Che - Guerriglia

Film 2008 | Biografico 131 min.

Titolo originaleChe: Part Two
Anno2008
GenereBiografico
ProduzioneSpagna, Francia, USA
Durata131 minuti
Regia diSteven Soderbergh
AttoriDemiàn Bichir, Rodrigo Santoro, Benicio Del Toro, Catalina Sandino Moreno, María D. Sosa Raúl Beltrán, Raúl 'Pitín' Gómez, Paty M. Bellott, Othello Rensoli, Franka Potente, Norman Santiago, Joaquim de Almeida, Pablo Durán, Ezequiel Diaz, Juan Salinas, Luis Muñoz, Lorenzo Ariel Muñoz, Antonio Peredo, Aaron Vega, Giraldo Moisés, Jorge Perugorría, Néstor Rodulfo, Kahlil Mendez, Rubén Ochandiano, Cristian Mercado, Roberto Guilhon, Carlos Acosta, Edgardo Rodríguez, Armando Riesco, Jose Juan Rodriguez, Daniel Larrazábal, Wilder Salinas, Jimmy A. Céspedes, Eitán Vázquez, Óscar Avilés, Rubén Salinas, Daniel Aguirre, Miguel Villarroel, Diego Ortiz, Jorge Arturo Lora, Lou Diamond Phillips, Marisé Alvarez, Marc-André Grondin, Carlos Bardem, Eduardo Espinosa, Eduard Fernández, Antonio de la Torre, Luis Bredow, María Cristina Calá, Edison Narváez, Óscar Jaenada, Bart Santana, Raúl Núñez, Jesús Carrillo, Gastón Pauls, José Julio Park Shin, Juan Carlos Vellido, Raúl Arévalo, Yul Vazquez, Geischglin Rojas, Jordi Mollà, Stephen Casmier, James D. Dever, Roberto Sanmartin, Mark Umbers, Luis Callejo, Matt Damon, Pedro Casablanc, Tomás del Estal, David Zambrana, David Selvas, Jesús Carroza, Vismark Tito Rojas, Enrique Arce, Christian Esquivel.
Uscitagiovedì 30 aprile 2009
TagDa vedere 2008
DistribuzioneBim Distribuzione
MYmonetro 3,17 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Steven Soderbergh. Un film Da vedere 2008 con Demiàn Bichir, Rodrigo Santoro, Benicio Del Toro, Catalina Sandino Moreno, María D. Sosa. Cast completo Titolo originale: Che: Part Two. Genere Biografico - Spagna, Francia, USA, 2008, durata 131 minuti. Uscita cinema giovedì 30 aprile 2009 distribuito da Bim Distribuzione. - MYmonetro 3,17 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Che - Guerriglia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dopo aver contribuito a rovesciare la dittatura di Fulgencio Batista a Cuba, Guevara si sposta verso Africa e poi Sud America per fomentare nuove rivoluzioni, prima di essere catturato fra le montagne della Bolivia. In Italia al Box Office Che - Guerriglia ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 669 mila euro e 266 mila euro nel primo weekend.

Che - Guerriglia è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 3,50
PUBBLICO 2,75
CONSIGLIATO SÌ
Il film di Soderbergh assedia il personaggio del Che ma non si lascia penetrare.
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 30 aprile 2009
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 30 aprile 2009

All'apice della gloria, Ernesto "Che" Guevara lascia Cuba a Fidel Castro e sparisce. Ricompare segretamente in Bolivia, dove riunisce un gruppo di compagni cubani e di reclute del posto per dare l'avvio all'addestramento dei ribelli che un giorno porteranno, nelle intenzioni, la rivoluzione in tutta l'America Latina, dal Perù al Cile, all'Argentina, al Brasile. Ma il sostegno locale è scarso, il territorio inospitale, la sua presenza viene scoperta e gli scontri hanno inizio anzitempo. Il Che, che vorrebbe raggiungere i minatori sulle Ande, viene arrestato e ucciso.
Che - L'Argentino era in un certo senso un'odissea, per quanto di movimento contrario, non un ritorno ma un approdo, Che - Guerrilla è un'iliade: il racconto di un assedio e di una caduta. Bloccati dall'indifferenza della popolazione e dalla risoluzione dei potenti, che non sono disposti a permettere un'altra Cuba, il Che e i compagni non avanzano ma girano intorno, impaludati, con l'acqua fredda ormai all'altezza delle spalle e i fucili puntati addosso.
Trionfare o morire, ora; la resa non è contemplata, l'abbandono non esiste. Solo in questa logica strettissima si spiega l'assoluta mancanza di pietà nei confronti di chi cade. Non c'è elaborazione del lutto, perché non c'è ingiustizia nella perdita: la fede (rivoluzionaria) giustifica e ripaga del sacrificio. L'altra assenza più palpabile di qualsiasi presenza è quella dell'elemento femminile. Tania è un compagno, un soldato, mentre la vittoria, la rivoluzione e la morte sono le uniche donne del gruppo, entità fantasmatiche, cui si consegna, però, niente meno che la vita. Lo stesso Che è il fantasma di quello che era stato a Cuba, più stanco, vecchio, malato e bello; le autorità boliviane negano al mondo la sua presenza nella loro terra e lui non può indossare il proprio nome, deve diventare un altro, uno fra gli altri.
Soderbergh continua in questa seconda parte dell'opera magna il suo discorso sulla posizione dell'individuo Ernesto Guevara all'interno della collettività e dell'inquadratura e, nonostante permanga la fatica di aderire, come spettatori, ad una cronaca delle eroiche gesta declinata nei piccoli dettagli, nei lunghi tempi morti della quotidianità, nella paura che umanizzare rimi con spettacolarizzare, in Guerrilla è la storia a spingere fuori il suo protagonista, nel momento in cui la popolazione non lo segue, nessuno si unisce lui, è solo, e ci permette, finalmente, di esserlo un po' con lui. Non c'è mistero sulla sua morte, ma Soderbergh sposta all'ultimo la macchina da presa e osa una straziante, disturbante soggettiva.
A Benicio Del Toro basta un gesto, come allontanare la canna del fucile di un guerrigliero incauto, per provarci la sua immersione totale nel ruolo. A Soderbergh, invece, non bastano quattro ore e mezza per portarci veramente e totalmente dentro il suo film.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Sembra quasi un altro film. Intanto è cronologicamente lineare. Comincia il 13-10-1965, con Fidel Castro che legge in TV la lettera di congedo di Guevara; prosegue con i 341 giorni in Bolivia, fino a quando, malato e ferito, viene catturato e assassinato dai militari boliviani. Basato sul suo Diario della rivoluzione in Bolivia , sceneggiato da Peter Buchman e A. Van der Veen (con il regista che qui firma, come Peter Andrews, la fotografia), è un film malinconico che scarta l'ideologia e rinuncia all'epica. Pur tatticamente attendibile, è la storia di un fallimento. Non appoggiato dal partito comunista, circondato da compagni poco motivati e male organizzati, osteggiato dai campesinos impauriti e succubi della propaganda di un governo dittatoriale e corrotto, l'argentino Che è un antieroe di ammirevole tempra morale che, non soltanto come medico, pratica l'amore e il rispetto per il prossimo. Non è soltanto un uomo solo: rimane un diverso, in Bolivia come lo era stato a Cuba. Nella guida incerta dei suoi fedeli, cubani e non, si riflette la consapevolezza di un errore: sperare in una rivoluzione fu il frutto di una pessima strategia, nata dalla disinformazione. Soderbergh chiude il racconto in diminuendo, per sottrazione. Le ultime immagini sono un rapido flashback della nave che sul mare dei Caraibi va verso Cuba con il Che che dà un'occhiata a Fidel.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
CHE - GUERRIGLIA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 3 maggio 2009
Paperinik

Freddo, asettico ma senza il vero distacco di un documentario. Peccato per lo spreco di un grande interprete quale è Del Toro che resta un po' invischiato tra il toscanello caraibico e il turbinio degli pseudonimi. Restano toccanti le immagini della vista del Che che si appanna nonché l'epifania della lunga agonia che comincia con il penoso sibilo dell'aria che non vuol più passare.

venerdì 1 maggio 2009
paapla

Il secondo film che Steven Soderbergh ha dedicato a Ernesto “Che” racconta i trecentoquarantuno giorni del Comandante nella foresta in Bolivia. Racconto asfittico e opprimente perché opprimente è la foresta e gli uomini della giungla credono di più alla “bottiglia” che alle parole del “Che”. Disastro annunciato e prevedibile, forse, ma non per il “Che”.

domenica 3 maggio 2009
"Luke" Jack Aubrey

L'idea che mi sono fatto su questa ammirevole opera dedicata al Che è che il buon Steven Soderbergh si sia lanciato in un'impresa più grande di lui,proprio come il Che in Bolivia. Il suo omaggio al Comandante è notevole,importante e fatto col cuore. L'idea di dare vita ad un affresco della durata complessiva di oltre quattro ore sulla figura tanto amata quanto discussa di Ernesto Guevara,è sicuramente [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 maggio 2009
The Boxer

Non meriterebbe nemmeno una stella, ero in sala, le palpebre degli occhi sono cominciate a pesarmi come non mai, quindi ho dovuto lottare contro la sonnolenza..ogni cinque minuti guardavo l'orologio e al pensiero che per terminare dovevano scadere il tempo di 2 ore e 10 min mi avviliva...se non fosse perchè ogni tanto e sottolineo OGNI TANTO compariva Benicio Del Toro (Che non lo si può nemmeno giudicare, [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 maggio 2009
Lalli

non posso non dare 5 stelle al capolavoro di Steven Soderbergh. un film bellissimo, lungo e mai noioso nonostante le 5 ore di proiezione totali. mi sono innamorata ancora di più di quell'Uomo che ha dato la vita per i suoi ideali, per la rivoluzione, per stare dalla parte dei più deboli. sono sempre più orogliosa di portare il suo nome tatuato su di me.

sabato 2 maggio 2009
Maria

La seconda parte è forse tecnicamente ancora migliore ma non mi è piaciuto quel senso di sconfitta presente dalla prima all'ultima scena e quella rappresentazione dei guerriglieri, compreso il Che, come tanti ingenui o peggio disperati.Non è quello che emrge dal diario del Che. Comunque, splendida sceneggiatura con momenti altissimi, come quelli sulla cattura,la prigionia e la morte di Ernesto.

martedì 18 ottobre 2011
Multiverso

..n..

lunedì 17 ottobre 2011
Multiverso

Questo è un film che ti lascia qualcosa, di nascosto e non immediatamente avvertibile. Innanzitutto è un racconto storico, obiettivo per quanto possibile, e Steven Soderbergh ha fatto un grande lavoro, perchè ha saputo rendere con la adeguata giustizia una storia che è da una parte storia di uomini, sogni, sofferenze, ideali e vita sul campo e dall'altra storia di politici, [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 aprile 2009
The Joker

Un film bellissimo , che riesce a fare entrare nello spettatore il pensiero ribelle del Che, anche durante le varie battaglie per la Rivoluzione... W IL CHE; W CHE GUEVARA E LA RIVOLUZIONE...

Frasi
Io sarò al fianco di quelli che resteranno fino alla vittoria!
Ernesto Che Guevara (Benicio Del Toro)
dal film Che - Guerriglia - a cura di franco
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberta Ronconi
Liberazione

Si è già detto e scritto tanto sull'opus magnum di Steven Soderbergh ispirato alla vita di Ernesto Che Guevara. Quella che esce oggi è la seconda parte di un film di oltre quattro ore che riprende due momenti salienti dell'intensa, seppur breve, vita del Che: tre settimane fa è uscito in sala Che - L'argentino , sullo sviluppo materiale della rivoluzione cubana nella Sierra Maestra e la conquista di [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Dalla vittoria alla disfatta. Dalla giungla di Cuba alle montagne della Bolivia. Dalla fama planetaria alla morte, che è sempre anonima e ingloriosa ma mai come stavolta. La seconda parte del dittico di Steven Soderbergh sul Che è ancora più asciutta, più austera, più rarefatta, ma anche più emozionante della prima. A condizione di stare al gioco, e il gioco ormai è scoperto.

Isabelle Regnier
Le Monde

"Che, 2e partie : Guérilla" : il était une fois l'échec de la révolution Voici donc Guérilla, deuxième volet du diptyque consacré par Steven Soderbergh au leader révolutionnaire Ernesto Che Guevara. Autant L'Argentin, sorti le 7 janvier, était un film d'action, une épopée qui retraçait la genèse et l'avènement de la révolution cubaine, autant celui-ci, situé quelques années plus tard en Bolivie, [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Che-Guerriglia di Soderbergh è l'intenso secondo atto dell'epopea del rivoluzionario argentino: dall'arrivo in Bolivia alla tragica fine. L'avventura del Che inizia nella luce della Sierra Maestra cubana, e si chiude nei colori freddi di La Higuera, fra le montagne della Bolivia. Sono passati quasi 9 anni dalla vittoria di Santa Clara, che il capodanno del 1959 ha segnato la fine della dittatura di [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

«Patria o morte». Lo scandì all'Onu - in uno dei più bei discorsi che vi siano echeggiati, con quelli di Arafat e di de Villepin - Ernesto Guevara. L'internazionalista, il cripto-trotzkista, il fedele di Fidel Castro aveva capito mezzo secolo fa che le rivoluzioni del Terzo mondo erano nazionaliste, prima che socialiste. Nella seconda parte del film voluto e interpretato da Benicio Del Toro , Che - [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 30 aprile 2009
Lisa Meacci

Le origini di X-Men Con il primo maggio di mezzo, ci aspetta un weekend un po' più lungo del solito, giusto in tempo per goderci i nostri film nelle sale. A dirla tutta, uno dei film più attesi del 2009 non ha aspettato il giorno di festa per rivelarsi: [...]

VIDEO
martedì 28 aprile 2009
Lisa Meacci

Il video inedito Dopo Che - L'argentino, arriva la seconda parte del capolavoro di Steven Soderbergh, Che Guerriglia, che conclude così la trasposizione cinematografica della storia del noto ribelle Che Guevara.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati