Uno di Famiglia

Film 2018 | Commedia +13

Regia di Alessio Maria Federici. Un film con Pietro Sermonti, Lucia Ocone, Sarah Felberbaum, Nino Frassica, Moise Curia. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2018, Uscita cinema giovedì 25 ottobre 2018 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13

Condividi

Aggiungi Uno di Famiglia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Amici, conoscenti e nemici di Luca quarantatreenne mite e sornione se la dovranno vedere con i vari componenti di un colorito nucleo malavitoso.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Scheda Home
News
Critica
Cinema
Trailer
Fraintendimenti e avvenimenti tragicomici nella nuova commedia di Federici.
Claudia Catalli
lunedì 14 maggio 2018
Claudia Catalli
lunedì 14 maggio 2018

Il set di Uno di famiglia è di quelli faraonici. Più che altro per le dimensioni della villa, Villa Veientana a Roma, dove si sono appena concluse le riprese di Uno di famiglia. Dietro la macchina da presa, con lo sguardo fisso sul monitor, troviamo Alessio Maria Federici, regista già di Fratelli Unici e Terapia di coppia per amanti, alle prese stavolta con quella che definisce una "commedia dissacratoria" sulla malavita. Protagonista ancora una volta Pietro Sermonti, nei panni di Luca, professore di dizione del giovane Mario (il bravo Moisé Curia).

Vuole fare l'attore, Mario, ma ha un problema di dialetto che deve alla sua calabresissima famiglia: i Serranò, ndranghetisti capeggiati dal boss Peppino (Nino Frassica). Quando Luca salverà la vita di Mario, la famiglia gli sarà così riconoscente da risolvergli di colpo ogni problema, entrando a gamba tesa nella sua vita.

Completano il cast Lucia Ocone, nei panni della spietata Zia Angela, e Sarah Felberbaum, fidanzata di Luca/Sermonti.
Il film è scritto a sei mani da Giacomo Ciarrapico e Andrea Garello (rispettivamente firme di Boris e Smetto quando voglio) oltre allo stesso regista, che così illustra il suo film: "Cosa succede all'uomo onesto e perbene, rispettoso delle regole, che si trova a ricevere favori inaspettatamente da chi appartiene al mondo di illegalità di cui l'Italia si fa sempre forza? Me lo sono chiesto girando questo film, con un protagonista che vive il dramma di chi non ha mai conosciuto privilegi, così all'inizio se ne crogiola, poi si accorge che gli stanno togliendo ogni libertà di scegliere".
Si può ridere sulla malavita? "Si deve, soprattutto oggi che siamo abituati a vederla trattata in chiave noir nelle varie Gomorra, Suburra o Narcos: noi invece ridiamo sui mafiosi e mettiamo in scena come l'affiliazione sia qualcosa da cui alla fine non esci mai". I riferimenti, prosegue Federici, sono tutti oltreoceano: "Vorrei fare quello che ha fatto Ben Stiller con Tropic Thunder sulla guerra. L'autorialità non è qualcosa che inseguo, considero autori Ridley e Tony Scott. Sentivo la necessità di raccontare qualcosa che riguarda la nostra quotidianità, fatta di continui favori chiesti, ridendo sulle conseguenze imprevedibili di chi questi favori li riceve".

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati