Vajont

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Vajont   Dvd Vajont  
Un film di Renzo Martinelli. Con Michel Serrault, Daniel Auteuil, Laura Morante, Jorge Perugorría, Leo Gullotta.
continua»
Drammatico, durata 98 min. - Italia, Francia 2001. MYMONETRO Vajont * * 1/2 - - valutazione media: 2,90 su 37 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,90/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Michel Serrault
Michel Serrault 24 Gennaio 1928 Interpreta L'Ingegner Carlo Semenza
Daniel Auteuil
Daniel Auteuil (64 anni) 24 Gennaio 1950 Interpreta Nino Biadene
Laura Morante
Laura Morante (57 anni) 21 Agosto 1956 Interpreta Tina Merlin
Jorge Perugorría
Jorge Perugorría (48 anni) 13 Agosto 1965 Interpreta Olmo Montaner
Leo Gullotta
Leo Gullotta (68 anni) 9 Gennaio 1946 Interpreta Mario Pancini
Philippe Leroy
Philippe Leroy (83 anni) 15 Ottobre 1930 Interpreta Giorgio dal Piaz
   
   
   
Era il 9 ottobre del 1963 quando 260 milioni di metri cubi di terra e rocce del monte Toc si staccarono e franarono nel lago artificiale della diga del Vajont.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La tragedia del 1963, quando il lago tracimò e sommerse Longarone.
Daniela Azzola     * * * - -
Locandina Vajont

Era il 9 ottobre del 1963 quando 260 milioni di metri cubi di terra e rocce del monte Toc si staccarono e franarono nel lago artificiale della diga del Vajont. L'anomala, immensa onda relativa sommerse Longarone. Morirono oltre 2000 persone. Si parlò si fatalità, ma non era così. C'era stato chi aveva previsto la tragedia essendo la diga costruita su un terreno inadatto. La giornalista Tina Merlin cercò di portare alla luce la verità, indagando fra omertà e scarichi di responsabilità. Un funzionario si tolse la vita. Il processo, durato decenni, produsse solo condanne ridicole. Martinelli racconta tutto questo cercando di mediare lo spettacolo (troppi effetti speciali e addirittuta "esagerati") e l'inchiesta. La Morante è brava ma fin troppo aggressiva. La vera Merlin non era così. Ma, si sa, il cinema ha le sue licenze. Film, comunque, benemerito.

Stampa in PDF

Premi e nomination Vajont MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Daniela Azzola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
73%
No
27%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Vajont

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
0
* * * - -

Troppa ipcrisia

mercoledì 31 ottobre 2001 di Elena

Troppa ipocrisia da parte di coloro i quali criticano amramente questo film giudicandolo un modo per arricchirsi alle spalle delle vittime e dei superstiti!Abito a 20 km dal luogo del disastro e posso dire che per la gente del posto questo film è stato un modo per non dimenticare e per far conoscere ai propri figli dove può portare l'ostinazione degli uomini a combattere contro la natura!elena continua »

* * - - -

Per non dimenticare

giovedì 1 novembre 2001 di Nadia

Caro Riccardo di Corlo Antico tutto ciò che serve a non dimenticare un avvenimento tanto triste e vergognoso (ancor più se questo dovesse servire a evitare in futuro simili catastrofi) non dovrebbe essere attaccato come fa Lei.Questo vale sia per la STRAORDINARIA prestazione teatrale di Paolini, che per questo mediocre film. Ciò di cui mi vergogno è che esista gente insensibile e cinica come lei. continua »

* * - - -

Ci mancava poco e crollava anche il film...

martedì 6 novembre 2001 di Alessandro

C'è una patetica e inverosimile storia d'amore che si sta' infiltrando nelle fondamenta del film. Se qualcuno non la ferma qui si rischia che cada tutta la struttura. Per fortuna il regista, a differenza degli ingegneri, è riuscito a salvare la baracca contenendola a sufficienza. Nonostante ciò, il film, di taglio sicuramente documentaristico, decolla a modo suo regalandoci emozione e spettacolo soprattutto nella parte finale. Ancora un po’ zoppicanti gli effetti visivi che in alcune scene fanno continua »

* - - - -

Cara elena di pordenone

domenica 4 novembre 2001 di un supestite....

Per chiarimenti in merito al disastro 9 ottobre 1963 leggi i libri riguardanti la documentazione di Tina Merlin (non quella di Grosseto attrice). Ti accorgerai che il film come denuncia è una grossa bufala ! Non lasciarsi impressionare da immagini computerizzate ! e manovrate, pensi che coloro hanno avuto le disgrazie abbiano avuto bisogno degli effetti speciali per ricordarsi dei loro cari ? continua »

L'operaio che di lì a poco cadrà nel baratro
Il mio paese è bello anche senza la diga.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Tina (Laura Morante)
Questa era una valle… non un catino da riempire con dell'acqua.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
La religione non è un portafortuna: non si può estrarre dalla tasca quando serve.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Vajont oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Vajont

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 10 ottobre 2013

Cover Dvd Vajont A partire da giovedì 10 ottobre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Vajont di Renzo Martinelli con Daniel Auteuil, Leo Gullotta, Philippe Leroy, Laura Morante. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Vajont (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Vajont

SOUNDTRACK | Vajont

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 16 ottobre 2001

Cover CD Vajont A partire da martedì 16 ottobre 2001 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Vajont del regista. Renzo Martinelli Distribuita da Sugar, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale.

di Alessandra Levantesi La Stampa

Erano le 22,39 del 9 ottobre 1963 quando una parte imponente del Monte Toc, 260 milioni di metri cubi di roccia, franò nel bacino artificiale del Vajont sollevando un'ondata di 25 milioni di metri cubi: nel giro di quattro minuti l'enorme massa d'acqua si riversò a valle spazzando via cinque paesi e lasciandosi dietro 2 mila morti. Aggirandosi sbigottiti all'alba in un desolato paesaggio di detriti e fango, gli inviati speciali (anche importanti) parlarono di fatalità. Ma fatalità non era stata. »

di Alberto Crespi L'Unità

Ritorniamo a bocce ferme su Vajont, il film di Renzo Martinelli sulla strage - non usiamo volutamente la parola tragedia: almeno questo, alle vittime, glielo dobbiamo - del 1963. Un film sul quale l'Unità è doppiamente coinvolta. Per un motivo specifico: il giornale è letteralmente un "personaggio" del film, perché la nostra cronistoria Tina Merlin fu l'unica a segnalare la pericolosità della diga già quattro anni prima che venisse inaugurata. E per un motivo, diciamo così, ideale: Vajont segna un ritorno del cinema civile e spettacolare, un genere che in Italia ha avuto una grande tradizione e che Martinelli aveva già preso robustamente di petto nel suo lavoro precedente, quel Porzus che tante polemiche suscitò ad una vecchia Mostra di Venezia. »

di Maurizio Cabona Il Giornale

Fare oggi un film su quella tragedia significa fare un film sul potere e sull'uso che ne fanno le classi sociali e politiche che lo detengono. È sorprendente che in questi quarant'anni nessun cineasta abbia sentito il dovere di raccontare la storia del Vajont. Severo ma giusto, come certi arbitri, Renzo Martinelli è consapevole di essere il prirno cineasta ad avere sentito quel dovere. Così si è rivolto a Rai Cinema, ai cui vertici - ironia del destino - è il figlio di un altissimo esponente democristiano, figura di primo piano delle "classi politiche" prese di mira dal film. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Il 9 ottobre 1963, di sera, una parte del Monte Toc, 260 milioni di metri quadrati di roccia, franò nel bacino artificiale del Vajont, sollevò un'immensa ondata. Precipitando a valle, l'enorme massa d'acqua spazzò via l'intero paese di Longarone nel Bellunese, altri paesi, duemila vite umane. Del disastro portarono la responsabilità i dirigenti della società elettrica Sade, che avevano voluto costruire la diga nonostante il parere contrario dei geologi, e i politici che avevano consentito loro di farlo: i responsabili della catastrofe, annunciata anche da una tenace giornalista dell' Unità, se la cavarono a buon mercato come succede sempre. »

Vajont | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Daniela Azzola
Pubblico (per gradimento)
  1° | elena
  2° | nadia
  3° | franchini
  4° | renata.
  5° | francosvizzero
  6° | giu/da(g)
  7° | procol harum
  8° | un supestite
  9° | loriss
10° | francesco
11° | un supestite....
12° | alessandro
Rassegna stampa
Bruno Fornara
Silvio Danese
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità