Dieci inverni

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Dieci inverni  
Un film di Valerio Mieli. Con Isabella Ragonese, Michele Riondino, Liuba Zaizeva, Glen Blackall, Sergei Zhigunov.
continua»
Commedia sentimentale, durata 99 min. - Italia, Russia 2009. - Bolero Film uscita giovedì 10 dicembre 2009. MYMONETRO Dieci inverni * * * - - valutazione media: 3,06 su 48 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
3,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
Primo inverno. 1999. Camilla lascia il paese d'origine e si trasferisce a Venezia per frequentare l'università.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un giovane esordio dal carattere maturo
Marianna Cappi     * * * - -

Primo inverno. 1999. Camilla lascia il paese d'origine e si trasferisce a Venezia per frequentare l'università. Sul vaporetto incontra Silvestro: il sorriso chiaro, le idee molto meno. Un po' per fato e un po' per intenzione, il ragazzo perde l'ultima corsa della sera e passa la notte insieme a lei. È l'inizio di un amore che chiederà dieci anni per riconoscersi come tale. In mezzo scorrono l'amicizia, la paura, il dubbio, le impennate di orgoglio, l'incredulità.
Per Valerio Mieli, Dieci Inverni è il film del diploma, un rito e un momento di passaggio, un po' come quello dei suoi personaggi, che nel corso del film traghettano (è il caso di dirlo) dalla maturità della convenzione - i diciotto anni - a quella dell'esperienza. È proprio nella vicinanza del regista ai suoi attori, nell'affetto che nutre per loro e che scalda queste inquadrature di ambientazione rigorosamente invernale, che sta il cuore del film, la sua accattivante tenerezza. Gli fa da corpo, attorno, una buona scrittura, in grado di riempire di sostanza i dieci quadri del racconto, di modo che non appaiano mai pretestuosi bensì vari come è varia la vita, senza cercare la stravaganza a tutti i costi, e brillanti nei dialoghi, ispirati allo stesso criterio di naturalezza.
Un esordio maturo, che bilancia la frammentazione strutturale della narrazione con un lucido sguardo d'insieme, per cui nell'immagine iniziale di una ragazza che porta una lunga lampada e di un ragazzo con in mano una buffa pianta c'è già un'idea di condivisione inevitabile, di nido da costruire, pezzo per pezzo, coi tempi che la sorte vorrà.
Gli interpreti, Michele Riondino e Isabella Ragonese, corrispondono nel migliore dei modi ai personaggi sulla carta: più libero e contraddittorio lui, che si nasconde a lungo persino a se stesso, come a contenere un poco della formazione di Riondino, fatta di seminari sul mimo e sulla maschera, e più impegnata ed esigente con se stessa lei, che ha studiato con i nomi del teatro europeo, Emma Dante e Enrique Vargas, e che il film sottopone all'inverno più rigido, quello della lontana Russia e non solo.
Un film nel quale le ingenuità non sono sinonimi di superficialità e non è la volontà di stupire che muove le cose (l'idea ricorda, tra gli altri, Un amore di Tavarelli, pur su altri toni), ma stupisce piacevolmente la cura posta al racconto, nelle accezioni di buona fattura e di affettuosa dedizione.

Stampa in PDF

Premi e nomination Dieci inverni MYmovies
Dieci inverni recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Dieci inverni

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
2
David di Donatello
1
1
* - - - -

Dove sono i tempi d'una volta, per giunone!

domenica 27 dicembre 2009 di valerio salvi

Quando ci voleva per fare il mestiere anche un pò di vocazione! Se mi torna alla mente De Andrè un motivo c'è. Ma soprattutto un motivo c'è se mi torna alla mente questa frase, tanto da farne un titolo. Mi ricorda un momento della mia vita in cui credevo che bastasse una buona idea per rendere un prodotto apprezzabile e ben riuscito. Mi ricorda quando credevo che lo stesso De André fosse riuscito perché abile nel farsi venire in mente delle buone idee. Poi scoprii che non era così. Scoprii che continua »

* * * - -

"quando ami qualcuno meglio amarlo davvero"

giovedì 2 settembre 2010 di DjPaga

"quando ami qualcuno meglio amarlo davvero" canta vinicio nel film e forse è vero. un film di corse e rincorse amorose come è l'amore quando si è maturi solo per l'anagrafe e non nella testa! quando si è universitari l'amore è diverso (sarà che sono un universitario) come l'approccio con una ragazza è diverso. in questo film silvestro cerca di rompere il ghiaccio con camilla dicendo:"bello il giapponese, la matematica, continua »

* * * - -

L'amore raccontato con gentilezza!

sabato 28 agosto 2010 di Cinefila

Film delicato e sincero che racconta con molta grazia la travagliata storia d'amore tra due giovani, la severa Camilla (la versatile e sempre intensa Isabella Ragonese) e l'impulsivo Silvestro (un tenero e inedito Michele Riondino) che si incontrano su un vaporetto direzzo a Venezia in un freddo novembre del 1999. Da quel giorno i due  s'incontrano e si evitano, si ritrovano e si allontanano  amandosi in silenzio. Il tutto è  vissuto continua »

* * - - -

L'amore ai tempi

mercoledì 15 settembre 2010 di vins79

Le abilita' registiche del giovane Valerio Mieli emergono in discrete citazioni cinefile, che pero' rischiano di condurre Dieci Inverni su un suolo quantomai instabile. La prima scena, l'incontro dei due protagonisti in vaporetto, con Camilla che legge un libro e Silvestro che la guarda, richiama (consapevolemte?) la scena di apertura del famoso film cult 'Before Sunrise'. Il finale nella camera spoglia di una casetta sperduta omaggia (volutamente?) le 'Scene da un continua »

Silvestro (Michele Riondino); Camilla (Isabella Ragonese)
Silvestro: Io sono Silvestro.
Camilla: ...Camilla.
Silvestro: Camilla? Bel nome, Camilla!
Camilla: Davvero ti piace?
Silvestro: Beh, no. Dicevo così per dire!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Silvestro (Michele Riondino); Camilla (Isabella Ragonese)
Silvestro: Io sono Silvestro.
Camilla: ...Camilla.
Silvestro: Camilla? Bel nome, Camilla!
Camilla: Davvero ti piace?
Silvestro: Beh, no. Dicevo così per dire!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Silvestro (Michele Riondino); Camilla (Isabella Ragonese)
Silvestro: Scusa, volevo solo farmi notare da te.
Camilla: Ti avevo già notato, c'eri solo tu!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Dieci inverni oppure Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | Dieci inverni

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 27 novembre 2009

Cover CD Dieci inverni A partire da venerdì 27 novembre 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Dieci inverni del regista. Valerio Mieli Distribuita da RAI Trade.

INCONTRI | Valerio Mieli racconta come è nata l'idea del film e come sono state scelte le location.

Una Venezia insolita

sabato 5 settembre 2009 - Marlen Vazzoler

Dieci Inverni: una Venezia insolita Durante la conferenza stampa del film Dieci Inverni, una pellicola co-prodotta dall'Italia e dalla Russia, è stato annunciato che l'opera prima di Valerio Mieli, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, è stata selezionata per il Tokyo Film Festival. Dieci Inverni è un prologo lungo dieci anni che inizia nell'inverno del 1999 con un vaporetto che attraversa la laguna di Venezia. Camilla, una studentessa arrivata nella città per studiare letteratura russa, scorge un ragazzo tra la folla, anche lui ha con sé una valigia.

VIDEO | Un piccolo estratto del film in anteprima.

Una clip in esclusiva

martedì 24 novembre 2009 - Lisa Meacci

Dieci inverni: una clip in esclusiva Presentato all'ultimo Festival di Venezia nella sezione Controcampo italiano, dal 10 dicembre arriva nelle nostre sale Dieci inverni, il primo film di Valerio Mieli. Ambientato tra Venezia e Mosca, la pellicola racconta la storia d'amore tra Camilla (Isabella Ragonese) e Silvestro (Michele Riondino), due ragazzi che si incontrano, si perdono e si ritrovano in un lasso di tempo di dieci anni, con l'incertezza di essere o meno la persona giusta l'uno per l'altra. Ogni inverno è una finestra aperta a curiosare nella vita di due persone che non si perdono mai del tutto e intanto crescono, segnate dal difficile e splendido ingresso nell'età adulta.

   

Gioite, inguaribili romantici: dieci tormentati anni d'amore

di Boris Sollazzo Liberazione

Siamo sinceri, i melodrammi d'amore non sono mai stati la punta di diamante del cinema italiano, anche ai tempi d'oro erano zoppicanti e retorici inni a un sentimento banalizzato. Non a caso i pochi esperimenti riusciti vedono firme illustri e sono figli di epoche molto lontane. Provarci, quindi, e farne un esordio, a suo modo è coraggioso, sebbene gli stilemi e gli stereotipi del genere- lo sanno bene i francesi- possano essere un percorso obbligato rassicurante. Ma allo stesso tempo pericoloso. »

Un'imprevedibile geografia amorosa tra calli e vaporetti

di Cristina Piccino Il Manifesto

Camilla e Silvestro si incontrano su un vaporetto veneziano l'inverno del 1999. Studenti appena iscritti alla facoltà, lei vivrà in una casettina isolata, lui con altri studenti, lei vuole studiare russo, lui chissà. Lei timida e severa dietro agli occhiali, una vecchia lampada in mano. Lui fintamente disinvolto, fin troppo sicuro di sé con l'alberello regalo per la zia. La segue, chiede ospitalità. Dormiranno insieme nel letto della casa gelida. All'alba lui va via, lei quando lo incontra accenna un sorriso, lui le gira le spalle. »

L'amore mancato

di Enzo Natta Famiglia Cristiana

In un racconto intitolato I rapporti umani Natalia Ginzburg parla dell'indifferenza che si prova quando non si riconosce la "persona giusta". Passano settimane, mesi, anni, ma con la "persona giusta" quel rapporto che dovrebbe nascere spontaneo e naturale continua a non scattare. A questo racconto si è ispirato Valerio Mieli con Dieci inverni, opera prima nata da un progetto condiviso dal Centro sperimentale dl cinematografia, Rai Cinema e una produzione russa, che adotta una pratica già sperimentata negli Stati Uniti: trasformare un saggio di diploma universitario in un film. »

Il nuovo cinema italiano sa ripartire con sentimento

di Valerio Caprara Il Mattino

Una commedia sentimentale che fa onore al nuovo cinema italiano. «Dieci inverni» di Valerio Mieli dimostra infatti come non sia un miraggio sfuggire alla tragica morsa tra falso d'autore e sbracamento populista: lavorando su di un modello di romanticismo profondo e tuttavia non decadente, il giovane regista ha il merito di cogliere l'eco sottile e struggente di ogni rapporto di coppia senza mai forzare situazioni e dialoghi. Tra Venezia, l'entroterra veneto e Mosca (il film è coprodotto dalla Csc Production sull'impulso di un importante accordo tra la Ufc russa e Rai Cinema), va così in scena l'amore tra due ragazzi che ci mette tempo e fatica a crescere. »

Dieci inverni | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (3)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità