
renato volpone

La storia dell'amore di Edward e Wallis vista con gli occhi di Madonna e vissuta nella mente della giovane Wally Wintrhop. Peccato che il tutto sia completamente asettico e non ci regali la ben che minima emozione. Il punto di vista è quello di una donna ricca e annoiata, fortemente sofferente e picchiata nel ventre dall'uomo sbagliato.

mercoledì 4 luglio 2012
95miyu

inizio col dire che la maggior parte delle critiche sicuramente sono state fatte perchè la regista è madonna, stereotipata cantante e brutta attrice (ma va!), e ovviamente secondo voi non sa fare film. se l'avessi girato io WE sicuramente avreste dato un voto migliore. la trama è stupenda, adoro i passaggi presente-futuro, le storie d'amore intrecciate.

domenica 17 giugno 2012
marco8

Lasciamoci alle spalle i pregiudizi verso la regista, che nel suo settore principale non ha più nulla da dimostrare....Questo film non è per nulla male!!! Belle musiche, bei costumi, interessanti gli attori. Così come il parallelo tra le due protagoniste nelle due epoche diverse. In alcuni punti è un pò lento e forse è troppo lungo ma assolutamente apprezzabile!! [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 giugno 2012
donatella1000

Madonna, come sempre, supera i luoghi comuni, e affronta la storia d'amore tra Edoardo VIII di Windsor e Wallis Simpson da un punto di vista assolutamente originale. Eward d'Inghilterra, un uomo  che amava la vita godereccia più di quanto amasse il suo Paese, non esitando ad abdicare pur di non rinunciare a frequentare la chiacchierata Wallis Simpson, nella sua vita dissoluta: [...] Vai alla recensione »

domenica 10 giugno 2012
francesca50

Il film nel suo genere è ottimamente costruito e sbagliata è la critica che vuole stroncarlo. Dal tema prescelto è chiaro che non può essere un film che entrerà nella storia della cinematografia, ma è un film "originale", nella difficoltà di fare un film nuovo su una storia tanto conosciuta e già sceneggiata.

sabato 16 giugno 2012
bedtimedavide

Il vero problema di questo film è il nome del suo regista,davanti al nome della Signora Ciccone tutti con molto pregiudizio non gli hanno dato la meritata occasione che invece a mio parere merita parecchio.Ciò che valorizza la pellicola è sicuramente l'attenzione,quasi maniacale,per i particolari,abiti,interni,gioielli...Ottima colonna sonora,elemento fondamentale per assaporare la tensione,passione,repress [...] Vai alla recensione »

martedì 20 marzo 2012
jacopo angelozzi

Commedia romantica mai scontata e piena di momenti di riflessione. Ambientazioni, musiche e costumi ricercatissimi fanno da cornice ad un storia interpreatata egeregiamente da attori ben scelti. La camera sulle due protagoniste è vicina, quasi morbosa in qualsiasi momento. Così non riusulta difficile accompagnarle mentre entrano ed escono da schemi convenzionali e non, mentre si ritrovano [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 giugno 2012
Spike

Un buon film tra biografia e finzione. Stupiscono, positivamente, alcune scelte registiche. Buona la sceneggiatura, ottima la fotografia e le interpretazioni degli attori. Consigliato per il pubblico più cinefilo.  

lunedì 19 marzo 2012
jacopo angelozzi

Una soggetto originale per un film mai scontato e pieno di momenti per riflettere. I costumi e le musiche ricercatissimi accompagnano scene perfettamente incorniciate e ambientate, all'interno delle quali si muovono degli attori molto ben scelti. La storie entrambe, ma differentemente, patinate rivelano l'ambiguità che si nasconde dietro al quotidiano sentimentale osservato dall'interno [...] Vai alla recensione »

domenica 10 giugno 2012
mauricass

Si è vero , la critica lo attacca solo per attaccare Madonna . In realtà è un prodotto onesto , piu' che guardabile , con due difetti , l'ultima mezz'ora un po' trascinata , e la scelta della giovane protagonista , con espressione bovina ( ma andra' di moda , visto il successo di S. Johannson ). Da buoni a piu' che buoni gli altri attori .

domenica 10 giugno 2012
francesca50

Contraddittorio è dare 5 stelle a un film che poi dici che si poteva migliorare. Il personaggio della Simpson non si poteva rendere più approfondito perché avrebbe penalizzato l'altro e reso troppo lungo il film. Come commedia romantica io l'ho trovato bellissima e ben confezionata sotto tanti punti di vista compresa la recitazione di Madonna.

sabato 13 luglio 2013
paride86

Non c'è che dire, Ma.donna ha confezionato un film elegante e algido che, per certi versi, fa da contrappeso a "Il discorso del Re" per il modo in cui presenta i personaggi di Edward e Wallis, dando loro una consistenza che va oltre l'immagine frivola e mondana. Un film carino ma non appassionante.

FOCUS
INCONTRI
giovedì 1 settembre 2011
Ilaria Ravarino

Niente fotografie, una domanda alla volta, guai ad avvicinarsi troppo al punto in cui Madonna e il cast del suo W.E., accolto tiepidamente dalla stampa stamattina, si sono materializzati con sorprendente puntualità per ricevere un applauso più di forma che di sostanza. In una sala conferenze piena fino al limite, sospesa in un silenzio incuriosito rotto solo da bisbigli, non sempre eleganti, sul perfetto stato di conservazione della signora, Lady Madonna Ciccone ha dominato con piglio da imperatrice rispondendo a (quasi) tutte le domande sulla sua personale visione della storia d’amore tra Enrico [...]

Frasi
"Gli uomini sono abbagliati da ciò che appare"
Una frase di Wallis Simpson (Andrea Riseborough)
dal film W.E. - Edward e Wallis - a cura di GianniDe
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Anselma Dell'Olio
Liberal Mobidick

Accidenti, com’è severa la critica con Madonna, regista di W.E. È la storia di Wallis Sirnpson, la pluridivorziata quarantenne americana dalla bellezza nascosta, che stregò Edward VIII, sovrano dell’Impero britannico. Lui abdicò al trono perché, come disse nel discorso d’addio ai sudditi, «...ho constatato che mi è impossibile assumere le pesanti responsabilità e assolvere i miei doveri di re come [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

W. sta per Wallis, E. sta per Edward, sì, proprio loro, Wallis Simpson e Edoardo VIII, diventati, dopo la rinuncia al trono di lui per sposare lei, il Duca e la Duchessa di Windsor, una coppia un po’ triste che dagli anni Trenta ai Settanta, passata la guerra, si dedicò a una vita mondanissima su e giù per l’Europa, ad eccezione dell’Inghilterra implicitamente negata all’ex Sovrano.

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Per la coscienza classica il viaggio è un nostos, un ritorno a casa, per la coscienza moderna il viaggio è una odissea senza fine protesa in avanti». È Claudio Magris che lo scrive, citato da Marco Videtta all'inizio di un indispensabile volume dedicato al road movie hollywoodiano, uno dei miti che incantano di più l'anima (La fuga impossibile, 1980).

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Edoardo VIII e WaIlis Simpson: il matrimonio porterà all’abdicazione del nuovo Re d’inghilterra in favore del fratello Bertie, quello del Discorso del Re. Un’altra WaIly (Abbie Cornish) nella NY fìne anni ‘90 si dibatte tra un marito fedifrago e un vigilante russo. A far da ponte, l’asta da Sotheby’s dei resti del W.E. (il noi di WaIlis ed Edoardo), che WaIlis 2.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Edward per Wallis lasciò il trono d’Inghilterra. Non c’è da stupirsi, dicono i maligni: la doppiamente divorziata Wallis aveva perfezionato nei bordelli orientali l’arte di compiacere un uomo. Al fratello maggiore subentrò il balbuziente George, che all’inizio se la cavava malissimo, poi con l’aiuto di un logopedista fece progressi (altri dettagli nel “Discorso del Re” di Tom Hooper, con Colin Firth [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

In coincidenza col tour italiano della popstar arriva in sala anche la sua seconda prova cinematografica, W.E., già accolta senza eccessivi entusiasmi all’ultima Mostra di Venezia malgrado il tam tam mediatico e le molte ambizioni (troppe, mentre del suo esordio, Sacro e profano, si apprezzarono proprio la simpatia e la disinvoltura). Madonna infatti riesuma l’amore più chiacchierato del Novecento [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Dimentichiamo la Storia, perché in W.E la Storia ufficiale conta poco o niente. Alla sua seconda regia, Madonna si accosta al personaggio Wallis Simpson in un’ottica femminil/femminista, sensibilizzando lo spettatore sul fatto che non fu solo Edward a immolarsi sull’altare del loro amore. Se lui per lei rinunciò alla corona di re dell’Impero Britannico, accontentandosi del semplice titolo di Duca di [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Tanto la signora Ciccone conosce la celebrità quanto poco capisce il cinema. La storia di Wallis Simpson, la divorziata americana che riuscì a sposare il duca di Windsor (Edward, di qui le iniziali che formano il titolo, ma anche la parola “noi” in inglese), è raccontata da Madonna regista senza un minimo di profondità, come una fiction televisiva rileccata e distante.

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Di Gerald Ford, presidente degli Stati Uniti per grazia ricevuta dallo scandalo Watergate, i maligni dicevano e scrivevano che non sapeva masticare gomma e camminare nello stesso tempo. Colpita e quasi affondata la Casa Bianca nella battaglia navale dell’aspra satira politica, ora lo scherno può passare, persino con il trastullo quasi rimato di un solo cambio di vocale, anche allo schermo.

Natalia Aspesi
La Repubblica

Una casalinga carina ma noiosa ha sempre il muso perché il marito psichiatra la cornifica, non la porta a letto perché lo non sopporta la sua smania di fare un figlio e in più la picchia. Cosa fare se non rifugiarsi in una storia anni 30, quella di un re che per amore di una donna né giovane né bella, rinuncia al trono rendendole tutta la vita come un ininterrotto sbadiglio? Meno male che al sogno [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

I nomi del titolo si riferiscono a Wallis Simpson (Andrea Riseborough) e al re d’Inghilterra Edoardo VIII, protagonisti di una delle storie d’amore più chiacchierate del novecento, anche se nel film diretto da Madonna assomiglia di più a un ambizioso flirt sfuggito di mano ai due amanti. Edward praticamente non sappiamo nulla, se non che è un forte consumatore di cocktail.

Maurizio Acerbi
Il Giornale

La storia d’amore tra la pluridivorziata Wallis Simpson e Edoardo VIII, con tanto di rinuncia al trono, vista attraverso gli occhi di una giovane newyorkese dei giorni nostri, ossessionata dalla Simpson (ne veste anche gli indumenti) e tormentata a sua volta da un matrimonio infelice. Ne poteva venir fuori un signor film, ma l’opera seconda di Madonna è un colabrodo.

Valerio Caprara
Il Mattino

Il botteghino piange e i weekend al mare incombono: sarebbe proprio il momento di battersi a favore del cinema in sala, ma con «W. E. Edward e Wallis» la partita sembra persa in partenza. Ci costa dirlo perché eravamo fan di Madonna, tanto da apprezzare persino il curioso «Sacro e profano» che quattro anni orsono segnò il suo esordio dietro la macchina da presa: stavolta, però, la declinante popstar, [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
lunedì 24 ottobre 2011
Nicoletta Dose

Dopo aver diviso la critica del Lido lo scorso settembre, il nuovo film di Madonna, W.E., è stato presentato al BFI London Film Festival. La pop star, qui in veste di regista, ha dichiarato che la storia del suo film, la relazione sentimentale tra Edoardo [...]

NEWS
venerdì 2 settembre 2011
Ilaria Ravarino

La fila più lunga, quella di ieri mattina per Carnage di Polanski: per molti, dopo un'attesa di più di un'ora, non c'è stata nemmeno la speranza di entrare. La folla più grande, circa cinquecento persone, se l'è invece accaparrata come da previsioni Madonna: [...]

winner
miglior canzone
Golden Globes
2012
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati