•  
  •  
Apri le opzioni

Jorge Perugorría

Jorge Perugorría è un attore cubano, è nato il 13 agosto 1965 a L'Avana (Cuba). Jorge Perugorría ha oggi 57 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Una vita a Cuba

A cura di Fabio Secchi Frau

Su Jorge Perugorrìa si spendono poche parole di solito, ma molto serie. È uno degli attori più monumentali di tutta la cinematografia cubana che è stata capace, nel suo piccolo e stretta dalla morsa del regime di Castro, di svelarne oltre che il lato di interprete, anche quello più umano e caratteriale. Difficile non rimanere affascinati da lui e da una carriera che parte dal teatro dilettante per arrivare a piccoli capolavori di quella nazione così poco libera, per certi versi. Impedibile in ogni sua performance.

Debutta cinematograficamente a un anno
Soprannominato "Pichi", debutta cinematograficamente quando ha un anno di vita, come comparsa nel film Rio, Verão & Amor (1966) di Watson Macero. Passano i decenni e, alla passione per la pittura, si affianca quella della recitazione che gli permetterà di lavorare in teatro - all'interno di una compagnia teatrale amatoriale - e in televisione, anche se continuerà a tenersi ben stretto un posto fisso come insegnante in una scuola elementare. Sposato con l'attrice Elsa Marìa Lafuente de la Paz nel 1985, diventa prestissimo padre di 4 bambini e nel 1987, viene invitato dalla compagnia Arte Popular a interpretare "Perra Vida" che lo spingerà a lasciare per sempre l'insegnamento e a dedicarsi in maniera professionale al mestiere d'attore. Diventa uno dei più significativi interpreti teatrali cubani, soprattutto dopo la fondazione di una propria compagnia teatrale, El Publìco, e con l'entrata nel gruppo Rita Montaner.

Il successo del personaggio gay di Fragola e cioccolato
Nel 1993, si impone come uno degli attori cubani più internazionali grazie alla pellicola di Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabìo Fragola e cioccolato, che gli regala il ruolo di un giovane e bellissimo omosessuale cattolico che fa amicizia con un ragazzo di origine contadina e comunista durante il famoso "decennio grigio", ovvero quel periodo di allineamento cubano con il regime dell'Unione Sovietica. Lui ha la meglio su tutto il (seppur scheletrico) cast, emergendo per la propria leggerezza, la forte ironia e con un brio fresco che raramente si era notato in un attore cubano. Ma per arrivare a questo ruolo aveva dovuto faticare molto, perché lo studio di approfondimento di un personaggio come quello, nell'Avana del 1979, era difficile, dato che il regime vietava assolutamente la circolazione di film con tematiche omosessuali. Fortunatamente, sarà un suo amico a salvarlo. Leggenda dice che, di ritorno da un viaggio in Europa, gli regalerà il vhs de Il bacio della donna ragno con William Hurt e sarà proprio l'interpretazione indimenticabile di questa star a ispirare fortemente Perugorrìa nella creazione del suo primo personaggio gay.

La Spagna, Bigas Luna e altri film
Chiamato in Spagna, fortemente voluto da Bigas Luna, Perugorrìa recita in alcune sue pellicole, fra le quali spicca Volavérunt (1999) con la nostra Stefania Sandrelli. Tornato a Cuba, continuerà a lavorare con Juan Carlos Tabìo che lo dirigerà in Lista d'attesa (2000) e seguiranno alcune sue partecipazioni a film internazionali come: Terra del fuoco (2000), Vajont - La diga del disonore (2001) e Nowhere (2002) con Harvey Keitel.

Cittadino spagnolo dal 2003
Nel 2003, dopo aver dato prova di sé anche nella regia di un lungometraggio (Habana abierta, diretto con Arturo Sotto Dìaz), chiede la cittadinanza spagnola, stanco dell'oppressione del regime e si trasferisce nella penisola iberica. Si scatenano le conseguenze peggiori, Perugorrìa viene accusato di essere un conservatore e un reazionario, un uomo che è timoroso di perdere quello che ha guadagnato e che per difenderlo sceglie di passare dall'altra parte del mondo. Disprezzato dai cubani come ipocrita, come un adulatore e un opportunista che si vende disgustosamente al miglior offerente, lui non si cura delle critiche e continua la sua carriera nella monarchica Spagna di Zapatero, lavorando a Reinas - Il matrimonio che mancava (2003) e in molti film di Manuel Gutiérrez Aragón, senza contare una pellicola di fama come le due parti di Che (Che - L'argentino e Che - Guerrilla) del 2008, che lo riporteranno alla ribalta.

Ultimi film

Drammatico, (Italia, Francia - 2001), 98 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati