Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza

Acquista su Ibs.it   Dvd Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza   Blu-Ray Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza  
Un film di Roy Andersson. Con Holger Andersson, Nisse Vestblom, Lotti Törnros, Charlotta Larsson, Viktor Gyllenberg.
continua»
Titolo originale En Duva Satt På En Gren Och Funderade På Tillvaron. Commedia drammatica, Ratings: Kids+16, durata 100 min. - Svezia 2014. - Lucky Red uscita giovedì 19 febbraio 2015. MYMONETRO Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza * * * 1/2 - valutazione media: 3,49 su 60 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,49/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * * -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Il film di Roy Andersson ha vinto il Leone d'Oro alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2014.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
39 quadri surreali che prendono vita, tra nonsense e ironia, per illustrare le miserie umane odierne
Emanuele Sacchi     * * * * -

Due venditori di denti da vampiro e maschere di carnevale ci guidano attraverso trentanove quadretti di vita, morte, miseria e sciocchezze del quotidiano, tra riflessione filosofica e scherzo beffardo.
Una carriera rarefatta quella di Roy Andersson, cominciata nei primi Settanta sulla scia dell'infatuazione per la nouvelle vague cecoslovacca e proseguita nei decenni per lo più al servizio di spot pubblicitari, prima di arrivare alla Living Trilogy di terzo millennio: una trilogia di lungometraggi che in A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence trova il suo apice e compimento. L'ironia corrosiva del regista, figlia in egual misura dei Monty Python, di Kaurismaki e di un gusto per il nonsense tipicamente scandinavo, si mescola a una ricerca visiva sempre più stimolante. L'utilizzo del digitale, infatti, consente di introdurre ancor più elementi surreali nei tableaux vivants tipici del regista: l'armata di Carlo XII che si ferma a un bar per una birra, un esercito coloniale che si serve di schiavi neri per alimentare un curioso marchingegno, una scimmietta usata come cavia per scopi ignoti (ma con ogni probabilità privi di senso). Una distorsione della realtà che porta l'immaginario artistico di riferimento più dalle parti di Otto Dix che da quelle di Bruegel il Vecchio, che è ancora una volta ispirazione originaria (dal suo I cacciatori nella neve, infatti, deriva l'immagine dei piccioni che osservano l'inutile affanno del genere umano, placidamente poggiati su un ramo). In 39 piani sequenza in cui si ride amaro, Andersson riesce a convogliare altrettante riflessioni semiserie sulla mortificazione dell'esistenza quotidiana, sul cumulo di assurdità a cui l'essere umano si sottopone per convenzione o presunto interesse, senza più essere in grado di porsi il quesito fondamentale sulle ragioni del proprio intento originario. Trait d'union ideale il duo di venditori di scherzi di carnevale, coppia slapstick tra Don Chisciotte e Sancho Panza e Laurel e Hardy, incarnazione del disperato bisogno di divertimento odierno e dell'assoluta incapacità di godere dello stesso. Ma soprattutto icone tragicomiche della condizione ineluttabile di venditori porta a porta (oltre che di se stessi) a cui la società del marketing imperante sembra aver condannato l'umanità intera. Un maestro dell'assurdo che aspetta beckettianamente la sua meritata consacrazione.

Incassi Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza
Primo Weekend Italia: € 187.000
Incasso Totale* Italia: € 314.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 1 marzo 2015
Sei d'accordo con la recensione di Emanuele Sacchi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
62%
No
38%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
European Film Awards
1
4
* - - - -

...che tristezza!!

lunedì 23 febbraio 2015 di M.Barenghi

Una serie interminabile di brevi scenette, quasi mai comiche -al più patetiche- riprese con macchina fissa in ambienti scarni, abiati da personaggi amimici, collegate fra loro da un "fil-rouge" improbabile: una coppia  di sfigatissimi e falliti rappresentanti di prodotti per il carnevale che con tono funebre si ostinano a proporre "per far divertire" ma che non  interessano a nessuno. E infatti nel film non si ride mai: si aspetta soltanto che termini questa continua »

* * * * -

La mediocrità del fanghetto e .. le povertà umane

mercoledì 4 marzo 2015 di ADELIO

Film decisamente di taglio nordico, essenziale... direi inesorabile sia sotto l'aspetto contenutistico che di tecnica cinematografica. L'impostazione è quella della transposizione del teatro sul grande schermo. Ci scorrono, a modi palcoscenico, circa 40 quadri a ripresa fissa ..che da spettatori increduli leggiamo come surreali, assurdi e financo atroci per il nostro abituale sentire umano. Sono pezzi di vita vera che noi uomini "sociali" e" tecnologici" neanche continua »

* * * - -

Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esiste

martedì 24 febbraio 2015 di catcarlo

Spettatori all’interno di un cinema: perplessi. La citazione del film di Alexander Kluge è con molta probabilità più pertinente riguardo all’ermetico procedere di entrambe le pellicole –premiate a Venezia a distanza di quarantasei anni – che nei confronti del pubblico presente. Il quale, numeroso in maniera sorprendente, è sembrato tutt’altro che dubbioso nel proprio giudizio: chi dopo un’ora si è alzato e se ne è andato, continua »

* * * * -

Lo spettatore seduto in poltrona riflette ...

lunedì 23 febbraio 2015 di amgiad

Per primo occorre riconoscere al regista lo sforzo di uscire dal consueto sviluppo filmico. E' un opera dell' assurdo, e come tale non gli si chiede la plausibilità di molte scene. E' un continuo invito a ripensare al vuoto che si cela dietro tante vite, nelle quali i giorni scorrono ignoti e ignari. Vite nelle quali il mercoledì è uguale al giovedì ma potrebbe essere anche il martedì. Luoghi comuni ripetuti in modo ossimorico (a parole manifestare continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza adesso. »
Shop

DVD | Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 21 luglio 2015

Cover Dvd Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza A partire da martedì 21 luglio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza di Roy Andersson con Holger Andersson, Nisse Vestblom, Viktor Gyllenberg, Lotti Törnros. Distribuito da CG Entertainment. Su internet piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza

APPROFONDIMENTI | Roy Andersson e il cinema d'autore nel Piccione.

Uno spettatore riflette sull'esistenza

sabato 21 febbraio 2015 - Roy Menarini

Uno spettatore riflette sull'esistenza In una sala del nord Italia, non particolarmente affollata ma nemmeno deserta, uno spettatore anziano - a metà di Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza - esclama voltandosi verso la moglie: "Non è un vero film: è una serie di vignette surreali", mostrando apprezzamento sia per quel che vede sullo schermo sia per la propria intuizione. A fianco, la signora (evidentemente bene informata su premi e festival) risponde di rimando: "Si vede che a Venezia piace così. Anche il Leone dell'anno scorso, Sacro GRA, non era un vero film".

   

GALLERY | Le foto della settima giornata della rassegna.

Tra scandinavia e sol levante

mercoledì 3 settembre 2014 - a cura della redazione

71. Mostra del Cinema, tra Scandinavia e Sol Levante La settima giornata della 71. Mostra del Cinema ha visto avvicendarsi sul red carpet gli scandinavi di A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence (dello svedese Roy Andersson) e i giapponesi di Fires on the Plain (regia di Shinya Tsukamoto). Nel pomeriggio - dopo l'assegnazione del Leone d'oro alla carriera alla montatrice Thelma Schoonmaker - Gabriele Salvatores ha presentato (fuori concorso) il suo Italy in a Day - Un giorno da italiani. Guarda la fotogallery »

   

VIDEO | Una clip del film di Roy Andersson.

Una canzone triste

venerdì 6 febbraio 2015 - a cura della redazione

Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza, una canzone triste Come una coppia di Don Chisciotte e Sancho Panza dei nostri tempi, Sam e Jonathan, due venditori ambulanti di travestimenti e articoli per feste, ci accompagnano in un caleidoscopico viaggio attraverso il destino umano. È un percorso che svela la bellezza di singoli momenti, la meschinità di altri, l'ironia e la tragedia nascosti dentro di noi, la grandezza della vita, ma anche l'assoluta fragilità dell'umanità. Composto da 39 scene, Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza intende generare riflessione e contemplazione in merito alla nostra esistenza con una dose abbondante di tragicommedia e lebenslust, ossia passione per la vita.

   

Una bufala che ha vinto il Leone

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Il film che vince un Festival nove volte su dieci è una bufala. Come questa surreale commedia svedese, umoristica nelle intenzioni dell'autore, che ha arraffato l'ultimo Leone d'oro veneziano. Un helzapoppin in 39 atti, ma potevano essere 390 tanto dormivano tutti. Anche i giurati. Ma Possibile che nessuno li prenda mai a hastonate? Da Il Giornale, 19 febbraio 2015 »

Lo strano mondo del piccione filosofo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Cinquanta sfumature di Roy Andersson. Se il titolo non fosse già occupato sarebbe perfetto per questo film svedese, leone d'oro a Venezia, che esplora tutte le possibili combinazioni fra tragico e comico sorprendendoci fino alla fine. Né commedia nè tragedia dunque, ma nemmeno semplice black comedy o commedia dell'assurdo. Andersson, 71 anni e 7 film, coltiva la bizzarria fin dal titolo, Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza. Ma non cade mai nel futile o nel compiaciuto. Tanto la libertà di tono è assoluta, quanto l'organizzazione del racconto è rigorosa. »

Roy Andersson, un piccione e un Leone

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Spiazzante fin dal titolo ("Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza"), che prende spunto da una sconcertante poesia declamata da una bambina a una recita scolastica e soprattutto da un quadro di Brügel, il terzo film dello svedese Roy Andersson di una trilogia dai ritmi molto "primo Malick" (2000-2007-2014) che comprende anche i notevoli "Canzoni del secondo piano" e "You, the living", è la descrizione raggelante, surreale e grottesca di una civiltà (dis)umana, i cui comportamenti scivolano, senza alterazioni, dalla commedia alla tragedia (singolare e collettiva). »

Il piccione di Venezia sfida il botteghino

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Arriva nelle nostre sale in sordina, a ridosso della Notte più importante del cinema mondiale, quella degli Oscar, in programma il 22 febbraio. Arriva senza clamore, nonostante il metallo nobilissimo conquistato in Laguna, e senza troppe aspettative, almeno di incasso: del resto, i risultati degli ultimi Leoni d'Oro al botteghino - il discorso vale purtroppo per Palme e Orsi - sono riassumibili con Pietà, il film di Kim Ki-duk vincitore al Lido nel 2012. Peggio per chi non andrà a vederlo, perché Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza del regista svedese Roy Andersson merita, e andrebbe protetto, preservato, sostenuto. »

Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | adelio
  2° | catcarlo
  3° | amgiad
  4° | m.barenghi
  5° | peer gynt
  6° | pepito1948
  7° | vanessatalanta
  8° | stefano b.
  9° | lomax
10° | mericol
11° | maurizio meres
12° | francesca meneghetti
13° | ssinaima
14° | antonio tramontano
15° | enrico danelli
16° | giulia cortella
17° | mauridal
18° | flyanto
19° | francesca meneghetti
20° | zarar
21° | epidemic
22° | fabiofeli
23° | kimkiduk
24° | francesco2
25° | howlingfantod
Festival di Venezia (1)
European Film Awards (5)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 19 febbraio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità