Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
lunedì 1 giugno 2020

Michele Riondino

Il mio passato, per voi, non è più una terra straniera

41 anni, 14 Marzo 1979 (Pesci), Taranto (Italia)
occhiello
Daniela: Ma le piacerà il caffè alla cinese?
Rico: Latte di mandorla.

dal film Fortapàsc (2008) Michele Riondino  Rico
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Michele Riondino
David di Donatello 2017
Nomination miglior attore per il film La ragazza del mondo di Marco Danieli

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore per il film La ragazza del mondo di Marco Danieli

Nastri d'Argento 2013
Nomination miglior attore non protagonista per il film Acciaio di Stefano Mordini

Nastri d'Argento 2012
Nomination miglior attore non protagonista per il film Gli sfiorati di Matteo Rovere

Nastri d'Argento 2009
Nomination miglior attore non protagonista per il film Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari



Sensibilità e generazioni diverse accomunate dall'adesione a uno stesso progetto.

Acciaio, uniti per la classe operaia

martedì 4 settembre 2012 - Giancarlo Zappoli cinemanews

Acciaio, uniti per la classe operaia È un incontro che mette insieme sensibilità e generazioni diverse quello che abbiamo avuto con cast, regista e sceneggiatori di Acciaio. Diversità ricondotte ad unità dall’adesione a uno stesso progetto. A partire dalle due giovanissime e straordinariamente efficaci 'non attrici' Anna Bellezza e Matilde Giannini, protagoniste reciprocamente nei ruoli di Francesca e di Anna. Di loro Mordini afferma: "Anna e Francesca sono giovani, le abbiamo scelte tra novecento ragazze ma non è stato difficile riconoscerle. Sono di Piombino, ma non è solo questo. Anna/Matilde Giannini mi ascoltava guardando in basso, sfuggiva, ma ascoltava a modo suo, con quella grazia che si è portata dietro nel suo personaggio. Francesca/Anna Bellezza fissava il centro dell’obiettivo con una tenacia indimenticabile e quello sguardo, il suo sguardo imbronciato, è l'essenza stessa di Francesca e ce lo portiamo via, dentro di noi, alla fine del film". Loro due, dinanzi a questa dichiarazione decisamente sentita, dicono che fondamentalmente è la curiosità nei confronti della macchina cinema che le ha spinte ad osare e che ora sono contente di avere osato.
A fianco a loro un'attrice affermata come Vittoria Puccini nel breve ma determinante ruolo di Elena alla domanda su quanto impegno richieda preparare un personaggio che avrà poi poco spazio sullo schermo risponde che il lavoro con il regista è stato lungo. Già interessata in precedenza al libro, insieme a Mordini ha modificato in parte il personaggio rendendolo di una classe sociale più vicina a quella degli operai (e quindi del suo ex, nel film, Alessio interpretato da Michele Riondino). Elena è un personaggio definito 'pesante' da Vittoria perché il suo ritorno a casa coincide con la difficoltà ad accettare la non estinzione di un sentimento.
Sulle modifiche necessarie al testo letterario interviene l’autrice Silvia Avallone che afferma di aver compreso come fosse necessario comprimere o addirittura sopprimere la presenza di alcuni personaggi ma di aver condiviso l’operazione perché l’accordo con Mordini e con la sceneggiatrice Giulia Calenda era di concentrarsi principalmente sulle ragazze e sulla fabbrica. A proposito di fabbrica Riondino si esprime in modo molto deciso sulla situazione dell’Ilva di Taranto pur sottolineando come il film sia più centrato sulla condizione operaia che non sui temi che vedono coinvolto lo stabilimento pugliese. Il suo timore è che le responsabilità vengano progressivamente dimenticate relegando il tema alle pagine meno lette dei giornali. In proposito Mordini, dopo aver ricordato come il film sia profondamente calato all’interno della città di Piombino dove ha vissuto per mesi prima di iniziare le riprese, dichiara la sua intenzione di tornare temporaneamente al documentario per testimoniare sulla situazione tarantina affinché la memoria labile dei nostri tempi non seppellisca quell’acciaio e quella città nell’oblio.

   

Il giovane talento pugliese interpreta don Franco in Qualche nuvola.

Michele Riondino, bello, ironico e bravo

giovedì 8 settembre 2011 - Giovanni Bogani cinemanews

Michele Riondino, bello, ironico e bravo È bello, è ironico, è leggero. Ed è, soprattutto, bravo. Michele Riondino si fece conoscere e amare, a Venezia, due anni fa con un piccolo film di intermittenze del cuore, di slittamenti progressivi dell’amore: Dieci inverni di Valerio Mieli, la storia infinita di un quasi amore struggente come mai.
Stavolta, Michele torna alla Mostra con un’altra opera prima: Qualche nuvola di Saverio Di Biagio, presentata nella sezione Controcampo italiano. Michele interpreta don Franco, un prete di periferia, amico d’infanzia del protagonista, arrivato alla vigilia del matrimonio con dubbi tremendi su quel “sì”. “Sono un prete di periferia, amico d’infanzia del protagonista, e devo celebrare il matrimonio di questo ragazzo con la sua fidanzata di lunga data. Ma le nuvole del titolo sono potenti. Nel momento in cui qualcuno decide di compiere un passo importante come quello del matrimonio, forse è anche inevitabile che ci siano grossi momenti di crisi”. Continua »

   

Il nuovo film di Daniele Vicari al Festival del Cinema di Roma.

Il passato è una terra straniera, un inusuale thriller di formazione

domenica 26 ottobre 2008 - Gabriele Niola cinemanews

Il passato è una terra straniera, un inusuale thriller di formazione Ancora un film di genere per il Festival del Film di Roma ma questa volta insospettabilmente italiano. È infatti lo stesso Vicari che ha definito il suo Il passato è una terra straniera come film di genere, anche se non crede molto nell'utilità di tale definizione: "I generi ormai si mescolano in maniera inestricabile, le denominazioni thriller psicologico o romanzo di formazione sono definizioni di comodo utili a discutere".
E la discussione c'è stata come avviene ogni qualvolta un film italiano tenta di avventurarsi nel territorio del thriller e del poliziesco senza guardare ai modelli americani più scontati e nemmeno a quelli nostrani.
Con dietro le spalle l'omonimo libro di Gianrico Carofiglio (di cui hanno ammesso tutti è stata usata solo una parte) Daniele Vicari ha orchestrato assieme ai suoi sceneggiatori una storia dall'impianto molto simile a quello di un altro suo film Velocità massima: due uomini che collaborano "professionalmente" nel cui rapporto si inseriscono anche i legami personali che stringono con altre persone.

Restiamo amici

Restiamo amici

* * - - -
(mymonetro: 2,15)
Un film di Antonello Grimaldi. Con Michele Riondino, Alessandro Roja, Violante Placido, Sveva Alviti, Mirko Trovato.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 04/07/2019.
Un'Avventura

Un'Avventura

* * - - -
(mymonetro: 2,40)
Un film di Marco Danieli. Con Michele Riondino, Laura Chiatti, Valeria Bilello, Giulio Beranek, Alex Sparrow.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 14/02/2019.
Diva!

Diva!

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,50)
Un film di Francesco Patierno. Con Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D'Amico, Isabella Ferrari.
continua»

Genere Documentario, - Italia 2017. Uscita 07/06/2018.
Falchi

Falchi

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,65)
Un film di Toni D'Angelo. Con Fortunato Cerlino, Michele Riondino, Xiaoya Ma, Aniello Arena, Pippo Delbono.
continua»

Genere Poliziesco, - Italia 2017. Uscita 02/03/2017.
La ragazza del mondo

La ragazza del mondo

* * * - -
(mymonetro: 3,23)
Un film di Marco Danieli. Con Sara Serraiocco, Michele Riondino, Marco Leonardi, Stefania Montorsi, Pippo Delbono.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2016. Uscita 09/11/2016.
Filmografia di Michele Riondino »

lunedì 1 giugno 2020 - Sicilia, primi Anni Novanta: le primi indagini del popolare commissario di Vigata. Con Michele Riondino.

Il giovane Montalbano, il 1° episodio stasera su RAIUNO

a cura della redazione cinemanews

Il giovane Montalbano, il 1° episodio stasera su RAIUNO Sicilia, primi anni 1990. Un giovane Salvo Montalbano, appena divenuto commissario nella natìa Vigata, comincia le sue prime indagini. Ritroviamo i personaggi che hanno riempito le storie del commissario più amato d'Italia nel loro periodo giovanile, scoprendone il passato, gli amori e ciò che erano da giovani.
La serie Il giovane Montalbano, diretta da Gianluca Maria Tavarelli, è tratta da alcuni racconti di Camilleri ed è sceneggiata dallo scrittore insieme a Francesco Bruni. Si tratta del prequel de Il commissario Montalbano; sono state realizzate due stagioni, nel 2012 e nel 2015. 
 

A vestire i panni del giovane commissario c'è Michele Riondino. Nell'altra serie dedicata allo stesso personaggio, tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, è interpretato da Luca Zingaretti.
MYmovies.it
COSA SUCCEDE STASERA?
Episodio 1 - La prima indagine di Montalbano - Stasera alle 21.25 su RAIUNO

L'omicidio di un mezzo delinquente con alcuni precedenti per furto di bestiame accoglie il commissario Montalbano, appena arrivato a Vigàta. Gli basta poco per capire che le indagini stanno andando nella direzione sbagliata.
   

Altre news e collegamenti a Michele Riondino »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità