Falchi

Film 2017 | Poliziesco +13 90 min.

Titolo originaleFalchi
Anno2017
GenerePoliziesco
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diToni D'Angelo [I]
AttoriFortunato Cerlino, Michele Riondino, Xiaoya Ma, Aniello Arena, Pippo Delbono Stefania Sandrelli, Gaetano Amato.
Uscitagiovedì 2 marzo 2017
DistribuzioneKoch Media
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,88 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Toni D'Angelo [I]. Un film con Fortunato Cerlino, Michele Riondino, Xiaoya Ma, Aniello Arena, Pippo Delbono. Cast completo Titolo originale: Falchi. Genere Poliziesco - Italia, 2017, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 2 marzo 2017 distribuito da Koch Media. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,88 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Falchi
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Peppe e Francesco troveranno, scavando nell'ombra, le radici del male, ma non sono soli. Il film ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d'Argento. In Italia al Box Office Falchi ha incassato 201 mila euro .

Consigliato sì!
2,88/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,75
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un melodramma che guarda più a Hong Kong che al Golfo partenopeo e si fa omaggio a Johnnie To e John Woo.
Recensione di Paola Casella
martedì 28 febbraio 2017
Recensione di Paola Casella
martedì 28 febbraio 2017

Peppe e Francesco sono due Falchi, ovvero due poliziotti della sezione speciale della Squadra mobile di Napoli: girano per i vicoli della città in moto e in borghese, dando la caccia alla piccola e grande criminalità che comprende non solo la tradizionale camorra, ma anche le nuove mafie di importazione, come quella cinese. I Falchi sono "nati per difendere e combattere", come i cani che Peppe fa addestrare proprio agli esponenti della malavita cinese che gestisce gli incontri clandestini fra molossi. Ma sono anche uomini fallibili e talvolta sbagliano di grosso, come è successo a Francesco in uno scontro a fuoco che gli è costato la sospensione temporanea dal servizio. Ad aver sbagliato è anche Marino, il capo della Squadra mobile, almeno secondo la testimonianza di un pentito. Ed è dalla vicenda di Marino, come dal presagio di una pizia greca, che prende le mosse la storia di Peppe e Francesco, fratelli di strada l'uno impegnato a distinguere il giusto dall'ingiusto in un mondo in cui quel confine diventa sempre più labile, l'altro in cerca di conforto per il proprio senso di colpa, tanto dall'assunzione di droghe quanto dalla frequentazione di un bordello cinese.

Toni D'Angelo, figlio del cantante Nino che firma lo strepitoso commento musicale (con tanto di omaggio al suo omonimo Rota), ha la sceneggiata napoletana nel Dna, ma crea un melodramma che guarda più a Hong Kong che al Golfo partenopeo.

L'estetica di Falchi vuole essere un omaggio a Johnnie To e John Woo, ma anche a Andrew Lau e Alan Mak, ed è un'estetica che si sposa bene con quella di Gomorra (inteso come serie tv), tantopiù che nei panni di Peppe c'è Fortunato Cerlino, alias Don Pietro Savastano.
Peppe e Fortunato, senza fare spolier, sono morituri per via del tipo di lavoro che hanno scelto, in quel (sotto)mondo e in quel modo a metà fra legge e fuorilegge. D'Angelo sceglie di raccontare la brutalità della loro esistenza quotidiana con una cura estetica, che si avvale della bella fotografia di Rocco Marra e del montaggio secco di Marco Spoletini, mai estetizzante, ma imbevuta del cinema classico di genere, non solo quello d'Oriente ma anche il polar d'oltralpe, e della graphic novel (con un eccesso di inquadrature inclinate). I dialoghi sono minimalisti, i silenzi eloquenti, le atmosfere fumose e malinconiche, le ombre profonde, le coscienze sporche. D'Angelo deve prestare attenzione a non sconfinare nell'autocompiacimento e nel citazionismo, ma fin qui si è tenuto sul margine, creando una favola noir il cui esito è inscritto già nelle prime scene.

Cerlino prosegue nella sua immedesimazione con il lato dark della napoletanità, al di qua e al di là della legge, e Michele Riondino nei panni di Francesco aggiunge una nuova tacca alla sua lista di personaggi tormentati e assuefatti, mettendo la propria fragilità al servizio di una caratterizzazione maschile profondamente contraddittoria. Non c'è molto di nuovo in Falchi, ma c'è una buona capacità di far confluire la conoscenza del cinema e delle tecniche di ripresa in un racconto sospeso nel tempo e ambientato in un non luogo che però in qualche modo racconta l'Italia di oggi, indecisa fra desiderio di riscatto e autolesionismo letale.

Sei d'accordo con Paola Casella?
FALCHI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 16 marzo 2017
soleee

Falchi" è un film maledettamente straordinario. Cerlino e Rondino sono una coppia praticamente perfetta. Toni D'angelo fa centro, al suo secondo lungometraggio realizza una resa dei conti epica e ricca di citazioni cinematografiche. Non è il nuovo "Gomorra" ma molto di più, un viaggio nella psicologia e nell'animo dei protagonisti.

giovedì 23 marzo 2017
L''Inquisitore

Un film dove sembra non esserci nessuna storia conduttrice,ma tante che non portano a nulla se non ad un'ora e dieci iniziale di totale noia,lentezza soporifera,dove non succede nulla,con dialoghi ridotti all'osso ,anzi manco all'osso..ma praticamente nulli...fino ad arrivare forse ai 10 minuti finali dove si compie la catarsi di cui sono in cerca i due personaggi dall'inizio del film. Pecc [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 3 marzo 2017
Valerio Caprara
Il Mattino

Ci risiamo con la Napoli dei nostri giorni, strattonata sul grande e piccolo schermo da chi la vorrebbe raccontata come Città del Sole (e dell'amore) e da chi l'esige sempre e solo criminogena e invivibile. Ciò che distingue Toni D'Angelo, figlio trentasettenne del beneamato Nino, dai molesti duellanti è la passione per il neonoir di Abel Ferrara e dei film d'azione made in Hong Kong che lo ha spinto, [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 marzo 2017
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

I Falchi sono poliziotti in moto senza casco. In altre parole combattono il crimine sconfinando la legge. Toni D'Angelo ne ha creati due - Peppe e Francesco - e li ha sbattuti in esistenze spericolate e precarie tra i labirinti della Napoli criminale. Coi volti segnati della star della Gomorra tv Fortunato Cerlino e di Michele Riondino, i due chips partenopei sono inseparabili in pattuglia e in un [...] Vai alla recensione »

domenica 12 marzo 2017
Emiliano Morreale
L'Espresso

Giunto al terzo lungometraggio, Toni D'Angelo è una figura curiosa, ancora irrisolta ma interessante. Figlio del cantante Nino, i suoi due lavori precedenti, "Una notte" e "L'innocenza di Clara" avevano una sincerità e a volte una crudezza non comuni. Con "Falchi" cambia tono, e passa al noir. Peppe (Fortunato Cerlino) e Francesco (Michele Riondino) sono due poliziotti delle squadre speciali (due "falchi", [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 marzo 2017
Giona A. Nazzaro
Il Manifesto

Si parla tanto di genere in Italia, soprattutto da una prospettiva nostalgico-funeraria, come di un qualcosa che il nostro cinema sembra destinato a non ritrovare più. E invece tutte le manifestazioni più interessanti del cinema italiano degli ultimi anni, vanno nella direzione del «genere». Basti pensare ai risultati ottenuti da registi come Stefano Sollima, Gabriele Mainetti, Edoardo De Angelis, [...] Vai alla recensione »

NEWS
SPLENDOR
domenica 12 marzo 2017
 

Attesi ospiti del secondo appuntamento dell'edizione 2017 di Splendor, esclusivamente in streaming su MYMOVIESLIVE, sono Fortunato Cerlino, Michele Riondino e Roberta Mattei. Tra qualche settimana sapremo se sarà Roberta Mattei a conquistare il David [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati